Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 novembre 2014 3 12 /11 /novembre /2014 22:46
L' era dell' Acquario: acqua senza sosta

Parleremo dell' Italia, dato che i problemi derivanti dalla pioggia, con devastazioni continue, oramai ha assunto una caratteristica sebbene assurda...nella norma. Ogni anno inondazioni di ogni entità hanno contribuito a dare origine a un flusso inarrestabile di perturbazioni che sembrano non più portate dalle stagioni, ma un sussulto del pianeta che vuole avere il suo spazio senza sentire ragioni.

Quest' anno in particolare, l' Italia sta affrontando fin troppe catastrofi alluvionali, senza sosta, quasi sempre in diverse regioni che hanno iniziato ad avere una caratteristica di serbatoio d' acqua. Senza dubbio colpe e mancate procedure come pulizia dei fiumi e ci sono, inevitabili e molto drammatiche. Oramai migliaia di case sono state costruite ove solo acqua e smottamenti un tempo, erano normali e un crollo di una porzione di collina dovuta alla pioggia, non interessava nessuno. Oggi nel 2014, la situazione è molto diversa, perché se crolla mezza collina in ogni luogo dell' Italia che sta venendo interessata dalle forti piogge, ha delle case abitate e persone da far evacuare nel minor tempo possibile.

La situazione è drammatica in gran parte del settentrione, con migliaia di sfollati in varie Regioni: tutti i corsi d’acqua sono in piena, al limite dell’esondazione, e molti sono esondati così come tutti i principali laghi dei fondovalle alpini. La situazione più critica è quella del lago Maggiore, che ha superato già ieri sera la “soglia di pericolo” e continuerà a crescere fino a domani. Dal Piemonte al Friuli Venezia Giulia passando per Liguria, Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, si registrano numerose criticità, comprese quelle di Milano dove sono esondati il Seveso e il Lambro, che nelle prossime ore potranno provocare autentiche inondazioni tra l’hinterland meneghino e la Brianza. Nelle Regioni settentrionali continuerà a piovere fino a domani, e la situazione diventerà ancor più complicata, ma in queste ore il maltempo sta facendo sul serio anche al Sud dove oggi si sono verificati violentissimi tornado nel tarantino, con conseguenze devastanti, e un’alluvione lampo sempre in Puglia, a Brindisi.

Nelle ultime ore le condizioni del tempo sono peggiorate anche in Campania, con nubifragi nel napoletano. L’Italia sta vivendo un’anomalia climatica senza precedenti. I dati pluviometrici dal nord sono spaventosi. Alcune zone di Genova hanno superato i 2.500mm annui, in Friuli Venezia Giulia addirittura alcune località sono a 5.000mm dal primo gennaio, e fino alla fine dell’anno mancano ancora 50 lunghi giorni che potrebbero determinare per questo 2014 alcuni record storici assoluti. Contemporaneamente le temperature si mantengono di gran lunga superiori alle medie del periodo: tra ottobre e novembre stiamo vivendo un autunno caldissimo caratterizzato in continuazione dalle correnti sciroccali, con anomalie termiche spaventose, fino a 4°C sopra le medie stagionali su lunghi periodi. Nei prossimi giorni l’Italia rischia di subire il fatidico “colpo di grazia”: il maltempo nelle prossime 24 ore insisterà in tutto il Paese, spostandosi soprattutto al centro/sud con forti piogge e temporali che interesseranno il basso Tirreno.

In modo particolare domani, giovedì 13 novembre, le zone più colpite saranno quelle tirreniche di Campania, Calabria e Sicilia con nubifragi e temporali molto intensi. Le temperature diminuiranno di diversi gradi al centro/sud; rimarranno invece stazionarie al centro/nord con piogge sparse in tutto il Paese. Venerdì 14, dopodomani, sarà una giornata variabile in tutt’Italia. Al Sud avremo le ultime piogge residue di questa perturbazione che si allontanerà verso sud/est, ma dal pomeriggio/sera le correnti torneranno a predisporsi dai quadranti meridionali. Tornerà lo scirocco a causa dell’arrivo dall’oceano Atlantico di un’altra perturbazione che nel weekend colpirà in modo molto violento tutta l’Italia, scaricando altre piogge torrenziali in tutto il centro/nord.

Su Piemonte e Liguria le precipitazioni saranno intense già da venerdì sera, ma il giorno peggiore sarà sabato 15 con nubifragi che si estenderanno nel corso della giornata a tutte le Regioni centro/settentrionali; il maltempo persisterà anche domenica 16, soprattutto al nord/ovest. E la prossima settimana l’ennesima perturbazione proveniente dall’oceano arriverà sull’Italia alimentando ulteriori fenomeni alluvionali in modo particolare al centro/nord. Le ere astrologiche prendono il nome dalla costellazione che ospita il punto dell’equinozio di primavera e, data la durata nel tempo, il passaggio da un’era all’altra non può essere stabilito in un momento preciso.

Sarebbe come voler determinare con esattezza l’inizio e la fine di un’enorme onda nell’oceano ma impiega circa trecento anni, periodo in cui le qualità positive e negative delle due ere si sovrappongono e si alternano. Ora, quella dell’Acquario si sta manifestando sempre di più.

http://www.meteoweb.eu/2014/11/maltempo-e-un-disastro-da-nord-a-sud-litalia-sta-affogando-e-arrivano-altre-piogge-torrenziali/349962/

L' era dell' Acquario: acqua senza sosta
L' era dell' Acquario: acqua senza sostaL' era dell' Acquario: acqua senza sosta
L' era dell' Acquario: acqua senza sosta

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in catastrofico
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg