Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 aprile 2015 7 19 /04 /aprile /2015 22:36
Contatto medianico

Nonostante le varie prove inconfutabili acquisite personalmente in svariate modalità in questi anni riguardo l’esistenza del mondo dello spirito, l’esperienza all’Arthur Findlay College mi ha aperto nuove possibilità. In particolare vorrei soffermarmi sulla comunicazione mentale con un’entità da SVEGLI. Ovvero la possibilità (che tempo fa non avevo preso seriamente in considerazione), ed in particolare che le informazioni ricevute da un’entità in forma di spirito, avvengano mentalmente mentre siamo svegli e coscienti attraverso immagini, intuizioni, pensieri improvvisi, ecc. Possibile?

Per chi mi conosce, sa che non giudico mai niente a priori in un senso o nell’altro per preconcetti, ma mi piace sempre verificare e sperimentare in prima persona. Quali sono i problemi del medium nel capire le informazioni in un contatto medianico? Senza entrare nei dettagli sulle tecniche apprese all’Arthur Findlay College, vorrei enfatizzare il concetto di stare con la “mente aperta” (nel senso di non scartare nulla di ciò che ci possa improvvisamente venire alla mente in quel frangente). Ovvero l’importanza di stabilire una fusione della mente del medium con la mente dell’entità, come a sovrapporsi. Difficile vero che la parte razionale lo digerisca? :-) Certo… e mi chiedo su quale base giudichiamo superficialmente a priori... ritenendo possibile o non possibile una cosa… forse siamo così PRESUNTUOSI DA SAPERE GIÀ TUTTO? Eppure di “puttanate scientifiche” (passami il termine), l’uomo nella storia ne ha dette davvero tante… ma quelle le dimentichiamo o le giustifichiamo… per non parlare delle tante “puttanate religiose” della storia che hanno portato ad inutile spargimento di sangue… o le tante “puttanate socio/culturali/comportamentali” che ci siamo creati… ma lasciamo perdere. :-( Fortunatamente l’universo se ne frega delle credenze o non credenze dell’essere umano. :-) … ma torniamo al concetto di un possibile contatto fra la mente di una persona in carne ed ossa e la mente di un’entità… non scartando la possibilità che i pensieri, le immagini, le sensazioni o le risposte alle domande mentali che facciamo possano arrivare dall’entità in questione. Già, ammetto che non è stato semplice neanche per me… e pur avendo avuto molti risultati, tuttora mi considero un principiante, rispetto a ciò a cui ho assistito all’Arthur Findlay College od in questi anni con alcune medium… per capirsi… casi in cui io non ho aperto bocca… con tanto di dettagli inequivocabili personali… od in alcuni casi di anticipazione a ciò che stavo per dire… od in un caso clamoroso di anticipazione su chi sarebbe entrato nella stanza due secondi dopo (… gli scettici pensaranno che si erano messi d’accordo)… od anticipazione di cose che neanche io potevo sapere. ATTENZIONE: la predizione del futuro non è sempre possibile (in quanto legata al libero arbitrio delle persone), ma quando si ha il perdurare delle decisioni o dei comportamenti (libero arbitrio) di una persona (o delle persone coinvolte) senza particolari influenze esterne, in questo caso quell’evento è destinato a verificarsi (ad esempio curioso che mi fu prevista la caduta del governo precedente a Mario Monti, o che avrei avuto un momento potenzialmente importante su una barca in vacanza in Sardegna, o la morte di mia nonna). Anche la fisica quantistica mostra che un evento è la manifestazione fra le tante infinite possibilità. Interessante notare che spesso le persone care defunte, usano le stesse parole che usavano in vita come prova. :-) …eppure riflettendoci, questa modalità di contatto usando la mente l’avevo già sperimentata in passato… solo che non gli avevo dato il giusto peso. ;-)

Anche se potrebbe apparire strano soprattuto per le persone che si avvicinano per le prime volte a queste tematiche, è più logico di quanto si possa pensare, in quanto una volta “digerito” (nel mio caso dopo tutta una serie di prove in questi anni) il fatto che spirito e coscienza di una persona persistano anche dopo la morte, può essere normale che anche la mente (o l’attività che genera una sorta di pensieri) di una persona “defunta” (nella nostra concezione umana) possa continuare a trasmettere e ricevere pensieri. Non a caso (ad esempio) in molte registrazioni di metafonia, si possono sentire voci che si presentano come persone trapassate (o defunte), definendosi “mai morte”. Gli stati di coscienza influiscono nel capire le informazioni in un contatto medianico. A seconda dello stato di coscienza, il cervello umano presenta varii stati cerebrali con onde di varia natura (in figura vi è un semplice esempio dei vari tipi di onde cerebrali). Ormai vi è un’ampia letteratura scientifica su questo. Per approfondire, ti consiglio anche di ascoltare il sesto file audio della serie “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” che puoi ricevere gratuitamente iscrivendoti al percorso La Via dei Sogni. Ad ogni modo, le molteplici esperienze empiriche ed i vari messaggi medianici certificati, enfatizzano il fatto che le persone in carne ed ossa sono di natura più densa delle entità in forma di spirito ed il mondo dello spirito vibra più velocemente. Quindi è necessario un qualche “punto di incontro” per stabilire un’eventuale comunicazione. Tale concetto è molto chiaro nelle registrazioni di metafonia, in cui le entità necessitano di un supporto energetico per comunicare (nel caso specifico una fonte di rumore a cui appoggiarsi). Tipicamente la metafonia è in un certo senso una forma inconsueta di contatto medianico, dove non vi è alcun medium in persona, ma solo un registratore… quindi inoppugnabile! Fra le tipologie personalmente sperimentate, si può usare ad esempio, un computer con un software di elaborazione audio, per poter ripulire la registrazione, rallentare la velocità per una migliore comprensione, o per applicare filtri audio in modo da enfatizzare il volume di eventuali parti (la dove fosse necessario), ecc.

Si può anche registrare direttamente su nastro magnetico che poi viene rovesciato in ascolto (si usava soprattutto anni fa). Per fornire un supporto “energetico” per gli eventuali messaggi di un’eventuale entità, ad esempio si può creare un rumore strusciando il microfono o direttamente il computer che registra, oppure si usa una radio che trasmette un canale in lingua straniera diversa dalla lingua di chi fa l’esperimento (in modo che i messaggi che possono comparire siano ancora più improbabili). Al riascoltare della registrazione si possono sentire voci extra o “modulazioni metafoniche”! La modulazione metafonica: avviene quando le entità modificano le parole originarie dette da una persona in carne ed ossa e le sostituiscono con altre parole, pur mantenendo il timbro della voce orginaria. Ad esempio anni fa, facemmo un esperimento assieme all’esperto Riccardo Di Napoli (praticante metafonia ormai da anni) effettuato utilizzando sia un mio registratore esterno (che registrò tutto quello che accadeva nella stanza ancor prima di iniziare), sia utilizzando il computer di Riccardo. Prima di iniziare auspicavo un contatto con mia madre (non è sempre scontato che si presenti sempre la persona cara trapassata richiesta… ed è anche possibile che non si presenti nessuno… anche se a me non è mai successo fino ad ora). Spesso è sufficiente registrare pochi minuti. Ad un certo punto dissi chiaramente le testuali parole (mia nonna era morta da poco): “Innanzitutto come sta nonna, ecco diciamo?” …ma quando riascoltai la registrazione, quelle parole che originariamente avevo detto, erano state sostituite con mia sorpresa dalle nuove parole: “Innanzitutto come sta … Mamma qui riceve”!

Io molto chiaramente le parole “Mamma qui riceve” non le avevo mai dette!

La mente del medium in un contatto medianico a volte può catturare solo frammenti di informazioni. Nella figura sopra, ho fatto un disegno “a mano” dove si può vedere un esempio di un ipotetica onda pensiero dello spirito (in rosso), la cui frequenza è molto più elevata dell’onda cerebrale beta in stato di coscienza vigile da svegli (in nero) del medium. Mi interessa far capire il concetto. Le informazioni che arrivano alla mente del medium, sono corrispondenti ai punti di intersezione fra le due onde mentali (o negli intervalli intorno ai punti di intersezione, in base alla capacità del medium a ricevere più o meno le informazioni, ma anche alla capacità dell’entità nel farsi capire trasmettendo chiaramente magari fornendo immagini o simboli intuitivi anziché parole). Come si può intuire dall’esempio nella figura, della frase originaria si ricevono solo frammenti di informazione parziali, la cui interpretazione può essere errata: “Sono … 3 di femmine … via … Como”. Qualora possa accadere una situazione simile, un medium professionale cercherebbe di non trarre conclusioni definitive personali secondo la sua interpretazione, ma potrebbe chiedere ad esempio se: un certo numero di femmine (forse 3)” e “Como” possa significare qualcosa per la persona a cui è destinato il messaggio. La persona a cui il messaggio è destinato dovrebbe limitarsi a rispondere solo: sì, no o forse... per non influenzare il medium. Quindi tornando all’esempio: la parola “femmina” potrebbe essere percepita nella sua completezza o magari solo con la sillaba “mmi”… e c’è una bella differenza. ;-) La pratica della meditazione permette di capire maggiori informazioni in un contatto medianico? Per quanto la meditazione sia straordinaria per la salute (ormai vi sono diversi studi scientifici), ed il rilassamento possa essere utile a calmare le tensioni, le paure, a limitare le distrazioni della mente, o sia adatta alla riprogrammazione mentale (potendo in quella fase interrompere e sostituire con apposite tecniche certe connessioni neuronali associate a certi nostri comportamenti abitudinari)… sembra che entrambe le pratiche non siano utili al contatto medianico mentale da svegli. :-?

O meglio, sembrerebbe che le onde alpha relative al rilassamento od alla lieve meditazione (rappresentato nella figura precedente dall’onda blu) non permettono di capire maggiori informazioni del messaggio ricevuto in un contatto medianico, in quando le informazioni ricevute risultano ancor più frastagliate (in figura il numero di punti di intersezione è minore essendo l’onda alpha a frequenza più lenta e quindi con minor numero di oscillazioni). :-? Non a caso il fatto di ottenere più informazioni in onde beta… dopo un certo numero di contatti medianici… per quando abbiamo provato … le persone erano provate. ATTENZIONE: in questo articolo ci riferiamo alla tipologia di CONTATTO MEDIANICO MENTALE DA SVEGLI. Non abbiamo minimamente parlato di AUTENTICO CONTATTO MEDIANICO IN TRANCE (in cui la coscienza del medium in stati mentali profondi è oscurata dall’entità che può parlare direttamente attraverso il medium stesso) o di altre tipologie di contatto (ad esempio messaggi attraverso i sogni, MANIFESTAZIONI FISICHE dell’entità, percezioni energetiche o di tocco, ecc.). Questi concetti espressi non hanno senso per i casi di CHIAROVEGGENZA (in cui si possono vedere chiaramente le entità) o di CHIAROUDIENZA (in cui si possono ascoltare molto chiaramente le voci delle entità). Tali casi sono piuttosto rari. La CHIAROSENSIENZA può rintrare nella comunicazione mentale, non solo attraverso le sensazioni corporee od interiori/emotive, ma anche attraverso le immagini mentali, ecc. Ad ogni modo, riguardo la meditazione, ti invito caldamente ad ascoltare dal percorso la Via dei Sogni, il file audio numero 6 della serie “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” riguardo gli straordinari benefici, ed anche l’intervista ad un monaco buddista che feci tempo fa. Ho compreso che TUTTI abbiamo queste capacità (ognuno in una forma personale ed è necessaria l’esperienza per arrivare a conoscersi)… perché come tutte le cose nessuno nasce imparato… e soprattutto è bene non creare stress mentale sull’esito positivo a tutti i costi fin dall’inizio. Ognuno ha bisogno dei suoi tempi e soprattutto di abbandonarsi con fiducia per abbattere le proprie barriere mentali. Come sempre dico, non credere a nulla di ciò… ma si TU a sperimentare! ;-) Ovviamente credo che sarai d’accordo… che essendo la tematica molto poco consueta… merita di essere approfondita. ;-)

fonte

Contatto medianico
Contatto medianico

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg