Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 maggio 2015 6 30 /05 /maggio /2015 22:29
Per George Soros siamo alla vigilia della Terza Guerra Mondiale

Per George Soros siamo alla vigilia della Terza Guerra Mondiale. Una guerra che, come alcuni avevano già previsto, potrebbe partire da quella valutaria già in atto ormai da ani sui mercati internazionali. Difficile, se non impossibile, che si arrivi veramente a uno stato di guerra dichiarato tra le parti, vero è comunque che la tensione tra gli attori in campo è alta. In breve i fatti.

Ogni cinque anni in media il Fondo Monetario Internazionale si riunisce per discutere il paniere di valute dei diritti speciali di prelievo ovvero quelle valute che, estremizzando il concetto possono rimpiazzare l'oro nelle transazioni internazionali, da qui la definizione parallela di paper gold. E. questo sarà l’anno della revisione quinquennale. I primi contatti tra il Governatore della PBoC, Zhou Xiaochuan, e il direttore dell'Fmi, Christine Lagarde si sono avuti già a fine marzo con il rappresentante cinese che ha incassato da Lagarde il giudizio positivo sulla rivalutazione dello Yuan.

Storicamente le valute che costituivano il paniere sono sempre state dollaro statunitense, marco tedesco, franco francese, sterlina britannica e yen giapponese ma con l’introduzione dell’euro la divisa tedesca come quella francese, sono state sostituite dalla moneta unica. Di (KSE: 003160.KS - notizie) fatto resta fuori lo Yuan cinese, nonostante Pechino risulti essere, secondo alcuni parametri, la prima economia mondiale e la stessa moneta a gennaio di quest'anno, risulti essere la quinta moneta nelle transazioni globali. Per gli Usa è NO, ma per la Russia? Esclusione che trova le motivazioni nell’ovvia ostilità fra le due nazioni ma che potrebbe portare la Cina ad avvicinarsi ulteriormente alla Russia così come nel recente passato ha fatto con l’Iran per lo scambio di petrolio, sfruttando proprio quel renminmbi che formalmente non è ancora una valuta liberamente utilizzabile anche se di fatto sta diffondendosi sempre più a livello internazionale, favorita anche dal fatto che oltre 60 banche centrali nazionali stanno investendo nel renminbi. Da qui l’aumento delle tensioni fra i due blocchi contrapposti che farebbero tornare indietro le lancette della storia di oltre 50 anni.

A far aumentare le paure sono state anche le recenti dichiarazioni del Presidente cinese Hu-Jintao secondo cui “Il dollaro è un retaggio del passato […] bisogna dare più spazio allo yuan nel commercio e nella finanza internazionale”. Da specificare un ulteriore problema: nel caso in cui la moneta cinese dovesse entrare nel paniere, un altro rappresentante ne dovrebbe uscire. Chi? Se fosse lo Yen giapponese si andrebbe ad infiammare la già difficile relazione diplomatica tra i due paesi, senza contare il contraccolpo sulla valuta nipponica, protagonista del più grande quantitative easing del pianeta. Ma il dollaro è veramente alla fine dei suoi giorni? Sicuramente sul breve periodo è certamente impossibile fare una previsione di questa portata e allo stato attuale la divisa dello Zio Sam regna incontrastata nell’empireo delle monete.

Eppure… Si, eppure c’è qualche segnale che farebbe pensare diversamente se non altro sul lungo termine: la Cina non è più il maggior detentore di titoli di stato statunitensi, superata di poco dal Giappone. Altro elemento da valutare è la fame di oro di Pechino: primo produttore ma anche primo importatore al mondo, superando anche l’India che da anni, per motivi più religiosi che economici, ne deteneva il primato. Non solo, ma la Cina punta anche alle miniere. Forse non tutti sanno che la Cina ha creato il più grande fondo di investimenti basato sull’oro, con oltre 16 miliardi di dollari e il cui scopo è implementare i progetti per lo sfruttamento intensivo delle miniere aurifere cinesi, ma anche dell’intero Sud Est asiatico, ricordando che proprio il continente asiatico è quello che occupa il primo posto nella domanda mondiale del metallo giallo. Un buon biglietto da visita per dimostrare la stabilità della propria moneta.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg