Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

8 giugno 2015 1 08 /06 /giugno /2015 22:19
Salvando il generale Yang

Nel 2013 lo si era visto anche al Far East Film Festival di Udine. Il fatto che ora Saving General Yang venga riproposto in DVD ci fa enormemente piacere, sia per l’affetto che nutriamo nei confronti dell’autore, Ronny Yu, sia perché tra i vari filmoni storico/leggendari prodotti in area cinese negli ultimi anni quello in questione spicca senz’altro.

La cura riposta nella sceneggiatura, negli aspetti scenografici, nel riprendere le battaglie e nel delineare ogni singolo personaggio ne fanno insomma un prodotto molto ben confezionato, da seguire anche con un certo pathos, sebbene il regista abbia portato avanti in passato progetti cinematografici di natura decisione più personale. Per quanto riguarda invece il DVD, l’edizione proposta da Indie Pictures è in realtà alquanto scarna: solo la selezione scene, a connotare il menu, insieme all’altrettanto classica scelta tra versione originale con sottotitoli e doppiaggio italiano. Pazienza. Nonostante la mancanza di extra, la visione è comunque nitida, pulita, ed offre la possibilità di scoprire un lungometraggio epico di indubbia spettacolarità. L’azione si svolge in Cina nord-orientale all’epoca della dinastia Song, ossia verso la fine del X secolo d.C., in occasione dei tentativi di invasione portati avanti dai Khitan ai confini dell’Impero.

Tra principesse contese, macchinazioni all’interno della corte stessa e un implacabile desiderio di vendetta da parte del generale avversario, che aveva perso il padre nella precedente guerra, l’intero clan dei Yang si trova a combattere in prima linea: trattasi del Generale Yang Ye e dei suoi sette coraggiosi figli, accorsi per salvarlo allorché nella capitale si era diffusa la notizia dell’accerchiamento subito dal suo avamposto, anche per colpa della vigliaccheria e degli squallidi calcoli politici di quei generali che avrebbero dovuto sostenerlo in battaglia.

Il film diventa così la storia dell’eroico sacrificio compiuto dai valorosi fratelli Yang per riportare indietro il padre, così come avevano promesso alla madre rimasta in città. Ambienti desertici battuti dal vento, praterie, fortini abbandonati e altre suggestive location fanno da sfondo a epici duelli e scene di massa piuttosto complesse, che Ronny Yu sa risolvere con qualcosa di più del semplice mestiere, appoggiandosi ove necessario ai prodigi della computer grafica.

Lo scopo di questa grossa produzione cino-hongkongese è ovviamente anche quello di celebrare determinati valori tradizionali, dalla fedeltà allo stato al senso della famiglia: tutti elementi che è possibile ritrovare nell’antico e semi-leggendario racconto.

Il regista che a suo tempo ci aveva deliziato con opere come The Bride with White Hair (1993) e, perché no, La sposa di Chucky (1998) sa inserire anche qui notazioni a lui congeniali, per esempio piccoli spunti di natura fantastica: tali sono la profezia del saggio, il succedersi di sogni premonitori e le allucinazioni del padre gravemente ferito, brevi inserti che ci ricordano la visionarietà sfoggiata altre volte dall’autore. Mentre la perizia e persino l’eleganza con cui sono girate certe scene d’azione ci rammentano il Ronny Yu che, in Fearless (2006), aveva saputo sapientemente dirigere il funambolico Jet Li, dimostrando per l’ennesima volta quell’innata confidenza con il wuxiapian declinato nelle sue varie forme, realistica e fantastica.

Stefano Coccia

http://www.cineclandestino.it/saving-general-yang/

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg