Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 agosto 2016 5 05 /08 /agosto /2016 22:49
Fine del mondo, a settembre arriva dallo spazio l' asteroide

Anche quest' anno, nonostante sia rimasto quasi vacante alla ricerca di me stesso, non posso che soffermarmi tra le attese catastrofi mondiali apocalittiche, su quella che a settembre 2016, arriverà dallo spazio sotto forma di asteroide.L'impatto causerà fortissime piogge torrenziali e l'umanità sarà destinata a scomparire. Questo, secondo quanto riporta il sito leggo.it che riprende il periodico "Metro", è quanto annunciato da un gruppo di teorici del complotto che hanno dato anche una data all'evento che dovrebbe verificarsi tra il 22 e il 28 del mese. La teoria emerge a seguito di alcuni studi sulla Bibbia in cui si parla di un inferno sulla Terra. La NASA ha però rassicurato: "Non ci sono asteroidi o comete attualmente in rotta con la Terra, la probabilità di un grande scontro è molto bassa".

Ne basterebbe uno di piccole dimensioni, infatti, per spazzare via un intero Paese come l’Inghilterra: l’asteroide precipitato in Russia, era largo appena 19 metri ed è stato capace di ferire ben 1.500 persone. Il pericolo più grande, poi, arriva dal mare: un asteroide precipitato in mare può provocare uno tsunami capace di spazzare via enormi distese di costa.

“La minaccia degli asteroidi è reale e può avere conseguenze disastrose – ha detto il ricercatore Clemens Rumpf – Quando un asteroide colpisce, uno dei più grandi problemi è lo tsunami. La Gran Bretagna è un’isola con un sacco di costa, e un sacco di persone che vi abitano, quindi è un grande rischio”.

Secondo alcuni scienziati tra il 22 e il 28 settembre di quest’anno un asteroide enorme colpirà la Terra. Paura sui social, anche se la Nasa tenta di smentire.

Fortunatamente, c’è uno strumento online per il calcolo del potenziale apocalittico dei vari scenari di impatto. Gestito dalla Purdue University, Impact Earth permette ai suoi utenti di inserire dettagli circa asteroidi, comete, e altre trappole mortali cosmiche, per poi macinare i numeri in un risultato.

Ho dato al calcolatore i dettagli conosciuti dell’asteroide 2004 BL86, incluso diametro e velocità, ho inserito un angolo di 45 gradi di raggio medio ipotetico e specificato che l’asteroide doveva colpire una zona di terra, non di acqua. Poi, ho chiesto di dirmi quali sarebbero stati i danni a un chilometro dal punto di impatto. Dopo l’animazione drammatica di un asteroide che colpiva il New England, Impact Earth mi ha fornito un riassunto della catastrofe progettata.

Naturalmente, non era niente di buono. “Il proiettile inizia a frantumarsi a un’altitudine di 49.800 metri,” ha predetto Impact Earth. Sarebbe già frammentato nel momento in cui colpisce la superficie ad una velocità di circa 7.95 miglia al secondo.

L’energia rilasciata sarebbe di qualcosa come 5.120 megatoni, che è 100 volte più potente della bomba nucleare più forte mai detonata. Lascerebbe un cratere con un diametro di 3.64 miglia, e una profondità di 1.26 miglia—simile per dimensioni alcratere di Wetumpka in Alabama. Ma, come il calcolatore fa notare sotto la categoria “Global Damage,” l’impatto non sarebbe sufficiente a distruggere la Terra su scala globale, non alterando la sua orbita o l’inclinazione dell’asse.

Un impatto oceanico. Immagine: NASA.

Ho inserito di nuovo i dati, questa volta chiedendo al programma di proiettare cosa succederebbe se mi trovassi a 500 km (310 miglia) dall’impatto. Questa volta mi ha dato un sacco di informazioni in più sugli effetti a lunga distanza del disastro (da quel che ho capito, essere a un chilometro dal punto di impatto equivale ad essere vaporizzati in un istante).

L’effetto più immediato sarebbe un potente terremoto, che arriverebbe circa un minuto e 67 secondi dopo l’impatto e registrerebbe un valore di 7.1 sulla scala Richter. Poi, una tempesta di particelle di polvere espulse pioverebbe sulla mia nuova posizione dopo circa 6 minuti dall’impatto. Infine, un assordante spostamento d’aria da 67 decibel esploderebbe oltre la mia posizione, circa 25 minuti dopo l’impatto.

In sintesi, la collisione sarebbe un disastro naturale terrificante, che devasterebbe comunità per migliaia di miglia intorno al luogo dell’impatto. Mentre questa cosa non è esattamente sorprendente, è interessante curare i dettagli della catastrofe su un programma online così sofisticato.

Devo dire che crea anche una discreta dipendenza. Dopo aver modellato la potenziale collisione di 2004 BL86, ho immediatamente voluto calcolare eventi di impatto anche più folli. Dopo aver modellato l’impatto distruttore di dinosauri di Chicxulub e aver scagliato un oggetto delle dimensioni dell’Australia in basse acque costiere, ho deciso di fare del mio meglio e lanciare un’altra Terra contro la Terra.

Impatto e pterodattili. Immagine: NASA/JPL-Caltech.

Nel caso dunque in cui vi steste chiedendo che cosa succederebbe se un gemello planetario si schiantasse alla velocità della nostra stessa orbita, ecco cosa aveva da dire in proposito il calcolatore: “la Terra è completamente distrutta dall’impatto e i suoi detriti formano una nuova cintura di asteroidi che orbita intorno al Sole, tra Venere e Marte.”

“Il 100% della Terra è fuso,” ha continuato la spiegazione. “A seconda della direzione e del punto della collisione, l’impatto comporterebbe un cambiamento notevole nell’inclinazione dell’asse terrestre (< 5 gradi). A seconda della direzione e del punto dell’impatto, la collisione potrebbe causare un cambiamento nella lunghezza del giorno fino a 1,500 ore. L’impatto non sposterebbe in modo rilevante l’orbita della Terra.”

Eccolo lì: il risultato di una lite tra pianeti. La Terra potrebbe essere completamente fusa, e con una rotazione sconosciuta, ma col cavolo che si sposta dalla sua orbita in una guerra di territorio cosmica.

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio - in catastrofico
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg