Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
29 agosto 2016 1 29 /08 /agosto /2016 21:59
Gene wilder muore a 83 anni

È morto, a 83 anni, l’attore americano Gene Wilder. Definirlo “solo” un comico, soprattutto in un ambiente cinematografico che i comici li ha spesso trattati con aria di sufficienza, sarebbe assai riduttivo. Wilder, grazie a un talento naturale e stralunato, a un’ironia non-sense magari non per tutti ma irresistibile e anche grazie al sodalizio prolifico con Mel Brooks, ha regalato al cinema comico degli ultimi 50 anni una serie interminabile di interpretazioni memorabili. Alcune diventata di culto, arcinote anche al pubblico di massa; altre forse più di nicchia ma adorate da nutrite minoranze di appassionati. Affetto da tempo del morbo di Alzheimer, nel 1999 gli era stato diagnosticato anche un linfoma non-Hodgkin, che aveva curato con chemioterapia e trapianto di cellule staminali. La morte dell’attore è dovuta proprio a complicazioni dovute all’Alzheimer, mentre nel 2005 era stato dichiarato guarito dal linformadramma personale che aveva commosso Hollywood sul finire degli anni Ottanta. Gene Wilder era infatti sposato da soli due anni con Gilda Radner, apprezzata protagonista del Saturday Night Live, quando alla Radner venne diagnostica un cancro alle ovaie che la portò alla morte nel 1989, a soli 42 anni.

Ma se nella vita privata Wilder aveva spesso dovuto avere a che fare con tragedie e momenti difficili, sullo schermo l’attore si è conquistato uno spazio eterno nel genere comico, riuscendo a infilare una serie di successi clamorosi che resteranno per sempre tra i titoli più amati da pubblico e critica. Fondamentale, per Wilder, è stato l’incontro con Mel Brooks, con il quale ha girato, in pochi anni, tre pietre miliari della comicità cinematografica come The Producers (“Per favore, non toccate le vecchiette” in italiano), Blazing Saddles (Mezzogiorno e mezzo di fuoco) e Young Frankenstein (Frankenstein Junior nella versione italiana).

Gene Wilder era il volto perfetto per la comicità stralunata e apparentemente priva di senso di Brooks e solo lui avrebbe potuto rendere cinematograficamente qualcosa che il grande regista aveva in mente ma che forse sarebbe stato arduo, affidandosi ad altri interpreti, far diventare reale. Ma Gene Wilder è stato anche Willy Wonka in un altro classicone come “La fabbrica di cioccolato”, lo spassoso rabbino Abram Belinski in Scusi, dov’è il West? di Robert Aldrich, Teddy Pierce nell’iconico “La signora in rosso”, con Kelly LeBrock simbolo sexy degli anni Ottanta e la musica di Stevie Wonder a suggellare una commedia spassosissima (peraltro scritta e diretta dallo stesso Wilder).

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/08/29/gene-wilder-morto-lattore-statunitense-aveva-83-anni/3002186/

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg