Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 settembre 2016 7 11 /09 /settembre /2016 22:23
Il Punto Zero

Da un vecchio articolo, noto con parsimoniosa attenzione che a volte, qualche articolo ci ricorda quello che viviamo ancora adesso, Gli eventi fisici e geologici degli ultimi anni sono l’indice di cambiamenti che stiamo vivendo in maniera globale. La crosta terrestre è in continua evoluzione. Terremoti, uragani, fenomeni meteorologici inusuali hanno spinto gli esperti a valutare in maniera scientifica e – se possibile – ancora più oggettiva cosa stia accadendo sul pianeta. L’apertura della fisica e della scienza a possibilità prima ritenute insolite, come la fisica quantistica, hanno permesso di valutare come il nostro mondo stia cambiando, e noi con esso.

La frequenza del pianeta non è più la stessa, come non lo è il magnetismo terrestre.

Le tempeste solari hanno un ruolo imprescindibile nel verificarsi di situazioni anomale e lo scioglimento dei ghiacciai lo sta dimostrando ogni giorno di più. La climatologia assume un ruolo di spicco nella valutazione degli estremi contro i quali ci ritroviamo ogni giorno a combattere, a volte in modo inconsapevole. Potremmo infatti scoprire che non siamo noi, o almeno non del tutto, a determinare fenomeni quali l’effetto serra, e che le scie chimiche sono in realtà una sorta di tutela messa a punto dai governi per proteggerci da un cambiamento (o dalla consapevolezza dello stesso?) ritenuto ormai inevitabile.

Risonanza di Schumann

Cosa vuol dire tutto questo? Da anni gli scienziati parlano di una pulsazione diversa della Terra – la cosiddetta Risonanza di Shumann – e di un suo possibile ritorno al punto zero, con conseguente inversione dei poli magnetici. Il tutto sarebbe previsto a cavallo di una data fatidica: il 21 dicembre 2012, e avverrebbe, secondo fonti autorevoli, nel giro di 72 ore, durante i quali la Terra rimarrebbe ferma.Ed invece la Terra ha continuato a girare.

Ma cosa c’è di vero in quella che, oltre una profezia proveniente da popoli lontani e sconosciuti sparsi nelle diverse epoche e latitudini, sembra essere una manifestazione ciclica e “normale” alla quale è soggetto il pianeta ogni “tot” numero di anni?

Il punto zero della Terra sembra verificarsi ogni 25.625 anni. In una data che coincide con il termine non solo di un ciclo o Era Mondiale di 5.125 anni, ma di ben5 grandi Ere Mondiali.
Due coincidenze che si verificano in contemporanea, dunque: la fine di un’Era parziale, che è quella della nostra civiltà, e quella di un processo ancora più lungo, il lento ciclo della precessione degli equinozi, in cui la Terra termina il giro intorno al proprio asse e si avvicina sempre più verso il centro della Via Lattea, la nostra galassia.
È questo il punto sul quale sembrano convergere molte profezie, certo, ma anche diverse teorie scientifiche.

Un antico popolo, gli Hopi, fu testimone di questo avvenimento. Nei loro racconti si parla del giorno più lungo, in cui il Sole sorse due volte, da direzioni opposte, brillando nel cielo per venti ore consecutive. È possibile trovarne traccia negli antichi testi peruviani ma anche nei testi biblici. Informazioni simili sono presenti nei testi degli antichi Esseni, come il codice di Enoch, e nei monasteri tibetani.
Gli stessi Maya parlano della nostra civiltà, dicendo “Voi che camminate tra i mondi”: un modo semplice per indicare il passaggio della nostra civiltà verso un’Era nuova.

Negli ultimi anni si è compreso che la Terra è soggetta a forze interplanetarie, che lungi dal rendere il pianeta indipendente rispetto ad altri corpi celesti, lo spingono verso quella che è stata definita dal geofisico russo Alexei Dmitriev la “cintura fotonica”. Una forza esterna, che non conosciamo, sta attirando il pianeta verso il centro della galassia.Gregg Braden, scienziato e autorevole ricercatore, già in una conferenza svoltasi a Seattle il 25 febbraio del 1995, sosteneva che “Il Sole sta cambiando il suo campo magnetico e la Terra sta provando a rispondere”.

DNA e mutazioni genetiche

Ciò vuol dire che il Sole è sintonizzato con qualcosa di più grande, che proviene dal centro della galassia, e la Terra deve adattarsi ad un cambio di vibrazione. L’unico modo che il pianeta conosce per farlo è mutare la propria pulsazione interna. E il nostro corpo, a sua volta, deve sintonizzarsi con questa. Studi genetici degli ultimi anni hanno scoperto canali profondi del nostro essere che hanno portato a stadi superiori di coscienza e a mutazioni genetiche del DNA.

Anche il battito cardiaco è sintonizzato con le pulsazioni della Terra, in quello che viene chiamato “circuito sacro”. Ed è proprio all’interno di questo circuito che stanno tornando a prendere piede le culture antiche, con la loro saggezza. Il mondo nel quale viviamo è costituito da griglie che trasmettono vibrazioni e legami che spesso ci fanno ritrovare coinvolti in una sorta di “risonanza collettiva”, più dominata dalla paura, che dall’amore.

Nell’ottobre del 2004, uno studio pubblicato da Nature mostrò come il centro della Via Lattea, fosse una fonte di energia talmente potente da influenzare ogni forma di vita presente sul pianeta. Un’energia che c’è, dunque, anche se non si vede. Da ciò, si mostrò la profonda influenza che la stessa ha su di noi, in rapporto alla posizione che il pianeta assume rispetto alla galassia.
Ci stiamo avvicinando al punto in cui la Terra è più influenzata da quest’energia, e procediamo verso il punto zero, conosciuto anche come punto di svolta epocale.

www.ilpuntozero.com

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg