Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
21 dicembre 2016 3 21 /12 /dicembre /2016 06:08

peccato-originale-serpente

Indipendentemente da come sia fatto questo Dio (che di solito siamo stati abituati a vederlo come un qualcosa di esterno… e con la barba bianca), la prima domanda molto importante che occorre farsi è:

1) Dio esiste o non esiste?

A questa domanda sarai d’accordo che la risposta può solo essere SI o NO e non possono esserci vie di mezzo

nonostante la saggezza rosacrociana (quella saggia originale e non quella reinterpretata nel corso dei secoli con deviazioni massoniche di basse vibrazioni) parli giustamente di Dio come il TUTTO e quindi anche la sua MANIFESTAZIONE e la NON MANIFESTAZIONE… ma sempre di TUTTO (e quindi Dio non come entità esterna) si tratta.

Quindi se alla prima domanda rispondiamo NO, allora il peccato originale e questo articolo non hanno proprio senso, mentre se rispondiamo SI… passiamo alla prossima domanda. 

Indipendentemente dal giudizio “bene” o “male” a cui siamo abituati nella dualità umana, la seconda domanda da farsi è:

2) Dio è AMORE INCONDIZIONATO, …oppure è qualcosa di diverso (che con l’Amore non ha niente a che vedere) … o peggio… è il CONTRARIO DI AMORE?

  • Se rispondiamo che Dio non ha niente a che vedere con l’AMORE INCONDIZIONATO o peggio è il contrario di amore, beh allora GAME OVER… mi chiedo di cosa stiamo parlando, perché sicuramente saremmo messi male comunque.

Se fosse così, a quest’ora saremmo stati già distrutti. 

  • Oppure magari Dio potrebbe essere qualcosa di malvagio che non vuole distruggere, perché desidera solo la sofferenza dell’essere umano o di ogni essere dell’Universo… ma anche in questo caso, peccato originale o non, concorderai con me, che saremmo messi male comunque e questo articolo sul peccato originale non avrebbe proprio senso. 
  • Alcuni dicono: Dio è giusto ed è un arbitro neutro che giudica, premia o punisce!

Molto bene… ma se fosse solo quello, che differenza ci sarebbe allora fra Dio ed un giudice di Tribunale? … e dove sarebbe l’Amore ed il perdono? …Ci deve essere altro, non credi? 

  • Ancor meglio, se Dio è AMORE INCONDIZIONATO … che senso può avere il peccato originale? 

Ti invito a scaricare ed ascoltare il file numero 7 (“Il cambiamento più difficile”) dell’audio corso “Alla Scoperta dei tuoi Poteri Straordinari” all’interno del percorso “La Via dei Sogni”, dove potrai fare un esercizio semplice, ma molto potente per capire che più provi emozioni positive o di Amore, e più la tua salute è in totale benessere. Eppure le emozioni rappresentenano una nostra vocina interiore incontrollabile… la voce di un “qualcosa” dentro di noi, che si distingue dai pensieri. La voce di quel “QUALCOSA DENTRO DI NOI” che anima il nostro corpo fisico.

Siamo sicuri che questo peccato originale c’è stato davvero?

il-peccato-originale-mela-small

Proviamo a capirlo…

Prima di continuare la discussione che avevamo iniziato con le due domande… analizziamo ad esempio la Bibbia (per il fatto che il cristianesimo è la religione più diffusa in Italia e che è la religione per la quale il peccato originale è fondamentale e su cui tutto si basa) e vediamo se questo peccato originale c’è stato davvero… o c’è stato un equivoco…

Puoi divertirti a verificare anche tu (nelle varie “sfumature”)… ho verificato con cinque versioni di Bibbia (2 italiane di cui una CEI del ’74 ed una delle Edizioni Paoline del ’68, una addirittura dei testimoni di Geova del ’84, una inglese ed una in lingua spagnola)… più altre a cui accenno dopo.

“Il Signore Dio fece germogliare dal suolo ogni sorta di alberi graditi alla vista e buoni da mangiare, tra cui l’albero della vita in mezzo al giardino e l’albero della conoscenza del bene e del male.”

Genesi 2, 9

Questa frase è molto importante!

Ovvero si capisce che fra i tanti alberi che ci sono, l’albero della vita è in mezzo al giardino dell’EDEN (che in realtà vedremo in un altro articolo attraverso incroci storici essere un luogo ben diverso da quello che pensiamo), mentre l’albero del bene e del male è nel giardino, ma non è nel mezzo! 

È molto chiaro già in italiano, ma se a qualcuno venisse il dubbio che anche l’albero della conoscenza del bene e del male sia in mezzo al giardino, la versione della Bibbia Septuaginta, redatta in greco antico, toglie ogni dubbio.

La Bibbia Septuaginta è probabilmente una Bibbia fra le più antiche a cui possiamo fare riferimento, i cui frammenti più importanti risalgono addirittura al II secolo a. C. La tradizione vuole che sia stata tradotta direttamente dall’ebraico da 70 (72) saggi (da cui deriva il nome) di Alessandria di Egitto, per poi essere conservata nella famosa biblioteca dell’omonima città.

La regola dell’invalicabilità delle congiunzioni del greco antico (in questo caso la congiunzione “e” viene tradotta con “Kai”) prevede che all’interno di un periodo formato da una o più proposizioni coordinate, le parti di un discorso comprese fra due congiunzioni coordinanti non possono essere spostate nelle proposizioni precedenti e/o successive.

genesi2-9-septuaginta

Evidentemente chi ha fatto un po’ di greco al liceo, conosce bene questa regola… tanto e vero che un collega, a cui ho fatto leggere il versetto 9 del capitolo 2 della Genesi, … si ricordava la regola delle congiunzioni e mi ha chiesto se nella versione greca ci fosse il (Kai). 

Ti rimando per i dettagli all’interessante libro “Oltre la Mente di Dio” di Alessio e Alessandro De Angelis, in cui viene analizzata anche la Biblia Hebraica Stutgartensia (che rappresenta la versione di riferimento ufficiale del testo biblico ebraico-aramaico sia per gli ebrei che per i cristiani, ed il cui testo è presentato come una copia fedele del testo masoretico com’è contenuto nel Codex Leningradensis).

Ma aldilà dei tecnicismi (non tutti siamo traduttori), andiamo avanti e leggiamo che Dio comanda:

“Il Signore Dio diede questo comando all’uomo: «Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino, ma dell’albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi, certamente moriresti”.

Genesi 2, 16-17

Quindi Dio impedisce all’uomo di mangiare l’albero delle conoscenza del bene e del male.

Più avanti il serpente interagisce con Eva:

Il serpente era la più astuta di tutte le bestie selvatiche fatte dal Signore Dio. Egli disse alla donna: «E’ vero che Dio ha detto: Non dovete mangiare di nessun albero del giardino?».

Rispose la donna al serpente: «Dei frutti degli alberi del giardino noi possiamo mangiare, ma del frutto dell’albero che sta in mezzo al giardino Dio ha detto: Non ne dovete mangiare e non lo dovete toccare, altrimenti morirete».

Ma il serpente disse alla donna: «Non morirete affatto! Anzi, Dio sa che quando voi ne mangiaste, si aprirebbero i vostri occhi e diventereste come Dio, conoscendo il bene e il male».

Allora la donna vide che l’albero era buono da mangiare, gradito agli occhi e desiderabile per acquistare saggezza; prese del suo frutto e ne mangiò, poi ne diede anche al marito, che era con lei, e anch’egli ne mangiò. 

Genesi 3, 1-6

Insomma c’è stato un fraintendimento mica da ridere Eva con Adamo hanno mangiato il frutto dell’albero che era in mezzo al giardino… ma che non è l’albero della conoscenza del bene e del male! 

WOW!!! NON C’È STATO PECCATO ORIGINALE!

Oltretutto anche le parole di Eva sono chiarissime: in mezzo al giardino vi è solo un ALBERO… altrimenti avrebbe usato la parola ALBERI!

Ho trovato anche una versione della Bibbia che metterebbe nel mezzo al giardino sia l’albero della vita, sia l’albero del bene e del male… ma tale versione non torna, in quanto Eva parla molto chiaramente di UN albero (e non due) che sta in mezzo al giardino… ed anche la versione della Bibbia Septuaginta parla chiaro.

Addirittura ho trovato anche una versione della Bibbia in cui l’albero della vita viene proprio eliminato dal testo (si vede si erano accorti della contraddizione)… il che mostra la grande confusione che esiste in merito alle traduzioni.  

Approndiremo il discorso delle traduzioni in un altro articolo, confrontando con altri documenti storici e faremo vedere tutta una serie di contraddizioni ed errori di traduzione/interpretazioni forzate, che sono andati avanti per secoli.

Il peccato originale ha condannato la donna per secoli alla sottomissione!

peccato-originale-schiavitu-donna

Il testo della Bibbia continua:

Allora si aprirono gli occhi di tutti e due e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture.

Genesi 3, 7

Praticamente equivale a come far nascere il senso di COLPA del proprio corpo (anziché apprezzarlo) ed il disprezzo inconscio per la sessualità. 

(Eppure potrei citarti svariati studi scientifici che evidenziano quanto il sesso faccia bene alla salute. Data la lunghezza del tema, ne parlerò in un altro articolo, ma nel frattempo puoi leggerti il libro “La malattia: la Trappola dell’Eros” della dottoressa Gabriella Mereu).

Inoltre… ma come hanno fatto ad accorgersi Adamo ed Eva di essere nudi, se hanno mangiato il frutto dell’albero della vita e non quello della conoscenza? 

Eppure pur non avendo contravvenuto all’ordine iniziale di Dio, sono spaventati:

Poi udirono il Signore Dio che passeggiava nel giardino alla brezza del giorno e l’uomo con sua moglie si nascosero dal Signore Dio, in mezzo agli alberi del giardino. Ma il Signore Dio chiamò l’uomo e gli disse: «Dove sei?». Rispose: «Ho udito il tuo passo nel giardino: ho avuto paura, perché sono nudo, e mi sono nascosto».

Riprese: «Chi ti ha fatto sapere che eri nudo? Hai forse mangiato dell’albero di cui ti avevo comandato di non mangiare?».

Rispose l’uomo: «La donna che tu mi hai posta accanto mi ha dato dell’albero e io ne ho mangiato». Il Signore Dio disse alla donna: «Che hai fatto?». Rispose la donna: «Il serpente mi ha ingannata e io ho mangiato».

Genesi 3, 8-13

E qui le contraddizioni aumentano:

  • Dio ha bisogno di domandare “Dove sei?” ad Adamo per saperlo?
  • Dio non sa cosa è in realtà successo ed ha bisogno di chiedere?
  • Anche Dio, come Eva ed il Serpente, ha fatto confusione con l’albero della vita e lo ha scambiato con quello della conoscenza del bene e del male?
  • I poteri dell’albero della vita e della conoscenza non hanno in realta alcun potere? Infatti dopo che Eva ed Adamo hanno mangiato il frutto dell’Albero della Vita, diventano MORTALI, e con la scienza infusa instantanea… ma non era l’albero della conoscenza che dava quel potere? 
  • Per quale motivo Dio (che ha creato Eva ed Adamo… stando a queste traduzioni ufficiali) non dovrebbe essere contento se le proprie creature acquisiscono maggiore conoscenza e consapevolezza? 
  • Infine la massima contraddizione se Adamo ed Eva sono ancora vivi, come fa Dio a non accorgersi che Adamo ed Eva non hanno mangiato il frutto dell’albero della conoscenza? Non aveva detto che sarebbero morti? …DIO HA MENTITO?!? 

Roba da non credere!!! Siamo di fronte ad un’accozzaglia di controsensi!!! 

Infine la stangata di Dio nei confronti della donna (nonostante non abbia fatto nulla di male):

Alla donna disse:

«Moltiplicherò
i tuoi dolori e le tue gravidanze,
con dolore partorirai figli.
Verso tuo marito sarà il tuo istinto,
ma egli ti dominerà».

Genesi 3, 16

Praticamente si è usata per secoli questa scusa per sancire la svalorizzazione della donna e la sottomissione di essa all’uomo.

Ora ti chiedo: a quali risultati eccelsi ha portato la società patriarcale dominata dagli uomini per secoli e secoli? 

Non ti sembra che vi siano state abbastanza guerre e spargimenti di sangue? Non ti sembra che abbia portato ad una società guidata dall’esclusivo razionalismo… e materialismo… su cosa percepiscono solo i 5 sensi… senza minimamente permettere all’essere umano di guardarsi dentro?

 

fonte

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

Roberto 12/25/2016 16:31

Nell'accozzaglia di bischerate suddette, quella che mi ha sempre fatto ridere è " ... e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. Genesi 3, 7" ...come se non si sapesse (ora come allora) che le foglie di fico sono estremamente irritanti per la pelle e farsene cinture è cosa che non ha senso!

conte rovescio 12/26/2016 00:55

vedi Roberto, la Bibbia, nasconde molti messaggi utili a chi è consapevole che oltre la vita terrena, esiste ben altro. La Bibbia, essendo trascritta diverse volte, ha molti errori, lo sappiamo bene. Foglie di fico...ritengo che dopo averle provate su loro stessi, abbiano avuto conferma di quello che dici.

Roberto 12/25/2016 16:30

Nell'accozzaglia di bischerate suddette, quella che mi ha sempre fatto ridere è " ... e si accorsero di essere nudi; intrecciarono foglie di fico e se ne fecero cinture. Genesi 3, 7" ...come se non si sapesse (ora come allora) che le foglie di fico sono estremamente irritanti per la pelle e farsene cinture è cosa che non ha senso!

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg