Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
2 maggio 2017 2 02 /05 /maggio /2017 21:51

Ricordiamo con lucidità, quanto è stato divulgato sulla famosa area 51, di molte testimonianze famose, di cui voglio ricordarvene una che, probabilmente, è molto curiosa, una riconferma dei racconti di Lazar sarebbe però arrivata da un'altra via, tramite un inaspettato giornalista a nome Tony Pelham. Costui, incuriosito dalle strane voci sull'Area 51, si era ripetutamente recato sul posto, sfidando i cartelli militari di divieto di accesso, ed aveva cercato di scattare delle foto. Intervistato, Pelham ha dichiarato:"Il deserto laggiu' e' pieno di truppe in uniforme mimetica, portano degli M16 e non hanno alcun cartellino di riconoscimento. Non sono dell'Aeronautica, non sono dell'esercito, non hanno alcun genere di distintivo. E c'e' mancato davvero poco: stavano per arrestarmi, una o due volte. Ho trovato che questo fosse davvero insolito. Ho sentito le piu' strane teorie riguardo a questi uomini. Ma loro sfidavano me ed io sfidavo loro. Quando si avvicinavano e mi chiedevano:'Cosa stai facendo qui?' io rispondevo:'Cosa state facendo VOI qui, questo e' territorio libero'. Stavo ronzando intorno ad una zona proibita. La mia opinione e' che il governo nasconda qualche cosa che e' molto piu' protetto dello Stealth o dell'U2, qualcosa di clandestino. Non so se ci sia una base sotterranea aliena, non so se siano UFO o extraterrestri, so solo che hanno un apparato di sicurezza molto maggiore di quello che si vede abitualmente attorno a qualsiasi tipo di installazione militare e non capisco perche' le guardie in uniforme non abbiano alcun distintivo. Quando ho chiesto loro:'Siete dell'Aeronautica o dell'Esercito?' non ho avuto risposta. Vi dicono solo di lasciare la zona. Alla fine mi hanno fermato e hanno chiamato il distretto di polizia della contea di Lincoln, in ben tre differenti occasioni. E ogni volta hanno riempito dei fogli su di me ed hanno intimato di non avvicinarmi piu' alla zona. L'ultima volta, con il pretesto che non avevo nulla da fare vicino ad una installazione militare. Io ho spiegato che non ero nemmeno ad un miglio dalla base, che mi trovavo su un territorio libero. Sei mesi dopo mi avvicinai al ranch Merlin a riprendere un blazer, uno dei loro furgoni fantasma. Non mi ero mai arrischiato troppo a ridosso della zona protetta, ma a volte ci sono andato vicino. Al mio ritorno ad Alamo lo sceriffo chiese di vedermi, riempi' un'altra pila di documenti e, in modo molto formale, mi disse:'Mister Pelham, questa e' l'ultima volta che l'avvisiamo. La prossima volta, e parlo a nome dei miei superiori, se lei ritorna su questa strada e si avvicina nuovamente alla base, lei va dritto in prigione!'.

"In un'occasione in particolare ho avuto una strana esperienza con delle luci che sembravano inizialmente essere lontane, ma che in pochi secondi furono sopra di me. E pensare che non mi sono mai recato li' con una macchina da ripresa, mai rivolto alla stampa o a investigatori per dire che avevo visto un UFO. Io non so cosa ho visto quella notte. Poco tempo dopo, mentre stavo tornando indietro, un blazer mi si avvicino' da una strada laterale, ne uscirono i militari in uniforme mimetica con i loro M16 e mi chiesero come mai stessi ritornando da un'istallazione militare. Risposi che me ne stavo li' da solo, seduto nel deserto. Mi replicarono:'A fare cosa?'. 'Sto guardando le luci'. E loro:'Quali strane luci, quali luci? Noi non vediamo nessuna luce'..." (17).

La luce sarebbe stata invece vista, e fotografata, da Gary Schultz, il 5 dicembre 1990. L'uomo si trovava in compagnia dell'investigatore UFO Norio Hayakawa, un ricercatore del gruppo nipponico Japan Space Phenomena Society. Quest'ultimo aveva avuto modo di filmare le luci il 21 febbraio ("una luce volante giallastro-aracione") assieme al team della Nippon Television Network. Nella foto presa assieme a Schultz nella zona conosciuta come S-4 si vede chiaramente, su sfondo nero, un disco con cupola, noto in ufologia come modello adamskiano, oltremodo ricorrente nella casistica degli avvistamenti (18). Un'ulteriore foto recuperata dalla Japan Space e scattata da Itsuro Isokawa con una nikon FE 2 a 1600 asa mostra un globo luminoso, allungato, in movimento (19). A questo punto, fra foto e filmati, i documenti si accumulano. E diventa sempre più difficile chiudere gli occhi, come fanno i militari di Groom Lake!

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg