Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 giugno 2017 7 11 /06 /giugno /2017 07:20
Caldo pericoloso, global warning in azione

Il caldo che investirà il nostro paese, sembra quasi una normalissima situazione che riguarda l' estate: nonostante le temperature saranno roventi, poichè parliamo di circa 37 gradi, quasi nella media su tutto il territorio. 

Allarmismo? 

Direi di prestare molta attenzione, a questa chicca africana. Passiamo da gradevoli temperature, a bollenti se non infernali calure che il nostro corpo, farà notevole fatica ad affrontarle.

Il Global Warning, è ormai reale.

In quest’ottica nei prossimi decenni il caldo potrebbe diventare un problema assai gravoso per la salute, e a conferma di ciò arrivano dall’ America alcuni studi che, considerando un graduale ulteriore aumento delle temperature medie della Terra, dipingono scenari quasi apocalittici.

 

Secondo gli studiosi infatti nei soli Stati Uniti entro la fine del secolo le morti prematuri premature a causa del gran caldo saranno circa 150 000! L’aumento delle temperature infatti porterà una maggior diffusione di alcune patologie e porterà grandi insidie ad alcune particolari categorie, come ad esempio coloro che soffrono di problemi al cuore.

Un’analisi, condotta da ricercatori del Natural Resources Defense Council, indica anche quali città, negli Stati Uniti, saranno maggiormente falcidiate dall’aumento del numero di giornate eccezionalmente calde: in particolare entro la fine del secolo le ondate di caldo torrido potrebbero causare circa 19000 decessi in più a Louisville, 7900 a Detroit e 16600 a Cleveland.

 

A rendere queste metropoli più vulnerabili di altre sarebbe soprattutto la maggior concentrazione di gente povera con scarsa possibilità di ricorrere all’aria condizionata per attenuare gli effetti del caldo torrido.

Purtroppo l’analisi, benché condotta sul territorio degli Stati Uniti, riflette con buona approssimazione – e con le dovute proporzioni – anche i possibili scenari per l’Italia del futuro.

Anche il nostro Paese infatti andrà molto probabilmente incontro a stagioni estive che, di decennio in decennio, diventeranno via via più calde, con un inevitabile aumento dei rischi per la salute, soprattutto tra la popolazione anziana e i cardiopatici.

Ma come mai proprio queste categorie risultano particolarmente vulnerabili alle giornate molto calde? La spiegazione è relativamente semplice, e chiama in causa proprio i meccanismi che si innescano nell’organismo quando il caldo diventa intenso.

Quando le temperature sono alte aumenta infatti il rischio di disidratarsi, pericolo cui gli anziani sono maggiormente esposti a causa della diminuita capacità dei loro tessuti di trattenere i liquidi.

Inoltre il cuore è costretto a uno sforzo aggiuntivo (pericoloso per i cardiopatici) necessario a far circolare maggiormente il sangue verso le regioni periferiche del corpo, dove l’evaporazione del sudore può raffreddarlo e consentirgli di refrigerare tutto l’organismo.

E’ risaputo che in India tra la fase del monsone “secco” (attuale) e quella del monsone “umido” (in arrivo tra una settimana) si registrano temperature che per noi mediterranei sarebbero letali, infatti si possono raggiungere i + 48/50 °C. Tuttavia il popolo indiano, soprattutto quello centro meridionale, normalmente riesce a sopportare tali temperature. Allora, ci domandiamo, perché tante morti da caldo? Ufficialmente si parla di oltre 2.300 vittime accertate, ma altre fonti parlano addirittura di 5.000. Le regioni più colpite da questa super bolla di calore sono al momento: Andhra Pradesh e Telangana.

Cerchiamo ora di capire che sta succedendo. Intanto c’è da chiedersi come mai questa gente, abituata a temperature così estreme, ora muore vittima del caldo. La risposta non è nelle alte temperature, ma nella durata di esse. Infatti in passato si potevano anche raggiungere punte di 48/50 °C, ma questo poteva durare al massimo qualche giorno, una settimana. Ora invece, e per la prima volta nella storia dell’India da quando è nata la meteorologia, questa situazione di caldo infernale va avanti da quasi un mese! Ciò alla fine ha debilitato completamente il fisico delle persone più deboli, come anziani, malati e bambini.

Quindi la colpa di tutto ciò non sarebbe solo de El Niño “capriccioso”, ma ancora una volta del riscaldamento globale del pianeta.

 

fonte

Condividi post

Repost 0
Published by conte rovescio
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg