Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

17 ottobre 2018 3 17 /10 /ottobre /2018 21:28

Un misterioso lampo radio veloce è stato captato dalle antenne del radio telescopio Australian Square Kilometer Array Pathfinder, in Australia occidentale: secondo i ricercatori della Swinburne University of Technology che lo hanno rilevato, era molto vicino (relativamente) alla Terra.

I lampi radio veloci sono lampi molto luminosi nella banda radio e a banda larga, provenienti da regioni del cielo esterne alla Via Lattea: i “Fast Radio Burst” sono dei fenomeni astrofisici di alta energia, enigmatici segnali radio forse prodotti da catastrofi cosmiche e con una durata di pochi millisecondi. Sono eventi molto difficili da osservare: gli strumenti a nostra disposizione sono riusciti a individuarne solo alcune decine negli ultimi dieci anni.

La loro origine non è ancora certa: secondo alcuni esperti queste emissioni potrebbero provenire da galassie molto lontane, secondo altri non si dovrebbe escludere l’ipotesi che possano essere stati generati da una 

civiltà aliena con una tecnologia molto sviluppata.

Tornando alla rilevazione del team di ricercatori della Swinburne University of Technology in Australia, il misterioso lampo radio veloce FRB 171020 è un caso singolare, perché è stato registrato a un solo centinaio di milioni di anni luce di distanza da noi.

Secondo gli scienziati dell’agenzia governativa australiana CSIRO molto probabilmente il lampo radio veloce proveniva da una galassia chiamata Eso 601-G036, a circa 120 milioni di anni luce dalla Terra.

Il team di Elizabeth Mahony dello CSIRO ha dichiarato: “Alcuni credono che queste emissioni siano messaggi inviati da una civiltà aliena. Ma è più probabile che siano prodotti di eventi astrofisici, come la formazione di nuove stelle di neutroni“.

Lo scorso 10 ottobre un gruppo di ricercatori australiani aveva individuato un notevole numero di fast radio burst provenienti dallo spazio profondo. “Abbiamo individuato 20 fast radio burst nell’arco di un anno, raddoppiando il numero di eventi conosciuti da quando questo fenomeno è stato scoperto nel 2007 – ha commentato Ryan Shannon, della Swinburne University of Technology e dell’OzGrav Arc Center of Excellence – utilizzando le nuove tecnologie dell’Australian Square Kilometer Array Pathfinder (ASKAP), abbiamo anche dimostrato che i lampi radio veloci provengono dall’altra parte dell’Universo e non dalle vicinanze della nostra galassia‘.

Gli Frb viaggiano per miliardi di anni e occasionalmente attraversano nubi di gas: quando questo accade le diverse lunghezze d’onda che compongono un fast radio burst sono rallentate. Alla fine gli Frb raggiungono la Terra con diffusione di lunghezze d’onda che arrivano ai telescopi con tempi leggermente diversi. Cronometrare l’arrivo delle diverse lunghezze d’onda può indicare quanto materiale ha compiuto questo viaggio fino a noi. Dato che gli scienziati hanno già dimostrato che i fast radio burst arrivano da molto lontano, è possibile utilizzarli per rilevare tutta la materia mancante situata nello spazio tra le galassie. 

 

Il telescopio Askap è lo strumento ideale per completare questo genere di ricerche: il suo campo visivo è enorme, circa 30 gradi quadrati, 100 volte più grande della luna piena e puntando le sue antenne in direzione di diverse parti di cielo, è possibile osservare circa 240 gradi quadrati tutti in una volta – circa un migliaio di volte l’area della Luna piena. La prossima sfida che dovrà essere affrontata dai ricercatori, riguarda l’individuazione delle posizioni precise dei fast radio burst. Per risolvere questo mistero, avranno a disposizione lo Square Kilometer Array (Ska), un progetto internazionale che prevede il rilevamento di onde radio mediante un radiotelescopio in costruzione in Australia e Sud Africa. Ska potrebbe individuare un gran numero di fast radio burst, fornendo agli astronomi una panoramica sull’ Universo primordiale.


Per approfondire http://www.meteoweb.eu/2018/10/lampo-radio-veloce/1166120/#QUqubbmfvpbCRC1Y.99

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Il 2021 tra le incognite del Covid. Ecco cosa dicono le profezie del Ragno nero
    Profezia del Ragno Nero del 2021. Una profezia che ha già nel passato dimostrato di essere attendibile. Basti pensare che l’anno scorso la profezia parlava sia del Covid che del Recovery found. Quest’anno l’anno sarà caratterizzato dalla “Corona di San...
  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg