Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

21 novembre 2019 4 21 /11 /novembre /2019 22:55
 
Das Geländer der Einheit 731.

IL PERIMETRO DELL'UNITÀ 731. IMMAGINE: WIKIMEDIA COMMONS | CC BY-SA 3.0

UNA VITTIMA NON IDENTIFICATA DELL'UNITÀ 731. IMMAGINE: WIKIMEDIA COMMONS | GEMEINFREI

Unit 731 non è solo una canzone degli Slayer ma anche un noto comparto dell'esercito giapponese nel quale, durante la seconda guerra sino-giapponese e la Seconda Guerra Mondiale, venivano condotti esperimenti sugli esseri umani. La mente geniale dietro tutto questo era il microbiologo Shiro Ishii—un uomo da cui persino Josef Mengele aveva qualcosa da imparare in quanto a crudeltà e cialtroneria.

 

Il repertorio di Ishii prevedeva: vivisezione senza anestesia, congelamento, scongelamento e amputazione degli arti (anche questa senza anestesia.) Alle vittime venivano ricucite le gambe e le braccia amputate su altre parti del corpo e venivano iniettati per endovena sangue di animali e acqua di mare. Inoltre, i malcapitati venivano infettati con malattie sessualmente trasmissibili e persino centrifugati fino alla morte. Per testare le armi, invece, spesso venivano posizionati a diverse distanze da una granata—che poi veniva fatta esplodere.

 

Per lo sviluppo di nuove armi biologiche venivano usati come cavie i cinesi. Gli aerei a bassa quota bombardavano città e villaggi nemici con pulci infettate con la peste. Il problema, in quel caso, fu che le pulci infettarono anche le stesse truppe giapponesi, perciò, dopo il primo tentativo su vasta scala, l'esperimento fu interrotto.

In seguito alla disfatta del Giappone, nel 1945, un aereo pieno di americani atterrò davanti al complesso. I soldati si trovarono di fronte a uno spettacolo raccapricciante, ma allo stesso tempo interessante in un periodo storico in cui iniziava la corsa agli armamenti. Shiro Ishii, in possesso della chiave dell'Unità 731, propose agli americani un accordo: se fosse stato risparmiato insieme a tutti i suoi uomini avrebbe mostrato i risultati della sua ricerca. Morì a 67 anni di morte naturale e senza aver trascorso un solo giorno in prigione.

C'è da precisare che anche l'Unione Sovetica, la Corea del Nord e altri regimi si sono macchiati di crimini simili.

E adesso, finalmente, una buona notizia: esiste una marea di convenzioni che cercano di impedire questo tipo di trattamenti, come ad esempio la Dichiarazione di Helsinki. E una cattiva notizia per concludere: questi accordi non vengono quasi mai rispettati.

fonte

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg