Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

30 novembre 2019 6 30 /11 /novembre /2019 23:59
Ecco cosa succede quando si fissa per 10 minuti una persona negli occhi
Naturalmente, non stiamo parlando di consumarli, ma piuttosto di fissare intensamente un paio di occhi per un periodo prolungato di tempo. Questa esperienza può far entrare in uno stato alterato di coscienza.
 
Questa scoperta è stata fatta da un intrigante visione del ricercatore Giovanni Caputo, presso l’Università di Urbino in Italia, ma non è il suo primo studio sugli sguardi. Alcuni anni fa, lo scienziato ha reclutato 50 volontari per contemplare il proprio riflesso in uno specchio per 10 minuti, in una stanza scarsamente illuminata.
Per molti dei volontari, ci è voluto meno di un minuto per iniziare a sperimentare qualcosa. I loro volti cominciarono a deformarsi, assumendo l’aspetto di animali, mostri o anche di membri della famiglia deceduti: un fenomeno fantasiosamente denominato illusione “strana faccia.” Ma sembra che gli effetti bizzarri siano ancora più drammatici quando ci si guardi con un’altra persona.
Come descritto nella ricerca psichiatrica, Caputo ha reclutato 40 giovani adulti, allineandoli poi in coppie. Ogni coppia si è seduta in una stanza scarsamente illuminata, dove i due soggetti erano posizionati a un metro di distanza l’uno dall’altro.
 
L’illuminazione è stata fissata a un livello che ancora permetteva ai partecipanti di raccogliere bene i tratti del viso, mentre la percezione del colore risultava diminuita. La metà delle coppie erano sedute una di fronte all’altro e si guardavano a vicenda con espressioni neutre, mentre le altre coppie erano sedute back-to-back, fissando il muro.
 
Per assicurarsi che gli effetti non fossero il risultato di aspettative, i partecipanti non vennero informati della natura dello studio, ma invece venne detto loro che sarebbero stati coinvolti in un’esperienza meditativa.
Dopo 10 minuti, i partecipanti hanno risposto a delle domande sulle loro esperienze, le quali hanno rivelato alcuni effetti piuttosto intriganti. Secondo laBritish Psychological Society, quelli del gruppo seduti uno di fronte all’altro, hanno descritto più elevati livelli di intensità del colore attenuato rispetto ai controlli, con i rumori che sembravano più forti. Il tempo sembrava loro rallentare e si sentivano distaccati dalla realtà.
 
 
Inoltre, quasi il 90% di loro ha detto che il viso del loro partner sembrava deformato, il 75% ha visto esseri mostruosi e il 15% ha anche visto i tratti del viso di un parente emergere dal loro partner.
 
Le sensazioni riferite, secondo Caputo indicano i sintomi di dissociazione, un termine usato per descrivere un distacco dal proprio rapporto con la realtà. È interessante notare che questi sintomi erano correlati con la deformità facciale, ma non con l’emergere di facce strane.
Egli ipotizza che queste allucinazioni, le cosiddette “apparizioni di strane facce,” potrebbero essere una conseguenza del ritornare di nuovo alla “realtà”, dopo aver inserito uno stato dissociativo, causato dalla mancanza di stimolazione sensoriale. Ma al momento, è tutto da verificare poiché questo sembra contrastare con un’altra possibile spiegazione avanzata da Caputo.
 
Quando fissiamo un punto centrale per un periodo prolungato, le caratteristiche della periferia iniziano a scomparire gradualmente, qualcosa conosciuto come Troxler dissolvenza. Ma se questo dovesse spiegare che cosa sembra accadere, allora ci aspetteremmo tratti del viso che svaniscono a poco a poco, piuttosto che vedere cose strane. E come sottolinea la Scientific American, se alcune informazioni visive non sono presenti, il cervello si occupa di queste lacune riempendole in base alle aspettative o esperienze.
 
Abbiamo chiaramente ancora molto da imparare su questi strani fenomeni, e Caputo è il primo ad ammettere che il suo lavoro è ancora ad uno stadio iniziale. Sarebbe interessante scoprire che cosa provoca queste strane allucinazioni, dal momento che anche se la scarsa illuminazione sembra essere necessaria al manifestarsi del fenomeno, non può certo essere questo l’unico fattore, visto che nel gruppo di controllo questo stesso fattore non era presente.
 

FONTE: http://ghiandolapineale.blogspot.it

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg