Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
11 agosto 2014 1 11 /08 /agosto /2014 19:40

Nuova giornata in ospedale e recupero in progresso: ne sono bene contento. Nella sala dove mi ospitano, siamo in 3 ed oggi per il mio vicino di 92 anni portati non troppo bene, è arrivato il momento di trasferirsi in altro loco, più appropriato e meglio gestito alle sue esigenze...buon per lui e gli auguro di arrivare ai 100 anni, alla faccia delle malelingue che finora in ospedale, non erano molto daccordo alla sua guarigione.

Meno fortunato è l' altro mio vicino che con 83 anni, la sua fortuna non eguaglia di certo quella dell' altro vicino citato prima. Oggi i medici sono stati tristemente sinceri ed espliciti: difficilmente supera la notte in quanto le sue complicazioni di salute sono veramente tante.

Oggi sentivo chiaramente una forza invisibile che si opponeva alla sua dipartita e quella forza...era la moglie. Gran donna, umile, amorevole in ogni secondo della giornata nonostante anche per lei la stanchezza non sia facile gestirla. Mentre la signora vestita di nero aleggiava sopra di lui, lei lo copriva e gli impediva di avvicinarsi, ma tutto a livello invisibile, solo a percezione. E' come se la morte avesse visto e non attaccato quell' essere pieno di amore, concedendo a quest' uomo, ancora un alito di vita. Ritengo più plausibile che in questo lasso di tempo, sia stato concesso l' ultimo bacio, saluto per la famiglia. Parlando con la moglie oggi, quest' uomo negli ultimi anni è stato praticamente bombardato da ogni disgrazia e ogni volta, si è rialzato ed è riuscito a vivere ancora.

Degna nota ai medici che hanno sempre seguito e dato anni di vita al paziente:

IL VOSTRO LAVORO, PER QUANTO DIFFICILE E IMPORTANTE, SPESSO REGALA ANNI DI VITA E PARECCHIIE VOLTE INVECE NON VA A BUON FINE. 

Solo vivendo a contatto con queste esperienze si comprende meglio il vostro lavoro. Spesso comprendo che se un antibiotico sembra far male, a volte è l' unico che può combattere quel determinato batterio. Se così non fosse, non starei scrivendo queste righe se non aveste avuto ragione spiegandomelo.

Così mentre io scrivo queste righe, a fianco a me ci sono delle persone che assistono il proprio caro fino al momento del trapasso.

DOLOROSO E CREANTE UN DOLORE IMMENSO.

Mi sono mancate le parole oggi, con la moglie, quando anzichè provare a dargli forza, le uniche parole che sono riuscito a dire sono state...  fa molto male.

A poco valevano le parole che potevo offrire, quello era un suo momento di dolore e come tale lo ho rispettato.

Non parli di niente, ne di vita dopo la morte, ne di esperienze di altre persone, come si potrebbe?

Non parli di corpo e anima, ti rendi conto che tutto quello che puoi dire, si ferma dinanzi a quel forte dolore che non si può bloccare.

Noi parleremo di altro, come sempre, èerchè informazione quantaltro, il conte ve lo offre sempre.

Un abbraccio.

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Cronaca
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg