Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
30 marzo 2014 7 30 /03 /marzo /2014 22:04
Li hanno trovati ai lati di una nuova autostrada nel deserto dell'Atacama, in Cile, nel 2011. Sono scheletri di antiche balene e altri animali, morte e cadute su quello che era il fondo del mare circa 7 milioni di anni fa. Una vera strage, con un presunto colpevole. La fioritura di un'alga tossica.
                                                                           
Cold case e CSI. I fossili di scheletri di balena trovati durante l'allargamento di un autostrada nel deserto dell'Atacama in Cile, sono i resti di un'antica estinzione di massa dovuta a un'alga. (Foto: Adam Metallo, Smithsonian Institution)
Cold case e CSI. I fossili di scheletri di balena trovati durante l'allargamento di un autostrada nel deserto dell'Atacama in Cile, sono i resti di un'antica estinzione di massa dovuta a un'alga. (Foto: Adam Metallo, Smithsonian Institution)
L’allargamento della Pan American Highway in uno dei deserti più aridi del mondo, quello di Atacama, in Cile, ha portato alla scoperta di numerosi fossili. Era il 2011.In tutto sono stati rivenuti una quarantina di scheletri appartenenti alla famiglia delle balenottere e altre specie estinte come il delfino a faccia di tricheco (Odobenocetops). Gli scienziati cileni e statunitensi hanno dovuto scavare con rapidità: la compagnia che aveva ricevuto in appalto i lavori aveva concesso loro solo due settimane prima di riprendere l’opera di allargamento della strada. In un tempo record, i paleontologi non solo hanno portato alla luce i resti, ma hanno allestito tutte le attrezzature per operare una scannerizzazione tridimensionale dei resti, per poterli studiare con più calma in seguito.
          Cerro Ballena, il cimitero delle balene
I fossili erano quasi tutti di un gruppo di cetacei definito chiamato Balaenopteridae, cui appartengono le odierne balenottera azzurra, balenottera minore e megattera. Non sarebbe stata poi una grande novità, se non fosse che queste grandi balene sono apparentemente morte nel giro di un tempo brevissimo, in poche decine di metri quadrati. Insieme ai grandi mammiferi, nella zona sono stati ritrovati anche pinguini, una specie di delfino con la faccia da tricheco (Odobenocetops) e un bradipo marino (Thalassocnus).
Apri per vedere le foto
È stato il veleno?
Un vero e proprio cimitero marino, che ha subito fatto scattare nei paleontologi la ricerca del colpevole. Che si è conclusa solo ora, con la pubblicazione della ricerca su Proceedings of the Royal Society B, una prestigiosa rivista scientifica internazionale.

Chi ha compiuto questa strage? Il fatto che molti animali siano stati ritrovati rivolti nella stessa direzione, e a pancia in su, ha fatto subito pensare a un avvelenamento. Non solo, tra i ritrovamenti più spettacolari c’è anche una famiglia di balene, con maschio, femmina e cucciolo tutti assieme. E, negli oceani, l’unico possibile colpevole sono le alghe unicellulari. In alcune occasioni, in fatti, quando c’è una vera e propria esplosione algale, questi minuscoli organismi producono una molecola estremamente tossica, che uccide in poco tempo chi ne inghiotte grandi quantità. Proprio come fanno le balene o altri animali marini. In effetti, nei fossili sono state ritrovate sferette di dimensioni simili a quelle delle alghe; per adesso non c’è la prova provata, ma solo molti indizi, che siano state le alghe tossiche.
Davanti alle ruspe
Questi scheletri sono stati tutti ritrovati durante i lavori dell’autostrada, che però, fossili o non fossili, devono andare avanti. Per questo i ricercatori hanno dovuto fare una corsa contro il tempo per estrarre i fossili dal terreno, ricostruire l’ambiente in cui sono stati ritrovati e, con l’aiuto di un laser, creare modelli 3D dei fossili. Lo hanno fatto con un sistema sofisticatissimo sviluppato dallo Smithsonian Institution di Washington (vedi ricostruzione sotto).
Prima dell’arrivo definito delle ruspe, che cancelleranno parte del sito. Anche se ci sono ancora decine di fossili che attendono di essere estratti.

La ricostruzione 3d di un fossile realizzata dallo Smithsonian Institution

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Archeologia
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg