Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
22 dicembre 2012 6 22 /12 /dicembre /2012 23:38

Sappiamo dalla mitologia greca che le figlie di Atlante si accoppiarono con i più famosi Dei e divennero le antenate degli esseri umani, ma furono collocate in cielo col nome di Pleiadi (...)

Un po’ più in alto di Aldebaran si incontra l’ammasso aperto più noto: quello delle Pleiadi (da plein = navigare o da pleios = molte). Si tratta di un piccolo raggruppamento di stelle che rappresenta un buon test per la vista: normalmente se ne distinguono sei o sette, ma c’è chi ne ha contate 14. Interessante particolare troviamo nel "disco solare di Nebra". Un disco di bronzo e di 32 cm di diametro, con applicazioni di lamina d’oro a rappresentare il sole, la luna, e le stelle ed è la rappresentazione più antica del cosmo conosciuta ad oggi. Un gruppo di sette punti era stato già in precedenza interpretato come la costellazione delle Pleiadi come appariva 3,600 anni or sono. La spiegazione del proposito del disco getta ora nuova luce sulle conoscenze e capacità astronomiche dei popoli dell’Età del Bronzo. Ma torniamo ai nostri giorni: negli anni 70, emergeva una figura di contattista, lo svizzero Billy Meier, autore di migliaia di foto nitide e di centinaia di video di oggetti volanti non identificati che hanno diviso i ricercatori. Meier ha sempre sostenuto di essere in contatto con i Pleiadiani, personaggi dalle tipiche fattezze nordiche

 

foto di "Billy" Eduard Albert Meier tratta da it.figu.org"Billy" Eduard Albert Meier (nato il 3 febbraio 1937) è una personalità svizzera che afferma avere incontrato gli extraterrestri varie volte. "Billy" afferma di avere incontrato "Pleiadiani" (gruppo di extraterrestri) regolarmente e dice di possedere molte informazioni spirituali e filosofiche ottenute in occasione di questi incontri. Nel 1975, è stato fondato il  FIGU,: Freie Interessengemeinschaft für Grenz- und Geisteswissenschaften und Ufologiestudien. OVVERO : Libera Associazione per lo studio delle scienze di frontiera, le scienze spirituali e gli studi Ufologici allo scopo di studiare e approfondire le informazioni ricevute da  Billy Meier in seguito ai suoi ripetuti incontri con esseri extraterrestri provenienti dalle Pleiadi L'associazione si trova in "Semjase Silver Star Center". Meier afferma di avere avuto i primi contatti all'età di 5 anni, in 1942. L'extraterrestre si chiamava "Sfath" Questi contatti durano fino a 1953. Dal 1953 al 1964, la donna extraterrestre "Asket" gli rende visite. Per 11 anni, non ha avuto contatti. Il 28 gennaio 1975, ha incontrato "Semjase"  
Meier si arruola nella legione straniera, ma non per molto. Ha molto viaggiato, visitando 24 paesi in 12 anni. Nel 1965, Meier perde il suo braccio sinistro a causa di un incidente in Turchia. Nel 1966, sposa una donna greca, Kalliope; hanno tre bambini.
 Meier ha incontrato molti extraterrestri (dice che sono "uomini" simili agli uomini del nostro mondo). Afferma di aver parlato con loro sia direttamente che per telepatia. Quest'uomini delle Pleiadi si chiamavano Ptaah, Semjase, Quetzal, e Pleija. Gli avrebbero permesso di provare un'arma extraterrestre su un albero e gli avrebbero dato campioni di un metallo extraterrestre. Queste parti di metallo sono scomparse ed un esame non è ancora possibile.

Semjase - Schizzo realizzato da un membro della FIGU sulla base degli schizzi originali realizzati dai Plejarani stessi

I Pleiadiani che hanno contattato Billy Meier sono esseri umani come noi, fatta eccezione per la loro tecnologia che è più avanzata della nostra di circa 10.000 anni. La loro spiritualità avanza la nostra di circa 22 milioni di anni. La loro vita media, grazie alle migliori condizioni di vita, alle scienze mediche e non solo a questo, è di ben 1000 anni.
Il motivo principale della missione dei Pleiadiani è di diffondere la verità su questi temi importantissimi. I Pleiadiani si sentono in parte responsabili delle azioni compiute sulla terra dai loro progenitori in passato.
A causa di queste azioni, oggi la verità sugli scopi della nostra esistenza è stata quasi completamente dimenticata e distorta. Allo stesso modo anche la verità sulle nostre origini, ed il vero scopo della loro missione è quello di riparare agli errori commessi in passato. Essi risiedono su un pianeta di nome Erra posto nel sistema delle Pleiadi nella costellazione del Toro.
Il loro pianeta è simile al nostro, ma si trova in una dimensione spazio-temporale diversa dalla nostra, collocata di una frazione di secondo più avanti rispetto a noi. Questo purtroppo per noi è un concetto di difficile comprensione, ma che tuttavia alcuni scienziati più avanzati già ne hanno fatto menzione. Le Pleiadi così come le vediamo noi, ovvero nella nostra dimensione, sono stelle giovani e non adatte ad ospitare la vita umana.
Sul loro pianeta vivono in pace da ormai 50.000 anni e fanno parte di una federazione pacifica assieme a molte altre razze di altri pianeti, tuttavia sono dotati di armamenti potentissimi che usano solo a scopo difensivo.
Il loro alto grado evolutivo li spinge a non intervenire mai nell'evoluzione di un pianeta. E' per questo motivo che non ci salveranno mai dai nostri gravi problemi, come ad esempio le guerre, la sovrappopolazione, le carestie,ecc..
Alla stessa maniera non si presenteranno mai per interferire nelle nostre decisioni, giuste o sbagliate che siano, poiché siamo solo noi gli unici responsabili del nostro destino. Il loro compito è quello di insegnarci le vere regole dell'esistenza in modo che noi, ed esclusivamente noi, possiamo risolvere i nostri problemi da soli.
Secondo le informazioni ricevute da Billy Meier dai Pleiadiani fino ad oggi lui è la sola persona da loro contattata. Chi afferma di avere contatti fisici o spirituali con questi esseri umani provenienti dalle Pleiadi afferma il falso.

 

A documentazione delle straordinarie esperienze di contatto di Billy Meier, vi sono video, diapositive e campioni sonori originali riguardanti velivoli extraterrestri , analizzati e giudicati autentici da alcuni dei più rinomati esperti e scienziati mondiali dei rispettivi settori, quali ad esempio Jim Dilettoso (analista fotografico e consulente NASA), M. Malin (tra i responsabili presso la NASA del progetto Mars Global Surveyor), Wendelle C. Stevens (ex tenente-colonnello dell'US Air Force), Marcel Vogel (ingegnere chimico, direttore dei laboratori IBM, detentore di 32 brevetti e "padre" del floppy disk. 

  
  

Luigi Della Chiesa chiude un suo lungo ed interessante articolo scrivendo: Intorno alla vicenda Meier si è costituita un Associazione la quale prende il nome di FIGU, essa è l'unica che tiene le relazioni con Meier e per suo conto gestisce tutti i diritti sul materiale che il contattista ha raccolto a partire dagli anni 70 ad oggi, un archivio unico al mondo, foto comprendenti i negativi, filmati, audiocassette, scritture originali di tutti gli appunti di Meier, gli scettici ritengono che il tutto vada verso la speculazione del materiale, per far soldi facili, a me sembra invece che molti abbiano invece cercato di speculare sulla sua persona. Fortunatamente lui lo ha capito in tempo per isolarsi e vivere i suoi prossimi anni insieme alla sua famiglia in serenità e pace lontano dagli avvoltoi che iniziavano a suo tempo a girargli intorno. Ma il caso Meier dopo 27 anni fa discutere ancora il mondo ufologico, e solo un uomo può conoscere indiscutibilmente la verità, quell'uomo si chiama Eduard Meier ed il caso rimarrà ancora aperto per molti lunghi anni, a noi non rimane altro che cercare, cercare di capire un uomo.

Se volete studiare il caso Meier dovete necessariamente partire dall'attenta consultazione del sito dell'associazione FIGU : http://it.figu.org/


 

COSA SAPPIAMO DEGLI UOMINI DELLE PLEIADI

Le Pleiadi sono un ammasso stellare composto da sei o sette pianeti. Fanno parte della costellazione del Toro e la loro distanza è di circa 500 anni luce. Il caso più sensazionale della comparsa della costellazione delle Pleiadi è accaduto a John Spencer, trafficante di armi, nel monastero di Tuerin, in Mongolia, nel 1920, quando era ospite dei monaci tibetani. Un mattino, mentre si aggirava nei giardini, vide una scala di pietra che portava verso una caverna, ostruita da una specie di porta. Vi entrò e si trovò in una specie di sala ottagonale, e su una parete vi erano raffigurate le costellazioni del Toro. Su un'altra parete vide le costellazioni delle Pleiadi. In questo antro, illuminate da una luce verde fosforescente, scorse una fila di bare, in cui giacevano tre cadaveri. Uno era di un monaco buddista, l'altro di una donna, il terzo era un essere che indossava una tuta d'argento, un casco, e al posto degli occhi due grandi fanali che sprigionavano una luce abbagliante. Il mattino dopo, un monaco lo accompagnò in una sala identica a quella vista il giorno prima: vi erano 15 piccole bare e in una l'essere con la tuta d'argento. Alle domande di Spencer, il monaco rispose: "Quest'essere era un grande maestro venuto dalle stelle". Le uniche spiegazioni logiche dell'episodio si rifanno alle ipotesi più tipiche dell'archeologia spaziale: visitatori stellari discesi sulla Terra in tempi antichi. A quanto sembra i Pleiadiani avrebbero un aspetto umano, alti, biondi o bruni, e molto simile a noi terrestri. I Pleiadiani sembrano essere gli alieni maggiormente percepiti telepaticamente dai channelers, da cui riceverebbero numerosi messaggi di stampo apocalittico/spirituale. Secondo alcuni contattisti, i Pleiadiani sarebbero riconducibili agli angeli dell'Antico Testamento, e farebbero parte di una confederazione galattica di civiltà ultra evolute, il cui principale esponente sarebbe Ashtar Sheran. I loro principali nemici sarebbero umanoidi con la pelle olivastra e gli occhi a mandorla conosciuti 
familiarmente con il nome di "uomini in nero", oltre ai rettiliani (o homo-saurus). Principale esponente del contattismo con i Pleiadiani è Billy Meier, che in tre volumi ("Anni luce" 1987, "Contatti dalle Pleiadi" 1990, "Messaggio dalle Pleiadi") ha raccontato le sue esperienze. Secondo alcuni contattisti, i Pleiadiani gestirebbero sulla Luna circa 340 basi dislocate nel sottosuolo, vere e proprie città sotterranee. Assieme ad altri alieni gestirebbero inoltre basi su Marte, Ganimede, e sulla stessa Terra allo scopo di controllare l'operato dei terrestri. Comunque il mistero dei Pleiadiani - che secondo alcuni studiosi avrebbero basi anche nei poli e per questo vengono detti anche "Polariani" - resta ancora oggi irrisolto e avvolto nel più fitto mistero. (Gabriele Zaffiri)


Nel suo libro "Bringers of the Dawn", la Marciniak afferma che i nordici Pleiadiani sarebbero intenzionati a mettere in atto uno "sfollamento" del pianeta di proporzioni titaniche, quando giungerà il momento della crisi. "Noi stiamo vegliando sulla minaccia di uno spostamento dei poli nel corso della vostra generazione", dicono i Pleiadiani. "Questo porterebbe ad una situazione planetaria in cui nessuno potrebbe sopravvivere. Diventerà necessaria l'evacuazione... Le nostre velocissime astronavi di soccorso saranno in grado di avvicinarsi abbastanza da emettere i raggi di levitazione... ovunque si renderà necessario, gli umani verranno sollevati e fatti levitare verso le nostre navette spola, che come dei taxi trasferiranno le persone sulle astronavi madri stazionanti negli strati più alti 
dell'atmosfera, dove ci sono spazio e vettovagliamenti per ospitare e nutrire milioni di persone". Tale operazione non andrebbe identificata quindi come una sorta di "scelta degli eletti" a carattere religioso, quanto una specie di "protezione civile" di stampo galattico.

fonte

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Razze aliene
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg