Sunday 22 july 2012 7 22 /07 /Lug /2012 00:34
 
Della ghiandola pineale ne abbiamo sentito parlare ovunque,la spiegazione scientifica chiarisce che  è una piccola ghiandola endocrina nel cervello dei vertebrati. Essa produce la melatonina, derivato della serotonina, un ormone che influenza la modulazione di veglia/sonno e le funzioni dei modelli stagionali.
La sua forma assomiglia ad una piccola pigna (da cui il nome), e si trova vicino al centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in una scanalatura in cui aderiscono i due corpi arrotondati dell’ipotalamo.filogeneticamente si è evoluta da una piccola struttura nervosa fotosensibile che alcuni rettili primitivi avevano fra gli occhi (appunto, un terzo occhio, ancora presente in un rettile attuale di cui non ricordo il nome), e che serviva loro per termoregolarsi (essendo animali a sangue freddo, esotermi, per mantenere la giusta temperatura corporea devono alternare fra lo scaldarsi al sole e il ripararsi all'ombra, e la loro proto-ghiandola pineale serviva proprio a fargli sapere quando era l'ora di scaldarsi e quando quella di raffreddarsi, inoltre serviva a resettare il ritmo circadiano e quindi a far rilasciare gli ormoni e neurotrasmettitori giusti a seconda del momento del giorno)...
con l'evoluzione del cervello "mammifero" la ghiandola pineale sprofondò all'interno del cranio (il cervello rettiliando, che è la parte + arcaica è "avvolto" dal cervello mammifero, un po' come se il primo fosse un nocciolo e il secondo la polpa del frutto...la neocorteccia umana invece è un po' cpome la buccia del frutto), perdendo la sua funzione di sensore per la termoregolazione ma specializzandosi maggiormente nella sua attuale funzione:
in noi umani (e nei mammiferi in generale), la ghiandola pineale fa da "interfaccia" fra il cervello e il corpo; difatti è una struttura neuro-endpocrina (molti ormoni funzionano anche neurotrasmettitori e vice versa), composta da una parte nervosa e da una parte ghiandolare endocrina...
semplificando:
-la parte ghiandolare ha il compito di secernere vari ormoni che servono a regolare, direttamente o indirettamente, la funzione ormonale di tutte le altre ghiandole endocrine (ovaie, surreni, tiroide, testicoli ecc...)...
- la parte nervosa ha il compito sia di "controllare" la parte ghiandolare in modo che il sistema ormonale funzioni bene (seguendo i ritmi giorno-notte, quelli mensili ecc..), sia di resettare il ritmo sonno-veglia secernendo i neurotrasmettitori giusti al momento giusto (serotonina quando c'è luce e melatonina al buio; serotonina e melatonina sono entrambe derivati dell'amminoacido triptofano e possono essere convertite l'una nell'altra, o in altri neurotrasmettitori meno conosciuti come la dimetiltriptamina, DMT)...
.ora parliamo del DMT:
il DMT è una molecola allucinogena (o meglio psichedelica-enteogena) con un effetto molto potente ma breve (dura da pochi minuti ad 1 ora, mentre la maggior parte degli psichedelici dura dalle 6 alle 12 ore), ed ha la particolarità di dare esperienze piuttosto diverse rispetto agli altri psichedelici; difatti chi fuma o si inietta DMT viene immediatamente catapultato in una specie di "altro mondo" spesso popolato di strani esseri intelligenti, cosa che raramente succede con gli altri psichedelici...
il DMT (e-o suoi derivati chimici) è presente in varie piante e animali: il rospo del genere bufo lo secerne dalla pelle da cui lo si può leccare o grattare via e farlo seccare (senza danneggiare il rospo), fra le piante il DMT è piuttosto comune, ed è presente ad esempio nelle piante usate per preparare l'ayahuasca usata per "accedere al mondo degli spiriti" da alcuni sciamani del centro-sud america (i viaggi di questi sciamani difatti descrivono l'essere portati in un'altra dimensione popolata da esseri intelligenti, spesso sottoforma di animali + o meno mitici, soprattutto rettiliformi)...
...ma..sorpresa...gli scienziati hanno scopetro che anche il nostro corpo produce DMT (in particolare proprio la ghiandola pineale), che però non si sa a cosa serva o quando venga rilasciato....
a proposito di questo ci sono molte teorie:
- alcuni studiosi pensano che il DMT venga rilasciato soprattutto durante la fase REM del sonno (cioè quando si sogna) e che sia implicato con il sognare...
- altri sostengono che un eccesso di DMT può essere alla base di alcune forme di psicosi (i vecchi antipsicotici erano bloccanti della dopamina, querlli nuovi bloccano meno la dopamina ma bloccano anche alcuni sdotto-tipi di recettori x la serotonina che forse potrebbero attivarsi anche in presenza di DMT; nota che gli psichedelici naturakli e sintetici agiscono sui recettori serotoninergici)...
- x altri il DMT viene rilasciato durante momenti di intenso stress fisiologico e il suo effetto spiegherebbe le esperienze di pre-morte (NDE e OBE), che difatti spesso hanno come tema l'essere in un alrto mondo con esseri intelligenti...
-altri ancora sostengono che le esperienze dei rapimenti UFO (che in altri tempi erano viste come rapimenti da parte di elfi o dei) possano essere causate da un rilascio di DMT (ciò non vuol dire automaticamente che queste esperienze debbano essere solo allucinazioni nè che tutti i rapimenti si spieghino in questo modo, ma su questo spinoso tema mi soffermerò in un altro post)...
- per altri il DMT potrebbe essere la base fisiologica delle esperienze mistiche spontanee e della spiritualità umana, inoltre si potrebbe x questo supporre che le pratiche che possono indurre esperienze mistiche senza ricorrere a farmaci funzionino facendo rilasciare DMT (parlo di tecniche come meditazione, danze e riti sciamanici, digiuno, autoflagellazione, ma anche respirazione olotropica ecc...)...
- per altri potrebbe essere implicato nelle esperienze archetipiche in cui si ha accesso all'inconscio collettivo...

quindi la ghiandola pineale ha mantenuto almeno in parte la sua originaria funzione di sensore x resettare il ritmo circadiano con il ritmo luce-buio... 

 
 
The Secret: Ciò che non vogliono farvi sapere!
In ogni essere umano la Ghiandola Pineale o terzo occhio può essere attivato a frequenze del mondo spirituale e vi permette di avere il senso della conoscenza del tutto, dell’euforia divina e dell’unità intorno a voi. La ghiandola pineale, una volta sintonizzati su frequenze proprie con l’aiuto della meditazione, yoga o vari esoterici metodi occulti, permette ad una persona di viaggiare in altre dimensioni, popolarmente conosciuti come viaggio astrale o proiezione astrale o visione remota.
Con la pratica avanzata e i metodi antichi è anche possibile controllare i pensieri e le azioni di persone nel mondo fisico. Sì, è bizzarro, ma gli Stati Uniti, i governi dell’ex Unione Sovietica e le varie organizzazioni occulte hanno fatto questo tipo di ricerca per età e hanno avuto successo ben oltre la nostra immaginazione.
Ghiandola pinealeL
 
 
La Ghiandola pineale è rappresentata dalla Chiesa Cattolica Romana, ecco nell’immagine il “cortile della pigna” nei Musei Vaticani. Le società antiche come gli Egizi e Romani ne conoscevano i benefici e l’hanno esemplificato nelle loro vaste simbologie contenenti il simbolo di un occhio.
Un riferimento alla ghiandola pineale è anche sul retro della banconota da un dollaro negli Stati Uniti con quello che viene chiamato “occhio che tutto vede”, che si riallaccia alla capacità di un individuo (o gruppo di individui) di utilizzare questa ghiandola per andare verso l’altro lato (nel mondo spirituale) e, eventualmente, controllare i pensieri e le azioni di persone nel mondo fisico sapendo cosa stanno pensando in ogni momento nel nostro mondo fisico.
Varie ricerche condotte fino ad oggi confermano che ci sono alcuni periodi nella notte, tra l’una e le quattro del mattino in cui vengono rilasciate sostanze chimiche nel cervello che provocano sentimenti di connessione alla propria fonte superiore.
Come stanno uccidendo la nostra ghiandola pineale
La Ghiandola Pineale è di fatto un laboratorio di droghe illegale. Dopo 72 ore di buio, digiuno (solo acqua) e meditazione, si riattiva e incomincia a produrre Pinolina, conosciuta come l’ormone quantico, per mezzo dell’interazione tra Melatonina e Triptofano.
Alla fine degli anni ’90, uno scienziato di nome Jennifer Luca realizza il primo studio sugli effetti di fluoruro di sodio sulla ghiandola pineale. E determina che la ghiandola pineale, situata al centro del cervello, è stata un obiettivo per fluoruro. La ghiandola pineale semplicemente assorbe più fluoro rispetto a qualsiasi altra parte fisica del corpo, anche le ossa.
 
La ghiandola pineale è come un magnete per il fluoruro di sodio. Questo calcifica la ghiandola e ne blocca la fondamentale funzione di bilanciare gli interi processi ormonali nel corpo.
Varie ricerche sul fluoruro di sodio hanno dimostrato che esso va ad accumularsi proprio nella pineale, che di gran lunga è la ghiandola più importante nel cervello. Il fluoro è l’unica sostanza in grado di attaccare il centro più importante del cervello. Il Fluoruro è di sodio è prevalente negli alimenti, nelle bevande e nell’acqua potabile e da bagno: è messo nel 90% delle acque di approvvigionamento degli Stati Uniti. I filtri per l’acqua che si acquistano nei supermercati non tolgono il fluoro dall’acqua. Solo la distillazione e il processo di osmosi inversa è in grado di farlo. Il modo più economico per evitare il fluoruro è quindi quello di acquistare un distillatore d’acqua.
Il Fluoruro di sodio è nel nostro approvvigionamento di acqua, cibo, pepsi, coke e letteralmente instupidisce le masse . Il fluoruro è stato introdotto in acqua dai nazisti e dai russi nei loro campi di concentramento per rendere la popolazione del campo docile e non in discussione con le autorità.
Nel cervello medio è localizzata la ghiandola pineale, che costituisce il 6° sigillo, tramite la quale abbiamo il collegamento con tutte le ghiandole endocrine ed esocrine che secernono in tutto il corpo le sostanze chimiche che generano le sensazioni ed emozioni che noi sentiamo. La ghiandola pineale (o sesto sigillo) governa il nostro sistema nervoso centrale. Essa raccoglie ogni frequenza del pensiero che ha ricevuto, l’amplifica ulteriormente e la mette in circolazione attraverso il sistema nervoso centrale, lungo la spina dorsale che per l’elettricità del pensiero è come un’autostrada. La corrente elettrica proveniente dalla pineale scorre attraverso il liquido acquoso del sistema nervoso centrale lungo la spina dorsale e poi attraverso i Sigilli o Chakra ed i nervi fino ad ogni cellula del corpo. La ghiandola pineale quando c'è luce produce serotonina. Potete pensare alla serotonina come ad una chiave. Nel momento in cui la luce diminuisce nella retina dell'occhio, che contiene le stesse cellule che sono anche nella ghiandola pineale, questo fatto segnala alla ghiandola pineale di cessare la produzione di serotonina e di iniziare a produrre melatonina. La melatonina è il secondo neurotrasmettitore e viene creata per mandare a dormire il corpo.
La ghiandola pineale è quindi una piccola fabbrica che produce questi neurotrasmettitori così importanti, ma anche un'altra cosa straordinaria: dalla melatonina sintetizza una droga allucinogena chiamata pinealina. La ghiandola pineale è lo sciamano del cervello. Dopo mezzanotte, tra l'una e le tre circa del mattino, entriamo nel livello più profondo del nostro sonno dove accadono i sogni più lucidi. Il sogno lucido è possibile solo se la ghiandola pineale ha tempo a sufficienza per trasformare la melatonina in pinealina. Perché pinealina? La pinealina è l'allucinogeno che l'inconscio usa per permettere al cervello di comunicare con le sfere più profonde. Le persone che stanno alzate a lungo di notte non arrivano a produrre pinealina e perciò vengono private di questa comunicazione. Ciò significa che la pinealina, distribuita in tutta la corteccia cerebrale che dorme, attiva un processo inverso nei neuroni permettendo alla mente subconscia di parlare alla mente consapevole. La pinealina apre quindi la porta alla mente subconscia e permette di fare esperienze extracorporee. Permette inoltre di avere visioni profetiche sulla linea del tempo e di inoltrarsi in livelli superiori di consapevolezza. Prima che torniate al vostro corpo la pinealina viene assorbita e voi tornate nel corpo. La ghiandola pineale produce serotonina e melatonina.
La ghiandola pineale si trova in una posizione ancora più centrale poiché non è solamente un organo importante per il resto del corpo. Trasmettendo tutti i ritmi e tutte le vibrazioni cosmiche al corpo, essa è, inoltre, aperta per le vibrazioni del nostro corpo, quindi dei nostri pensieri e delle nostre sensazioni. Ogni sensazione negativa ed ogni pensiero negativo rendono disarmonica la ghiandola pineale. Percepiamo la dipendenza dal ritmo della ghiandola pineale più chiaramente in base al ritmo del giorno e della notte ed a quello dell'estate e dell'inverno, cioè in base alla radiazione della luce. La ghiandola pineale è responsabile della pigmentazione della pelle. In base ad una superpigmentazione, quindi in base ad ogni macchia più scura, o in base ad una sottopigmentazione, cioè ad ogni macchia bianca, possiamo concludere se vi è una disarmonia nella ghiandola pineale. Questa piccola ghiandola è, quindi, un organo ricevente che trasforma e che trasmette.
Di il conte rovescio - Pubblicato in : documenti importanti - Community : Dritte Sulla Rete
commenta l'articolo - Vedi 0 commenti
Torna alla home

Cerca

 FORUM

VIDEO IN EVIDENZA

   

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg

 

Crea un blog gratis su over-blog.com - Contatti - C.G.U. - Remunerazione in diritti d'autore - Segnala abusi - Articoli più commentati