Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 21:36

Da WASHINGTON, arrivano delle notizie che oramai stavamo aspettando, riguardo alla carneficina che negli ultimi mesi ha mietuto troppe vittime, dai bambini, a donne e civili. Notizie allarmanti da fonti vicine all’amministrazione Usa: Barack Obama ha deciso di prendere delle decisioni per il bene della Siria.  Non è più questione del ‘se’ ma questione del ‘quando’ “, ha scritto il sito DEBKAfile, considerato portavoce dell’intelligence israeliana.Un massacro che in ogni caso, doveva essere fermato molto tempo prima in modo democratico ma, la voce del popolo non è mai stata ascoltata.

Secondo il resoconto del sito una delegazione dell’opposizione siriana è attualmente a Washington per definire con le autorità americane i dettagli dell’azione e la questione dell’armamento delle forze ostili ad Assad con armi pesanti.

Mosca invia navi da guerra in Siria

Nell’incontro della delegazione siriana con l’ambasciatore Usa in Siria Robert Ford ed il responsabile del Dipartimento di Stato per la Siria Fred Hof, i cosiddetti oppositori hanno consegnato alle autorità americane due liste: una la lista delle armi pesanti richieste e la seconda la lista degli obbiettivi chiave da colpire per destabilizzare il governo Assad. L'Alto commissario per i diritti umani dell'Onu, Navi Pillay, ha attaccato il regime siriano per le aggressioni agli osservatori. Nel Paese proseguono i combattimenti e il deteriorarsi della situazione e' attestato dalla decisione della Russia di inviare due navi da guerra nel porto siriano di Tartus per l'evacuazione di uomini e materiale dalla sua base navale.
Una fonte anonima dalla base di Tartus, il porto siriano che accoglie una base sovietica dai tempi della Guerra fredda, ha fatto sapere che le due navi da assalto anfibio, la Nikolai Filchenkov e la Tsezar Kunikov- si stanno preparando a raggiungere il porto. Alle due unita', con a bordo un numero ingente di uomini, potrebbe essere ordinato di evacuare la base qualora vi fosse il rischio che cada in mano ai ribelli.

La fonte di DEBKAfile aggiunge che le armi richieste sono già state acquistate da Arabia Saudita e Qatar e sono pronte per essere trasportate in Siria per via marittima. La Pillay ha chiesto uno stop "immediato" dei "bombardamenti e dell'uso delle armi pesanti" contro "le zone popolate", avvertendo che tali atti configurano "crimini contro l'umanita'" e "crimini di guerra". Gli autori degli attacchi contro gli osservatori Onu in Siria "dovranno essere chiamati a risponderne", ha aggiunto l'ex magistrato sudafricano che ha invitato a fare "tutti gli sforzi possibili" durante una riunione del Consiglio per i Diritti Umani.

  

Ogni possibile ragionamento sul come evitare una nuova guerra, non lascia che intravedere una nuova guerra in Medioriente dopo quelle in Iraq ed Afghanistan, di cui si comprende anche il motivo della decisione di ieri dell’Onu di ritirare gli osservatori.Di fatto, gli osservatori,si sono trovati contro una folla inferocita, che ha circondato il convoglio, impedendo loro di proseguire. La gente, in apparenza residenti dell’area, ha lanciato pietre e sbarre di metallo contro i veicoli. Siamo tornati indietro”, ha dichiarato la portavoce della missione Onu, Sausan Ghosheh.

E nel frattempo rimane alto nella comunita' internazionale l'allarme per l'arsenale chimico di Assad.

Durante l' ultimo incontro avvenuto tra Obama  e Putin, sono state prese sul serio 2 affermazioni e concordate da entrambe le parti:

1  in Siria è necessario che sia avviato un processo politico per "evitare la guerra civile". (anche se credo che la guerra civile,  sia già iniziata da diverso tempo) 

2  Obama ha  promesso di lavorare con gli altri attori internazionali, comprese le Nazioni unite, Kofi Annan e tutte le parti interessate, per provare a trovare una soluzione a questo problema".

 

 

 

In Siria il ministero degli esteri , rilascia parole che mettono più dubbi che risposte: non c‘è una guerra civile, ma una guerra contro i terroristi che vogliono distruggere il paese. Questa frase in risposta a quanto affermato da Hervé Ladsous, uno dei responsabili della missione degli osservatori dell’ONU.

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in catastrofico
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg