Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
19 luglio 2012 4 19 /07 /luglio /2012 22:08

A quanto pare le preghiere degli italiani, colpiti dalle ondate di calore africano che hanno messo a dura prova la resistenza fisica di molte persone,hanno avuto un esito positivo, anzi...si potrebbe dire che quello che ci prepariamo a passare nel mese di luglio-agosto, sembra sia un assaggio di autunno in piena regola:  in questi giorni sta facendo caldo su gran parte del Paese, pur senza gli eccessi di calore dei giorni scorsi. Dopotutto oggi Ancona e Guidonia hanno raggiunto i +37°C, Bologna, Perugia e Ferrara i +36°C, Arezzo, Latina, Forlì, Cervia, Pescara e Ciampino i +35°C, Roma, Rimini, Grosseto, Firenze, Viterbo, Olbia e Verona i +34°C. Al centro e al sud il sole continuerà a splendere ininterrottamente ancora per due giorni, venerdì 20 e sabato 21, ma intanto già domani sulle Alpi arriveranno i primi temporali che cambieranno marcia alla stagione, con fenomeni molto forti nel pomeriggio/sera al nord/est.

COSA POSSIAMO ASPETTARCI DAL MALTEMPO?

l’Italia sarà colpita da una forte ondata di maltempo che determinerà un autentico tracollo delle temperature, che piomberanno ben al di sotto delle medie del periodo.
Le acque dei mari intorno all’Italia sono ancora molto calde, nonostante le temperature siano un pò diminuite negli ultimi giorni. Dopotutto soprattutto l’Adriatico e il basso Tirreno rimangono decisamente caldi, e nei prossimi giorni con ancora tanto sole e soprattutto un pò di caldo tra venerdì e domenica specie al centro/sud, cresceranno ancora. All’arrivo del freddo e del maltempo dobbiamo aspettarci forti temporali con grandinate e fenomeni vorticosi, sì, veri e propri tornado (o trombe d’aria, che dir si voglia), soprattutto sul mare. Numerosi waterspout interesseranno le zone litoranee dell’Adriatico tra domenica sera e lunedì, dalle venezie alla Puglia, dove in queste situazioni sono molto frequenti fenomeni del genere.
Poi, tra lunedì e martedì, anche nel basso Tirreno e in alcune zone joniche potrebbero esserci fenomeni di questo tipo.
I forti venti settentrionali potrebbero alimentare ulteriori fenomeni vorticosi, tipici dei contrasti termici ma non ci saranno solo trombe d’aria e trombe marine. Infatti i forti temporali che si formeranno soprattutto nel medio/basso Adriatico e nel basso Tirreno assumeranno carattere particolarmente intenso, anche con grandinate, sempre a causa dei contrasti termici.
Sabato 21 il maltempo si estenderà un pò a tutto il nord, e soprattutto al nord/est e all’Emilia Romagna, con temporali anche molto forti sin dalle prime ore del mattino tra Veneto e Friuli, in estensione verso sud/ovest. Nel pomeriggio/sera anche Marche e Piemonte saranno coinvolte nel maltempo, mentre al centro/sud sarà l’ultimo giorno di caldo sole.

                  0

Domenica 22 sarà il vero giorno della svolta: forti venti settentrionali irromperanno sul Paese con una furiosa bora nell’alto Adriatico e una tesa tramontana altrove. Le temperature crolleranno ovunque con tempo instabile e perturbato, fatta eccezione per Calabria e Sicilia dove ancora al mattino resisteranno sole e caldo, ma già dal pomeriggio/sera diventeranno un lontano ricordo. Piogge e temporali si accaniranno sulle Regioni Adriatiche, con i primi fenomeni particolarmente estremi tra Marche e Abruzzo specie nel pomeriggio/sera, quando da nord/est arriverà il nucleo d’aria più freddo e instabile a tutte le quote.

03  05  02


Quella di lunedì 23, poi, sarà una giornata tipicamente autunnale in quasi tutt’Italia. Solo al nord/ovest ci sarà qualche sprazzo di sole, per il resto il clima sarà tremendo: venti impetuosi, mareggiate e nubifragi specie al centro/sud, con particolare riferimento alle Regioni Adriatiche. Tra Marche, Abruzzo, Molise e Puglia ci saranno temporali molto forti con grandinate, ma anche su Lazio, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia imperverserà il maltempo e le temperature caleranno di quasi 10°C rispetto al giorno precedente. Le temperature massime sulle coste Adriatiche faranno fatica a superare i +20°C! Sull’Appennino tornerà addirittura la neve oltre i 2.300/2.400 metri di quota. Occhio ai fenomeni estremi: grandinate, trombe d’aria e trombe marine saranno in agguato soprattutto nelle zone costiere dell’Adriatico, dalla Romagna al Salento .Da lunedì 23 a mercoledì 25 luglio, per almeno tre giorni, farà decisamente fresco con temperature ben al di sotto rispetto alle medie del periodo, e soprattutto ci sarà forte maltempo con piogge e temporali anche intensi, soprattutto nelle zone Tirreniche della Regione, tra palermitano e messinese.
Attenzione anche nel basso Tirreno, tra Calabria e Sicilia, dove il mare andrà in tempesta e, anche qui, non mancheranno trombe marine e grandinate.
Il tempo rimarrà fresco e instabile per gran parte della prossima settimana. Una settimana di fine luglio, che però sembrerà di metà ottobre.

Le prossime settimane cosa ci riserbano?L' estate sarà modificata ad agosto o questa è una parentesi?

fonte

 

Condividi post

Repost 0

commenti

Tiziana 07/20/2012 20:15


Un po' di fresco non mi dispiace, l'importante è che non ci siano fenomeni temporaleschi troppo intensi.

il conte rovescio 07/20/2012 22:59



a quanto riportano le fonti autorevoli, le condizioni meteo si aggraveranno dando sfogo a forti fenomeni temporaleschi, oltre al ribasso delle temperature di 10 15 gradi....un assaggio di
autunno!



 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg