Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

29 giugno 2014 7 29 /06 /giugno /2014 20:51

Il mistero dello Yeti Marino

Il granchio yeti (Kiwa hirsuta) è una specie di crostaceo scoperta qualche anno fa nell’oceano Pacifico meridionale, poco distante dall’Isola di Pasqua. A compiere questo sorprendente ritrovamento è stato un gruppo di ricercatori capitanati da R. Vrjenhoek e M. Segonzac a bordo del sottomarino “Alvin”

Il test sul DNA, condotto “dall’Istituto francese per l’Esplorazione del mare”, ha evidenziato l’eccezionale importanza di questa scoperta. Si tratta, infatti, di un crostaceo appartenente ad una nuova famiglia e ad un nuovo genere, mai conosciuti prima d’ora.

Il nome “Kiwa”, ricorda una dea della mitologia polinesiana, mentre quello attribuito alla specie, “hirsuta”, si riferisce probabilmente alle setole presenti sulle sue chele.

Di colore bianco, il granchio yeti vive ad una profondità di circa 2.200 metri in prossimità di sorgenti idrotermali oceaniche, sulle quali possono essere presenti centinaia di esemplari che proliferano grazie ad un particolare rapporto simbiotico con alcuni batteri.

I filamenti setosi presenti sulle chele e in vicinanza della bocca, ospitano colonie di bacilli capaci di estrarre energia dai gas inorganici emessi dalle fonti idrotermali. Questi microrganismi, filtrati dalle setole del crostaceo, diventano il nutrimento necessario per la sua sopravvivenza.

Lo yeti marino, in realtà, è in grado di procurarsi anche qualche pasto più luculliano: M. Segonzac lo ha osservato combattere con due granchi per assicurarsi un pezzo di gustosissimo gamberetto.

A metà tra un granchio e un’aragosta, la Kiwa hirsuta è completamente cieca e riesce ad orientarsi servendosi solamente dei sensori presenti nelle setole poste sulle sue chele.

30 gennaio 2014

Federico Falsetto

 

http://www.noelife.it/dettaglio-articolo/1233/il-mistero-dello-yeti-marino.php

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg