Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

6 febbraio 2013 3 06 /02 /febbraio /2013 23:11

Il manufatto che vedete di sopra, viene attribuito alla cultura Sciita, tribù nomade stanziatasi nella regione dell’attuale Iran, tra il II° e il I° secolo Avanti Cristo. La denominazione “Astronauta di Kiev” è stata attribuita da Peter Kolosimo, per lo strano abbigliamento che a suo dire era molto simile ai cosmonauti e sommozzatori (tipo palombari) moderni. La statuetta è in oro e riproduce uno strano individuo, dotato di un casco molto simile a quello degli astronauti (ricopre tutta la testa fino al collo). Molto suggestivo è il particolare al di sotto del mento, dove si può intravedere una sorta di giuntura, la “tuta” sembrerebbe essere moderna, con un materiale (a sentire Kolosimo) molto aderente ed elastico, con la parte di mezzo trapuntata. La vita è munita di una fascia e le mani sembrano avere dei guanti. Anche la posizione del soggetto sembra essere particolare, la sua postura sembra essere di tipo moderno, se riferità all’età in cui la statuina è stata modellata. L’individuo sembrerebbe annunciare la sua presenza o arrivo, mostrando tutti gli aspetti della sua forza e coraggio.

Ciò non è altro che una bufala o nella migliore delle ipotesi un errore grossolano. Innanzitutto l’età che viene attribuita all’oggetto è ben lontana da quella vera, molti siti attribuiscono a questa figura l’età di 4000 anni o nella più rosea delle ipotesi del I o II secolo A.C. in realtà la statuetta è databile tra il VI e il VIII secolo D.C. Come faccio a saperlo? Semplice bastava visitare la mostra “Gli ori dei cavalieri delle steppe” tenutasi a Trento, Italia, nel 2007 ecco un link della mostra, un Pdf inerente ad essa e la foto del cartellone di presentazione sotto.

Ori-delle-steppe-010

A questo punto pare ovvia la sbagliata attribuzione di appartenenza al popolo Scita, datagli da molti siti, infatti basta controllare Wikipedia per scoprire che in quel periodo in Ucraina le popolazioni stanziate sul suo territorio erano gli Avari e gli Unni. Ma, a parte il fatto che alcuni siti ritengono l’oggetto sparito o non scoperto in Ucraina, fatti entrambi errati, perchè così importante che appartenga a questi due popoli ai fini di dimostrare che è una bufala?armature delle popolazioni citate prima.

kiev

Inoltre lo stile antropomorfo della statua corrisponde allo stile tardo barbarico della steppa, sebbene fossero molto più comuni le raffigurazioni di animali, non a caso le dita (che non sono 6 come molti dicono) assomigliano molto a delle “zampe”; infine l’aureola che cinge l’elmo potrebbe benissimo indicare un ornamento dell’elmo stesso, ma a mio parere, rapportandomi allo stile artistico della statuetta, direi che rappresenta l’importanza e il potere del guerriero raffigurato. Se qualcuno avesse ancora dei dubbi mi sembra giusto mostrare quale reperto si trova vicino a tale statuetta (vedi foto) la quale al contrario di quanto viene detta è stata trovata con molti altri artefatti dello stesso periodo.

kiev-1

Ora mi sorge spontaneo chiedermi: Ma se un oggetto raffigurante una figura antropomorfa viene trovata insieme ad altri oggetti appartenuti ad un guerriero e la figura stessa presenta un armatura simile a quella indossata dai guerrieri del popolo che l’ha creata è più probabile che sia una rappresentazione di un alieno o di un guerriero?

Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg