Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
5 gennaio 2013 6 05 /01 /gennaio /2013 08:25
Nel 2002, anno in cui iniziarono a circolare in rete queste immagini, resero onore alla medicina che stava già muovendo passi verso le operazioni molto delicate a riguardo:  Samuel Arnas, a cui fu diagnosticata la spina bifida, una malformazione che non lascia speranza di sopravvivenza, a meno di ricorrere a un intervento intrauterino.La foto è di un bimbo di 21 settimane.
Il Dr. Bruner, dopo numerose ricerche effettuate nel Centro Medico Universitario di Vanderbilt, a Nashville, nel Tennessee, annuncia che potrebbe farlo, con il bimbo ancora nell'utero materno.
Durante l'intervento il chirurgo fece un normale taglio cesareo, una piccola incisione attraverso l'utero quale operare il piccolo Samuel.
Il Dr. Bruner stava completando l'intervento, che era andato bene, quando Samuel, attraverso il taglio praticato, sporse la sua piccolissima manina e ha attaccato il dito del medico stupefatto.
Il New York Times chiamato la "Mano di speranza" foto.Il prestigioso chirurgo disse di aver vissuto il momento più emozionante della sua vita, quando la manina di Samuel prese il suo dito quasi per ringraziarlo del dono della vita che gli aveva fatto.Quando Samuele nasce, 15 settimane dopo, la sua malformazione cerebrale è scomparsa così come l’idrocefalia.

Alex e Julie ammettono che quell’operazione e quella foto hanno avuto un impatto fondamentale sulla loro esistenza. “L’impossibilità di avere figli, la gravidanza, la spina bifida di Samuele, la chirurgia, la fotografia hanno cambiato tutta la nostra vita, hanno fatto maturare ciascuno di noi singolarmente e come coppia”, confida Alex.

“Abbiamo sperimentato la mano di Dio all’opera in due modi. In primo luogo, Samuel ha avuto un chiaro beneficio dall’intervento, e siamo molto contenti del suo miglioramento e dell’assenza di molti problemi che di solito accompagnano i bambini con spina bifida. In secondo luogo, siamo contenti dell’uso che Dio ha voluto che venisse fatto dell’immagine della manina di Samuel. L’articolo e la foto sono stati mostrati in tutto il mondo ed ampiamente utilizzati dalle organizzazioni pro-vita cristiana per illustrare la vita all’interno del grembo materno”. Ciò ha portato molti a dubitare della veridicità dell’immagine, a dire che sia stata una monetatura per fare uno scoop. Non importa, il suo messaggio è forte e dirompente. Scuote le coscienze… per questo, a molti fa paura. Perchè ci pone davanti alla realtà della vita, che tanti cercano di negare. Quindi, la storia di Samuel e dei suoi genitori è, ancora una volta, una sfida lanciata al mondo ed a ciascuno di noi perché apriamo gli occhi e ci lasciamo meravigliare dal miracolo, dal dono e dalla realtà della vita umana che nasce. È una testimonianza vibrante e sconvolgente della vita, della voglia di vivere anche di un feto e del terribile, disumano destino che gli viene inflitto con l’aborto.

È una prova delle meraviglie della vita all’interno del grembo materno e le straordinarie tecnologie scientifiche, ci danno modo di riconsiderare molte posizioni, spesso superficiali ed egoistiche, espresse nella scelta di abortire.

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Curiosita'
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg