Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

20 ottobre 2012 6 20 /10 /ottobre /2012 22:30

Le navi da guerra assumeranno ben presto un nuovo volto: il varo della USS Zumwalt, considerata la nave da guerra più sofisticata del mondo, avrà la sua gloria l' anno prossimo, nel 2013. Il vascello sarà operativo entro la fine del 2016, e rappresenterà una vera rivoluzione nel mondo dei cacciatorpedinieri.

il 60% delle forze navali degli Stati Uniti sarà di stanza nel Pacifico, un massimo storico che riflette la crescente importanza strategica dell'Asia negli Stati Uniti, come pure per quanto riguarda la Cina che flette il suo potere nella regione.

La presenza estesa degli Stati Uniti include la Marina di nuova generazione di navi da guerra, il cacciatorpediniere DDG-1000 classe Zumwalt, dal nome del ex capo delle operazioni navali ammiraglio Elmo Zumwalt Jr. La prima di queste 600 piedi, 15.000 tonnellate navi si sta costruendo da General Dynamics nel Maine a Iron Works vasca da bagno, che dovevano costruire 40 milioni di $ possibilità di ospitare il progetto.


Viene definita "cacciatorpediniere" qualunque nave da guerra veloce e maneggevole, utilizzata genericamente per la scorta di vascelli più imponenti e difficili da manovrare, o come gruppo di battaglia sul mare.
I cacciatorpedinieri di classe Arleigh Burke, ad esempio, sono lunghi 155 metri, possono superare agevolmente i 30 nodi (oltre 50 km/h), e hanno un'autonomia superiore alle 4.000 miglia nautiche a velocità di crociera.

Il cacciatorpediniere nuovo è stato progettato per operare sia in mare aperto e in acque basse e in mare aperto. E incorpora caratteristiche invisibili, tra cui: un'onda di perforazione dello scafo che non lascia quasi nessuna scia, un soppressore di scarico per ridurre la nave a raggi infrarossi (calore) la firma, e un esterno che si inclina verso l'interno con un angolo ripido, la creazione di una firma radar disse a essere non più grande di un di pesca dalla barca.


Ma la USS Zumwalt non è un cacciatorpediniere tradizionale, tanto da essersi meritata una categoria a parte (nuova classe "Zumwalt"): sarà più lunga di 30 metri rispetto ad ogni altra nave della stessa categoria, e avrà un profilo stealth, oltre ad una vasta gamma di gadgets tecnologici tali da garantire la supremazia militare in determinate scenari bellici.

La USS Zumwalt è stata concepita come una nave in grado di colpire bersagli terrestri senza essere avvistata, o rientrare nel raggio delle armi difensive del nemico. Può scatenare una devastante potenza di fuoco per centinaia di chilometri nell'entroterra, supportando la fanteria, lo sbarco di mezzi anfibi, o distruggendo le difese aeree nemiche.
I cacciatorpedinieri tradizionali creano un'ampia traccia radar per via del loro stesso profilo: la serie di torrette, di armi e di "alberi" creano un'eco perfettamente distinguibile da qualunque strumento passivo di difesa, situazione non ideale per un attacco a sorpresa.
La USS Zumwalt, sebbene sia più grande del 40% rispetto ai cacciatorpedinieri di classe Arleigh Burke, lascia una traccia radar 50 volte inferiore ad un normale cacciatorpediniere, l'equivalente dell'impronta che lascerebbe un piccolo peschereccio.
Il profilo della nave, inoltre, è affusolato, per diminuire le increspature nell'acqua causate dal movimento di un mezzo di queste dimensioni ed essere meno visibile dall'alto.
In aggiunta, i sistemi di riduzione del rumore rendono il suono prodotto dai motori del tutto simile a quello di un sottomarino americano di classe Los Angeles.
La USS Zumwalt può navigare in acque molto basse, fino a 10 metri di profondità, scandagliando il fondale a colpi di sonar alla ricerca di pericoli.
La nave è dotate di un sistema computerizzato in grado di controllare ogni aspetto della gestione delle armi a bordo. Le torrette da 155 millimetri spareranno proiettili dotati di GPS e capaci di aggiustare la loro traiettoria in volo; il sistema missilistico di difesa, invece, sarà composto da batterie di missili SM-2, Tomahawks e torpedo per sottomarini, ospitati in un apposito magazzino delle munizioni gestito interamente dal software di bordo.
I proiettili intelligenti della Zumwalt, definiti Long Range Land Attack Projectile, sono a tutti gli effetti dei razzi in miniatura: trasportano 11 kg di esplosivo, e hanno un margine di errore circolare di 50 metri ad una distanza di 154 km. La nave potrà trasportarne fino a 750 all'interno della stiva munizioni automatizzata.


La USS Zumwalt produrrà molta più energia di quanto effettivamente ne consumi: sarà alimentata da quattro turbine a gas in grado di produrre 78 megawatt di elettricità, circa 10 volte la quantità disponibile ad un cacciatorpediniere tradizionale. I motori spingeranno la Zumwalt ad oltre 30 nodi, ma a velocità di crociera il consumo di elettricità sarà ridotto a solo 1/4 del totale prodotto.
La nave ha un sistema robotico e computerizzato così sofisticato da poter essere manovrata da un equipaggio di sole 146 persone, circa la metà di un grosso cacciatorpediniere tradizionale di ultima generazione.
Ma la USS Zumwalt non sembra essere esente da problemi: il profilo dello scafo è adatto alla navigazione in acque vicine alla costa, e non in mare aperto. Potrebbe capovolgersi nel caso di grosse onde provenienti da poppa.
I costi, inoltre, sono velocemente aumentati per un cambio di strategia: attualmente, gli USA stanno convogliando parte della loro flotta nel bel mezzo del Pacifico, e la USS Zumwalt non ha le caratteristiche ideali per uno scontro in mare aperto. La Marina ha quindi deciso di acquistare solo 3 dei 32 vascelli inizialmente prenotati, con costi di produzione di 1 miliardo di dollari superiori rispetto al previsto (escludendo i quasi 10 miliardi di ricerca e sviluppo).
Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Il 2021 tra le incognite del Covid. Ecco cosa dicono le profezie del Ragno nero
    Profezia del Ragno Nero del 2021. Una profezia che ha già nel passato dimostrato di essere attendibile. Basti pensare che l’anno scorso la profezia parlava sia del Covid che del Recovery found. Quest’anno l’anno sarà caratterizzato dalla “Corona di San...
  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg