Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 febbraio 2013 4 28 /02 /febbraio /2013 22:36

Con il lascito assenso del papa che oramai divenuto inadatto a ricoprire il ruolo di massima autorità ecclesiastica, si apre nuovamente a distanza di pochi anni dalla sua nomina, un nuovo posto vacante per il ruolo di Papa: chi sarà scelto? Verrà lasciata da parte la profezia del papa nero o tale papa sarà ''nero'', per via dei grandi cambiamenti che porterà alla Chiesa e le regole fino ad ora lasciate invariate? L’inizio del conclave in Vaticano per la scelta del successore di Benedetto XVI ci dirà quali e quanto profonde sono le divisioni che il Papa dimissionario ha espressamente denunciato. Dopo l’addio al pontificato comincerà la conta delle fazioni tra i cardinali. Le votazioni che vedranno i porporati unirsi intorno a poche candidatura formalizzeranno diverse visioni sulla Chiesa che è e che verrà.

 

(Foto da: Lapresse)

VOGLIA DI ‘PONTEFICE BUONO’ – Insomma, che Papa sarà? E’ questo l’interrogativo più frequente del dibattito delle ultime settimane. Se la decisione spettasse ai fedeli la trovare risposta sarebbe impresa meno complicata. Tra i meno giovani ha lasciato un ricordo indelebile Giovanni XXIII, il Papa buono, dal carattere affabile, il pontefice del sorriso e del fuori programma, della rottura con l’immagine di austero e inflessibile uomo di curia. Linguaggi e modi riscoperti in Giovanni Paolo II, altro Papa estremamente apprezzato dai fedeli. In ogni caso i nomi che circolano ora con più insistenza per succedere a Ratzinger sono quelli del ghanese Peter Turkson, 65 anni, presidente del Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace, il 72enne arcivescovo di Milano Angelo Scola e il 78enne segretario di Stato vaticano Tarcisio Bertone. Il cardinale africano si è mostrato negli anni moto sensibile alle problematiche sociali del suo continente.

TURKSONTurkson lo abbiamo visto esporsi sui contraccettivi per l’Africa, i farmaci antiretrovirali per l’Hiv, sulla questione acqua e beni comuni, sul peso e il ruolo dell’economia. Il cardinale si impegnato a presentare in Vaticano un documento da titolo ‘Per una riforma del sistema finanziario internazionale nella prospettiva di un’ Autorità pubblica a competenza universale’ con il quale viene sottolineata la necessità di governare la globalizzazione ristabilendo il “primato della politica, responsabile del bene comune, su economia e finanza”, di regolare gli scambi monetari attraverso una specia di ‘Banca centrale mondiale’, pensare alla ‘tassazione delle rendite finanziarie’ e ‘forme di ricapitalizzazione delle banche anche con fondi pubblici’ per lo sviluppo dell’ economia reale. Turkson però finito nella bufera per una recente intervista rilasciata alla Cnn in cui ha assimilato i pedofili agli omosessuali. “Il sistema tradizionale africano – ha spiegato il cardinale – ha protetto e protegge la popolazione dalla tendenza della pedofilia, perché in molte comunità, in molte culture africane, l’omosessualità e qualsiasi relazione fra persone dello stesso sesso, non sono tollerate”. Non è la prima volta che accade. Turkson aveva già criticato in passato Ban Ki-moon e l’Onu per la loro lotta contro le discriminazioni subite dagli omosessuali in Africa.

SCOLAScola, il ‘conservatore aperto’ vicino a Comunione e Liberazione, molto apprezzato da Ratzinger, sarebbe il Papa che al rigore dottrinario e teologico affianca le aperture coraggiose al cosiddetto ‘meticciato’ di diversità, considerato un’ottima occasione di crescita comune. Dunque per l’arcivescovo di Milano – che come Turkson denuncia lo scollamento tra politica e – l’unica via occidentale per non entrare in conflitto con le visioni dell’Asia, dell’Africa e dell’America Latina è la costruzione di un terreno comune dove realizzare una pluriforme società civile.

BERTONE – Controversa la figura del canonista Bertone, incaricato di guidare la Chiesa nel tempo che separerà il pontificato di Benedetto XVI e la nomina del nuovo Papa, è finito nella bufera con l’accusa di rappresentare la corrente del conclave più bramosa di scalata alla gerarchia vaticana, di aver – ricorda oggi la stampa tedesca – “impedito il chiarimento dei casi degli abusi sessuali compiuti dai preti, tollerato gli scontri all’interno della Chiesa e cercato di ottenere troppo potere all’interno della Curia”. Joachim Meisner di Colonia, uno dei cardinali più vicini a Ratzinger, di recente al Papa ha addirittura chiesto di sbarazzrsi del segretario di Stato. Come Turkson anche Bertone in passato è stato oggetto di polemiche – tra l’altro – per aver aver parlato di studi scientifici (senza citare quali) che dimostrerebbero un legame tra pedofilia e omosessualità. Insomma alla vigilia del conclave è chiaro che il rischio che alla guida della Chiesa venga scelta una personalità che divide opinione pubblica e le stesse gerarchie vaticane è concreto. In questa chiave le dimissioni del cardinale cardinale scozzese Keith O’Brien, primate della Chiesa cattolica britannica, accusato di aver abusato di quattro preti, potrebbero non bastare per sanare un’immagine, quella dei porporati, tanto spesso bersagliata.

 

fonte

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in attualita'
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg