Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

30 settembre 2012 7 30 /09 /settembre /2012 21:21

Powermat, e la ricarica wireless è realtà!

Powermat è un dispositivo di ricarica wireless che si basa su due componenti: una base e dei ricevitori.

Il principio fisico su cui si fonda è l’induzione magnetica che, definisce

un fenomeno per cui un corpo, sottoposto all’azione di un campo magnetico, si magnetizza a sua volta.

Praticamente avendo una base magnetica collegata all’alimentazione normale e dotando cellulari, lettori mp3, etc. dell’apposito ricevitore, anche’esso magnetizzato, si crea questo fenomeno che permette al ricevitore, e quindi al nostro cellulare, di caricarsi. Allo stato attuale il Powermat è l’unico dispositivo in grado di caricare sia apprecchi a basso voltaggio che ad alto.

Vediamo ora da vicino in cosa consistono questi due oggetti. La base ha un design moderno, sottile e raffinato che, a mio avviso, aumenta ancora di più il desiderio di averla. Le dimensioni sono di 1,2 cm x 31 cm x 11,5 cm (AxLxP) e consente di caricare 3 dispositivi wireless contemporaneamente e un’ulteriore tramite la porta Usb. Questo è l’unico oggetto che ha l’”odiato” cavo da collegare alla presa elettrica. Il controllo dello stato della ricarica è possibile grazie a 3 led posti sotto la basetta e ai suoni acustici, belli anche loro secondo me, che indicano l’avvio e il termine della ricarica.

Passiamo ora a vedere questi fantomatici ricevitori. Faccio una premessa, nella foto di questo articolo come anche in tutti i video che (spero) andrete a vedere in seguito, si vedono test sempre con dispositivi Apple, BlackBerry o Nintendo DS. Tengo a precisare che il Powermat è compatibile con la stragrande maggioranza dei dispositivi in circolazione ma, solo per queste marche per ora, ha sviluppato appositi gusci ricevitori che “calzano” perfettamente con i loro prodotti. Come avrete capito i gusci sono magnetizzati e quindi, se poggiati sulla base acquisicono energia ricaricando l’apparecchio.Ma ai nostri apparecchi farà bene questo metodo di ricarica? Tutti assicurano che il principio su cui è basato rende le performance della ricarica pari o superiori al normale alimentatore. Anche dal punto di vista energetico non hanno dimenticato nulla ed infatti la base consente di valutare l’esatto fabbisogno di energia evitando la dispersione che avviene, invece, con i normali caricabatterie. Quindi oltre alla comodità abbiamo anche il risparmio!E’ dotata inoltre di un sistema che fa interrompere la ricarica quando il cellulare è al 100%.

Alcuni istituti di ricerca stanno lavorando su un modo per utilizzare luci LED blu come infrastruttura per l’accesso ad internet.

Acesso ad internet attraverso i LED

Acesso ad internet attraverso i LED

 

Il sistema funziona con segnali modulati ad alta velocità: attraverso spegnimenti e accensioni che avvengono da 200 Hz a diversi MHz è possibile inviare informazioni (un po’ come nel linguaggio Morse), senza che l’occhio umano avverta alcunchè.

E’ così facile realizzare reti senza fili, oltretutto senza utilizzare ulteriori campi elettromagnetici come quelli Wi-Fi che potrebbero essere dannosi per il corpo umano.

L’istituto per gli studi dei semicondutori dell’Accademia delle scienze cinese, diretto da Duan Jingyuan, ha realizzato un esperimento ottenendo velocità di 2 Mbps: su un laptop posizionato sotto alcune lampade LED è stato possibile vedere uno streaming online fluido.

Jelena Vučić del Fraunhofer Institute per le Telecomunicazioni, Heinrich-Hertz-Institute in Germania si è spinta oltre: con il sistema nel suo laboratorio la sua squadra ha scaricato dati alla velocità di 100 Mbps. Ora il sistema è stato migliorato arrivando a 230 Mbps, ma il team pensa di poter raddoppiare ancora la velocità utilizzando una modalità di modulazione del segnale più sofisticata.

I vantaggi di questo sistema sono molteplici: la connessione via LED è gratuita e può servire allo stesso tempo come fonte d’illuminazione. L’infrastruttura è già presente, inoltre i dispositivi equipaggiati con questo sistema non dovranno essere spenti sugli aereoplani. Speriamo che questo nuovo modo di accedere ad internet arrivi presto sul mercato.

 

Sembra che il futuro della tecnologia sarà tutto su come si interagisce con gli umani che serve. Auto che si possono guidare dove volete, andare senza toccare il volante, computer che cercano per voi sul web senza muovere un dito, e la musica e l'illuminazione che sa quando si accende quando si entra in una stanza. Anche l' opera d'arte è sfruttare queste tecnologie in espansione, che forniscono esperienze interattive per gli osservatori che vanno oltre la tradizione. 

Cristallo mostra un video che è un esempio: una serie di centinaia di rocce a LED senza fili che interagiscono con la gente. Una galassia di piccole luci che funziona come un "fuoco da campo digitale", quella in cui le persone possono condividere storie di luce e di crearne di nuove.

 

Ognuna delle piccole unità contiene i LED di cui sono caricate tramite la modalità wireless Powermat. I visitatori sono invitati ad aggiungere, spostare o condividere cristalli, cambiando la posizione, che si esegue automaticamente. I Cristalli anche reagire alla luce e suono, e quindi le persone che li circondano o camminare su di essi.

Creato da artista olandese Daan Roosegaarde, il progetto è stato lanciato al PICNIC innovazione festival nel EYE Film Institute di Amsterdam. L'opera d'arte definitiva conteneva 700 dei Cristalli LED. Prima della manifestazione, i visitatori hanno ricevuto un cristallo personale per portare alla prima dopo il tramonto. Per maggiori informazioni, vedere studioroosegaarde.net .

Powermat Powerpack

Powermat ha migliorato il sistema di ricarica wireless con l’introduzione del ricevitore Powermat Powerpack, che permette la completa integrazione di praticamente tutti i telefoni. Più di dieci nuovi modelli – tra cui HTC, Blackberry, Nokia, LG, Samsung a Sony Ericsson – hanno debuttato al CES, ma la tecnologia potrà essere applicata a qualsiasi cellulare, garantendo a tutti di poter fruire della libertà e della convenienza della ricarica wireless offerta da Powermat. Il Powerpack abilita i telefoni alla ricarica wireless senza alterarne forma ed ergonomia, permettendo di usufruire in modo semplice della ricarica senza fili, con un ulteriore passo in avanti, secondo la promessa dell’azienda, “appoggia e ricarica”.

  • Sostituisce la batteria o il copri batteria del telefono, con una soluzione semplice ed elegante, che mantiene il design originale del dispositivo.
  • Disponibile per oltre 12 brand tra i più popolari, come HTC, Blackberry, LG, Samsung, Nokia, Motorola e Sony Ericsson.
Condividi post
Repost0

commenti

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg