Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 gennaio 2013 5 25 /01 /gennaio /2013 22:38

La macchina del tempo da decenni, viene costantemente ricercata da qualunque scienziato, bramoso della conquista di qualcosa che sarebbe in grado di cambiare gli eventi della storia per come attualmente la conosciamo: un altro personaggio che insegue questa fissazione é Robert Mallett. All'età di 10 anni, ha perso il padre morì per un infarto a soli 33 anni. Inspirato dal fumetto di Herbert George Wells, La macchina del tempo, Mallett decise di trovare il modo di viaggiare indietro nel tempo per salvare il padre, questa idea è diventata un'ossessione per tutta la vita.Il funzionamento della sua macchina si basa in gran parte sul lavoro di Einstein e sui campi gravitazionali. Oggi sappiamo che in teoria, lo spazio-tempo non è una linea retta ma curva. Gli oggetti massicci come i pianeti influenzano la curva. È su questa teoria che alcuni scienziati si basano per spiegare le rivoluzioni stellari nello spazio (ad esempio, la Terra intorno al Sole).
In poche parole, quando un oggetto massiccio scompare (una stella), si piega su se stesso all'infinito, e questo crea un collasso gravitazionale. E 'un po' il principio del sifone, la stella si contrae al suo centro e attira tutto ciò che si trova nel suo raggio di azione, anche la luce: è un buco nero. Questi buchi neri sono come delle scorciatoie verso i punti molto distanti dell'Universo, poiché la loro massa negativa uguale o superiore alla massa della stella, curva anche lo spazio-tempo.

Ronald Mallett vuole ricreare l'effetto del buco nero e tenta, grazie a dei laser, di curvare lo spazio-tempo per formare un anello che permetterebbe di creare un accesso verso il futuro o il passato.
Il lavoro del Dr. Mallett è molto avanzato e continua a progredire. Come ogni teorico, subisce ovviamente molte critiche da parte della comunità scientifica, ma solo due ricercatori finora hanno espresso riserve sui suoi risultati.
Rimane un limite alla macchina di Mallett: non può tornare indietro nel tempo oltre il momento nel quale la macchina è stata progettata.

La grande disperazione che seguirono la morte di qualcuno che amava si rivela essere il terreno per fare di Mallet uno dei più stimati fisici del nostro tempo, per il suo lavoro sulla teoria della relatività e nella fisica quantistica.
La sua unica ambizione era fare un viaggio nel passato per incontrare di nuovo suo padre e convincerlo a smettere di fumare due pacchetti di sigarette al giorno. Questo avrebbe ovviamente ridotto il rischio di un attacco di cuore.
Il progetto lo porta fuori dalla sua depressione e anche se era uno studente che non è mai piaciuta la matematica, ottiene un dottorato in fisica teorica nel 1973.
Nel 1975, è stato nominato Assistente Professore presso l'Università del Connecticut. I suoi interessi di ricerca riguardano la relatività generale, la gravità quantistica, e i viaggi nel tempo.
Nel 1980 è stato promosso a Professore Associato e nel 1987 è diventato un professore ordinario. Ha ricevuto due borse di studio e varie altre distinzioni.
Nel 2007, nell'episodio 324 di This American Life, si è parlato dello scopo della sua vita, spesa a creare la macchina del tempo.
Attualmente è membro sia della American Physical Society, sia della National Society of Black Physicists.
Per circa mezzo secolo alla stregua di molti altri scienziati ha condotto le sue ricerche in segreto, dopo la sua scoperta avvenuta agli inizi del XX secolo decise di rivelare i suoi studi e i suoi progressi, se la sua teoria è esatta il XXI secolo vedrà il sogno di viaggiare nel tempo.
Si è ispirato dalle ricerche di colleghi sui buchi neri, cunicoli spazio tempo e sulle corde cosmiche, queste teorie giungono alla conclusione che è possibile viaggiare nel passato. Da questo la sua concentrazione sulla realizzazione di un dispositivo, il filo conduttore sulle precedenti teorie è la gravità. Mallet cerca nuovi modi di sfruttare la gravità per viaggiare nel tempo, la sua convinzione è che la gravità pur non avendo massa ha energia. Le sue ricerche sono basate sul fatto che, se si è in grado di piegare lo spazio-tempo con la luce (un laser), per portarlo sotto forma di un anello, con questa tecnica, non ci sarà alcuna difficoltà a viaggiare attraverso il tempo (nel futuro o nel passato).
Ronald Mallet ha pubblicato anche un libro, The Time Traveller: missione personale di uno scienziato per fare il viaggio nel tempo una realtà.

 

 

 

 

 

 

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in fantasia o pazzia
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg