Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
6 maggio 2014 2 06 /05 /maggio /2014 21:59

Qualcuno di voi penserà che l'aura non esiste, altri pensano che per vederla occorra una spirito particolarmente evoluto.
Ai primi rispondo che non è detto che ciò che non vedi non esiste..sarebbe un affermazione molto egoistica,ai secondi direi invece che per vedere l'aura non serve alcuna dote in particolare,semmai solo un poco di umiltà e di attenzione,e che i talenti di uno spirito evoluto vanno ben oltre la capacità di vedere l'aura.Una parte di voi non vorrà provare a vederla pensando che la miopia o qualsiasi altro problema della vista glielo impedisca.Non è cosi,ho provato personalmente a vederla attraverso un obiettivo fotografico sfuocato al massimo,ed ha funzionato lo stesso.
Prendete uno specchio abbastanza grande,per potervi vedere almeno 30 cm sopra la testa.Mettetevi su sfondo bianco a distanza di almeno un metro e mezzo dallo specchio(più lontano è,meglio è) e puntate gli occhi al centro della vostra fronte,cercando però di osservare ai lati e sopra la vostra testa,con la visione periferica.E ' un procedimento molto simile a quello che fate mentre cercate di vedere un corpo celeste non troppo luminoso nel cielo notturno..per inquadrarlo meglio e vederne meglio la luce,dovete spostare gli occhi e vederlo in visione periferica.
Sono quasi certa che dopo qualche minuto (ricordate di non distogliere lo sguardo) sarete in grado di vedere una sottile striscia bianca sopra la vostra testa.Non è un effetto ottico, state iniziando a vedere la vostra aura. I più fotosensibili riusciranno a distinguere immediatamente i colori,qualche altro dirà che vede soltanto una striscia grigia,questo dipende solo dai vostri occhi.
Si tratta del primo strato aurico o corpo eterico, e la materia di cui è costituito viene comunenemente chiamata energia sottile. Se siete impazienti di vedere anche gli strati successivi,sappiate che è molto più difficile, l'energia è più rarefatta e ancora meno densa(diventa sempre più densa in prossimità del corpo fisico),ma qualcuno può effettivamente riuscire ad andare oltre: li si nasconde la vera natura della persona che si sta guardando infatti.Il primo strato aurico è quello che definisco il più democratico:è quasi uguale per tutti. Dal secondo in poi invece,ci sono notevoli differenze fra le varie persone che ho potuto analizzare.Tuttavia la tecnica per vederlo è la medesima,richiede però una maggiore sensibilità.
Perchè farlo? si chiederà qualcuno..che vantaggi mi comporta?Innumerevoli,ma quello a mio parere più significativo,è che si diventa capaci di osservare una parte della realtà che ci è stata volutamente celata ,qualcosa che è sempre esistito ma che raramente abbiamo visto. Si diventa capaci di oscillare tra due dimensioni di esistenza diverse. Possiamo osservare qualcosa di essenziale per la vita come lo è l'acqua e l'aria che respiriamo.Qualcosa che possiamo manipolare e osservare per capire meglio problemi psichici e fisici.
Credo sia l'ora che le persone riscoprano le loro capacità naturali.Al contrario di quanto si trova scritto navigando nel web e in alcuni testi specifici, l'aura non è propriamente una emanazione composta da strati sovrapposti uno all'altro, caratteristica che la renderebbe simile ad un arcobaleno.

Posso affermare,in base a quello che vedo,che gli strati successivi al primo che è denso e segue la linea del corpo fisico, sono non omogenei e composti solitamente da due colori che variano a seconda della persona, in seguito agli stati d'animo del soggetto può capitare che si abbia più concentrazione di un colore o dell'altro, ma sostanzialmente rimangono sempre gli stessi due colori dominanti.
Gli strati successivi non seguono la linea del corpo fisico, essi si dispongono come una sorta di "nubi ragnatelose" composte da fili luminosi. Talvolta sono anche visibili raggi dritti intorno all'aura. Mentre il primo strato varia a seconda della luce con cui si osserva, e sotto luce artificiale appare giallo mentre con luce naturale è più azzurro/verde, gli strati successivi non subiscono sostanziali variazioni,c'è una caratteristica che può però fuorviare nell'osservazione. I colori che di solito vengono visti all'interno dell'aura, sono il risultato di una sorta di meccanismo di accensione dell'energia e si dispongono, come ho detto, in filamenti o globi non omogenei, tuttavia può capitare di osservare intorno a noi stessi o la persona che stiamo vedendo, un bozzolo luminoso che si presenta sempre con sfumature del giallo, molto grande e non compatto.Potrei affermare che questo rappresenta il contenitore base dentro al quale l'energia viene metabolizzata e accesa in vari colori,distinguibili dalla base perchè molto brillanti.
La cosa che trovo più difficile da stabilire è l'ampiezza dell'aura.
Ho visto che in una stanza di circa 3 metri è veramente molto difficile stabilire la "fine"dell'aura, le propaggini si diffondono molto lontano dal corpo fisico e credo, anche se di questo non sono completamente certa non avendo visto con precisione, che la nube possa assumere proporzioni notevoli.
Sarebbe necessario esaminare una persona all'aperto con il giusto sfondo in modo da non essere fuorviati dai colori sottostanti (un cielo grigio, una grande parete rocciosa dal colore uniforme ecc), purtroppo non ne ho avuto ancora occasione.
Ho già detto che l'energia orgonica vitale ,il chi, è bianca e che l'aura è una sorta di involucro che la contiene, per cui mi viene in mente l 'esperimento del prisma dentro al quale viene fatta passare la luce bianca (che contiene in sè tutti i colori) che viene poi riemessa e scissa nei colori in essa contenuti.
Allo stesso modo l'energia orgonica,bianca e neutra, entra nell'organismo umano ,e viene riemessa attraverso l'aura. In poche parole l'aura potrebbe essere il risultato di come ciascuno di noi metabolizza l'orgone, e quindi differente per ampiezza e colore a seconda del soggetto ,ma anche del momento. La malattia infatti, che molti studiosi dell'argomento fanno coincidere con un malassorbimento di orgone ,provocherebbe danni aurici e di conseguenza, danni cellulari e cadute del sistema immunitario.

Condividi post

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Esopsicologia
scrivi un commento

commenti

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg