Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
27 giugno 2014 5 27 /06 /giugno /2014 21:43

Ingegneri dell’Organizzazione di Ricerca e Sviluppo della Difesa Indiana stanno studiando il flusso elettromagnetico e hanno verificato come esso sia in grado di rendere invisibili all’ occhio umano degli oggetti quando ne sono circondati. Progettando particolari apparecchiature che riescono a vedere oltre al campo magnetico, sarebbe possibile scovare gli alieni che sono tra noi.

La prossima frontiera della scienza riuscirà a dare la caccia all’ UFO elettromagnetico? Secondo questo team di ricerca, alcuni animali come cani e gatti sarebbero in grado di vedere oltre in maniera innata, ma spiegano che anche l’ uomo, attraverso la meditazione può attivare un flusso che da origine a quelli che noi chiamiamo eventi miracolosi. Sia la ricerca russa che americana, hanno fatto esperimenti di occultamento, si pensi al presunto esperimento di Philadelfia nel 1943, in cui per qualche minuto una nave e i membri dell’ equipaggio a bordo, scomparve e riapparve in Virginia, per poi ritornare a Philadelphia. Già allora si facevano esperimenti sfruttando le teorie di Einstein? L’ invisibilità sarebbe dovuta al campo magnetico, che curvando la luce riflessa da un oggetto, la fa passare oltre lo stesso. Se questo esperimento fosse vero, si sarebbe verificato un caso di teletrasporto. La sorte dei poveri membri dell’ equipaggio, da cosa raccontano le cronache possibiliste, non fu delle migliori: alcuni scomparvero nel nulla, altri vennero ritrovati fusi al metallo della nave, segno di un grandissimo sprigionamento di energia e di calore.

Quando gli UFO appaiono per pochi secondi nei nostri cieli, secondo gli scienziati, stanno probabilmente cambiando la velocità ultrasonica per adeguarsi all’ elettromagnetismo e alla gravità terrestre. La visibilità è circoscritta al tempo della manovra, momento nel quale verrebbe disattivato il flusso elettromagnetico di cui è avvolto l’ oggetto volante.

figs4to4a Ufo non visibili perchè circondati da flusso elettromagnetico, secondo la teoria di scienziati indiani

Super conduttori potrebbero essere usati anche a scopo militare per nascondere gli aerei in guerra? Le teorie di Einstein, man mano che avanza la ricerca, diventano sempre più scientifiche e meno “fantascientifiche”: la non comprovata teoria del campo unificato di Einstein, presuppone una relazione reciproca tra le forze di radiazione elettromagnetica e quelle della gravità. Sfruttando per la generazione del campo magnetico, dei super conduttori sarà possibile creare il teletrasporto come, forse, fecero le bobine T di Tesla? Queste teorie potrebbero fornire  spiegazioni alle variazioni di campo elettromagnetico segnalate in vari fenomeni ritenuti fino ad ora inspiegabili, come alcuni casi che noi chiamiamo “fantasmi”?

MTfieldflaw Ufo non visibili perchè circondati da flusso elettromagnetico, secondo la teoria di scienziati indiani

 

http://www.befan.it/ufo-non-visibili-perche-circondati-da-flusso-elettromagnetico-secondo-la-teoria-di-scienziati-indiani/

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
26 giugno 2014 4 26 /06 /giugno /2014 22:07

Gli alieni già vivono in mezzo a noi”: dichiarazione shock dell’ex ministro degli esteri cinese. Alla scoperta dei cinesi e degli extraterrestri.
In questo periodo storico, la Cina sembra essere sulla cresta dell’onda per quanto riguarda la corsa allo spazio e la questione della vita extraterrestre. Nel 2013, seconda metà dell’anno, è prevista la missione che prevede l’installazione di un satellite orbitale attorno alla Luna, per studiarne in dettaglio la superficie, passaggio obbligato per costruire la mappa della regione in cui scenderà il primo astronauta cinese. [Un piccolo passo per un cinese, un grande balzo in avanti per tutta la Cina].
La Cina, che ha inviato il suo primo uomo nello spazio nel 2003 e compiuto la prima passeggiata spaziale nel 2008, vede il proprio programma spaziale come simbolo della sua crescente statura internazionale e una vera e propria affermazione del Partito che guida il Paese e che lo spinge con forza ad andare oltre. Anche i cinesi, infatti, vogliono andare su Marte per il 2030.
A tutto questo, bisogna aggiungere che la ricerca di vita extraterrestre e lo studio del fenomeno UFO sono materie molto apprezzate dalla comunità scientifica cinese, e debitamente riconosciute, tanto da essere oggetto sereno di dibattito pubblico e di nessun giudizio a priori. Secondo quanto riportato da un articolo pubblicato su Izvestia, la Cina, negli ultimi anni, ha registrato un altissimo numero di casi UFO, oggetto di studio da parte dei ricercatori.
 


 
 sun-shili.jpg
Tra loro, c’è chi tenta di stabilire una sorta di contatto con gli extraterrestri. Le attività di queste organizzazioni sono protette e patrocinate dalla Società Nazionale degli Studi Extraterrestri, fondata 25 anni fa e finanziata dal governo. Nella società sono ammessi solo scienziati e ingegneri. Inoltre, un requisito importante per farne parte è l’aver pubblicato, durante il dottorato di ricerca, almeno un articolo sul fenomeno UFO o la vita extraterrestre.
Secondo le informazioni riportate dal Canadian Nationale Newspaper, circa un terzo di tutti i membri della società sono anche membri del governo cinese. A differenza di quanto sembra avvenire in occidente, lo studio degli extraterrestri non è sistematicamente emarginato, troppo spesso vittima dei dogmi che la comunità scientifica impone a se stessa e alla ricerca in generale, anzi, sembra incoraggiata anche attraverso il lavoro di numerosi gruppi di “esopolitica” che si interessato dell’argomento.
Gli extraterrestri vivono tra gli umani?
 Per quanto possa sembrare bizzarra e strana questa affermazioni alle nostre orecchie occidentali, in Cina, da diversi anni, gli scienziati affermano che gli alieni vivono tra gli umani. Uno di questi, Sun Shili, un funzionario in pensione del Ministero degli Esteri e ora presidente della Beijing UFO Research Society, ha dichiarato candidamente che gli “waixingren” (“extraterrestri” in lingua cinese) vivono in mezzo a noi. [Dichiarazione shock di Medvedev: gli alieni sono in mezzo a noi].
Nell’intervista rilasciata al notiziario russo, Sun racconta del suo primo incontro ravvicinato avventuo nel 1971, quando, durante la “rivoluzione culturale” (1966-76) fu mandato in una remota campagna per eseguire il duro lavoro della semina del riso. Un giorno, mentre lavorava nel campo, la sua attenzione fu catturata da un oggetto luminoso nel cielo che saliva e scendeva ripetutamente.
In un primo momento, Sun penso che il fenomeno fosse una sorta di dispositivo di monitoraggio concepito dai militari durante la Guerra Fredda – una deduzione ragionevole visto considerando il periodo in cui è avvenuto il fatto -. Solo molti anni più tardi, dopo aver letto tutto il materiale sugli avvistamenti UFO, capì di aver avuto un incontro ravvicinato.
Ma Sun non è l’unico nel paese a prendere gli avvistamenti sul serio. Secondo Shen Shituan, uno scienziato molto stimato, presidente della Beijing Aerospace University e presidente onorario della UFO Research Association, un’altra associazione sostenuta dal governo, vale la pena indagare su ogni caso di incontro ravvicinato.
 
“Alcuni di questi avvistamenti sono reali, altri sono falsi, altri ancora non sono molto chiari”, spiega Shituan. “In ogni caso, tutti questi casi vanno sempre studiati”. I cinesi sperano che la ricerca sulla vita aliena possa fornire nuove risorse tecnologiche per lo sviluppo di velivoli ad alta velocità, fonti energetiche illimitate non inquinanti e modi per accelerare la crescita dei prodotti agricoli (tutte tecnologie che risolverebbero il grave sovrappopolamento della Cina). [Ma la NASA collabora con aziende in possesso di tecnologia aliena?].
Rapimenti alieni cinesi
 Anche la Cina, tra i suoi files UFO, conta alcuni casi di rapimento alieno. La storia più famosa è quella di Zhao Meng Guo, un giovane agricoltore di Wuchang, una cittadina nella provincia di Heilongjiang. Nel giugno del 1994, Zhao Guo, e altri lavoratori agricoli, mentre era impegnato con il suo lavoro, vide qualcosa di insolito nei pressi del vicino Monte Phoenix.
 
Meng Zhao Guo, il contadino testimone di un Incontro ravvicinato
Avvicinatosi per vedere meglio il fenomeno, il giovane agricoltore fu avvolto da un fascio di luce che lo trasportò all’interno di quello che sembrava essere un velivolo alieno. Come egli stesso racconta, fu costretto ad accoppiarsi con un essere femminile di corporatura molto robusta. “Era alta più di tre metri e aveva sei dita, ma per il resto sembrava del tutto simile ad un essere umano”, racconta Zhao Guo”. “Ho raccontato tutto a mia moglie su questa faccenda. Non si è arrabbiata molto!”.
 Qualche anno dopo, nel 2003, Zhao Guo fu trasportato a Pechino per essere sottoposto ad una serie di esami psicologici e per essere sottoposto alla macchina della verità. A quanto pare, il racconto di Zhao Guo corrisponderebbe a verità. Inoltre, secondo le analisi dei medici, il giovane presentava alcune cicatrici che non potevano essere state causate da lesioni comuni i da interventi chirugici. Il povero Meng Zhao Guo, essendo un umile contadino con un grado di scolarizzazione fermo alla 5° elementare, confessò anche di non aver mai sentito parlare di UFO, nè di ufologi, prima della sua “strana” esperienza.
Il Caso di Cao Gong
china-ufo-ragazza.jpg
Nel dicembre del 1999, Cao Gong, un uomo di mezza età residente a Pechino, dichiarò di essere stato rapito dagli alieni e di essere stato condotto fino a Qinhuangdao a bordo di un disco volante. “Sembravano esseri umani, ma avevano mani grandi e un viso molto pallido”, raccontò lo stesso Cao. “A bordo dell’astronave c’era anche una ragazza cinese che sembrava avere circa 13 anni”.
 Le autorità cinesi cominciarono l’indagine sui racconti di Cao nell’aprile del 2000. Come prima cosa, Cao fu sottoposto ad una seduta di ipnosi regressiva, per aiutarlo a ricordare l’accaduto nei particolari. Poi fu portato nell’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Pechino e fu sottoposto alla macchina della verità. “In entrambi i casi, Falun Cao non ha mentito”, dichiarò Zhang Jingping, lo psicologo incaricato di condurre la ricerca sul caso.   In ultimo, nel luglio del 2000, Cao fu portato nell’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Tangshan dove, con l’aiuto di poliziotti esperti in identikit, fu realizzata un’immagine digitale del viso della ragazza, sulla base della descrizione di Cao. Nel novembre del 2002, il dott. Zhang, con un gruppo di studenti dell’Università di Pechino, intraprese un viaggio a Qinhuangdao, alla ricerca della misteriosa ragazza.
 “Le speranza di trovare la ragazza solo con un’immagine digitale erano veramente minime”, ricorda Zhang. Una volta arrivati nella cittadina, il gruppo cominciò la sua ricerca alla cieca tra i 400 mila abitanti di tutta la contea. “Sorprendetemene, il secondo giorno di ricerca trovammo un indizio utile. Un vecchio riconobbe l’immagine della ragazza”, continua Zhang.
 “Poco dopo trovammo la ragazza e la portammo a Pechino per farla incontrare con Gong Cao, il quale la riconobbe come la ragazza che aveva visto nell’UFO”. Zhang Jingping ha speso tre anni per indagare su questo caso, uno dei più affascinanti con cui ha avuto a che fare, come lo stesso psicologo ebbe a dire.
 Le associazioni ufologiche cinesi
 In Cina, gli aderenti alle associazioni ufologiche sono ufficialmente circa 50 mila persone, ma le stime sul numero effettivo di persone interessate al tema è probabilmente nell’ordine di decine di milioni di individui. La rivista bimestrale più famosa sugli UFO vanta 400 mila copie vendute e le segnalazioni UFO vengono normalmente trasmesse dai notiziari nazionali e regionali, a differenza di quanto avviene in occidente.
 Dalle nostre parti, i discorsi sugli UFO e la vita extraterrestre sono ancora argomenti tabù, da relegare nelle menti di chi vuole credere a tutto. La scienza dogmatica occidentale, che porta sul suo groppone secoli di razionalismo empirico che mal si adattano alla speculazione e alla novità, non riesce a collocare il fenomeno UFO, ormai acclarato e continuamente segnalato, nell’alveo delle discipline che meritano un’attenzione di tipo scientifico. Il paradigma cinese, invece, sembra di tutt’altro tono, forse anche per la relativa giovinezza culturale di tipo occidentale che il popolo cinese si trova a vivere in questo periodo storico.
“Al fine di comprendere i fenomeni UFO, abbiamo bisogno di avere una visione ampia di diverse discipline”, spiega Albert So, professore all’Università di Honk Kong, “come la matematica, la fisica, la storia, la filosofia e un’apertura mentale verso i fenomeno paranormali, cioè quei fenomeni che la scienza non è ancora in grado di spiegare”. In effetti, se i fenomeni inspiegabili non diventano oggetto di studio, come si può sperare di poterli mai comprendere?
A cura di Aldo Landolfi
Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
22 giugno 2014 7 22 /06 /giugno /2014 21:11

“Non tocca all’Ami indagare sui mondi paralleli”Questo post è una sorta di seguito di quello precedente, nel quale si è parlato del libro di Sinapi e Petrilli sugli avvistamenti censiti dall’Aeronautica Militare italiana. L’amico Enrico Rizzato, assiduo “frequentatore” del blog, si è preso la briga di contattare il colonnello Marco Picciau, ufficiale dell’Arma Blu, e l’ha intervistato. Di questa chiacchierata pubblico i passaggi salienti. Ma il testo originale, piuttosto lungo, è linkato alla fine come file pdf e può essere aperto con la solita procedura dei due clic (il primo rimanda a un’altra pagina, dove resta evidenziato il collegamento ipertestuale con lo stesso file). Potrete insomma valutare con maggiori particolari e con approfondimenti l’atteggiamento dei militari sul tema degli Ovni.

Colonnello Picciau, come viene trattata dall’Ami la materia degli avvistamenti?

La segnalazione di un avvistamento di un oggetto o una sorgente luminosa nel cielo da parte del cittadino viene accolta dalla locale stazione dei Carabinieri che, essendo sul territorio, può eventualmente corredare la relazione sull’avvistamento con informazioni utili. La stessa viene quindi inviata al Reparto Generale Sicurezza dello Stato Maggiore dell’Aeronautica, che ha il compito istituzionale di coordinare le valutazioni sul caso. L’obiettivo dell’indagine è quello di  verificare se qualche fenomeno abbia recato eventualmente danni alla sicurezza dello spazio aereo e che non si verifichino situazioni che pregiudichino, più in generale, la sicurezza nazionale. Vengono quindi interessati tutti gli enti tecnici del traffico aereo, della difesa aerea e della meteorologia che possano verificare possibili correlazioni con quanto dichiarato. Dove tutti gli elementi essenziali sono certi il fenomeno viene identificato e si va subito a verificare se c’è stato un danno; se invece gli elementi non trovano una rispondenza, il fenomeno non viene identificato. Riguardo quest’ultima fattispecie ritengo sia opportuno sottolineare che sarebbe una forzatura associare la mancata identificazione ai cosiddetti fenomeni extraterrestri.  E’ importante, invece, ricordare che lo scopo di questa attività è la sicurezza dei cieli ed è per questo che l’Aeronautica conserva le segnalazioni e le evidenze dell’analisi effettuata accessibile per studi ed approfondimenti”.

Presumendo che vengano svolte approfondite indagini per appurare la reale natura degli eventuali Ovni avvistati, in quale percentuale si riesce poi ad attribuire, successivamente a tali indagini, un’identificazione certa ai medesimi avvistamenti?  Quanto può influire  oggigiorno, sulla difficoltà oggettiva di identificare un mezzo volante, l’esistenza e la presenza sui nostri cieli di apparecchi automatizzati o a pilotaggio remoto per usi militari e/o civili (droni di varia foggia e natura)?

“Come detto in precedenza,  quando tutti gli elementi essenziali (altezza, forma dell’oggetto e così via) sono certi, il fenomeno viene identificato e si va subito a verificare se c’è stato un danno; se invece gli elementi non trovano una rispondenza a qualcosa di certo, il fenomeno non viene identificato.  Non è comunque corretto parlare in termini propriamente statistici: ogni caso conduce allo svolgimento di esami specifici in base alle caratteristiche descritte, verifiche che potrebbero portare al coinvolgimento anche di organizzazioni esterne alla Forza Armata. Però, ripeto, tutto ha un unico obiettivo: deve essere preservato lo spazio aereo da minacce e non ci debbono essere danni alla sicurezza nazionale. Ricordo un caso, negli anni ‘80 dove sacchi neri gonfiati giungevano a volare in alto, sino ad invadere le aerovie. Era questo un fenomeno che pregiudicava sicuramente la sicurezza del volo, su cui è stata posta un’attenzione specifica. Riguardo i Velivoli a Pilotaggio Remoto, APR, essi devono volare nel rispetto della normativa vigente, che tiene conto, a seconda della tipologia del velivolo, delle quote e degli spazi che possono interessare. Da tempo è in atto un sempre maggiore impiego “civile” dei velivoli a pilotaggio remoto per svolgere attività anche socialmente utili. Nel rispetto delle norme, sono i benvenuti”.

Una curiosità di tipo storico: chi ha redatto il modulo prestampato da compilare per segnalare un avvistamento di Ovni (che si può anche scaricare dal sito-web ufficiale dell’Aeronautica Militare, qui trovate il link)? E in base a quali parametri è stato redatto?

“Non tocca all’Ami indagare sui mondi paralleli”“Il documento venne strutturato quando l’Ami fu incaricata di raccogliere ed analizzare questi avvistamenti per garantire la sicurezza dei cieli. Pertanto essi dovevano contenere tutti quei campi che consentono di raccogliere quegli elementi per iniziare con dovizia qualsiasi attività di approfondimento tecnico sull’evento. In pratica, per quanto possibile, si cerca di fare un’istantanea sull’avvistamento, indicando le condizioni meteorologiche, la posizione relativa dell’osservatore rispetto al fenomeno, se possibile disegnando una mappa, la posizione dell’oggetto ed il suo eventuale spostamento, l’altezza, la luminosità, il colore la forma, i contorni. La relazione può essere corredata anche di materiale di ausilio alla comprensione del fenomeno, come filmati e fotografie”.

Per i casi di avvistamenti di Ovni non riconducibili, dopo approfondita indagine, ad oggetti volanti conosciuti/cause note, non è stata mai presa in considerazione l’ipotesi extraterrestre? Che livello di considerazione tale ipotesi riceve in ambito scientifico e tecnico in seno all’Ami? Qual è la posizione ufficiale dell’Ami su tale ipotesi? Vi è mai capitato di intervistare testimoni che abbiano dichiarato di aver visto/essere entrati in contatto con esseri extraterrestri in seguito ad un avvistamento di un Ovni? Come si può, in tal caso valutarne la credibilità?

“L’Aeronautica militare ha come missione difendere l’Italia, il suo territorio, la sua sovranità ed i suoi interessi vitali garantendo l’approntamento, l’efficacia operativa e l’impiego delle forze aeree nel quadro del sistema di sicurezza nazionale ed internazionale. E’ quindi un’istituzione inserita in un contesto complesso e sinergico, ove ogni componente ha dei compiti discendenti. Dare sicurezza al cittadino e salvaguardare l’integrità dello Stato è quindi il punto cardine. Per fare questo si cerca di non tralasciare nulla e di agire sempre con scrupolo e piena responsabilità. Così si opera anche nel campo degli Ovni, o Ufo che dir si voglia. Non compete all’Ami assumere una posizione sull’esistenza di un mondo parallelo”.

Quale è la sua opinione personale sugli Ovni?

“Non sono né un appassionato né uno scettico. Devo solo fare il mio lavoro, perciò il mio parere non ha senso. Il mio compito è quello di analizzare i fatti e arrivare a una conclusione”.

Enrico Rizzato

(Ringraziamo lo Stato Maggiore dell’Aeronautica e in particolare sottolineiamo la disponibilità del colonnello pilota Marco Picciau, del Reparto Generale Sicurezza. Una nota di gratitudine, inoltre, per l’Ufficio Pubblica Informazione per la preziosa collaborazione che ha offerto).

Nota - Chi fosse interessato al testo integrale dell’intervista, può cliccare su questo link:risposte ovni

I pianeti “ombra” sarebbero due - Cambiando argomento (ma non troppo), segnalo per concludere una novità sul fronte dell’astronomia e degli studi relativi al famoso Pianeta X teorizzato da Zecharia Sitchin, la cui esistenza è stata sempre contestata dalla comunità scientifica. Pare che invece che l’atteggiamento adesso sia leggermente diverso. Così, dopo la scoperta in marzo di un qualcosa che potrebbe preludere a qualcosa di simile al Pianeta X, ecco che due ricercatori universitari spagnoli, Carlos and Raul de la Fuente Marcos, sono arrivati a ipotizzare che i “giant ghost planets” in orbita oltre Plutone siano non uno ma addirittura due. Ecco il link dell’articolo.

 

 

Read more http://bit.ly/1jpZYsx

http://www.carbonio7.it/ufo/non-tocca-allami-indagare-sui-mondi-paralleli.html

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
18 giugno 2014 3 18 /06 /giugno /2014 21:42

Olivier de Rouvroy, 16 Ottobre 2012

grazie a Sebirblu

 

Negli anni '50, i Maestri spirituali Paul Twitchell e Rebazar Tarzs si recarono su Venere nel corso di un viaggio dell'Anima in proiezione di coscienza.

Là incontrarono una piccola bambina di sette anni alla quale predirono che presto avrebbe rivestito un corpo fisico (per densificazione del corpo astrale) alfine di integrarsi in piena coscienza sulla Terra.

Sarebbe stata chiamata a compiere una missione così importante a livello spirituale come quella di Nikola Tesla sul piano scientifico.

Bisogna sapere che Nikola Tesla non nacque nel 1856 in Croazia, come la storia riporta. Quando era ancora neonato, fu condotto da Venere fin sul nostro Pianeta dove fu accolto in una famiglia serba molto pia dal cognome Tesla.

Lo chiamarono quindi "Nikola" perché, secondo la tradizione religiosa ortodossa, San Nicola è colui che concede dei doni alle Anime meritevoli.

Questo nome fu ispirato ai suoi genitori adottivi da un Maestro Venusiano poiché egli sapeva che le parole hanno un potere magico e che le innumerevoli scoperte tecnologiche di Tesla sarebbero state, in seguito, altrettanti meravigliosi regali offerti alla nostra Umanità.

Quanto alla piccola Venusiana, ricevette dai due Maestri il nome di Omnec Onec che rappresenta "Lo Spirito dell'Uno e del Tutto. In sanscrito, "Eck" designa lo Spirito Divino, e in latino, "Unus" e "Omnis" corrispondono a "Uno" e "Tutto".

Le indicarono che il suo compito terrestre sarebbe stato di propagare l'Insegnamento Universale caduto nell'oblio sul nostro Pianeta.

La Scienza del Viaggio dell'Anima e la Storia Cosmica Originaria così come appare negli Annali Akashici di cui i Venusiani sono, da eoni, i custodi e i depositari in questa parte dell'Universo.

 

 

venusiani2

Omnec visse dapprima in Tibet, nel monastero del Katsupary, per dare il tempo al suo corpo fisico di acclimatarsi alle relative necessità. Nutrirsi di alimenti solidi e andare in sella, sono tra le altre cose delle attività banali sul piano fisico, ma totalmente sconosciute a livello astrale.

Questo isolato monastero tibetano era stato scelto, come destinazione, a motivo di due criteri: il primo, perché la sua altitudine elevata risultava favorevole ad un adattamento graduale riguardo al disagio atmosferico legato alla forza di gravità.

Il secondo, perché era propizia la sua lontananza dalla nostra civiltà materialista, adatta a mitigare il divario tra i valori spirituali della società venusiana e i nostri.

I corpi fisici dei Venusiani assomigliano a quelli di certi Esseri umani eccezionalmente attraenti, ma sono, innanzitutto, molto più luminosi.

La loro struttura molecolare vibra su una frequenza assai più rapida di quella terrestre, cosa che rende la nostra atmosfera pericolosa per essi, tanto quanto la loro sarebbe letale per i nostri organismi.

Sembra che il corpo di Omnec abbia dovuto subire una sorta di cambiamento sul piano della densità fisica grazie a certe tecnologie sconosciute alla nostra civiltà, al fine di poter sbarcare sul nostro Pianeta in tutta sicurezza.

In questo monastero tibetano, sotto l'égida di Yaubl Sacabi, Omnec approfondì lo studio sul nostro mondo e la sua civiltà per un intero anno prima di trovarsi di nuovo a bordo del vascello-navetta che l'aveva portata da Venere l'anno prima.

Fu allora trasportata nel bel mezzo del deserto del Nevada, ove il disco si posò in piena notte durante l'estate 1955.

In un paesaggio che gli ricordava i dintorni della città venusiana di Retz, ritrovò un Maestro di Venere, Gopal Das, che l'attendeva in una Cadillac in compagnia di un altro extraterrestre.

 

venusiani3

 

La condussero fino a Menphis, nel Tennessee, affinché si potesse gradatamente integrare alla nostra civiltà decadente.

Ella racconta che, abituata al silenzio dei veicoli venusiani ed al loro funzionamento ad energia libera, trovò il rumore della vettura e delle sue emanazioni di fumo talmente insopportabili che più volte nel corso del tragitto perse conoscenza!

In seguito gli Americani, e soprattutto la loro alimentazione, gli parvero estremamente grossolani. Ma era stato programmato che accettasse i costumi di questo popolo per meglio fondersi nell'anonimato della nostra società dei consumi.

Doveva, in effetti, imperativamente preservare e tacere le sue origini fino all'apertura ufficiale della sua missione terrestre.

Da allora, ella affermò che la nostra cultura è così primitiva e talmente violenta e la nostra atmosfera così pesante ed inquinata che risultava molto difficile per una Venusiana adattarvisi.

Utilizzò a più riprese la parola "ripugnante" per qualificare il cibo americano perché questa gente privilegia il consumo di "cadaveri animali".

Per integrarsi meglio alle basse vibrazioni terrestri scelse di prendere in prestito l'identità di una bambina, Sheila Gipson, che era stata vittima di un incidente di autobus nel recarsi da sua nonna e il cui corpo, interamente carbonizzato, non aveva potuto essere riconosciuto.

E fu così che Omnec divenne una giovane statunitense in apparenza assolutamente normale.

Diventata più tardi una giovane mamma, si recò, dietro l'insistenza di suo marito, ad un seminario del movimento Eckankar, di cui Paul Twitchell era stato il fondatore.

venusiani4

Quando si sedette in fondo alla sala, temendo che i pianti del suo bebè potessero disturbare gli astanti, quale non fu il suo stupore nel vedere Paul Twitchell avvicinarsi a lei e apostrofarla usando il suo nome iniziatico, visto che era ancora la sola a conoscerlo.

Dopo un breve scambio di parole con lui, le immagini del suo incontro astrale su Venere con questo piccolo uomo, dai penetranti occhi blu, le ritornarono alla memoria. Egli la invitò allora a raggiungerlo sul palco per farsi conoscere dai presenti.

L'insieme dell'uditorio fu impressionato dalla disinvoltura e dalla chiarezza del suo discorso. La sua età sembrava approssimativamente di 35 anni. Ella emanava dal suo grazioso viso una luce ed una gioia indicibili.

Raccontò che era nata su Venere e che era stata preparata ed educata, durante otto dei nostri anni, in funzione della sua futura missione sulla Terra; che era partita dalla città di Retz, capitale di Venere, a bordo di una nave spaziale a forma di disco volante.

Accennò che da allora aveva capito lo svolgimento del viaggio interplanetario tanto facilmente da risolvere l'obbiezione presentata dai nostri scienziati sulla incompatibilità della presenza dei Venusiani nell'ambito naturale (cosmico; ndt) in relazione alla sopravvivenza di esseri viventi.

Spiegò con grande eloquenza al pubblico sbalordito come "iper-saltava" da una dimensione ad un'altra. E... oh miracolo: tutti comprendevano!

Sembrava capace di discutere su qualsiasi argomento, compresi quelli riguardanti la relatività e la meccanica dei fluidi.

Ma aggiunse che la sua missione attuale concerneva principalmente lo sviluppo spirituale e l'Amore Universale sulla Terra.

Tutto l'uditorio fu soggiogato dal suo fascino e dalla sua spigliatezza, ed il suo intervento segnò l'apertura ufficiale della sua missione terrestre.

venusiani5

Fu in seguito a questo incontro con Paul Twitchell che scrisse il suo primo manoscritto: "From Venus I came" (Sono giunta da Venere).

Ma il libro fu èdito e pubblicato molto più tardi, perché gli umani degli anni '70 non erano ancora pronti ad accogliere il genere di rivelazioni che esso conteneva.

Ella racconta, tra l'altro, che fu il Maestro venusiano Orthon che consegnò nel 1953 una lettera di Odino, portavoce venusiano della Fraternità dei pianeti sulla nostra Terra, al celebre contattista George Adamski, che si rivelò essere uno degli zii di Omnec.

George Adamski d'altronde, nella sua prima giovinezza, era stato anch'esso condotto dai genitori presso un monastero in Tibet, dove soggiornò una decina d'anni per essere preparato alla sua futura missione.

Dopo il suo famoso incontro con Orthon e il suo volo a bordo di un tracciatore magnetico della flotta venusiana, egli divenne celebre scrivendo libri, tenendo conferenze e facendo visita nel mondo intero ad alte personalità.

Nel nòvero di queste, figura John F. Kennedy che era diventato suo amico prima di essere assassinato.

Ecco le straordinarie rivelazioni di Omnec Onec riguardanti la lenta trasformazione spirituale della Terra e dei suoi abitanti e le sue raccomandazioni alla nostra Umanità per attraversare nelle migliori condizioni possibili la Transizione attuale verso l'Era Nuova:

"Ho sentito parlare, per la prima volta, della storia del nostro sistema solare e della trasformazione spirituale della Terra, nel momento di un incontro sul piano astrale al quale fui invitata nel 1994 in seguito ad una lunga meditazione.

Migliaia di Esseri provenienti da molteplici galassie, umani e non, tutte Entità intelligenti e molto evolute, presero parte a questo incontro.

venusiani6

È stata una delle innumerevoli occasioni nel corso delle quali si riuniscono per coordinare i loro sforzi per il salvataggio del pianeta Terra.

Essi tentano, all'incirca dal 1930, di elevare passo dopo passo le nostre vibrazioni al fine di evitare una nuova distruzione del nostro mondo.

Ecco le informazioni che questi grandi e nobili Esseri decisero allora di trasmettermi:

"Sono circa 40 milioni di anni (mi è impossibile essere più precisa perché il tempo è un concetto umano, è senza importanza in altre dimensioni dove conta solo la piena coscienza dell'attimo presente) che 4 gruppi appartenenti a 4 razze umane diverse, provenienti da 4 distinte galassie, furono invitati dalla Gerarchia Spirituale (che è formata da Maestri Ascesi ed Entità di Luce) a viaggiare in questo sistema solare e a colonizzare 4 dei più antichi pianeti.

Gli Esseri che ne facevano parte erano straordinariamente evoluti: potevano raggiungere altre galassie ed altre dimensioni, tanto nel passato quanto nel futuro.

Erano in grado di comunicare telepaticamente non soltanto tra loro ma anche con tutte le altre creature, gli animali, le piante e i minerali così come con gli Angeli e i Maestri Ascesi. Utilizzavano il linguaggio parlato solo per trasmettere delle informazioni agli Esseri meno progrediti.

La tecnica di queste Individualità si espletava in perfetta armonia con le Leggi della natura. Esse avevano compreso il potere creatore del loro pensiero e lo utilizzavano con grande responsabilità impiegandolo in ogni circostanza per fini positivi e costruttivi.

venusiani7

A questo alto livello d'evoluzione umana, non esistono né crudeltà, né egoismo, né aspirazione al potere, né tanto meno alla ricchezza.

Essi conoscevano tutto sul Creatore e sulla Creazione, come sulla loro propria esistenza in quanto Anime immortali non limitate dal corpo fisico. La stessa nozione di morte non esisteva per loro, c'erano soltanto dei passaggi da una dimensione ad un'altra.

Scieglievano da sé stessi la durata della vita individuale, in ragione delle esperienze che desideravano fare o delle missioni che volevano compiere.

Come custodi galattici delle forme di vita, erano venuti in questo Sistema Solare per introdurvi la razza umana. Ci sono in tutto 12 pianeti nel Sistema, di cui solo 9 sono conosciuti fino ad ora.

La razza gialla aveva colonizzato il pianeta Marte, la razza rossa il pianeta Saturno, la razza nera Giove e la razza bianca Venere.

La Terra era ancora una cometa a quell'epoca. Fu solo più tardi che assunse la sua orbita intorno al Sole e divenne un bel Pianeta con molteplici oceani. Aveva due lune che gli assicuravano un clima equilibrato.

Ciascuna delle quattro razze iniziali vi apportò, dalla propria galassia d'origine, un gran numero di animali, di piante e di minerali e vi crearono un paradiso nell'àmbito del quale tutti gli Esseri vivevano in armonia tra loro.

Alcune galassie ospitavano delle specie meno evolute che possedevano anch'esse la padronanza dei viaggi spaziali ma si trovavano ancora ad un livello di aggressione e di conquista.

Quando questi individui appresero l'esistenza di questo nuovo e bel Pianeta decisero di recarvisi con lo scopo di sfruttarne le ricchezze.

venusiani8

Stavano eretti e camminavano come gli uomini, su due piedi, ma alcuni erano Dinoidi, altri Reptoidi ed entrambi violenti. Possedevano una certa forma di intelligenza calcolatrice molto sviluppata e si credevano, di fatto, superiori a tutte le altre etnìe.

All'inizio unirono i loro sforzi per appropriarsi dei minerali e delle pietre preziose, ma rapidamente si combatterono tra loro con armi laser e atomiche. Ricevettero rinforzi dai loro pianeti d'origine ed una base fu installata su una delle due lune terrestri.

Questa fu completamente distrutta nel corso dei combattimenti, come la superficie della Terra.

La maggior parte delle forme di vita vi erano già state annientate prima del cataclisma finale, vittime dell'avvelenamento radioattivo e della conseguente desertificazione che rese il Pianeta inabitabile per lungo tempo.

I Dinoidi e i Rettiliani lasciarono dunque la Terra che aveva perduto per essi ogni attrattiva, abbandonandovi i loro feriti.

Le quattro razze che vivevano sui propri rispettivi vecchi pianeti inviarono allora dei volontari sulla Terra per aiutare i feriti e valutare l'ampiezza dei danni.

Desideravano ripristinare la biodiversità terrestre il più velocemente possibile ma dovettero sventuratamente prendere atto  che  il loro progetto era irrealizzabile.

I volontari furono per di più costretti a restarvi,  dopo aver constatato che avrebbero rischiato di contaminare radioattivamente i loro pianeti d'origine, ritornandovi.

A motivo delle radiazioni, le specie Reptoidi e Dinoidi si trasformarono in dinosauri e rettili enormi il cui strano aspetto non vi è sconosciuto perché la Terra ne ha conservato le tracce.

Quanto agli uomini, condannati a rimanere in tale ambiente ostile, si mutarono in un genere che conoscete con il nome di Neanderthal.

venusiani9

La Terra restò deserta per secoli e la vegetazione poco abbondante bastava a malapena per nutrire questi sauri enormi.

Una grande cometa precipitò poi in uno degli oceani provocando una nube di polvere che si unificò con quella radioattiva che circondava il Pianeta avvolgendolo in un'oscurità completa.

I raggi del Sole non riuscirono più ad attraversare questa cappa e si produsse, di conseguenza, una glaciazione che mise definitivamente termine alle forme di vita ibride generate dalla mutazione genetica.

Le quattro razze ottennero in seguito la possibilità di prendersi cura del mondo terrestre con la loro tecnologia ed energia. Esse vi innestarono nuovamente ogni tipo di vita e crearono un ulteriore ecosistema.

Tuttavia, dalla distruzione della seconda luna, vi regnavano di fatto delle condizioni climatiche estreme con forti correnti marine e grandi estensioni di maree.

In quel tempo i quattro vecchi pianeti avevano raggiunto nel loro ciclo vitale una fase di transizione, nel corso della quale non avrebbero più potuto accogliere la vita fisica.

Le quattro razze decisero allora di insediarsi sulla Terra. Così nacquero le prime colonie che conoscete con i nomi di Lemuria ed Atlantide.

Preoccupate dal fatto che la Luna provocava ogni genere di problemi quali i tornado, le eruzioni vulcaniche e i maremoti, domandarono l'assistenza della Gerarchia Spirituale e furono portate a costruire intorno alla Terra due scudi di protezione formati da particelle di ghiaccio.

Queste edificazioni, chiamate "Firmamenti", furono ancorate con l'aiuto di speciali strutture cristalline che vennero installate lungo l'equatore.

venusiani10

Siccome la Terra era troppo piccola per ospitare la totalità degli umani che abitavano sui quattro pianeti, fu deciso di inserirvi soltanto la generazione giovane accompagnata da alcuni Insegnanti Spirituali e Maestri di Saggezza.

Le rimanenti popolazioni erano da allora condannate a morire e ad estinguersi di pari passo alle condizioni di vita fisica degli stessi mondi. Considerarono tuttavia il loro destino con una certa disinvoltura, perché non conoscevano il timore della morte.

La Gerarchia Spirituale decise allora che avrebbero potuto continuare la loro esistenza in una dimensione più elevata, conservando ogni loro cultura e diventando i protettori degli uomini della Terra.

Spronò le Individualità umane emigrate sul Pianeta a edificarvi dei "Templi" di un genere particolare, concepiti per essere utilizzati come Porte interdimensionali.

Esse ebbero quindi la possibilità di proseguire a visitare altre dimensioni e di raggiungere i Maestri Ascesi durante le proprie meditazioni.

Per la loro salvaguardia tuttavia, ed anche perché erano destinati a svolgere un ruolo importante nel futuro, questi vortici avrebbero dovuto essere ben nascosti.

Una razza altrettanto umana ma dotata di una struttura genetica diversa e asservita alle Forze universali dell'Ombra viveva a quell'epoca in un sistema solare in prossimità del nostro.

Si recò sulla Terra con la speranza di ottenere delle informazioni sulle tecnologie avanzate terrestri. Ma queste furono loro rifiutate.

Allora le Forze dell'Oscurità dichiararono guerra ai primi coloni del Pianeta. Questi ultimi decisero di non difendersi; si divisero però in gruppi e si nascosero in differenti luoghi della Terra, ma prima, distrussero le loro colonie affinché non cadessero tra le mani dei loro nemici.

Uno di questi agglomerati si ritirò all'interno stesso del globo dove abita ancora oggi.

venusiani11

Lemuria, Atlantide e le altre comunità furono così smantellate dagli stessi abitanti alfine di proteggere il loro sapere e la loro tecnologia da ogni velleità di appropriazione.

Le strutture cristalline, supporto dei "Firmamenti", furono anch'esse danneggiate. Di conseguenza, la Gerarchia Spirituale avvertì gli uomini che si erano nascosti in superficie dell'imminenza di un grande diluvio.

I "Firmamenti" si riversarono a precipizio sulla Terra, liberando attraverso lo scioglimento delle particelle di ghiaccio, immense quantità d'acqua.

Dalla stessa Gerarchia fu ingiunto loro di costruire grandi battelli e di salvare più specie viventi che potessero.

Essi fabbricarono quindi centinaia di arche e non una sola come menzionato nella Bibbia. Queste, erano dei vascelli spaziali e non dei semplici barconi in legno.

Le milizie dell'Ombra attesero, come i coloni umani, la fine del diluvio. Poi ritornarono sulla Terra, fecero tra essi numerosi prigionieri e li torturarono con lo scopo di ottenere informazioni sui portali nascosti e sulla tecnologia avanzata.

I miliziani sapevano che i coloni avrebbero potuto ricostruire la Terra con una nuova forma per un lungo tempo perché sarebbero rimasti in contatto con altre dimensioni.

È per questo che distrussero tutte le interconnessioni tra i due emisferi del cervello dei loro prigionieri. Gli umani persero allora le facoltà di comunicare con gli altri piani vibratori e di ricordarsi delle loro vite anteriori.

Dimenticarono le leggi spirituali e le loro capacità tecnologiche, persero le conoscenze sui Templi occultati e sui Maestri Ascesi.

venusiani12

Gli strateghi dell'Ombra li manipolarono a tal punto che essi non poterono più rammentarsi nemmeno del proprio passato più vicino.

Le comunità generate dalle quattro razze originarie cominciarono anche a combattersi tra loro e ad adorare delle creature dell'Oscurità in quanto dei.

Ed è così che delle nuove religioni furono create, al fine di permettere di esercitare il controllo e il potere. Ci furono innumerevoli guerre per il dominio, basate sul denaro e sulla tecnologia.

Questa sequela è proseguita fino ad oggi, ad un livello così sottile che gli Umani non se ne sono mai praticamente accorti.

Essi sentono tuttavia che la vita terrestre non corrisponde alle aspirazioni del loro Essere profondo e conservano una nostalgia confusa dell'originaria patria individuale, senza rendersi conto che è la loro Anima a spingerli al ricordo di questa derivazione celeste.

La Gerarchia Spirituale lavora da decenni insieme a tutti gli Esseri che parteciparono alla manipolazione degli antichi coloni e che vogliono ormai correggere gli errori del passato.

La grande Trasformazione che viviamo adesso è il risultato e la conclusione della loro Opera comune.

Il primo passo è consistito per essi nel guidare gli uomini a ritrovare la Conoscenza delle Leggi Spirituali che reggono il nostro Universo.

Diversi governi della Terra sono stati contattati ma si sono tutti rifiutati di collaborare, privilegiando il mantenimento del potere su ogni altra considerazione e continuando a lavorare in segreto sulle tecnologie connesse agli armamenti e alla manipolazione genetica.

Dalla riscoperta della bomba atomica, il pericolo di distruzione dell'intero mondo è di nuovo onnipresente.

venusiani13

Un tale disastro non avrebbe solo delle ripercussioni sul nostro sistema solare ma sulla totalità dell'Universo e potrebbe alterare profondamente la vita di innumerevoli creature.

La Fraternità Galattica (che raggruppa una moltitudine di Esseri molto evoluti di differenti dimensioni) ha dunque deciso di bloccare questo abuso.

Essa opera dagli anni '30 per elevare le vibrazioni del Pianeta, in maniera che un giorno le tecnologie conosciute oggi, non siano più in grado di funzionare.

L'elevazione delle vibrazioni avanza molto lentamente. È soltanto dopo il 1993 che i Templi segreti (i portali; ndt) sono stati riattivati e che l'energia positiva proveniente da altre regioni (del Cosmo; ndt) ha ricominciato a raggiungere la Terra ma il successo di questa impresa sembra ormai in dirittura d'arrivo.

Tutt'intorno al globo terrestre sono parcheggiate immense astronavi-madre che sono invisibili all'occhio umano e che non possono essere individuate da nessun radar.

Inviano continuamente la loro energia salvatrice verso il globo terrestre. Tutti gli animali che vivono su di esso sono stati avvertiti dalle loro Anime-gruppo (ogni Spirito o Deva che presiede a ciascuna specie; ndt) di elevare le loro vibrazioni.

Gli Esseri che riprendono coscienza della propria eredità cosmica e della loro vera origine concorrono in differenti modi all'elevazione della frequenza. Più Individualità vi partecipano e più rapidamente si compiranno i cambiamenti.

La Trasformazione è un processo molto lento che si svolge a piccole tappe affinché la struttura cellulare umana non sia danneggiata.

Un nuovo sistema di chakras è stato posizionato, grazie al quale i due emisferi cerebrali possono essere sincronizzati con l'obbiettivo di risvegliare le facoltà come la telepatia, l'intuizione, i ricordi delle vite passate e facilitare i contatti personali con i Maestri.

venusiani14

I chakras sono delle piccole porte interdimensionali per mezzo delle quali si può entrare in contatto con l'energia vibratoria corrispondente.

I bambini nati dopo il 1993 sono dotati di questo nuovo sistema di chakras (termine sanscrito che vuol dire ruote o vortici; ndt) e di una grande consapevolezza, anche se la maggior parte di essi continua ad ostentare esteriormente un'attitudine negativa di rigetto e di rivolta.

In questo tempo di Transizione possono apparire differenti sintomi fisici: brevi sensazioni di punture dolorose come se venisse conficcato un ago in quella parte del corpo, acufène e suoni acuti nelle orecchie, improvvisa apparizione di disturbi visivi che scompaiono nello stesso modo e alterazioni del ritmo cardiaco.

Talvolta potete sentirvi affaticati, benché abbiate dormito a sufficienza; altre volte, potete recuperare facilmente il dispendio dovuto a grandi sforzi con alcune ore di sonno, sentendovi pervasi di energia.

Oppure, in certi casi, il vostro appetito può vacillare e non riuscite ad inghiottire alcun alimento, e in tal altri, può capitare che non arriviate a saziarvi nonostante diversi pasti ravvicinati.

Comunque è importante bere molta acqua in questo periodo per sostenere il corpo durante il cambiamento ad eliminare le tossine.

È fondamentale inoltre trasmettere queste informazioni a tutti coloro che iniziano a svegliarsi, perché più persone ci sono a partecipare coscientemente e attivamente alla Trasformazione, più velocemente e meglio potrà realizzarsi.

Amual Abactu Baraka Bashad!" (Che l'Amore e le Benedizioni del Creatore siano su di voi!).

Omnec Onec

 

Presentazione e trascrizione: Olivier de Rouvroy

Traduzione: Sebirblu.blogspot.it

Fonte: erenouvelle.fr

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
17 giugno 2014 2 17 /06 /giugno /2014 22:29

Nella casistica ufologica si trovano numerosi avvistamenti accompagnati da anomalie elettromagnetiche, motori di auto che si spengono, disturbi radio, bussole che impazziscono, ed anche anomalie gravitazionali: i giroscopi impazziscono. In casi di atterraggio di UFO o volo molto radente al suolo si sono riscontrati fenomeni come la disidratazione di microorganismi e la presenza di composti che solo una forte esposizione a microonde può produrre. Gli UFO compiono manovre di volo complesse, arresti improvvisi, possono stazionare in un punto ruotando su se stessi, possono ripartire con accelerazioni impossibili agli aeromobili convenzionali, possono compiere svolte ad angolo retto, scomparire e riapparire in un altro punto, di notte presentano una forte luminosità il cui colore è variabile, di giorno la loro superficie presenta riflessi metallici. Ma si hanno segnalazioni di differenti aspetti: anche la forma è varia, non solo dischi, ma cilindri, triangoli, forme a delta, a “V, sfere di piccole dimensioni.

Questi fatti non sono spiegabili attenendosi alla scienza insegnata nelle università. La quasi totalità degli esponenti del mondo scientifico nega addirittura la realtà dei fatti. La motivazione è che, non essendo questi fatti studiati da esponenti del mondo scientifico, il materiale esistente non è da ritenersi scientifico. Invece esistono alcuni ricercatori universitari che applicano rigorosamente il metodo scientifico agli studi ufologici, ma si tratta di iniziative individuali, mentre è accettato solo ciò che ha l'approvazione istituzionale ed è pubblicato sulle più accreditate riviste scientifiche. Essendo le riviste ufologiche e i convegni considerati non scientifici dal mondo accademico, tutto ciò che è presentato non é considerato degno della minima attenzione ed è lasciato ai commenti scherzosi dei giornalisti, che trattano l'argomento come folklore. Tutte le documentazioni ufologiche presentate fino ad oggi non sono servite a modificare questa situazione. Alla ricerca di qualcosa che possa essere utile per le ricerche ufologiche ho scoperto che nella storia della scienza vi sono molti elementi trascurati. Da ormai svariati anni mi sono impegnato per presentare ai colleghi ufologi ed al pubblico interessato i risultati delle mie ricerche nei convegni organizzati dall'USAC.

In particolare vado illustrando l’opera di Nikola Tesla, perché fra le sue invenzioni ve ne sono molte che possono aprire nuove prospettive alla ricerca ufologica. Ancora troppo pochi ne conoscono l'importanza, è opportuno ricordare che è Tesla l’inventore della corrente alternata. Con la distribuzione a corrente continua di Edison non si sarebbe mai potuta realizzare una distribuzione come quella a corrente alternata. Ma l’autore dell'invenzione alla base dello sviluppo industriale, quale ringraziamento, è stato cancellato dalla storia. Il progetto della prima centrale idroelettrica sulle cascate del Niagara porta la firma di Tesla. Mentre i finanziatori della Westinghouse facevano i conti degli enormi profitti ricavabili dalla distribuzione elettrica mediante fili, Tesla commetteva lo sbaglio di far sapere che era possibile farlo anche senza fili. Presidente dell'associazione degli ingegneri, invitato a tenere conferenze nelle più importanti università, amico dei più eminenti scienziati, sicuramente il più noto ed il più pagato, improvvisamente, pur essendo ancor vivo, finì nel dimenticatoio. Pur ritrovandosi da solo e con mezzi finanziari molto limitati Tesla scoprì che l’energia poteva essere ricevuta non solo senza fili, ma anche senza produrla, perché c’è già.

All'inizio di questo secolo Tesla, in una conferenza universitaria, disse che un filo teso da terra fino alla ionosfera può captare energia. Ottanta anni dopo un italiano, il Prof. Colombo, propone alla NASA l’esperimento del Tethered satellite, un satellite collegato allo "shuttle" con un cavo d’acciaio, che può essere srotolato per una lunghezza di dieci chilometri. Al primo tentativo il cavo si ingarbuglia, ma già fa misurare una corrente superiore al previsto, poi al secondo tentativo il cavo raggiunge una maggiore lunghezza, confermando che l'energia è di più di quella prevista, anche se non è mai stata raggiunta tutta la lunghezza possibile. Poi avete voi più saputo qualcosa? Tesla è autore di tantissime altre invenzioni, ma dal punto di vista teorico non ha rivelato che una minima parte di ciò che aveva capito. Due anni fa ho invitato a questo convegno Claudio Bianchini, studente d'ingegneria della gestione a Reggio Emilia. Claudio s'interessa come me di Tesla ed era inevitabile che in una città piccola come Reggio ci incontrassimo.Nel convegno di due anni fa giungemmo alla conclusione che per capire Tesla si sarebbe dovuto ripercorrerne il percorso scientifico dai primi esperimenti, realizzando degli apparecchi.


Alle parole sono seguiti i fatti. Così ho invitato Claudio ed il suo collega di studi Marco Scolari esponendoli al convegno dell'USAC. Ho chiesto a Claudio quale fra gli esperimenti di Tesla ha attirato la sua attenzione. Claudio ha spiegato che in un libro su Tesla era riportato che Faraday fece due esperimenti con quello che è divenuto noto come il disco di Faraday. Nel primo ben noto esperimento un disco di rame ruota rispetto ad un magnete fisso; fra il centro del disco e la periferia si stabilisce una corrente, ma poi vi fu un secondo esperimento, meno noto, in cui il disco di rame è solidale al magnete, perciò disco e magnete ruotano insieme, ma la corrente c’é ugualmente. La teoria attualmente accettata spiega il primo esperimento, ma fallisce per il secondo. Così perché la cosa era imbarazzante, piuttosto che ammetterla si è preferito eliminare dai libri il secondo esperimento. Claudio e Marco hanno pensato di proporre l’esperimento come rievocazione storica, ottenendo così il finanziamento dall’università per la costruzione del disco di Faraday. Poi Marco ha mostrato le foto della macchina e ha spiegato com'è stata costruita.

Rispetto alla macchina originale di Faraday il disco di rame è solidale a due magneti, posti sulle due facce del disco, allo scopo di potenziare l’effetto. Poi sono stati mostrati i risultati delle misurazioni elettriche: a 5600 giri è stata misurata una differenza di potenziale di centoventicinque millivolt, ma l’intensità della corrente era di settantasei ampere, (lo scrivo in lettere perché non si pensi ad un errore di stampa, sono settantasei!).La prova è stata fatta nel laboratorio universitario di compatibilità elettromagnetica presso l’istituto Leopoldo Nobili di Reggio Emilia, alla presenza del docente della facoltà d'ingegneria Prof. Ivan Montanari, del presidente Carlo Baldi della fondazione “Studium Regiense, che ha in parte finanziato il progetto, e dei giornalisti.Il risultato della tensione, per la teoria che è accettata oggi, è già una sorpresa, ma il dato sull'intensità della corrente è stato una sorpresa anche per gli stessi progettisti e costruttori, considerando che la macchina, per contenere i costi al minimo, è costruita con dei magneti in ferrite e il prelievo di corrente è ottenuto con comuni spazzole. Tesla, partendo proprio da questa base, ha sviluppato, in seguito, varianti del disco, per approdare poi a macchine il cui rendimento energetico è superiore all'energia spesa.

Ciò è chiamato rendimento sovraunitario o "free energy"”(energia gratuita), sia con macchine rotanti sia con apparecchiature statiche. Anche altri inventori hanno fatto simili realizzazioni, una delle più note è di Bruce DePalma , ex-docente presso il Mit (USA). Questa macchina è basata sul principio del disco di Faraday, ma sono impiegati magneti al neodimio ed il prelievo di corrente è a bagno nel mercurio, che consente di raggiungere diecimila giri senza i problemi di resistenza attrito ed usura delle spazzole. Il tutto costa molto di più ma il rendimento è enormemente maggiore, tanto da superare largamente il consumo del motore che mantiene in rotazione i magneti, quindi si può definire sovraunitario. Dopo questo Bruce De Palma ha lasciato gli Stati Uniti per stabilirsi in Nuova Zelanda, dove è morto nel 97. Anche la fusione fredda produce più energia di quanta occorra per innescare la reazione. Risultato? Grandissima opposizione del mondo scientifico, nonostante sia stata riprodotta in svariati istituti. Tesla, avendo inventato sia gli alternatori sia le bobine di induzione per l’alta tensione, si impegnò per produrre scariche sia in aria sia in tubi a vuoto, gettando le basi per lo sviluppo dei tubi termoionici. Dagli esperimenti risultò che l’energia emessa era superiore a quella immessa.

Considerando tutti i risultati ottenuti, Tesla ne concluse che lo spazio non è vuoto, ma contiene un’energia potenziale che può essere captata. Tesla fu il primo a trasmettere segnali radio a distanza, e non mancava di ricordarlo. Ciò non poteva piacere alla nota azienda Marconi, che gli fece causa. Tesla presentò i suoi brevetti regolarmente registrati negli Stati Uniti in data precedente a quelli di Marconi, perciò la Corte Suprema degli USA emise una sentenza che riconosceva a Tesla di essere stato il primo a trasmettere a distanza. Mi dispiace per i tifosi di Marconi, ma inoppugnabili prove documentali dimostrano questo al di là di ogni ragionevole dubbio. Il verbale del processo è stato pubblicato, ed il suo contenuto non solo è interessante dal punto di vista storico ma dal punto di vista scientifico, perché Tesla spiega alla Corte cose mai prima spiegate altrettanto chiaramente.

In particolare Tesla spiega che il suo sistema di trasmissione è stato male copiato, perché il suo consente di trasmettere senza attenuazione anche attraverso la stessa terra, mentre quello di Marconi no. A questo proposito spiega che la superficie terrestre e la ionosfera sono come le due armature di un grandissimo condensatore, e l'atmosfera terrestre funge da dielettrico. Il ricercatore americano Tom Bearden, per spiegare la modo di trasmissione senza attenuazione di Tesla, ha introdotto il concetto di "onda scalare". Sono stati fatti esperimenti che dimostrano l’esistenza di onde longitudinali, ed infine ricordo che esiste un brevetto di nome Rogers, impiegato dalla marina militare americana durante il secondo conflitto mondiale.

Si trattava di antenne interrate per trasmettere segnali a sommergibili in immersione. Con il sistema di Marconi non avrebbero mai potuto funzionare. Un altro elemento di grande interesse: Tesla, in una conferenza tenuta in un’università all’inizio di questo secolo, descrive la gravitazione terrestre come un flusso eterico che spinge dall’alto verso il basso. Passarono non meno di trenta anni prima che l'Ing. Marco Todeschini pubblicasse la sua Teoria delle apparenze, nella quale per la prima volta nel mondo moderno è esposta una teoria unificatrice delle leggi della dinamica, dell’elettromagnetismo e della gravitazione, dove meccanica atomica e celeste sono risolte con l’unico modello del flusso eterico rotorivoluente. La sperimentazione sul modello fluidodinamico lo condusse alla scoperta che anche la gravità funziona come il magnetismo, ovvero che, come esistono attrazione e repulsione magnetica, oltre alla attrazione gravitazionale esiste anche una repulsione gravitazionale. Due vortici di fluido che ruotano nello stesso verso si attirano, due vortici che ruotano in verso opposto uno rispetto all’altro si respingono.

Nel filmato di Las Lomas (Citta del Messico) si vede benissimo che il disco volante ruota su se stesso; visto da sotto pare ruotare in senso antiorario, ma osservandolo da sopra ruota in senso orario, la Terra invece ruota su se stessa in senso antiorario. E’ logico dedurne che il disco volante, ruotando in senso opposto a quello terrestre, produce un campo gravitazionale repulsivo rispetto a quello terrestre. Ma perché i vortici si formano? La risposta a questa domanda è nel volume “Superimposizione cosmica di Whilelhm Reich. L’universo è basato su una legge di bipolarità. I vortici si formano con l’incontro di due energie che si attirano vicendevolmente. Gli esperimenti di Reich sono molto interessanti, ma per trovare spiegazioni soddisfacenti sulla vera natura di queste energie occorre andare oltre. Le bobine di Tesla dimostrarono la proprietà di produrre variazioni gravitazionali e temporali, e da qui Tesla studiò sistemi di volo a levitazione antigravitazionale.

A proposito del discusso Esperimento Filadelfia, non è mai esistito nessuno che potesse competere con Tesla nel vedersi accreditata la paternità della tecnologia necessaria per un fenomeno come la sparizione di una nave, la sua breve apparizione a Norfolk (Virginia), poi la riapparizione a Filadelfia, un viaggio interdimensionale, proprio come fanno gli UFO. Furono proprio gli avvistamenti ripetuti di ispirare il Capitano Bruce Cathie, pilota neozelandese, che cominciò ad annotare le rotte seguite dagli UFO sulle mappe aeronautiche. Questo lo portò alla scoperta che gli UFO viaggiano lungo le linee di un reticolo, non visibile, non materiale, ma pure esistente, e viste le sue proprietà, può essere descritto come elettromagnetico. Non è visibile in condizioni normali, ma avete osservato i fulmini? La distanza più breve fra due punti è una linea retta; come mai i fulmini procedono a zig-zag? E’ semplice: percorrono non la via più breve, ma quella di minore resistenza elettrica, lungo i canali del reticolo elettromagnetico, esattamente come le scariche prodotte da Tesla con le sue bobine.

Le svolte degli UFO ad angolo retto avvengono nei punti di incrocio del reticolo. Questi punti di incrocio sono vortici elettromagnetici, si trovano in coincidenza di luoghi come, ad esempio, il "Triangolo delle Bermude". Ciò spiega la sparizione di aerei e navi attraverso il tunnel interdimensionale prodotto dai vortici in particolari momenti, esattamente come quando gli UFO scompaiono improvvisamente. Nei punti di incrocio troviamo la grande piramide di Cheope, Stonehenge, persino la zona di Long Island, Wardenclyff, dove Tesla costruì la sua Torre, poi abbattuta, ma ne rimangono le fondamenta e lo stabile adiacente, ora di proprietà della Agfa-Gevaert. C'è il progetto di stabilirvi un museo dedicato a Tesla. Attualmente l’unico museo si trova a Belgrado, ma può essere visitato mediante internet. Proprio a Long Island c’è la base radar di Montauk, e, come in moltissimi altri punti del reticolo elettromagnetico, si trovano basi militari americane o NATO. Anche nel porto di Filadelfia c’è un punto di incrocio, ed una linea del reticolo lo congiunge con Norfolk.

Le coincidenze sono troppe per pensare che siano tutte casuali. Bruce Cathie, calcolando le distanze angolari fra i punti del reticolo, ha creduto che esistono rapporti matematici con la velocità angolare della luce, ed ha potuto calcolare le variazioni della velocità della luce fra lo spazio libero e le adiacenze degli astri, dove la velocità della luce diminuisce, e ha trovato i valori del campo gravitazionale e le rispettive variazioni dall’equatore ai poli. Le basi dove sono avvenute esplosioni nucleari sono collocate ai punti di incrocio, e grazie ai suoi calcoli Cathie ha scoperto che le esplosioni non sono fatte a caso ma solo in determinati momenti, che è stato anche in grado di prevedere in anticipo, perché seguono una legge ben precisa. Anche il CERN di Ginevra si trova in un punto di incrocio. Tutto questo fa concludere che il reticolo elettromagnetico ha un ruolo fondamentale per gli esperimenti nucleari. Non potrebbe essere diversamente: il reticolo elettromagnetico è esteso a tutto l’universo ed è il mezzo di tutti i fenomeni ondulatori.

La formazione della materia avviene per effetto della decelerazione della luce, che stabilisce un campo gravitazionale, in modo da consentire la formazione della materia, che altro non è che fluido eterico rotorivoluente, un’onda stazionaria pulsante che forma sfere, dandoci così l'illusione di una natura corpuscolare. Cathie ha finalmente risolto la formula di Einstein, sostituendo ad M, cioè massa, il suo equivalente espresso in termini energetici. La pulsazione della materia è ciò che noi chiamiamo tempo. Tutto questo spiega come gli UFO, attraverso i punti di incrocio del reticolo possano cambiare dimensione e viaggiare a fantastiche velocità nello spazio e nel tempo, senza subire gli effetti della gravitazione e dell’inerzia, ed essere alimentati dalla infinita energia di cui è pervaso l’universo. Le evoluzioni degli UFO sembrano fatte apposta per dimostrare che si tratta di esseri intelligenti, che possono manovrare i loro mezzi come vogliono, facendo cose che noi non sappiamo fare.

Con questo sono conscio di non aver dimostrato alcunché, se non, grazie alla realizzazione di Claudio e Marco, che la scienza è ben lungi dall’aver scoperto tutto, dato che la teoria attuale fallisce di fronte ad un esperimento come quello presentato. Ho soltanto voluto indicare dei percorsi di ricerca per coloro che desiderino farsi un’opinione personale, e non vogliano dipendere dalle apparenti “verità” preconfezionate dalla scienza ufficiale, i cui esponenti sono convinti che basti applicare su ciò che gradiscono l'etichetta di "scientifico"” per screditarne i contenuti agli occhi della gente. Lo spazio concesso non consentiva un’esposizione dettagliata degli argomenti elencati, ma questo può interessare solo a pochi ricercatori. Lo scopo della mia esposizione era piuttosto quello di dare una visione generale di ciò che può servire agli ufologi, perché penso che per comprendere meglio il fenomeno UFO sia utile comprendere meglio la realtà che ci circonda e la nostra stessa natura.

Chi volesse mettere in contatto Carlo Morsiani, per informazioni bibliografiche e siti web, può scrivere all’indirizzo e-mail: -email-

Foto: Bruce Cathie, 1992
Vedi:

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
10 giugno 2014 2 10 /06 /giugno /2014 22:01

Nel 2011 girava la voce che entro la fine del 2012 avrebbero trasmesso un documentario che rivelava l’esistenza di un contatto extraterrestre con questa civiltà, poi per qualche strana ragione è stata vietata la trasmissione di quest’ultimo, addirittura mi pare di ricordare che siano andati per via legale. Il governo messicano (o almeno credo) non voleva assolutamente che si rilasciassero tali informazioni alla portata di un pubblico internazionale.

Sono riuscito comunque a trovare qualcosa di interessante per tutti coloro che ad oggi sono ancora scettici riguardo certe informazioni.

Nella prima immagine sembra di osservare quello che potrebbe essere un’astronauta, e non è difficile osservalo basta tenere gli occhi aperti

maya1

Per chi avesse ancora dubbi sul contatto alieno avvenuto con le nostre antiche civiltà, questa prova non può essere più chiara!.

Il governo messicano rilasciando queste informazioni, darà un duro colpo a tutti quelli che ancora sostengono che si tratta solo di favole e miti, alcuni affermano che si dovrebbe riscrivere la storia umana. Alcuni di questi reperti sono stati scoperti e tenuti nascosti già negli anni 80 da un gruppo di archeologi dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) sul sito di Calakmul, in Messico.

Questi pezzi eccezionali sono stati presentati lo scorso anno e sarebbero stati mostrati nel famoso documentario che poi fu vietato, “Rivelazioni dei Maya 2012 e oltre” prodotto da Raul Julia-Levy e diretto da Juan Carlos Rulfo. Tuttavia, non è detto che non venga trasmesso in futuro. Alcune voci sostengono che sarà presentato questo autunno 2013, ma non abbiamo alcuna certezza e visto che lo hanno già rinviato 2 volte, evito di inserire date che potrebbero non essere corrette.

maya2

Uno degli elementi chiave descrive un disco che non può essere più esplicito. Si possono vedere chiaramente quattro oggetti, comunemente chiamati UFO, il che dimostra una estrazione, un’astronauta (5) che controlla la sua nave (6). I due cerchi nel centro (1) sono stati interpretati come un pianeta (Terra) con la sua atmosfera, e in basso quel cerchio più piccolo si suppone possa rappresentare la Luna. Cercando ancora di interpretare ciò che rappresenta questa immagine, forse viene mostrata una cometa (3) con un UFO (2), poi a sinistra, un altro dispositivo (4), che sembra agire direttamente sulla cometa, sembra una sorta di martello che colpisce la probabile cometa.

maya3

L’immagine di questo artefatto sembra mostrare un’attività solare elevata, forse un brillamento solare, un fenomeno che potrebbe essere avvenuto in passato chissà. Una cosa è certa, sono presenti 3 oggetti (UFO) che sembrano osservare un pianeta (Terra), ma la cosa strana è che uno di questi oggetti sembra provenire dal Sole, se di UFO si tratta. E’ presente un altro pianeta ma potrebbe essere la Luna, Marte, Venere, chi lo sa, questo rimane un mistero.

Le immagini che seguono non sono molto chiare, ma cercando di interpretarle potremmo supporre che si tratti di un capo tribù dei Maya, partendo da sinistra, e…. adesso fate attenzione a quello che vi sto scrivendo. Sto pubblicando un documento che ho trovato su internet qualche tempo fa, “Blue Planet Project”, non vorrei sbagliarmi ma nella figura centrale marcata in rosso sembra di osservare un alieno della razza insettoide, lo stesso è stato inserito sul documento B.P.P. (link) e sembra che stia ad indicare l’ascesa sul nostro pianeta di questa razza, o essere alieno. La terza figura non riesco a capire bene cosa possa rappresentare, l’unica cosa chiara è che c’è un UFO in alto e forse un essere che non si capisce se è un umano o alieno, che ha un braccio alzato e tiene un oggetto in mano, chissà forse rappresenta un offerta?!?

maya4

Klaus Dona accompagnato dal dottor Nassim Haramein presenta alcune fotografie nel corso di una conferenza presso il Centro Congressi di Saarbrücken, in Germania 11 giugno 2011. Alcune di queste foto rappresentano degli artefatti di cui poche persone ne sono a conoscenza, quindi non si hanno molte informazioni, l’unica cosa che si può notare sono i grandi occhi a mandorla, un naso fine e una bocca più o meno piccola.

maya5

Sono interessanti le rivelazioni del ministro del Turismo messicano, Luis Augusto Garcia Rosado, il quale stabilisce che:

1 La traduzione del codice descrive i contatti che sono avvenuti tra gli alieni e il popolo Maya

2 Tracce di piste di atterraggio datate a 3000 anni, sono stati trovate nella giungla.

3 Esistono delle prove che rivelano che i Maya avevano molte conoscenze sia tecnologiche che astronomiche, ma sono stati costretti a fuggire dopo un’invasione “di esseri con intenzioni oscure” cancellando parecchie prove di una razza molto avanzata.

maya6

Penso che dopo tanto tira e molla, forse le autorità messicane sembrano aver fatto un esame di coscienza, il risultato è stato quello di informare il pubblico. Penso anche che sia la decisione giusta, la nuova era, questo nuovo cambiamento o periodo di conoscenza, è già iniziato e dovrebbe costituire un esempio per le altre nazioni, come ad esempio gli Stati Uniti (probabilmente i principali responsabili di questo assurdo segreto), che dovrebbero assumere un significativo cambiamento di atteggiamento.

Forse è arrivato il momento di rivelare tante verità che per troppo tempo sono state nascoste all’intera popolazione terrestre, scandali di ogni tipo, così come la parte nascosta dell’archeologia. Siamo solo all’inizio delle sorprese di questo “illuminante” se vogliamo, periodo che si apre per tutti noi. Per alcuni potrebbe rappresentare uno shock, per molti altri una piacevole scoperta e apertura mentale, o semplicemente una presa di coscienza.

 

http://www.uforay.net/?p=1311

 

noi aspettiamo comunque film e dichiarazioni dal governo messicano...

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
7 giugno 2014 6 07 /06 /giugno /2014 21:23

main.jpg

Quando cominciai a verificare la concretezza dei casi di abduction in Italia, cercai anche di accumulare prove oggettive della realtà di un fenomeno che si presentava come estremamente elusivo nei confronti dell’osservazione.
Da una parte c’era la soggettività di chi raccontava ed evocava i suoi ricordi, dall’altra la mancanza di “prove oggettive”.
La presenza di cicatrici sul corpo dei rapiti o di impianti, di probabile natura aliena, nel corpo di questi poveri malcapitati, poteva fornire dati tali da tagliare la testa al toro, cioè capaci, una volta per tutte, di dimostrare la realtà del fenomeno in questione.
Allora ero agli inizi della mia ricerca e pensavo, ingenuamente, che bastasse portare una prova concreta alla comunità scientifica per farla automaticamente accettare da essa.
Non sapevo ancora che la comunità scientifica non esisteva e non mi ero ancora accorto che il periodo degli scienziati era come quello dei miracoli: passato! Comunque in quell’ottica feci alcune indagini che partivano, come sempre, dalle “rivelazioni” degli addotti, le quali, successivamente, venivano controllate attraverso analisi di tipo medico.
Partendo da alcune osservazioni condotte, in America, da Bud Hopkins, sembrava di poter dedurre che gli alieni utilizzavano una strana tecnica chirurgica e, con una specie di “bisturi di luce”, introducevano qualcosa nel naso dell’addotto durante il rapimento.
In effetti tutti gli addotti da me conosciuti in Italia soffrono spesso, ma non sempre, di perdite di sangue dal naso, da una sola narice, di solito la destra.
Durante questa strana operazione, infatti, il medico alieno abraderebbe il tessuto parenchimatico della cavità nasale, provocando una specie di fragilità capillare che può essere la causa di queste perdite di sangue. Successivamente Hopkins ed io potemmo constatare, attraverso la Tomografia Assiale Computerizzata, la presenza, nell’ipofisi, di un granellino scuro di circa tre millimetri, che alcuni addotti avevano… da sempre.

Non si trattava di un tumore, poiché questo è di solito molto più grosso, quando viene scoperto, ed appare comunque di colore più chiaro, come si può vedere in questa radiografia.
radiografia.jpg
Il soggetto addotto raccontava, sotto ipnosi, che un “Grigio”, cioè uno di quegli esserini piccoli, alti un metro e venti, con quattro dita negli arti superiori, una delle quali opponibile, puntava una strana pistola, che sembrava quasi ad aria compressa, nella narice del soggetto. Poi sembrava prendere la mira per sparare qualcosa, guardando in uno schermo posto, a volte, dietro la testa dell’addotto, che era sempre sdraiato su di una specie di lettino. A volte lo schermo era ben visibile ed era posto di lato al soggetto che subiva questa strana operazione. Alcuni addotti raccontavano anche di aver visto la figura di un cranio nello schermo, ma nessuno lo correlava al proprio.
In altre parole, nessuno degli addotti aveva mai pensato che ciò che si vedeva nello schermo fosse la sua testa. Comunque, quando il Grigio aveva ben bene preso la mira con questa strana pistola, sparava qualcosa nel naso del povero malcapitato, che sentiva
un dolore acutissimo, lancinante, nel cervello, proprio tra l’occhio destro e la parte superiore del naso, con l’immediata conseguenza della perdita dei sensi.
Durante l’ipnosi i soggetti che avrebbero subito questa esperienza cominciano a respirare molto male, come se avessero il naso occupato da qualcosa e dicono di sentire il sapore del sangue in gola. Aumenta, a quel punto, la frequenza di inghiottimento ed il soggetto comincia ad imitare, mimando con la propria gestualità, una scena come se avesse qualcosa di schifoso in bocca: “…è una strana pappetta gelatinosa, fredda, che entra in gola… mi dicono di star buono, che fra un po’ non sentirò più niente…”.
A volte uno degli inservienti alieni fa inghiottire al soggetto anche una specie di pillola molto amara, dicendogli che dopo si sentirà meglio.
I primi racconti di questo tipo risalgono addirittura al secondo addotto preso in esame in Italia (da me), quindi a molti anni fa, quando ancora non sapevo niente sulle tecniche operatorie nasali non invasive.

Ed ecco arrivare dalla Cina il dottor Jho, del Center for Minimally Invasive Neurosurgery Department of Neurosurgery, University of Pittsburgh.
Come si può notare, la tecnica non invasiva di questo chirurgo è in grado di operare sulla pineale senza aprire il cranio, bensì passando attraverso l’osso sfenoide, che viene praticamente sfondato in una piccola zona.
pistola.jpg

Il problema nacque quando scoprii che, con questo metodo, si poteva non solo togliere qualcosa dal cervello del paziente, ma introdurre anche qualcosa a livello dell’ipofisi.
L’apparecchio che serviva per mettere questo qualcosa era una strana pistolina a pressione, praticamente identica a quella che veniva descritta dagli addotti. Ma ancor più interessante era il fatto che ciò che veniva ficcato, attraverso il naso, nel cervello erano dei componenti elettronici in grado di monitorare, attraverso sedici microantenne, l’intera attività del cervello umano. Ed ecco come questa “brainradio” è fatta: la si vede riprodotta nella foto.
brainradio.jpg
Le “cose” che venivano ficcate nel cervello attraverso il naso erano dei componenti elettronici, in grado di monitorare, attraverso sedici microantenne, l’intera attività del cervello umano.
Attraverso un sistema di reti a “ponti caldi”, collegati con i satelliti artificiali, con questo aggeggino possiamo essere monitorati in tutte le parti del mondo. Sì, perché l’aggeggino, che non è più grande di due millimetri e mezzo circa, funziona come un “trasponder” e riceve corrente elettrica praticamente via radio. Ciò vuol dire che non ha bisogno di alimentazione e che è praticamente eterno.
Ma le scoperte non finivano qui. Era già strano che gli addotti, non avendo mai sentito parlare di “chirurgia transfenoidale”, descrivessero perfettamente, già più di dieci anni fa, le tecniche impiegate. Era altresì interessante scoprire che questi addotti avevano anche il microchip nel cranio. Era però assai strano che le tecniche descritte in ipnosi dagli addotti, ed ascrivibili agli alieni, fossero da pochi anni di dominio dei cosiddetti Terrestri.
Era terrificante il fatto che alcuni esseri umani fossero stati impiantati per essere controllati dagli alieni… lo sapevo da tempo; ma anche da chi ci governa… questo proprio non me lo aspettavo!
Come faccio a dirlo?
Semplice: andate a leggervi i brevetti, i famosi “patent” americani, sulle nuove invenzioni per il controllo della personalità attraverso i trasponder cerebrali.
Scoprirete, attraverso la consultazione di questi “patent”, come si può alterare la coscienza umana, come si possono far vedere e sentire cose che non ci sono, come si possono alterare la percezione, i ricordi, le sensazioni sessuali, come si può far dormire, sognare, come si può eliminare un soggetto tramite infarto al miocardio, il tutto via radio.

US PATENT – 4,717,343
METHOD OF CHANGING A PERSON’S BEHAVIOR
A method of conditioning a person’s unconscious mind in order to effect a desired change in the person’s behavior which does not require the services of a trained therapist. Instead the person to be treated views a program of video pictures appearing on a screen. The program as viewed by the person’s unconscious mind acts to condition the person’s thought patterns in a manner which alters that person’s behavior in a positive way.
SOURCE: Judy Wall, Mike Coyle and Jan Wiesemann. Paranoia Magazine Issue 24 Fall 2000 -Article -’Technology to Your Mind’ – By Judy Wall

US PATENT – 5,270,800
SUBLIMINAL MESSAGE GENERATOR
A combined subliminal and supraliminal message generator for use with a television receiver permits complete control of subliminal messages and their manner of presentation. A video synchronization detector enables a video display generator to generate a video message signal corresponding to a received alphanumeric text message in synchronism with a received television signal. A video mixer selects either the received video signal or the video message signal for output. The messages produced by the video message generator are user selectable via a keyboard input. A message memory stores a plurality of alphanumeric text messages specified by user commands for use as subliminal messages. This message memory preferably includes a read only memory storing predetermined sets of alphanumeric text messages directed to differing topics. The sets of predetermined alphanumeric text messages preferably include several positive affirmations directed to the left brain and an equal number of positive affirmations directed to the right brain that are alternately presented subliminally. The left brain messages are presented in a linear text mode, while the right brain messages are presented in a three dimensional perspective mode. The user can control the length and spacing of the subliminal presentations to accommodate differing conscious thresholds. Alternative embodiments include a combined cable television converter and subliminal message generator, a combine television receiver and subliminal message generator and a computer capable of presenting subliminal messages.
SOURCE: Judy Wall, Mike Coyle and Jan Wiesemann. Paranoia Magazine Issue 24 Fall
2000 -Article -’Technology to Your Mind’ – By Judy Wall

US PATENT – 5,123,899
METHOD AND SYSTEM FOR ALTERING CONSCIOUSNESS
A system for altering the states of human consciousness involves the simultaneous application of multiple stimuli, preferable sounds, having differing frequencies and wave forms. The relationship between the frequencies of the several stimuli is exhibited by the
equation g = s.sup.n/4 .multidot.f where: f = frequency of one stimulus; g = frequency of the other stimuli of stimulus; and n = a positive or negative integer which is different for each other stimulus.

US PATENT – 4,877,027
HEARING SYSTEM
Sound is induced in the head of a person by radiating the head with microwaves in the range of 100 megahertz to 10,000 megahertz that are modulated with a particular waveform. The waveform consists of frequency modulated bursts. Each burst is made up of ten to twenty uniformly spaced pulses grouped tightly together. The burst width is between 500 nanoseconds and 100 microseconds. The pulse width is in the range of 10 nanoseconds to 1 microsecond. The bursts are frequency modulated by the audio input to create the sensation of hearing in the person whose head is irradiated.

US PATENT – 6,011,991
COMMUNICATION SYSTEM AND METHOD INCLUDING BRAIN WAVE ANALYSIS AND/OR USE OF BRAIN ACTIVITY
A system and method for enabling human beings to communicate by way of their monitored brain activity. The brain activity of an individual is monitored and transmitted to a remote location (e.g. by satellite). At the remote location, the monitored brain activity is compared with pre-recorded normalized brain activity curves, waveforms, or patterns to determine if a match or substantial match is found. If such a match is found, then the computer at the remote location determines that the individual was attempting to communicate the word, phrase, or thought corresponding to the matched stored normalized signal.

US PATENT – 4,858,612
HEARING DEVICE
A method and apparatus for simulation of hearing in mammals by introduction of a plurality of microwaves into the region of the auditory cortex is shown and described. A microphone is used to transform sound signals into electrical signals which are in turn analyzed and processed to provide controls for generating a plurality of microwave signals at different frequencies. The multifrequency microwaves are then applied to the brain in the region of the auditory cortex. By this method sounds are perceived by the mammal which are representative of the original sound received by the microphone.

US PATENT – 3,951,134
APPARATUS AND METHOD FOR REMOTELY MONITORING AND ALTERING BRAIN WAVES
Apparatus for and method of sensing brain waves at a position remote from a subject whereby electromagnetic signals of different frequencies are simultaneously transmitted to the brain of the subject in which the signals interfere with one another to yield a waveform which is modulated by the subject’s brain waves. The interference waveform which is representative of the brain wave activity is re-transmitted by the brain to a receiver where it is demodulated and amplified. The demodulated waveform is then displayed for visual viewing and routed to a computer for further processing and analysis. The demodulated waveform also can be used to produce a compensating signal which is transmitted back to the brain to effect a desired change in electrical activity therein.

US PATENT – 5,159,703
SILENT SUBLIMINAL PRESENTATION SYSTEM
A silent communications system in which nonaural carriers, in the very low or very high audio frequency range or in the adjacent ultrasonic frequency spectrum, are amplitude or frequency modulated with the desired intelligence and propagated acoustically or
vibrationally, for inducement into the brain, typically through the use of loudspeakers, earphones or piezoelectric transducers.

US PATENT – 5,507,291
METHOD AND AN ASSOCIATED APPARATUS FOR REMOTELY DETERMINING INFORMATION AS TO A PERSON’S EMOTIONAL STATE
In a method for remotely determining information relating to a person’s emotional state, an waveform energy having a predetermined frequency and a predetermined intensity is generated and wirelessly transmitted towards a remotely located subject. Waveform energy emitted from the subject is detected and automatically analyzed to derive information relating to the individual’s emotional state. Physiological or physical parameters of blood pressure, pulse rate, pupil size, respiration rate and perspiration level are measured and compared with reference values to provide information utilizable in evaluating interviewee’s responses or possibly criminal intent in security sensitive areas.

US PATENT – 5,629,678
PERSONAL TRACKING AND RECOVERY SYSTEM
Apparatus for tracking and recovering humans utilizes an implantable transceiver incorporating a power supply and actuation system allowing the unit to remain implanted and functional for years without maintenance. The implanted transmitter may be remotely actuated, or actuated by the implantee. Power for the remote-activated receiver is generated electromechanically through the movement of body muscle. The device is small enough to be implanted in a child, facilitating use as a safeguard against kidnapping, and has a transmission range which also makes it suitable for wilderness sporting activities. A novel biological monitoring feature allows the device to be used to facilitate prompt medical dispatch in the event of heart attack or similar medical emergency. A novel sensation-feedback feature allows the implantee to control and actuate the device with certainty.

US PATENT – 5,539,705
ULTRASONIC SPEECH TRANSLATOR AND COMMUNICATIONS SYSTEM
A wireless communication system undetectable by radio frequency methods for converting audio signals, including human voice, to electronic signals in the ultrasonic frequency range, transmitting the ultrasonic signal by way of acoustical pressure waves across a
carrier medium, including gases, liquids, or solids, and reconverting the ultrasonic acoustical pressure waves back to the original audio signal. The ultrasonic speech translator and communication system (20) includes an ultrasonic transmitting device (100)
and an ultrasonic receiving device (200). The ultrasonic transmitting device (100) accepts as input (115) an audio signal such as human voice input from a microphone (114) or tape deck.

US PATENT – 5,760,692
INTRA-ORAL TRACKING DEVICE
An intra-oral tracking device adapted for use in association with a tooth having a buccal surface and a lingual surface, the apparatus comprises a tooth mounting member having an inner surface and an outer surface, the inner surface including adhesive material.

US PATENT – 5,868,100
FENCELESS ANIMAL CONTROL SYSTEM USING GPS LOCATION INFORMATION
A fenceless animal confinement system comprising portable units attached to the animal and including means for receiving GPS signals and for providing stimulation to the animal.
The GPS signals are processed to provide location information which is compared to the desired boundary parameters. If the animal has moved outside the desired area, the stimulation means is activated. The signal processing circuitry may be included either
within the portable unit or within a separate fixed station.

US PATENT – 5,905,461
GLOBAL POSITIONING SATELLITE TRACKING DEVICE
A global positioning and tracking system for locating one of a person and item of property.
The global positioning and tracking system comprises at least one tracking device for connection to the one of the person and item of property including a processing device for determining a location of the tracking device and generating a position signal and a
transmitter for transmitting said position signal.

US PATENT – 5,935,054
MAGNETIC EXCITATION OF SENSORY RESONANCES
The invention pertains to influencing the nervous system of a subject by a weak externally applied magnetic field with a frequency near 1/2 Hz. In a range of amplitudes, such fields can excite the 1/2 sensory resonance, which is the physiological effect involved in “rocking the baby”.

US PATENT – 5,952,600
ENGINE DISABLING WEAPON
A non-lethal weapon for disabling an engine such as that of a fleeing car by means of a high voltage discharge that perturbs or destroys the electrical circuits.

US PATENT – 6,006,188
SPEECH SIGNAL PROCESSING FOR DETERMINING PSYCHOLOGICAL OR PHYSIOLOGICAL CHARACTERISTICS USING A KNOWLEDGE BASE
A speech-based system for assessing the psychological, physiological, or other characteristics of a test subject is described. The system includes a knowledge base that stores one or more speech models, where each speech model corresponds to a characteristic of a group of reference subjects. Signal processing circuitry, which may be implemented in hardware, software and/or firmware, compares the test speech parameters of a test subject with the speech models. In one embodiment, each speech model is represented by a statistical time-ordered series of frequency representations of the speech of the reference subjects. The speech model is independent of a priori knowledge of style parameters associated with the voice or speech. The system includes speech parameterization circuitry for generating the test parameters in response to the test subject’s speech. This circuitry includes speech acquisition circuitry, which may be located remotely from the knowledge base. The system further includes output circuitry for outputting at least one indicator of a characteristic in response to the comparison performed by the signal processing circuitry. The characteristic may be time-varying, in which case the output circuitry outputs the characteristic in a time-varying manner. The output circuitry also may output a ranking of each output characteristic. In one embodiment, one or more characteristics may indicate the degree of sincerity of the test subject, where the degree of sincerity may vary with time. The system may also be employed to determine the effectiveness of treatment for a psychological or physiological disorder by comparing psychological or physiological characteristics, respectively, before and after treatment.

US PATENT – 6,014,080
BODY WORN ACTIVE AND PASSIVE TRACKING DEVICE
Tamper resistant body-worn tracking device to be worn by offenders or potential victims for use in a wireless communication system receiving signals from a global positioning system (GPS). The tracking device directly communicates spacial coordinates to multiple remote sites. The tracking device is an enclosed case worn on a limb of a person. The case contains a battery, a signaling device, and a circuit board containing a field programmable gate array, a wireless data modem, a conventional GPS receiver, and a matched filtering GPS receiver.

US PATENT – 6,017,302
SUBLIMINAL ACOUSTIC MANIPULATION OF NERVOUS SYSTEMS
IIn human subjects, sensory resonances can be excited by subliminal atmospheric acoustic pulses that are tuned to the resonance frequency. The 1/2 Hz sensory resonance affects the autonomic nervous system and may cause relaxation, drowsiness, or sexual excitement, depending on the precise acoustic frequency near 1/2 Hz used. The effects of the 2.5 Hz resonance include slowing of certain cortical processes, sleepiness, and disorientation. For these effects to occur, the acoustic intensity must lie in a certain deeply subliminal range. Suitable apparatus consists of a portable battery-powered source of weak subaudio acoustic radiation. The method and apparatus can be used by the general public as an aid to relaxation, sleep, or sexual arousal, and clinically for the control and perhaps treatment of insomnia, tremors, epileptic seizures, and anxiety disorders. There is further application as a nonlethal weapon that can be used in law enforcement standoff situations, for causing drowsiness and disorientation in targeted subjects. It is then preferable to use venting acoustic monopoles in the form of a device that inhales and exhales air with subaudio frequency.

US PATENT – 6,051,594
METHODS AND FORMULATIONS FOR MODULATING THE HUMAN SEXUAL RESPONSE
The invention is directed to improved methods for modulating the human sexual response by orally administering a formulation of the vasodilator phentolamine to the blood circulation and thereby modulating the sexual response on demand.

US PATENT – 6,052,336
APPARATUS AND METHOD OF BROADCASTING AUDIBLE SOUND USING ULTRASONIC SOUND AS A CARRIER
An ultrasonic sound source broadcasts an ultrasonic signal which is amplitude and/or frequency modulated with an information input signal originating from an information input source. If the signals are amplitude modulated, a square root function of the information input signal is produced prior to modulation. The modulated signal, which may be amplified, is then broadcast via a projector unit, whereupon an individual or group of individuals located in the broadcast region detect the audible sound.

L’ultimo nato di questi microchip si chiama “Angelo Blu” e la ditta americana costruttrice lo reclamizza dicendo che sarebbe opportuno che in tutti i bambini del mondo fossero impiantati fin dalla nascita questi aggeggi, per questioni di sicurezza…
Di chi? Mi chiedo io?
Mi chiedo anche: da dove viene tutta questa tecnologia che i terrestri conoscono, ma che gli addotti descrivevano più di dieci anni fa?
Come è stata appresa questa serie di tecniche e, soprattutto, da chi e dove?
Vi ricordo che sembra proprio che gli impianti trovati addosso agli addotti abbiano percentuale isotopica diversa da quella terrestre, quindi non venite a dirmi che gli alieni non ci sono e sono i cattivi del “governo ombra mondiale”, attraverso un’operazione di
“Mind Control”, ad applicare i trasponder nasali.
Ditemi piuttosto che, come sosteneva il colonnello Corso, queste tecniche sono un frutto della retroingegneria applicata allo studio delle presenze aliene sul nostro pianeta ed alla decifrazione delle loro tecnologie, ditemi che i nostri governanti vogliono utilizzarle per farci stare sempre più buoni, calmi, stabili e farci “scegliere” sempre quello che vogliono loro, farci comprare e consumare quello che vogliono loro e farci dormire quando vogliono loro, farci fare l’amore se vogliono loro, scongiurando i cambiamenti dovuti alla normale evoluzione del pensiero umano.
Ma quale evoluzione, quale pensiero? Il nostro od il loro?
Due insegnamenti si possono trarre da tutta questa vicenda. Il primo è che tutto ciò prova ancora di più che il fenomeno abduction è totalmente reale ed il secondo è che non dobbiamo difenderci solo dall’intervento alieno sul pianeta, ma anche dall’intervento di chi è potente e, per non mollare il potere, si sta preparando per governare, in futuro, su di una moltitudine di zombie.
E quegli zombie dovremmo essere noi!

Articolo scritto da Corrado Malanga (documento originale).
Fonte gruppo Stargate Toscana.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
7 giugno 2014 6 07 /06 /giugno /2014 21:16

I Grigi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Una delle più diffuse opinioni circa i grigi è quella che li ritiene coinvolti in qualche modo con il governo degli Stati Uniti. Questa stretta relazione avrebbe dato luogo a molti dei progressi tecnologici raggiunti dalla scienza militare e governativa negli ultimi cinquanta anni, tra i quali vanno annoverati il caccia F-117 fighter, il bombardiere B-2 (ambedue si avvalgono della nuovissima tecnologia stealth) ed il sofisticato sistema difensivo conosciuto come “Joshua”, un’arma ultrasonica, di cui una variante declassificata è stata recentemente rivelata al pubblico.
 La teoria sostiene qualcosa del genere: un gruppo segreto governativo (conosciuto come Majestic Twelwe o la Jason society o gli alunni di Jason) ha concesso ai Grigi, nel sud-ovest americano, larghi tratti di territorio ai quattro angoli degli Stati di Utah, Colorado, New Mexico e Arizona, sui quali costruire basi sotterranee conosciute come DUMBs (Deep Underground Military Bases).

Da queste postazioni sotterranee, i Grigi sono in grado di perseguire i loro obiettivi con molta più facilità e discrezione, disponendo di località riservate ove condurre i rapimenti di esseri umani, lontano dallo sguardo di eventuali testimoni.

Questa teoria, conosciuta come “Teoria dello scambio di tecnologia tra gli Alieni e il governo degli USA”, è attualmente molto popolare fra coloro i quali credono che il governo USA (con la complicità delle altre maggiori nazioni mondiali) stia sistematicamente mentendo circa il suo coinvolgimento con il fenomeno UFO. La politica del cover-up (insabbiamento) viene perseguita dai governi mondiali classificando molte informazioni ed usando nel contempo tattiche di disinformazione per screditare i testimoni agli occhi dell’opinione pubblica facendoli apparire come imbroglioni o instabili mentali.

La tecnica della disinformazione viene utilizzata in diverse forme e gradi : dalla propaganda governativa, che mente circa le proprie attività, alla minaccia per tacitare i testimoni, alle molte voci esplicite di “ricercatori” che cercano di convincere il pubblico che non esistono cose come il fenomeno UFO o la vita extraterrestre. Questi “Debunkers” – o negatori di ufficio – usano ogni giustificazione, non importa quanto inverosimile o impossibile, per cercare di spiegare tutti gli avvistamenti .

Esistono molti documenti e testimoni oculari, attualmente a disposizione degli studiosi, in base ai quali il governo degli U.S.A. è – direttamente o indirettamente – coinvolto in continue cospirazioni, dall’evento di Roswell all’assassinio di John Kennedy. Il novero complessivo dei documenti e delle testimonianze ci porta, sempre ed invariabilmente, alla medesima inquietante conclusione : l’esistenza di un Governo Ombra che dirige, dietro le quinte della politica internazionale, il destino delle masse.

Il Congresso degli Stati Uniti, per quanto ne sappiamo, non è stato profondamente infiltrato, in quanto i suoi membri vengono eletti dal popolo. L’infiltrazione del Governo Ombra è invece possibile rispetto a molti ufficiali di nomina governativa. Non è del tutto escluso, peraltro, che diverse agenzie governative possano indottrinare (corrompendoli o ricattandoli) i candidati e allestire elezioni per ottenere membri del Congresso che favoriscono i loro piani.

Le attività del Congresso degli U.S.A. tuttavia appaiono al di là di ogni sospetto, eccetto per lo scambio usuale (e fisiologico) di favori durante la campagna elettorale.

Se i Governi sono per la maggior parte salvi da profonde infiltrazioni di potere occulto, ciò è dovuto principalmente al fatto che il Governo Ombra deve, per poter rimanere segreto, essere necessariamente costituito da un piccolo gruppo.

Assumendo la completa direzione dei governi statali, i membri del Governo Ombra potrebbero non solo pericolosamente incrementare le possibilità di scoperta circa il numero effettivo di persone direttamente o indirettamente coinvolte, ma anche causare problemi alla conservazione del loro predominio.

Il numero delle persone che ha un accesso diretto ai leaders di tale gruppo potrebbe aumentare esponenzialmente rispetto al numero di essi.

Questa eventualità potrebbe sortire l’increscioso effetto di aumentare drasticamente le possibilità di un’accidentale scoperta pubblica della loro esistenza.

Di conseguenza, un “Governo Segreto” potrebbe funzionare al suo meglio a livello nazionale realizzando indisturbato il progetto che si è prefisso.

L’intento finale di questo ampio e articolato progetto potrebbe essere:

• Una popolazione che tende, complessivamente, a considerare chiunque studi il fenomeno UFO – nonché i testimoni di esso – un pazzo o, nella migliore delle ipotesi, un eccentrico .

• Un gruppo di addestrati agenti della disinformazione utilizzati dal Governo per confondere la mente del pubblico e tenerla lontano da questi ben concreti argomenti

• La relativa sicurezza nelle operazioni che potrebbero, altrimenti, essere viste dall’opinione pubblica con gran diffidenza. Ciò potrebbe infine essere l’esatto scopo perseguito da questo gruppo, poiché i suoi obiettivi come pure le sue attuali operazioni, devono essere tenuti necessariamente nascosti al resto della popolazione e del governo ufficiale.

I Messia dell’Umanità
Un’altra teoria, molto popolare tra gli adepti della filosofia New Age, tende a considerare i Grigi come la razza benevola che essi affermano di essere, il cui scopo ultimo sarebbe l’innalzamento dello sviluppo spirituale dell’intera umanità e la creazione di una società più perfetta.

Questa teoria ha trovato anche sostenitori tra coloro che affermano di essere in contatto con i Grigi e di ricevere informazioni circa le loro attività e sul perché esse vengano condotte.

Queste informazioni, tuttavia, appaiono essere – più che altro – il frutto di un’elaborata operazione di propaganda/disinformazione.

La teoria che stiamo esaminando ritiene che i Grigi provengono da una società il cui patrimonio genetico è ormai irrimediabilmente deteriorato. Uno scenario che ci ricorda la trama del film “la Guerra dei Mondi” in cui una razza proveniente da Marte, pianeta ormai morente, giunge sulla terra per sostituirsi agli umani nel dominio del globo terracqueo.

Il maggior limite della suddetta teoria e l’eccessivo semplicismo che la caratterizza: i suoi sostenitori affermano che i Grigi hanno parlato con loro esponendo le ragioni della loro presenza sul nostro pianeta. Essi stanno cercando di aiutare l’umanità e di aiutare se stessi per mezzo della salvezza del pianeta, poiché – secondo loro – la fine della terra è vicina e paventano un inquietante scenario fatto di grandi tempeste, terremoti, inondazioni, eruzioni vulcaniche, guerre, inquinamento, carestie e fame che fra breve spazzeranno via la faccia del nostro pianeta.

I Grigi affermano di sapere che tutto questo avverrà poiché essi non sono limitati dal tempo che scorre in una singola direzione, essendo in grado di spostarsi a volontà lungo il continuum spazio-temporale; essi, pur non potendo impedire che tutto questo accada, vogliono tuttavia prevenire (quale lodevole intento!) quanta più sofferenza possibile. Mentre essi sono qui, tuttavia, utilizzano il DNA umano poiché le loro provviste di materiale genetico sono state drasticamente ridotte, per ragioni non del tutto chiarite.

Ognuna delle teorie descritte ha le proprie varie fonti, e ciascuna pretende di avere le prove che la supportano a scapito dell’altra.

Tuttavia molti elementi in nostro possesso ci inducono a propendere per la prima teoria.

Molte delle prove a sostegno della cospirazione Governo/Grigi provengono da fonti governative e dall’attenta osservazione ed analisi delle attività governative negli ultimi cinquanta anni. La favola dei “Grigi benevoli” è stata diffusa dagli alieni stessi che hanno impiantato nelle menti dei loro addotti indiscutibili istruzioni ed idee da comunicare alla società in tempi differenti. Usando gli addotti come “registratori virtuali”, i Grigi affermano di essere qui per aiutare l’umanità a realizzare il suo pieno potenziale e per vegliare su di essa. Gli archivi del Governo, d’altro canto, ci dicono che i grigi sono abili bugiardi, e non vanno presi sul serio.

Questi dati provengono dai pochi pertinenti documenti venuti alla luce grazie al FOIA ( Freedom Of Information Act/legge sulla libertà di informazione), come pure da ex agenti del Governo (dei quali il più attendibile è il compianto colonnello Pilhip Corso), i quali asseriscono di avere rotto i giuramenti di silenzio decidendo di rivelare la verità.

D’altro canto è innegabile che il Governo sta anche attivando abili agenti della disinformazione, per cui diventa un’ardua scelta decidere se credere agli Alieni o al Governo degli Stati Uniti .

Se i Grigi stanno dicendo la verità, allora abbiamo poco da preoccuparci, eccetto per le attività dei nostri governi e le “sporadiche” abduction condotte con l’ausilio delle tenebre.

Se essi mentono, allora tutti noi siamo posti innanzi ad un grande dilemma: il popolo della Terra viene inconsapevolmente manipolato da due forze in accordo tra loro: dai Grigi e da almeno uno dei maggiori Governi del mondo, gli Stati Uniti d’America.

 

[ via Above Top Secret

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
5 giugno 2014 4 05 /06 /giugno /2014 21:56

"Bisogna aprire gli archivi sugli ufo, i cittadini europei hanno diritto di sapere se gli alieni visitano il nostro pianeta." Sono le parole di Claudio D’Amico, ex sindaco di Cassina De’ Pecchi in quota Lega Nord, neo candidato al parlamento Europeo. Il parlamentare da tempo appassionato della tematica extraterrestre ha fatto della "disclosure" un punto della sua compagna elettorale, promettendo in caso di elezione, di portare avanti una trasparenza completa e la pubblicazione degli archivi dei 28 paesi dell'Unione su Internet.D'Amico segue così la scia di compagni di Partito più celebri come Borghezio che da tempo lavora in Europa per un'apertura di credito verso il tema dell'accessibilità agli archivi sugli oggetti volanti non identificati. Il parlamentare non si ferma agli Ufo propriamente detti ma li collega implicitamente ad attività aliene. A seguire le sue dichiarazioni e il video in cui spiega il suo punto di vista.

I casi europei

«Seguo il fenomeno da tanti anni e, quale che ne sia la natura, è indubbiamente reale. Se eletto, mi batterò perché tutti i Paesi rendano noti i dati acquisiti in tanti anni dalle proprie aeronautiche. Italia e Germania, negli ultimi mesi, hanno tolto il segreto sui propri dossier. Da noi, ad esempio, l’Aviazione ha autenticato ben 445 casi dal 1972 ad oggi; altri Paesi, come Francia e Gran Bretagna, hanno un vero e proprio Ufficio investigativo pubblico, che si occupa della questione. Ebbene, ritengo doveroso che ai cittadini dell’eurozona venga detto che cosa è stato scoperto in tanti anni di ricerche più o meno segrete, pagate coi nostri soldi».

 

http://avvistamentiecontatti.blogspot.it/

Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento
4 giugno 2014 3 04 /06 /giugno /2014 22:22

Libro segreto Russo rivela razze aliene

ALIEN RACES RUSSIAN SECRET BOOK
La prima versione del libro risale nel periodo di Stalin e fu migliorata nel corso degli anni con le statistiche e le foto di persone, soprattutto di bambini rapiti. È stato prodotto come un manuale di istruzioni per l'agente governativo. Una copia è stata trovata per caso in Siberia, nel 1981, in Buriazia.
Il libro è stato creato per gli agenti russi specializzati in materia, chiamati agenti SMERSH. La razza Maitre vive tra due pianeti del sistema solare, nella costellazioni Megopei. Per le sue dimensioni, questi pianeti sono superiori al pianeta Terra di tre volte. La razza Maitre è una razza distinta di parassiti, intenta a cogliere l'occasione per attaccare il pianeta. Essi hanno una crescita telemetrica e il loro aspetto esteriore non è diverso dagli esseri umani. 
Alcune di queste razze avrebbero visitato la Terra per la prima volta nel periodo preistorico, quando il genere umano era troppo primitivo per far emergere nuovi affetti nella loro coscienza.
Pertanto il primo tentativo di rapimento aveva lo scopo di testare e studiare l'Uomo come materiale di prova per verificare l'idoneità della popolazione del pianeta per una successiva colonizzazione e la conversione in schiavi del genere Umano. Queste razze che avrebbero visitato la terra e rapito degli Umani fin dalla preistoria, avevano intenzioni di colonizzare la terra, le cui intenzioni furono impedite da altre razze aliene, ermafroditi, che avevano un eta' media di 120.Questi alieni di 2 metri di altezza e con un cranio complesso hanno visitato la terra 20 volte sequestrando gli esseri umani per schiavizzarli, operando 520 sparizioni di persone. 
Questa razza deriva dalla terza stella nella costellazione Cetus (balena) che è una costellazione di vaste dimensioni; si estende per gran parte nell'emisfero australe, ma è ben osservabile anche dall'emisfero nord.
Essa dispone di 40 pianeti colonizzati con l'aiuto dei suoi schiavi catturati con la forza e che lavorano insieme ad altre otto specie di alieni. Mangiano carne e vivono su un pianeta simile alla Terra e sono in grado di interagire positivamente con le altre razze e avenano intenzione di rivelarsi agli esseri umani nel 2022.

Razza Lang:

Piccole creature, di circa 70 centimetri di altezza che vivono sulla sesta stella nella costellazione Chioma di Berenice, con 3 pianeti di origine le quali hanno colonizzato altri 10 pianeti; quesre piccole creature sono fonte di leggende come quelle degli gnomi ed elfi.La loro ultima visita sulla Terra e' avvenuta nel 2006, in occasione della quale hanno rapito più di 10 milioni di persone.

Razza Smad: 

Provengono dal pianeta Svok e sono dotati di navicelle coniche;sono identici agli esseri umani, e hanno solo 6 navicelle in esercizio.Hanno colonizzato 18 pianeti e hanno un grande interesse per la religione e gli studi sull'uomo. Questa e' una razza morente.
Razza Tengri Tengri: Proveniente da un pianeta omonimo settore galattico 56, la cui vita metropolitana intraterrestriale e' composta da una popolazione di 10 milioni di individui che visitano la Terra da 10.000 anni. Non hanno bisogno di acqua o di ossigeno,e vivono in gigantesche astronavi che possono trasportare 5 milioni indivídui..Questa razza e' in costante contatto con i governi della Terra.

Razza Graysli: 

Hanno un l'altezza di un essere umano, con i peli setosi e provene dalla costellazione di Virgem.La loro prima visita sulla Terra avvene ai tempi dei faraoni e hanno accompagnato la storia dell'umanità,trascorrendo 10 anni presso gli antichi Egizi. 

Razza Dorsay: 

Questa razza misura due metri di altezza e visita frequentemente la terra. E' originaria del sistema di Cassiopea ove vive su due pianeti. I membri di questa razza sono carnivori e mangiano altri esseri umani ed extraterrestri.Sono in guerra da 2 miliardi anni contro un'altra specie aliena. L'Ultima visita sulla Terra e' avvenuta sulle Alpi svizzere nel 2001.

Razza Strom:

Originari dell'Orsa Minore,sono degli esseri invertebrati e celenterati (simili a meduse), misurano 2 metri di altezza e studiano la flora della Terra in modo discreto da dopo la glaciazione,dopo aver colonizzato 20 pianeti. Sono dotatati di navicelle ottagonali.

Razza Spiantsy: 

Provenienti dalla costellazione Lyra dai pianeti Crime Ai Petri. Avançadíssimos. Sono esseri piccoli, con la pelle blu che emette dei riflessi. Sono in grado di arrivare sulla Terra in 20 minuti. La loro atmosfera e' ricca di idrogeno. E' una razza non violenta, e hanno colonizzato 40 pianeti. Si rendono invisibili quando si avvicinano agli esseri umani a meno che non vogliono il contrario, ma la loro presenza provoca ansia negli esseri umani. Questi esseri sono dotati di navicelle sferiche. Studiano la "deviazione della razza umana", e la loro azione è importante nel determinare il futuro della razza umana e il suo sviluppo.

Razza Solipsi Rai:

Lider Ymartin, una razza armoniosa che ha una civiltà di 2 miliardi di anni. Non posseggono colonie e studiano lo sviluppo di altri pianeti. Provengono dalla costellazione del Cigno. Sono muniti di potenti armi per difendersi. Sono ciò che noi chiamiamo i grigi.

Annunaki di Nibiru: sono arrivati sulla Terra circa 4000 anni fa e non 3500 come si pensa, e sono identici agli esseri umani ma molto più alti.Per soggiornare sulla Terra, gli Annunaki avevano sconfitto un altra potente razza che ha vissuto sul nostro pianeta. Il loro re e sua moglie Lilith Samael Annunaki erano ignari della presenza sulla Terradei rettili che avevano schiavizzato l'uomo. Essi collaborano solo con gli abitanti di zeta reticulianos, che non sono i grigi. I discendenti della zeta erano i faraoni d'Egitto.


Razza Kalenia: 

provenienti dalla costellazione dell'Aquila (Stella Tarazed),hanno colonie su 3 pianeti e vivono in media 150 anni. Spesso sono stati avvistati nell' Africa saariana. Alcuni di loro hanno visitato la terra 2300 anni fa ed il loro interesse è limitato ai minerali terrestri.
Razza Mithillae: lontani cugini dei rettiliani provengono da Alya stella nella costellazione del serpente, ma non sono visti come veri rettili. Visitano la terra dal 1965 soprattutto ai poli e sembrano degli esseri spaventosi.

Rettiliani: 

In realtà una delle tre specie è rimasta sulla terra per 15 mila anni e sono provenienti dalla costellazione Draco; hanno colonizzato 500 pianeti attraverso l' infiltrazione nei governi di ogni pianeta. A loro iacere lavorare dietro le quinte e sono tecnologicamente molto avanzati. Sono dotati di diversi poteri paranormali, tra cui l'invisibilità, la capacità di assumere forme diverse e spostarsi nell'interdimensionalita'. Hanno basi nel triangolo delle Bermuda, sulla costa della Danimarca e Nuova Zelanda. Sono rimasti sempre tra di noi.

Razza Alcohbata: 

questi esseri posseggono 5000 navicelle e hanno colonizzato 100 pianeti . E' una specie parassita e rapiscono gli umani per scopi sconosciuti; non interagiscono con altre specie aliene.Hanno origine dalla Costellazione Perseo. I loro veivoli sono stati visti per l'ultima volta nel 2001 in Canada.

Razza Negumak o Gnomopo; 

sono capaci del controllo mentale sui rapiti umani dopo che sono stati rilasciati. Lo scopo di ciò è sconosciuto. Ricordano delle creature insettoidi che hanno ispirato il film Independence Day e sono temuti dai governi terrestri.
Zeta reticulianos Shamtbhala:. Rappresentanti degli Annunaki sulla terra e' una sottospecie artificiale derivata dagli Zetas, ma più simili all'uomo. Il faraone eretico Akhenaton era un tipico esempio che venne rimosso dal potere assieme ai rettiliani. Hanno un eta' di 4000 anni, e sono i più antichi tipi di ibridi. Possono assumere una forma normale umana, ma con alcune malformazioni come il cranio allungato.

Razza Ramay: 

sono pacifici e responsabili dello sviluppo dei Maya, portando gli esseri umani provenienti da diverse parti del pianeta ad unirsi a loro in America del Sud per insegnarli la scienza. Hanno insegnato ai Maya l'astronomia, e altre conoscenze. Dopo la loro partenza i Maya hanno deciso di onorarli con sacrifici umani. Provengono da una zona remota nella costellazione Auriga. Sono stati visti per l'ultima volta nel 2001, a Bora Bora. Gli uomini vivono 130 anni mentre le donne solo 26 anni!

Razza-Moovianthan Kaiphik: 

"The Shining", provenienti dalla costellazione Volpetta (volpe) hanno avuto incontri con i presidenti americani ed i leader russi fornendo loro un avanzata tecnologia ottenendo in cambio il permesso di rapire gli umani. Hanno fortemente influenzato la cultura tibetana con la presenza di basi nel nord di questa regione. Questi esseri hanno colonizzato 40 pianeti.

Razza Rak: 

Hanno visitato la Terra meno spesso degli altri; solo cinque volte, l'ultima delle quali nel corso dell'anno 71 dC, creando la credenza nell'Islam e nel Medio Oriente nello jinn, una specie di genio (lampada di Aladino).Hanno smesso di visitare questo pianeta poiche' risulta incompatibile con il loro sistema immunitario.

Razza HAV-Hannuae Kondras: 

Provengono dal Sestante di una galassia nana. Sono apparsi sulla terra per la prima volta in Romania nell'anno 941 dC, e sono famosi per rapire e uccidere gli esseri umani e di bere il loro sangue, dando origine alle leggende di vampiri. Essi sono tollerati dai governi umani.Sono stati visti per l'ultima volta in Scozia nel 1996.

Razza Allmahuluk Strat 163: 

hanno perso una guerra contro i rettiliani in India, in un lontano passato. Estremamente avanzati, sono stati costretti a lasciare la Terra, sulla quale sono tornati circa 200 anni fa, rimanendoci fino al 1948. Sono invisibili ovunque venendo da Giove.

Razza Ainanna: 

alieni provenienti dalla costellazione dei gemelli. Hanno abitato nelle basi su Marte per millenni alla ricerca di un minerale essenziale come l'oro. Il loro primo arrivo sulla Terra risale a 3000 anni fa in Giappone. Sono stati visti per l'ultima volta in Madagascar nel 2003.

Gara Indugutk: la razza "alta bianca". 

Hanno basi sulla Luna, dove utilizzano degli schiavi nelle loro miniere. Hanno molto buona cura dei loro schiavi. Essi mantengono i contatti con il governo americano, russo e cinese, cercando di mantenere il segreto della loro esistenza sulla luna. Possono assumere forma umana, se lo desiderano, prendendo la forma di uomini in nero. "
Questo video mostra alcune razze aliene trapelate dal libro segreto russo e pubblicate dall'utente Dante (AZAZEL8867) il cui account è stato eliminato da youtube con tutti i suoi video, e la sua vita era stata messa in pericolo nelle ultime settimane a seguito di tentativi di attentati.
Repost 0
Published by il conte rovescio - in alieni e cose del nostro mondo
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg