Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
1 gennaio 2012 7 01 /01 /gennaio /2012 14:50
video di poco tempo fa, che mette in risalto,fino a dove ci si puo' spingere con la tecnologia,fino a dove la macchina puo' sostituire l'uomo e aiutarlo in imprese che,fino a pochi decenni fa,erano impensabili e impossibili da credere.
Evitiamo di voler pensare che la macchina,possa decidere,in modo autonomo,la eliminazione dell'uomo dalla faccia della terra:queste macchine possiedono dei programmi e seguono dei programmi,se succede qualcosa di insolito,e' la mano dell'uomo a essere la colpevole.
Intanto, con le apparecchiature che oggi sono quasi interamente disponibili per la medicina e le visite su altri pianeti come Marte,la Luna,ci permettono di arrivare in condizioni che: sia la mano dell'uomo, sia,l'esplorazione cosi' come attualmente la conosciamo,non  permetterebbero attualmente,una vittoria completa.
Coci' la nostra tecnologia va avanti,creando una sorta di uomo bionico.Inquesto video,sono soltanto pochi esempi,anche se danno la concretezza di cio' che nella nostra realta' quoditiana,non conosciamo.
Repost 0
Published by il conte rovescio - in attualita'
scrivi un commento
1 gennaio 2012 7 01 /01 /gennaio /2012 10:14
 
 

In arrivo il computer da 25 dollari

Raspberry Pi sarà presto disponibile per il pubblico, annunciano gli sviluppatori. Al modico prezzo di 25 dollari si acquisterà una board a cui andranno aggiunte tastiera, scheda SD, cavo HDMI, dongle WiFi e tutto il resto

Roma - Raspberry Pi, il sogno di David "Elite" Braben per un computer realmente economico (25 dollari accessori esclusi) sta per diventare finalmente realtà: il sito del progetto annuncia l'avvio della fase di testing della board in "beta", superata la quale ci sarà la fase produttiva vera e propria.

Se tutto va come deve e se il test delle decine di schede Raspberry Pi sin qui realizzate avrà esito positivo, dicono gli sviluppatori del "micro-PC", si procederà subito alla produzione di massa "in più di una fabbrica" in contemporanea.

Al costo alquanto modico di 25 dollari, Raspberry Pi offre un processore ARM BCM2835 (Broadcomm) a 700 MHz, 128 Megabyte di RAM, connessione USB standard e micro-USB, uscita televisiva HDMI o RCA, slot per schede di memoria SD. Sarà inoltre disponibile un ulteriore "modello B" da 35 dollari con 256 MB di RAM e connessione Ethernet 10/100 nativa.
    Gli sviluppatori assicurano il supporto nativo a Debian, Fedora e ArchLinux (da installare e far girare su scheda SD), mentre promettono di aggiungere nuove distro Linux e di commercializzare schede SD con i vari OS precaricati.

    Neanche a dirlo, lo "sblocco" del micro-PC comporta banalmente la riscrittura del contenuto della scheda SD usata per far funzionare l'hardware con capacità "general-purpose" tipiche di un vero computer.

    Alfonso Maruccia
     
    tratto da :http://punto-informatico.it/3378691/PI/News/arrivo-computer-25-dollari.aspx
    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    29 dicembre 2011 4 29 /12 /dicembre /2011 23:39

    tratto da: http://www.liutprand.it/
    di Leon “Aquila Volante”, Mary “Vento che Sussurra”, A. Arecchi
    Nella Tomba 100 di Hierakonpolis

    La Tomba 100 fu scavata nella città egizia di Nekhen, chiamata in lingua greca Hierakonpolis (città dei falchi) e in arabo Al-Kom al-ahmar. La città, nell’Alto Nilo, fu scavata nei primi anni del 1900. La Tomba 100 è ritenuta risalente al 3500 a.C. circa, un’epoca comunemente considerata “pre-dinastica”.
    Mentre studiava l’immagine di un panorama egizio, raffigurato in un dipinto murale della Tomba 100, lo studioso Leon “Flying Eagle” si è convinto che l’antica opera d'arte costituisse in realtà la prima carta geografica di tutto il mondo. Sorprendentemente, questo planisfero è stato tracciato dagli Egiziani predinastici oltre 5000 anni fa.

    Solo frammenti del dipinto murale originale restano, ma studi scientifici dettagliati della tomba e delle opere d’arte in essa contenute sono stati fortunatamente condotti negli anni 1890-1910, e gli studi di questo importante sito continuano ancora oggi. Il murale in oggetto fu disegnato da F.W. Green di Cambridge, e pubblicato dalla British School of Egyptian Archaeology, nel 1902.
    Le somiglianze schiaccianti tra il murale della Tomba 100 e i contorni di una mappa del mondo appaiono rapidamente, in maniera quasi ovvia. Il regolare colore blu più scuro dello sfondo sottolinea il contrasto tra la terra e il mare. Continenti, oceani, mari interni, e anche grandi laghi, case di fango e vie, sono facili da identificare.
    I due autori di questo studio hanno cominciato a chiamare il murale “Mappamondo delle Tribù Terra” perché hanno notato le varie civiltà segnato sulla mappa, che sono rappresentate da diverse imbarcazioni.
    Questa affascinante, e ora controversa, opera d'arte rivoluziona la storia antica del mondo e getta nuova luce sullo spirito avventuroso e la capacità di navigazione degli antichi marinai egiziani, che raggiunsero i più lontani confini della Madre-Gaia, e poi registrarono i flussi grande Oceano oltre 5000 anni fa.


    Fig. 1- La mappa della tomba 100 mostra una conoscenza incredibilmente precisa della geografia e della batimetria del mondo antico. Il Mar Mediterraneo è mostrato molto meno profondo di quanto sia oggi, il che è coerente con la moderna teoria della crescita globale del livello del mare. Si vedono case di fango, con secche e canali, intorno al Mar Mediterraneo.


    Si noti bene il fatto che il Mediterraneo appare diviso in due parti, corrispondenti alla situazione pre-1200 a.C., secondo i nostri studi su Atlantide (v. figura sottostante). L’Italia, la Sicilia e il territorio di Atlantide separano i due bacini occidentale (collegato all’Oceano tramite lo stretto di Gibilterra) e orientale (mare interno, isolato).


    Le figure umane, barche, animali e le strutture del murale, sono primi pittogrammi che si svilupperanno in immagini ben noto, più avanti in Egitto dinastico. La raffigurazione di un eroe potente o re, che regge due leoni per la gola, è la prima raffigurazione conosciuta di questo famoso simbolo, che divenne un simbolo comune in Mesopotamia, 600 anni dopo.
    Vicino al Re Leone c'è la raffigurazione di un cerchio con cinque cervi che lo circondano. La ruota è stata interpretata come un calendario, che mostra un anno di cinque stagioni, rappresentate dai cinque cervi. Forse il calendario è stato usato come simbolo culturale, per esempio, come il calendario Maya è spesso usato, oggi, come simbolo della civiltà Maya. I cinque cervi possono anche rappresentare una unificazione di cinque diverse tribù. Forse il cerchio indicava una città, un luogo raccolta, o un grande mercato, dove le tribù si riunivano cinque volte all'anno per scambiare i loro prodotti, pelli di animali, e altri generi.


    Una barca dall’alta prora è il simbolo dell'Egitto.
    Mappa antica d'Egitto e del Mar Rosso.

    In posizione di rilievo, vicino al centro del murale, c’è è una barca di colore scuro, dall’alta prora, che si distingue in contrasto con le cinque barche bianche che la circondano. La barca dall'alta prora è il simbolo dell'Egitto. L'Egitto ha una posizione centrale e la barca più importante. Forse la barca simboleggia in realtà il fiume Nilo, e onora la divinità che conservano il flusso delle sue vivificanti acque.
    Le cinque barche bianche rappresentano le altre maggiori nazioni del mondo, in quel momento.


    La prova di cavalli antichi nelle Americhe.
    Mappa antica del Nord e del Sud America.

    I contorni familiari del Nord e del Sud America sono inconfondibili.
    E' sorprendente vedere i cavalli in Sud America, perché si pensava che i cavalli si fossero estinti nel Nord e nel Sud America, verso il 10000 a.C., per essere successivamente reintrodotti dalla conquista spagnola. Su queste immagini la presenza dei cavalli è stata dibattuta. La maggior parte delle persone vede i cavalli, soprattutto quando si confrontano con l'immagine vicina di quello che sembra come un asino legato ad una corda. Alcuni hanno ipotizzato che si possa trattare di lama.
    Una processione di barche a vela attraversa i millenni, trasportando un carico misterioso di antichi saperi.
    Lunghi secoli prima di Ulisse e degli Argonauti, un antico marinaio pre-egiziano si lanciò forse in un viaggio epico, circumnavigando il mondo ... oltre 5000 anni fa.


    tratto da: http://www.liutprand.it/
    di Leon “Aquila Volante”, Mary “Vento che Sussurra”, A. Arecchi

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    29 dicembre 2011 4 29 /12 /dicembre /2011 11:32

     Massimo Fratini,e' nato a Roma il 31 ottobre 1963, laureato in Diagnostica per Immagini e Radioterapia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, Massimo Fratini lavora da 22 anni presso il Dipartimento di Scienze Radiologiche – Università degli Studi di Roma “La Sapienza” – coordinatore dei Reparti TAC – RMN.Oltre al suo primario lavoro,e' divenuto un  esperto ufologo.Puo' vantare il suo primo successo nella capitale d'Italia,poiche'e' stato il primo fondatore di un gruppo che si e' occupato del fenomeno ufo.

    Come nasce un interesse del genere e come si porta avanti?Nel 1976,all''eta' di 13 anni,ha quello che chiamiamo ancora oggi,il suo primo avvistamento ufo:un disco volante nella zona di Montesacro a Roma.Portando la sua curiosita' a saperne di piu' e da quella curiosita',con il passare degli anni,diventa passione,esperienza,dedizione a cio' che oggi,troppi ignorano e lo scetticismo domina.Massimo Fratini e' la dimostrazione che,alieni e una realta' ben diversa da come la conosciamo,esiste;la gente comune ignora,non sa e non accetta un discorso che ufo,astronavi,sfere di luce esistono e adotta la soluzione piu' semplice:chi ci crede e' un credulone ed e' da schernire.

    Cosicche', inizia a fare la differenza: gia' nel 1978,inizia a lavorare con un gruppo di ricerca chiamato''GIORNALE DEI MISTERI'',dal 1971 in commercio,il quale si occupa di moltissimi argomenti quali:.fenomeni di pre-morte, telepatia, chiaroveggenza, bilocazione, psicobolia, telecinesi, pirobazia, psicofonia, xenoglossia, esperienze fuori dal corpo, poltergeist, ipnosi, sincronicità, alchimia, esoterismo, messaggi delle Guide, la scuola ermetica, misteri dell'universo, segreti della storia, fantascienza, presenze aliene, guaritori, simbolismo, popoli in via di estinzione, curiosità della Natura, grafologia, onomastica, segnalazioni librarie ed altro ancora.

    Come una interessante divulgazione a carattete ufologico inizia a prendere forma ,si nota anche come  la Tuscia inizio' a interessarsi di un qualcosa che in tutta' l'Italia iniziava a mostrarsi nella sua maestosita': la nascita dei Gruppi di Ricerca.dedita a studiare su territorio sul conosciuto e sconosciuto.,a risposta di questo lavoro,oltre 300 gruppi di persone iniziarono a lavorare con entusiasmo sul fenomeno ufo. 
    L'appello venne raccolto anche nella Tuscia (alto Lazio), aggregando in gruppi di studio numerosi giovani e giovanissimi.

    In questi primi anni con l'entrata in un GRUPPO DI RICERCA CHIAMATO,''NUOVA LUCE'',,Massimo Fratini inizia a collaborare con la giornalista Enza Massa e l’ufologo Eufemio del Buono.

    Clicca per ingrandire Clicca per ingrandire
    FIRENZE 1 NOVEMBRE 1971: Convegno organizzato dal G.d.M La Rivista "Il Giornale dei Misteri"


    per maggiori dettagli sulla Tuscia:

    http://www.ufotuscia.it/tuscia.php

     

    Gli anni passano,le esperienze continuano a sommarsi in modo continuo e cosi',nel 1990,decide di fondare  il '' CETI'' – Comunicazioni con Intelligenze Extraterrestri e con circa 100 soci,amplia la sua esperienza insieme al suo gruppo,aumentando ancora il lavoro svolto su di esso.Dopo soli 5 anni,nel 1995,anno memorabile per tutti i cambiamenti che gli hanno portato,elenco la serie di straordinarie azioni:

    -trasforma il CETI in CISETI:Centro Studi Intelligenze ExtraTerrestri

    -organizza la prima Conferenza Internazionale dal titolo: XX° Secolo - La visita Extraterrestre tra i quali spiccavano come relatori: Maurizio Baiata, Robert Dean, Eufemio Del Buono, Roberto Pinotti, Roberto Doz, Corrado Malanga, Giorgio Bongiovanni, Giorgio di Bitonto. Presenti in sala 1200 persone con tutte le TV nazionali e locali

    -Con  un ciclo di 40 puntate su TV Locale TeleVita dal titolo: UFO - realtà extraterrestre,divulga cio' che ancora non si conosce

    -Presso il CUN(centro ufologico nazionale)inizia a lavorare con Pinotti e Baiata presso la redazione delle riviste Dossier Alieni e Notiziario UFO.

    -appare sulle TV locali e anche al TG1 parlando dell'UFO di Tarquinia.

    Nele 1996,ormai il suo nome e' conosciuto e organizzando una conferenza al Convegno Internazionale sui “Rapimenti Alieni”. Ospiti: Derrel Sims, Corrado Malanga, Philip Mantle, Travis Walton, Mario Cingolani, Maurizio Baiata, Fratini, Pinotti, Zanfretta,dove 1400 persone hanno assistito. 
    Nel 1998 invece,sempre su emittenti televisive, compare alla trasmissione Piazza Grande , condotta da Magalli e poi nel 1999, anche alla trasmissione “La macchina del Tempo” condotta da Cecchi Paone su Rete4.

    In due puntate del Maurizio Costanzo Show,programma con piu' audience,compare nuovamente continuando la sua opera.

    NEL 2002,una svolta importante;diventa indipendente e congeda il CISETI.

    E’ stato Direttore Editoriale della rivista “Extraterrestre”, Direttore Responsabile di “DNA Magazine” e ha collaborato con il mensile “Area 51”. Oggi, rimane anche un organizzatore di convegni a carattere nazionale ed internazionale. Dirige su internet la rubrica “Segnidalcielo ”, diventata ormai uno dei migliori punti di riferimento indipendenti per ricercatori.

    Massimo Fratini, e' dell'idea che il livello della ricerca ufologica a livello italiano è  rimasto indietro nel tempo.  Difatti,molti dei convegni che vengono svolti ancora oggi, da vari centri ufologici nazionali, espongono solo ricerche che risalgono quasi sempre agli anni ’50 ; il famoso caso Roswell, dove le persone ormai lo conoscono fin troppo  e non solo, ormai non facciamo che ascoltare fatti passati che, non portano a risposte chiare come vorremmo a livello di divulgazione -sensibilizzazione delle masse, per il Programma di Acclimatazione che l’ONU porta  avanti diventa deleterio, anche grazie al contributo dei vari centri ufologici internazionali.

    A tale contesto,Massimo Fratini,conosce e crede nel famoso Disclosure Project,un lavoro seguito da Steven Greer,il quale ha portato risultati convincenti ed eclatanti riguardo testimonianze di prima mano sulla realtà della presenza extraterrestre,portando certezze,novita',sensibilizzazione e un gran lavoro di divulgazione.Su questo progetto,sono stati apertamente dichiarati al pubblico,che i contatti ufficiali tra razze ET e gli Umani ci sono stati fin dal passato ad oggi e molti ricorderanno che a Novembre del 2009 presso la Base USA di Diego Garcia, ci fu un incontro tra una delegazione di tre razze ET appartenenti ad una Federazione galattica e i rappresentanti dei maggiori governi mondiali.Aprendo una parentesi per un discorso legato prettamente ai CROP CIRCLE,Massimo Fratini sostiene l'affascinante spiegazione di cui essi, rappresentano la sacra medicina e il cambiamento dimensionale. , Dei disegni che agiscono da riequilibrante energetico(mandala,) delle Ley Lines (griglia energetica) del nostro  pianeta crea un modo di sostenerlo nel suo percorso di vita, ma è vero che queste forme, disegni, agiscono a livello subliminale della nostra coscienza per far si che si possa intraprendere un nuovo cammino di vita e consapevolezza cosmica. I cerchi nel grano sono forme geometriche perfette, complesse e non facili da riprodurre e ascoltare: ormai sono stati smascherati molti di questi cerchi e  pittogrammi falsi, I pittogrammi possono trasmettere la consapevolezza che noi staremo per divenire  una Umanità Galattica anche se non e' semplice come discorso. 

     

    Un interessantissimo servizio,postato nel 2007,mostra immagini e una dettagliata rivelazione che,ancora oggi,pochi conoscono:si tratta di cio' che e' stato scoperto su Saturno,nei suoi anelli.Tutto cio' che leggerete,potra' essere di vostro interesse, per sapere che,al di fuori del nostro spazio,troppe informazioni vengono tenute nascoste per non causare disagi e panico per chi,ha una realta' con i piedi per terra e non vuole avere a che fare con cio' che non si conosce.Il servizio e':

    http://www.segnidalcielo.it/segnale_alieno_saturno.html

     

    qui a capo di altre notizie fornite per voi ad un convegno recente:

     

     

     Molto interessante anche per chi vuole addentrarsi in video creati proprio dal suo nuovo canale,DOSSIER ALIENI,in approfondimenti ufologici e ogni notizia che puo' catturare e mostrare cosa ci puo' ossere,oltre a quello che conosciamo :

     

    dossieralieni.jpg
    Cio' che conosco in un modo migliore sulla tematica ufo e cio' che lo circonda, lo devo al suo sito,alle persone che ci lavorano insieme,a chi,negli argomenti,mette luce e chiarezza,nei dubbi che mi sono venuti e sul come li ho risolti.Altri articoli verranno postati,commentati,portati avanti con chi crede,che non essere soli,non e' una risposta:e' una certezza.

    Massimo Fratini


     

     

     

     

     

     

     

     

     

    grazie massimo per avermi permesso di dedicarti un articolo.

     

    conte rovescio.

     

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    29 dicembre 2011 4 29 /12 /dicembre /2011 10:03

    Rimanere impassibili con quello che stiamo vivendo oggi,diventa sempre piu' difficile,sapere di notizie che sono destinate  a diventare oggetto di discussioni,sono anche destinate a aumentare proprio perche' molta gente puo' essere nelle stesse situazioni di crisi:da qui un articolo che colpisce e fa riflettere:

     

    "Ero precario", "la mia banca mi ha ucciso" o, ancora, "rischiamo tutti". Macabra iniziativa a Schio di alcuni ragazzi dell'associazione Giovane Italia, movimento del Pdl guidato dall'ex ministro Giorgia Meloni. I giovani pidiellini del Veneto hanno appeso dei manichini impiccati ai cavalcavia o affogati nelle fontane in sei punti diversi della città, con cartelli di forte critica verso la manovra economica del governo Monti. Un'iniziativa che al risveglio ha choccato gli abitanti della tranquilla cittadina lagunare e che ha visto i carabinieri intervenire subito per rimuovere i fantocci.

     

    "Mi rendo conto che l'immagine è molto forte e d'impatto, ma è proprio la cosa a cui possiamo andare incontro se si continua cosi", ha spiegato Giulia Boscato, presidente del circolo scledense di Giovane Italia.
     
    "Con questo atto dimostrativo - ha proseguito la militante piediellina - intendiamo far capire quali sono i rischi reali che si corrono dando fiducia a questo governo tecnocratico guidato dall'advisor della Goldman Sachs Mario Monti. Rischi che, purtroppo, sono già reali in quanto solo in Veneto dall'inizio del 2011 sono stati registrati all'incirca una ventina di suicidi causati dalla mancanza di lavoro e dall'impossibilità di estinguere debiti fatti per mandare avanti la propria attività. Il nostro - ha concluso la responsabile della Giovane Italia di Schio - è un invito a tutta la cittadinanza ad aprire gli occhi affinché si rendano veramente conto della situazione in cui incombe la nazione".
    tratto da:http://affaritaliani.libero.it/economia/manichini_schio_protesta_giovane_italia_monti29122011.html
     
     
    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    27 dicembre 2011 2 27 /12 /dicembre /2011 23:30
     

    I conflitti che rischieranno di scoppiare o che caratterizzeranno il 2012 secondo Foreign Policy

     

    Quali situazioni di conflitto sono più a rischio di ulteriore deterioramento nel corso del 2012? Foreign Policy si è rivolto all’International Crisis Group per valutare quali disastri causati dall’uomo potrebbero esplodere nel prossimo anno, ottenendo un elenco complessivo di 10 aree di crisi che meritano particolare attenzione. Certo, tutte le liste sono afflitte da una certa arbitrarietà, ma questa, si spera, spingerà la gente a riflettere e parlare. Perché non includere il Sudan – sicuramente afflitto da una crisi di proporzioni terrificanti – o i conflitti dimenticati d’Europa – nel Caucaso del Nord, per esempio, o nel Nagorno-Karabakh? Era necessario rivolgere l’attenzione ad aree che più di altre, al momento, richiedono di stare con gli occhi ben aperti.

    LA SIRIA - Molti in Siria e all’estero puntano ora su un imminente collasso del regime, ipotizzando che tutto andrà meglio da quel momento in poi. La realtà potrebbe rivelarsi molto diversa. Poichè le dinamiche sia in Siria che nell’arena internazionale si sono duramente rivoltate contro il regime, molti sperano che la situazione di stallo sanguinoso possa finalmente giungere al termine, ma per quanto sembra ormai inevitabile che il presidente Bashar al-Assad lasci il palco dopo la brutalità terrificante del suo regime negli ultimi mesi, le fasi iniziali post-Assad comportano rischi enormi.

    IRAN/ISRAELE - Anche se l’Iran e Israele, in qualche modo, riescono “a navigare in sicurezza” oltre gli scogli della crisi siriana, l’inimicizia tra di loro sulla questione nucleare può portare i rapporti tra i due pericolosamente fuori dotta. Anche se le sanzioni contro l’Iran e le dimostrazioni di forza generiche si sono intensificate alla fine del 2011, alcuni possono vedere nell’attuale situazione la continuazione di una tendenza di lungo periodo nei rapporti tesi tra Iran e Israele. Due fattori possono rendere il 2012 un possibile punto di svolta in negativo: in primo luogo, il report più recente dell’International Atomic Energy Agency è particolarmente ambiguo. Non riporta le prove significative dell’intenzione di Teheran di costruire un’arma nucleare, ma evidenzia la riluttanza dell’Iran a collaborare con l’agenzia internazionale. In secondo luogo, le elezioni americane forzeranno l’agenda del Paese al sostegno a Israele in modo ancora più deciso, creando un ambiente favorevole ancor più favorevole ad Israele per reagire contro l’Iran con conseguenze potenzialmente disastrose.

    AFGHANISTAN - Un decennio di “maggiore sicurezza, sviluppo e assistenza umanitaria da parte della comunità internazionale” non è riuscito a creare un Afghanistan stabile: tutto evidenzia come il senso di sicurezza stia cadendo a pezzi, data anche la presenza crescente degli insorti nelle province precedentemente stabilizzate. Nel 2011, la sola capitale ha visto una raffica di attentati suicidi, tra cui il sanguinoso attentato nella città dal 2001; attacchi multipli durante le missioni estere a Kabul, verso il British Council e l’Ambasciata degli Stati Uniti, e l’assassinio dell’ex presidente e capo negoziatore della pace Burhanuddin Rabbani. Le prospettive per il prossimo anno non sono più brillanti.

    PAKISTAN - Per tutto il 2011, le relazioni del Pakistan con gli Stati Uniti sono andate di male in peggio e le bombe micidiali – ancora apparentemente accidentali – della NATO sui soldati pakistani nel mese di novembre hanno reso i due Paesi ancora più ostili. In parte come risultato, ma anche per via del sostegno dell’esercito pakistano ai militanti che operano in Afghanistan, i legami tra Islamabad e Kabul si stanno sfilacciando. Il governo eletto ha fatto qualche progresso nel suo riavvicinamento con l’India, iniziando a normalizzare le relazioni commerciali. Eppure, il processo rimane ostaggio del continuo supporto da parte dei militari ai gruppi militanti come il Jamaat-ud-Dawa, responsabile degli attacchi di Mumbai del 2008. Un altro attacco terroristico potrebbe tradursi in vera e propria guerra tra i due avversari dotati di armi nucleari, con conseguenze facilmente intuibili. Il più grande pericolo per il Pakistan, tuttavia, non proviene da fonti esterne, ma piuttosto dall’interno del Paese. La transizione dalla dittatura alla democrazia non è affatto consolidata e le forze armate controllano ancora settori cruciali della politica estera e di sicurezza.

    YEMEN - Lo Yemen si trova in bilico tra un violento collasso e una sottile speranza del trasferimento pacifico del potere. Sotto la pressione crescente da parte degli attori internazionali e regionali, il presidente Ali Abdullah Saleh ha finalmente firmato un accordo di transizione il 23 novembre. In base all’accordo, ha immediatamente trasferito l’autorità al suo vice presidente e lascerà ufficialmente la carica dopo le elezioni anticipate, previste per il 21 febbraio. Questo è stato un primo passo, seppur importante, ma non sufficiente a risolvere tutti i problemi del Paese il cui futuro rimane incerto.

    ASIA CENTRALE - Diversi stati nella regione sono sopravvissuti solo in nome della fortuna: la loro infrastruttura è ad un passo dal tracollo, i loro sistemi politici sono divorati dalla corruzione, i servizi pubblici sono quasi inesistenti. Oltre a tutto ciò, il Tagikistan, per esempio, deve ora affrontare una minaccia alla sicurezza: l’aumento delle insurrezioni sia locali che esterne, insurrezioni che non è in grado di contenere. Inoltre, i rapporti con il vicino l’Uzbekistan sono al minimo storico: una disputa sull’acqua di lungo corso è ben lontana dalla risoluzione. Per quanto riguarda l’Uzbekistan, Washington si appoggia su Tashkent per la logistica in Afghanistan, ma la natura brutale del regime lo rende non solo un partner imbarazzante, ma anche molto inaffidabile. Già c’è stato almeno un attacco alla linea ferroviaria sulla quale transitava materiale degli Stati Uniti attraverso il paese. Intanto, il Kirghizistan è a rischio violenza di massa.

    BURUNDI - Le rassicuranti dichiarazioni da parte del governo di Bujumbura hanno in realtà un cupo suono: la fine del consenso Arusha, che ha portato alla conclusione della guerra civile nel 2000, combinato con il deterioramento del clima politico che ha seguito il boicottaggio delle elezioni del 2010, hanno contribuito direttamente ad una escalation di violenza e insicurezza. Gli elementi del trattato di pace sono stati smantellati uno per uno. La lotta tra l’opposizione e il partito al governo, con l’intensa repressione di governo, stanno causando sempre più vittime.

    REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO - Joseph Kabila è stato rieletto presidente e ufficialmente insediato, ma non soddisferà le richieste dei suoi avversari politici, in particolare i sostenitori del candidato dell’opposizione Etienne Tshisekedi. Il voto è stato gravemento viziato, con segnalazioni di voti pre-marcati, intimidazioni degli elettori, violenze localizzate, cattiva gestione diffusa e risultati truccati. L’opposizione rischia di essere emarginata per i prossimi cinque anni in un clima che va ribollendo, mentre le elezioni segnano soltanto uno dei tanti episodi di corruzione di Kabila.

    KENYA/SOMALIA - È troppo presto per stabilire se la campagna militare recentemente lanciata dal Kenya nel sud della Somalia riuscirà a sconfiggere al-Shabaab – il gruppo militante islamico formato durante la frammentazione delle Corti Islamiche, che controllavano la maggior parte della Somalia meridionale per una parte degli ultimi decenni – o porterà ad un conflitto lungo e disordinato. Ora che il Kenya entrerà a far parte della missione dell’Unione Africana in Somalia, però, sembra che il conflitto sia destinato a durare. La sua presenza prolungata nel sud della Somalia potrebbe essere molto impopolare e i rischi per la stabilità interna del Kenya sono molto reali. Dopo il lancio della campagna a metà ottobre, al-Shabaab ha immediatamente minacciato attacchi di rappresaglia.

    VENEZUELA - I tassi di omicidio in Venezuela sono tra i più alte dell’emisfero – il doppio di quelli della Colombia e tre volte quelli del Messico – nonostante il resto del mondo non vi presti attenzione. I tassi crescevano anche quando Hugo Chávez ha assunto il potere, ma dopo 12 anni sono saliti alle stelle. Le vittime sono prevalentemente giovani poveri – ammazzati per non più di un telefono cellulare, presi per errore in sparatorie tra bande, o anche soggetti a esecuzioni extragiudiziali da parte delle forze di sicurezza.

     

    tratto da:http://www.giornalettismo.com/archives/182817/tutte-le-guerre-del-prossimo-anno/3/

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    23 dicembre 2011 5 23 /12 /dicembre /2011 23:22

    http://www.ufointhenight.com/

     

    Home

    un sito che che ha poco da invidiare ad altri siti ormai conosciuti da tutti,quest'ultimo si va proprio a immettere in una corposa fluenza di notizie legata a misteri,ufo,realta' di oggi,avvistamenti e altro ancora,oggi;

     

    nasce un gemellaggio,una grande unione che vuole includere i nostri interessi con i vostri,proprio a dimostrazione che insieme si puo' costruire qualcosa di inaspettato.Anche voi che leggete queste righe,avete le nostre stesse aspettative:scoprire sempre le novita',parlarne,entusiasmarvi,coinvolgere altre persone a dimostrazione che cio' che vi interessa,non sono fesserie o perdite di tempo.Ogni vostra affermazione,smentita e qualsiasi altra cosa vi venga in mente,e' il modo per comunicare che ci siete anche voi.

     

    Da qui,continua un evolversi fluido di notizie che faranno il giro del web,con esperti pronti a smascherare false notizie e....a confermare altre notizie,non escludiamo nulla.

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    22 dicembre 2011 4 22 /12 /dicembre /2011 23:18

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

    Vorrei parlare di un personaggio che non molti conoscono,anzi,pochi lo conoscono e chi lo conosce,segue con interesse cio' che dice:

    che cosa dice?

    che cosa scrive piuttosto!qui scrivo un a parte degli scritti che ha pubblicato:Il Nuovo Ordine Massonico, La 'Mano Segreta' in Bosnia, Dietro le Quinte del Terrorismo, La Carta Curda di Israele, Una Strategia Nazionale per la Turchia, Soluzione: Gli Insegnamenti del Corano, L’Inverno dell’Islam e la sua Attesa Primavera, Il Comunismo in Agguato, L’Ideologia Sanguinaria del Darwinismo: il Fascismo, Contro I Turchi l’Antagonismo di Darwin, I Disastri che il Darwinismo ha Portato all’Umanità, L’Inganno dell’Evoluzione, Articoli 1-2-3, Un’Arma di Satana: il Romanticismo, Verità 1-2, Il Mondo Occidentale si Volge al Bene, Nazioni Distrutte, Il Profeta Mosè, Il Profeta Giuseppe, L’Età dell’Oro, L’Arte dei Colori di Allah, La Gloria è Dappertutto, La Verità della Vita di Questo Mondo, Confessioni degli Evoluzionisti, Risposte Precise agli Evoluzionisti, Le Falsità Evoluzioniste, Magia Nera del Darwinismo, La Religione del Darwinismo, Il Fallimento della Teoria dell’Evoluzione in 20 Domande, Il Corano Fa da Guida alla Scienza, La Vera Origine della Vita, La Creazione dell’Universo, Miracoli del Corano, Consapevolezza nella Cellula, Una Serie di Miracoli, Il Progetto nella Natura, Auto-Sacrificio e Modelli di Comportamento Intelligente negli Animali, L’Eternità E’ Già Cominciata, Ragazzi, Darwin Mentiva!, La Fine del Darwinismo, Pensiero Profondo, Eternità e la Realtà del Destino, Conoscendo la Verità, Non Perorate l’Ignoranza, I Segreti del DNA, Il Miracolo nell’Atomo, Il Miracolo nella Cellula, Il Miracolo del Sistema Immunitario, Il Miracolo nell’Occhio, Il Miracolo della Creazione nelle Piante, Il Miracolo del Ragno, Il Miracolo della Formica, Il Miracolo del Moscerino, Il Miracolo dell’Ape, Il Miracolo del Seme, Il Miracolo della Termite, Il Miracolo Verde: Fotosintesi, Il Miracolo dell’Ormone, Il Miracolo dell’Essere Umano, Il Miracolo della Creazione dell’Uomo, Il Miracolo della Proteina.

     

    Quest'uomo turco, e' chiamato ormai HARUN YAHJA,utilizza 2 nomi cioe' Giovanni (yahja) e Aronne (harun),2 profeti che lottarono contro la miscredenza.

    Il lavoro svolto da quest'uomo,accomuna tutti i suoi lavori su argomenti coperti dalle sue opere,in totale sintonia con il Corano, e fortemente convalidati delle interpretazioni coraniche. Perfino gli argomenti che si occupano di scienza e prevalentemente ritenuti complicati e sconcertanti vengono raccontati in maniera molto chiara ed esplicita, nei libri di Harun Yahya. Questa è la ragione per cui questi libri fanno presa su chiunque, di ogni età e di ogni strato sociale.

    I libri di Harun Yahya su argomenti legati alla fede comunicano l’esistenza e l’unicità di Dio e sono scritti con il principale obiettivo di far conoscere l’Islam a coloro che sono estranei alla religione, e riconciliare i loro cuori con la verità. Per i Musulmani questi libri servono da ammonimento come pure da memoria. Lo scrittore ha pubblicato opere su tutti i temi fondamentali di cui si occupa il Corano che possono espandere l’impegno e la riflessione dei Musulmani.

    Ognuna delle opere scritte da Haron,vengono legate alla scienza dove si mettono in evidenza la potenza, la sublimità e la maestà di Dio nei piccoli dettagli, basandosi su ben strutturate ricerche e prove scientifiche, insieme a profonda meditazione. Questi libri manifestano, per i non-Musulmani, i segni dell’esistenza di Dio e la perfezione della Sua creazione, in un modo molto esplicito e preciso. Inoltre aumentano la fede e la sottomissione dei credenti, e possono servire come perfetti materiali didattici per comunicare l’Islam agli altri (laddove la religione non è praticata in senso stretto). Un sottogruppo di questa serie è quella dei libri dei ‘Libri che Demoliscono la Menzogna dell’Evoluzione’. Lo scopo principale di questi libri è quello di demolire la filosofia materialistica e ateistica che è stata proposta come alternativa e rivale della religione ed è stata imposta al mondo intero fin dal XIX  secolo. Il grande impatto che i libri hanno sui lettori significa che quello scopo è in gran parte realizzato. Questi libri - proprio come afferma il Corano con le parole “Noi scagliamo la Verità contro la falsità, ed essa distruggerà il suo intelletto” (Surat'Al-Anbiya, 18) – demoliscono l’intelletto, cioè il sistema di pensiero e l’ideologia del sistema della miscredenza; e aiutano la completa (rivelazione della) luce di Dio (Surat'As-Saff, 8). Per queste ragioni, tali libri hanno un ruolo importantissimo nella battaglia intellettuale contro la mancanza di fede.

    Il significato simbolico del sigillo del Profeta Maometto sulla copertina di tutti i libri dell’autore è collegato al contenuto dei libri. Questo sigillo indica che il Corano è l’ultimo libro e la parola definitiva di Dio, e che il nostro Profeta Maometto è l’ultimo dei Suoi messaggeri. Prendendo questo attributo del Corano e del Profeta, lo scrittore cerca, in ogni sua parola, di confutare tutte le affermazioni fondamentali dei sistemi della miscredenza e pronuncia “l’ultima parola” che metterà fine definitivamente alle asserzioni degli infedeli. Il bollo del Profeta Maometto, che ha la massima gloria e saggezza, è usato come una preghiera per l’intento di dire questa ultima parola.

    In tutti i libri dell’autore, i temi collegati alla fede sono spiegati alla luce dei versetti del Corano e le persone vengono invitate ad apprendere le parole di Allah e a vivere secondo queste. Tutti i soggetti che riguardano i versetti di Allah sono spiegati in modo da non lasciare spazio a dubbi o interrogativi nella mente del lettore. Lo stile sincero, semplice e fluente assicura che ognuno, di qualunque età e di ogni gruppo sociale, può facilmente capire i libri. Questo modo di esprimersi efficace e lucido rende possibile anche leggerli in un solo fiato. Anche coloro che rigettano strettamente la spiritualità sono influenzati dai fatti raccontati in questi libri, e non possono rifiutare la veridicità dei contenuti.

    Tutti i libri dell’autore possono essere letti individualmente o discussi in un gruppo durante una discussione. I lettori che vogliano trarre profitto dai libri troveranno la discussione molto utile proprio perché potranno di confrontare con gli altri le proprie riflessioni ed esperienze.

    Inoltre, si renderà un gran servizio alla religione contribuendo alla presentazione e alla lettura di questi libri, che sono scritti esclusivamente per il compiacimento di Allah. Tutti i  libri dell’autore sono estremamente convincenti. Per questa ragione, per quelli che vogliono comunicare la religione alle altre persone, uno dei metodi più efficaci è incoraggiarle a leggere questi libri.

    In essi non si troveranno, come accade in certi libri, le opinioni personali dell’autore, né spiegazioni basate su fonti dubbie, né uno stile inosservante del rispetto e della reverenza dovuti ai soggetti sacri, né descrizioni senza speranza, che sollevano dubbi, pessimistiche, che creano soltanto deviazioni nel cuore.

     

    in questo sito troverete filmati per avere a pieno una visuale a 360 gradi.

     

    http://it.harunyahya.tv/

     

    qui,alcune immagini di stand che sono arrivati in tutto il mondo:

    USA, Ohio - Convention ICNA

     

    Russia, Mosca - Fiera Internazionale del Libro di Mosca

     

    Germania, Francoforte - Frankfurter Buchmesse 2001

     

     

     

     

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    21 dicembre 2011 3 21 /12 /dicembre /2011 23:30

    21 dicembre 2011

    Il governo americano chiede ai media scientifici di non divulgare informazioni eccessive sul ceppo virale: “Questioni di sicurezza”

    E’ recente la notizia che potrebbe anche sconvolgere il mondo: un laboratorio olandese ha realizzato una versione mutata del virus dell’influenza aviaria, in grado di trasmettersi, differentemente dal virus originale, anche da uomo a uomo, e in grado dunque di dare il via ad una vera e propria pandemia. Il laboratorio ha assicurato che manterrà il virus sotto strettissime misure di sicurezza, ma potrebbe non bastare: per questo, racconta il New York Times facendo notare l’assoluta novità della vicenda, un’autorità governativa statunitense ha fatto sapere a Science e Nature, due delle più importanti pubblicazioni scientifiche al mondo, che sarebbe meglio non scendere in dettagli, quando si tratterà di spiegare l’esperimento.

    CENSURA? – Questo perché nella specifica vicenda si rischia di divulgare informazioni utili a replicare l’esperimento, facendo cadere una potente arma in mani sbagliate. “Il governo afferma che le conclusioni potranno essere pubblicate, ma non dettagli di esperimenti e mutazioni che potrebbero permettere repliche degli esperimenti”, dice il New York Times. Per la comunità scientifica questo è un precedente assoluto: è la prima volta che un governo si permette di suggerire la trattenuta di alcune importanti informazioni. “Ma non è censura”, dice il direttore di Science, Bruce Alberts; “siamo davanti ad una questione molto delicata. Stiamo parlando della comunità scientifica e della sua necessità di essere responsabile e di metterci la faccia”. La ricerca mostra che “è davvero possibile far evolvere il virus ad uno stato in cui può essere trasmesso per via aerea”. Per cui, in effetti, potrebbe essere prudente non pubblicare alcuni dati; secondo Science questo potrà agevolmente avvenire se i dati sensibili saranno affidati al governo, a cui sarà demandato il compito di consegnarli agli scienziati che ne facciano richiesta per comprovati motivi scientifici. “Stiamo stabilendo un precedente, e dobbiamo fare molta attenzione al precedente che creeremo”, dice Alberts.

    O PRUDENZA? – Nessuno dei team o degli scienziati che hanno lavorato in Olanda al progetto di mutazione del virus risponde in questi giorni alle richieste di interviste che arrivano copiosi; tutti dicono che rispetteranno le disposizioni del governo, anche se in molti non le condividono. La comunità scientifica si divide: “La mia preoccupazione è evitare che queste informazioni cadano nelle mani di dilettanti o terroristi, il che potrebbe permettergli di fare qualcosa che potrebbe davvero danneggiarci tutti. E’ un campanello di allarme. Dobbiamo assicurarci che i nostri migliori e più responsabili scienziati abbiano le informazioni di cui hanno bisogno, per prepararci a qualsiasi cosa potremo affrontare”, dice un biologo che ha lavorato per la Difesa americana. Il problema è che i risultati completi degli studi sono stati presentati “per intero” a vari convegni, e che articoli sugli esperimenti sono stati inviati “per visione” ad altri ricercatori. Insomma, le informazioni sono già in circolazione; e sarà difficile fermarle.

    E quindi dobbiamo essere sempre messi ad una condizione di sapere che sono creati virus in grado di uccidere in breve tempo,troppe persone con una risposta alle nostre paure''NON DOVETE AVERE TIMORE DI NULLA,CONTINUATE LA VOSTRA VITA QUOTIDIANA E NEL CASO DOVESSE DIFFONDERSI UN VIRUS...NON E' COLPA DI NESSUNO.

     

    articolo tratto da :  http://www.giornalettismo.com/archives/180935/non-parlate-dellinfluenza-aviaria/2/

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento
    19 dicembre 2011 1 19 /12 /dicembre /2011 21:46

    In una situazione molto particolare che attraversano la Corea del nord e la Corea del sud,tra continue apprensioni e discordanze passate e presenti, il leader nordcoreano Kim Jong-il,viene stroncato da un attacco cardiaco a 69 anni.Il 29 dicembre verranno celebrati i funerali.

    Il leader nordcoreano Kim Jong-il, morto sabato 17 dicembre per un attacco cardiaco. REUTERS/Pool/Files

     

    Il suo posto dopo 17 anni di dittatura,verra' sostituito probabilmente dal suo terzogenito,Kim Jong-un .

    Chi è Kim Jong-un, il prossimo dittatore?

    Si sa poco o nulla del terzogenito del leader nordcoreano: ha studiato in Svizzera in una scuola privata a Berna,tornato in patria ha continuato con l'accademia militare e ha la stessa personalità del padre.

    I timori che venga utilizzata una prova di forza nei confronti della Corea del sud,data la sua giovane eta'(27 -28 anni) e la poca esperienza nel governare un paese,sono state prese in considerazione e attualmente,non si vedono movimenti anomali delle truppe di nessun tipo:si e' fiduciosi nello sperare che il rapporto diplomatico possa rimanere uguale o migliorare.

    Certamente,un test di un missile a corto raggio,dopo la morte del leader potrebbe mettere ansia,quindi,mettiamo in chiaro che le 2 cose sono molto differenti e non legate in nessun modo.

    Il popolo, la notizia della morte, come la ha presa e affrontata?Penso che in pochi paesi del mondo,si possa assitere a pianti di massa e vedere gente completamente affranta sia in mezzo alla strada,sia alla conduzione di un telegiornale alle proprie emittenti televisive.Messaggi di cordoglio sono stati inviati da tutti i paesi.

     

    Nord Corea, folla piange la morte di Kim Jong il ''Kim Jong il è morto'': le lacrime della conduttrice ''Lacrime coreane, antidoto alla morte di un leader''

     

     

     
    Corea del Nord: Kim Jong-il con Kim Jong-un (Reuters)
    in data 21 dicembre si ha un aggiornamento a riguardo:

    PECHINO (Reuters) - Il giovane nuovo leader della Corea del Nord dovrà condividere il potere con uno zio e con l'esercito, dopo la morte del padre Kim Jong-il, mentre l'isolato paese a guida comunista si prepara a passare dalla dittatura di un uomo forte a un potere collettivo, ha detto una fonte che ha stretti legami sia con Pyongyang che con Pechino in un servizio esclusivo di Reuters. La fonte ha aggiunto che i militari, che stanno cercando di sviluppare un arsenale nucleare, hanno giurato fedeltà a Kim Jong-un, erede designato della dinastia familiare che domina la Corea del Nord dalla sua fondazione, dopo la Secondo Guerra Mondiale.

    Ma la fonte ha spiegato anche che il Paese ora sarà governato da una dirigenza collettiva, di cui farà parte anche Kim Jong-un, 65 anni, cognato di Kim Jong-il, nominato nel 2009 alla Commissione Nazionale di Difesa, il consiglio supremo che Kim guida come capo dello Stato.

    La Fonte ha anche detto che lunedì scorso la Corea del Nord ha effettuato un test missilistico per avvertire gli Usa di non fare alcuna mossa offensiva, anche se Pyongyang non ha in programma ulteriori lanci. (Benjamin Kang Lim)

    Repost 0
    Published by il conte rovescio - in attualita'
    scrivi un commento

     FORUM

    Cerca

    VIDEO IN EVIDENZA

    http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

    Testo Libero

    statistiche accessi

    IL CONTE E IL DUCA

     

          thumbnail

     http://i.imgur.com/53qQJ.jpg