Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
25 maggio 2012 5 25 /05 /maggio /2012 22:45
Le immagini che ci troviamo davanti, sono delle foto che incurioscono e pongono delle domande che non trovano ancora risposta: queste luci strane sono state  viste ballare nel cielo di Milford, Pennsylvania e sono state girate con un telefono con tecnologia  Android.
Come si può vedere la luce,lo sfarfallio,il  cambio di colore,la forma mutevole....
Cosa potrebbe essere?
L' autore che ha filmato queste luci misteriose, dice che sembrano stelle, ma sottolinea anche che era una notte limpida.
 

"Si poteva vedere ogni stella nel cielo, ma erano così piccole che la mia macchina fotografica non ha nemmeno raccoglierli.

 

Questi erano grandi oggetti luminosi che  si spostavano lentamente verso sinistra.
Nessun rumore. E avevano un colore arancione, l'aspetto tremolante era la cosa piu' incredibile. 
Credo che alcuni di loro siano addirittura scomparsi in un lampo. Difficile dire dato che si stanno muovendo nella foto, ma in persona erano tutti li a  muoversi in un percorso chiaro nel cielo.
Quando sembrano uno "scarabocchio" nel cielo,   e' solo colpa mia e non la  macchina fotografica. Il rumore in sottofondo è una moto che era li'.... completamente ignaro delle luci nel cielo ", : dalla testimonianza dell' autore.
       
       

 

 

Secondol' autore, c'era anche un altro testimone oculare che ha visto le luci danzanti nel cielo.

E 'stato un incredibile spettacolo di luci nel cielo notturno.Cosa siano effettivamente queste luci, solo gli esperti potranno dirlo... 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
23 maggio 2012 3 23 /05 /maggio /2012 22:29

Sakurajima vulcano nel sud del Giappone produce alcuni delle più spettacolari eruzioni del pianeta. Si tratta di uno dei vulcani più attivi del mondo e può scoppiare a volte non solo settimanalmente, ma anche base giornaliera.

Durante una di queste eruzioni un certo numero di curiose luci  sono state fotografate e filmate intorno al vulcano. Le persone che hanno visto il film hanno ipotizzato che queste luci sono sfere al plasma, gli UFO, o anche un portale che conduce in un'altra dimensione.Anche i testimoni non sono riusciti a dare una spiegazione semplice a riguardo. 

Molti hanno anche chiesto circa la natura della fonte di queste luci enormi.

 

Anche se queste luci sono state viste circa un anno fa, rimangono ancora inspiegabili.

La spiegazione piu' veritiera finora e' stata di scariche statiche di un' azienda elettrica li vicino.Sara' veramente cosi' o qualcosa di misterioso e' successo proprio davanti a delle telecamere?A voi la parola.

 

 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
14 maggio 2012 1 14 /05 /maggio /2012 22:36

Jean-Jacques Velasco, ex direttore dell'ente governativo francese per lo studio degli Ufo, ha illustrato a San Marino la tesi secondo lui gli alieni stanno monitorando le nostre attività scientifiche, in particolare quelle nucleari

medium_290927743.jpg

E.T. 'monitora' gli esperimenti nucleari che vengono compiuti sulla Terra?

E' una delle tesi che sono state discusse nel corso del Simposio Mondiale di Ufologia nel programma  a San Marino.

Tra gli interventi previsti, quello di Jean-Jacques Velasco, gia' direttore dell'ente governativo della Francia per lo studio degli Ufo presso il Centro Spaziale di Tolosa, che in una relazione scientifica presentera' un grafico dell'andamento degli avvistamenti ufologici nel mondo dal 1945 a oggi e un altro studio riferito ai test nucleari nello stesso periodo: risultano infatti in sincronia, "come se le esplosioni atomiche 'attirassero' la presenza degli Ufo nel tempo".

Una presenza, rileva il Cun, Centro Ufologico Nazionale, "che lo scienziato d'oltralpe vede come un possibile 'monitoraggio' di intelligenze aliene su attivita' umane indubbiamente pericolose, come ha suggerito in Usa in un recente convegno di ex-militari da lui realizzato l'americano Robert Hastings e aveva gia' ipotizzato nel 1956 in Italia il diplomatico Alberto Perego.

Astronavi extraterrestri sono dunque qui e controllano da tempo il nostro non sempre felice operato?".

Anticipato dal Simposio Mondiale sull'Esplorazione dello Spazio e la Vita nel Cosmo, il Simposio Mondiale sugli Oggetti Volanti Non Identificati ed i Fenomeni Connessi, coordinato dal giornalista aerospaziale Roberto Pinotti per il Centro Ufologico Nazionale italiano e sotto l'egida dei Dicasteri al Turismo, alla Giustizia e agli Esteri della Repubblica di San Marino, si e' evoluto in una vetrina di sempre maggiore spessore e importanza, volta a "rimarcare la presenza di un quesito persistente e tuttora inspiegato, che sottende la presenza di Intelligenze Extraterrestri nel nostro mondo".

fonte adnkronos

Una possibilita', rileva il Cun, "oggi concordemente accettata e constatata a livello istituzionale da molteplici Paesi, con l'ammissione generalizzata e concorde della necessita' di studiarlo scientificamente e con la contemporanea accessibilita' in tal senso di archivi ufficiali un tempo riservati".

Nel corso della 'due giorni' ufologica si susseguiranno interventi di esperti provenienti da diversi Paesi d'Europa e del mondo, "a conferma dell'ormai globale consapevolezza degli studiosi sia privati che accademici in tutto il mondo nei confronti della tematica ufologica. Lo scopo e' fare il punto sulla questione e riflettere sulle nuove possibilita' di studio offerte dalle piu' recenti inchieste".

 

http://mysterium.blogosfere.it/

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
17 aprile 2012 2 17 /04 /aprile /2012 21:11
 
Il vulcano Popocatepetl, è uno stratovulcano con cratere di diametro 900mt. e profondità 150mt.. L'area dell'edificio vulcanico è di 500 Km quadrati. Si è formato circa 12 milioni di anni fà, in tempi successivi al vicino Iztacchihuartl. La sua struttura, conica, simmetrica, è rotta a Nord-Ovest dal picco Ventorrillo, che è ciò che rimane di un vecchio vulcano. Circa 1200 anni fà a Sud del cono El Fraile si è formata, a causa di ripetute effusioni di lava, l'attuale sommità del Popocatepetl; da allora è iniziata l'attuale fase prevalentemente esplosiva. Il Popocatepetl é vicinissimo al vulcano spento Iztacchihuartl (la "Donna Bianca"), insieme formano l'ossatura centrale della Sierra Nevada.A  70 chilometri a sud di Citta’ del Messico, continua a emettere segnali sempre piu’ forti di attivita’ vulcanica e le autorita’ locali hanno decretato l’allarme giallo fase 3, il piu’ alto prima di un’eruzione vera e propria. Ceneri e gas emessi negli ultimi giorni hanno coperto il cielo degli stati di Puebla e Morelos, e sono chiaramente visibili anche nella capitale messicana.Il nome significa "montagna che emette vapore".  L’allarme ha raggiunto il massimo nella notte di ieri, quando l’eruzione sembra inevitabile, ma e’ poi sceso al livello di guardia nella giornata di oggi. Il Centro messicano di prevenzione dei disastri (Cenapred) ha raccomandato ai dodici comuni attorno al colosso di 5.426 metri (la seconda montagna piu’ alta del Messico) di mantenersi in stato di allerta. Il Popocatepetl sembra abbia limitato in tempi storici le sue eruzioni in emissioni sporadiche di grosse nuvole di cenere. Eruzioni importanti: dal 1519 al 1592 sette eruzioni, delle quali la più forte nel 1530; tra il 1642 ed il 1697 quattro eruzioni; e poi nel 1720,1802,1804,1920,1933,1943 e1947; Nessuna colata lavica è segnalata in tempi storici.
 
 Il Centro ha fatto sapere che in realta’ ci sono state otto eruzioni, sia pure ”di bassa intensita”’, nelle ultime 48 ore, con una colonna di vapore di quasi tre chilometri d’altezza e ”emanazioni di media intensita’ di gas e ceneri”, che il vento ha disperso ad alta quota. Il governo di Puebla ha preparato misure d’emergenza e una serie di vie di fuga in caso di eruzione, e ha sospeso i permessi delle forze dell’ordine fino a che l’allarme non rientri. Nessuno si puo’ avvicinare ad un raggio di meno di dodici chilometri dal cratere del Popocatepetl, che in lingua Nahuatl significa ‘Montagna fumante’. L’ultima eruzione dell’attivissimo vulcano diventato uno dei simboli del Messico risale al 2004.
E' solo passato un mese e mezzo da un presunto avvistamento ufo proprio su questo vulcano:il fortunato signore, tale Antonio Cisneros, ha prodotto diverse testimonianze, anche composte da foto e video che provano che cio' che dice non sono solo fantasie. Questi oggetti volerebbero anche tra  i villaggi, specialmente nell’area di Santiago Xalitzintla, una comunità a 12 Km dal vulcano. Ma non soltanto: sarebbero stati filmati anche dietro la cattedrale di San Nicolas de los Ranchos, e non si riuscirebbe a capire cosa stiano facendo e a cosa servano questi continui voli di ricognizione.
 
 
 Come farebbero questi oggetti a sorvolare l’area di un vulcano in attività dove le temperature possono anche raggiungere i 900°C? Probabili aerei di nuova concezione tecnologica?OVNI che volteggiano sopra un vulcano?
Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
14 aprile 2012 6 14 /04 /aprile /2012 22:29
 a Pomigliano d’Arco, paese in provincia di Napoli, un avvistamento davvero significativo ed inquietante dell’ovni filmato a pochi metri dal suolo.  All’incirca le ore 19,00-19,30 eil cielo era ornato da qualche nuvola.  un  testimone aveva creduto,  dalla vicinanza ai cavi dell’alta tensione, che si trattasse di un fenomeno dovuto all’elettricità. L’oggetto volante non identificato procedeva abbastanza lentamente ed era di un colore giallastro ed addirittura le dimensioni erano quelle di un’automobile. Poi si dirigeva verso il Monte Somma scomparendo dalla vista dello spettatore, il quale dopo tanto tempo, infatti il caso è di giugno 2010, si decideva a contattare il C.UFO.M., cioè il Centro Ufologico Mediterraneo, già Centro ufologico di Benevento Mars Group Campano (CUBMGC), che sotto la direzione del Presidente Carannante Angelo effettuava le indagini approfondite del caso. Sul canale ufficiale “CUFOMCHANNEL” di youtube il C.UFO.M. come nostra consuetudine abbiamo postato il video trailer dell’avvistamento che potrete vedere cliccando qui in basso, nel quale viene esplicato il caso con interessanti paragoni con altri avvistamenti nella stessa zona ed all’interno del quale è inserito il video girato dal testimone. Il fatto interessante del filmato è che ad un certo punto i colori cambiano, fatto non insolito in occasione di fenomeni ufologici. L’avvistamento è durato una decina di minuti. Il testimone non aveva abbastanza memoria nel cellulare di scarsa qualità e riprndeva lo strano oggetto in due volte. Nella seconda ripresa, i colori del video cambiano. Effetto delle onde elettromagnetiche sprigionate dalla sfera di luce? Pomigliano d’Arco è un paese vicino a Brusciano dove l’ 8 MAGGIO 2010 venne avvistato il famoso ufo multicolore che “Striscia la Notizia” tentò di etichettare come una bufala. Invece, le indagini le abbiamo svolte noi e non certamente Striscia che voleva fare lo scoop a tutti i costi. Invece su questo sito troverete la dimostrazione che l’avvistamento era sicuramente autentico. In più eravamo in piena ondata ufologica. vi fu tra i tanti anche il caso Crispano, indagato dal nostro centro ufologico e trattato da “Mistero” su Italia 1 in cui partecipò il nostro Presidente Carannante Angelo. Nonostante i suoi sforzi, il testimone non riusciva a vedere nulla all’interno dell’ovni. Resta l’importanza di questo caso, in quanto non è facile vedere un ufo quasi al suolo, che si sposta lentamente e che si inserisce nella ricca casistica del 2010. Indubbiamente affidabile....
Gli alieni una volta sbarcati hanno rilasciato una dichiarazione che non e' la prima volta che sono perseguitati.Questo e' il video che mostra l'OVNI.
 
 
 
 
 
 
 
Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
11 aprile 2012 3 11 /04 /aprile /2012 11:43

 

giusto per una curiosa ripresa ad uno dei simboli dell'Iran, la ripresa in modo del tutto involontario, riprende un passaggio di in velivolo alquanto particolare...

Gli appassionati del caso non mancheranno di trovarsi a controllare e studiare quale forma reale e a cosa effettivamente appartenga il velivolo non identificato che passa al di sopra della cupola.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
10 aprile 2012 2 10 /04 /aprile /2012 21:50
video caricato il 6 aprile, scuote fantasia e perplessita' su cosa si stia osservando realmente.Oggetti non identificati o semplicemente aerei che provano vertiginose acrobazie?Sono meglio le nostre frecce tricolore o sono due cose ben distinte fra loro?IO propendo per una visione meno fantasiosa ma piu' reale del filmato: aerei che provano manovre per una esibizione.
Di altra interpretazione invece un curiosissimo video che inquadra un iceberg , quando ad un tratto, con la ripresa fissa....l' iceberg inizia ad allontanarsi!!!E dopo qualche tempo, strane luci, strani ORBS....a cosa stiamo assistendo?Il polo sud non e' nuovo ad avvistamenti e ricerche intraprese proprio sul suolo.
 
Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
9 aprile 2012 1 09 /04 /aprile /2012 20:53

http://fratellidiluce.it/sottopagine/Casi%20storici/u21/phoenix1.jpgSecondo Galileo, il Mondo è come un libro scritto in caratteri matematici. L’universo, le galassie, le stelle e la natura terrestre appaiono legati da un’indissolubile matrice, la cui struttura è a forma di spirale.Se osservassimo per un solo minuto le stelle di notte ci renderemmo conto della perfezione matematica e del sublime meccanicismo che è alla base del Tutto. Niente è casuale. Soltanto la perfezione può essere accostata alla casualità, ma per annichilirne l’essenza. Viceversa, non vi è fenomeno al mondo, che non debba essere verificato, scientificamente, e se necessario discusso e poi confutato. La demolizione delle teorie fantasiose non è il fine della ricerca scientifica, semmai il mezzo grazie al quale è possibile sradicare ciò che è di ostacolo al progresso.

Galileo introdusse il metodo sperimentale. Ogni fenomeno deve essere sottoposto ad una prima osservazione, seguita da un esperimento espletato con misure scientifiche, in modo tale da riprodurre ciò che è oggetto dell’indagine. Lo scopo dell’esperimento giace nell’esigenza di convalidare o confutare l’ipotesi formulata dallo scienziato al fin di svelare i meccanismi del fenomeno osservato. La logica della metodologia scientifica è in osmosi con l’idea secondo cui nessuna teoria è definitiva senza la necessaria contro-verifica. A far da sfondo nel variopinto disegno scientifico è l’effige del metodo induttivo e deduttivo, leitmotiv e principio della realtà osservabile.

Tuttavia, posto che nessun essere umano sia perfetto (semmai perfettibile), bisogna porre l’accento sui lati negativi del metodo scientifico ed in particolare sulla sua fallibilità. Non avrebbe senso attribuire alla scienza la virtù dell’infallibilità. Una simile convinzione, renderebbe vana qualsiasi verifica scientifica. In sostanza, la scienza diverrebbe, al pari della religione, Dogma; una verità inconfutabile, indubitabile e per tanto irta di limiti gnoseologici. Per fortuna, grazie al principio di fallibilità, è possibile affermare che le conoscenze scientifiche non sono degli assiomi bensì verità relative ad un particolare epistema spazio-temporale e che ogni scienziato è richiamato al riconoscimento dei propri errori.

Detto questo, veniamo al dunque.

L’universo scientifico è colmo d’ipotesi scientifiche. La scienza deve gran parte del suo fascino, proprio alle teorie più assurde e fantasiose. Tuttavia, ogni epoca ha i propri “tormentoni”. Nell’epoca premedievale, ad esempio, v’era il culto dei draghi. Molti ne dichiaravano l’esistenza, pochi erano in grado di dimostrarla. Risultato? Popolazione divisa da ipotesi contrastanti e mitizzazione dei draghi. Questo dato storico dimostra che la fallibilità della scienza riguarda essenzialmente ciò che non è verificato in concreto e non ciò che è o non è verificabile.

L’ignoranza dell’indagine scientifica è pingue laddove v’è omissione o errore di verifica. La prova del fenomeno è la pietra filosofale di chi indaga gli orizzonti gnoseologici. Se alla base di ogni fenomeno v’è la necessità di verifica, allora, l’esistenza degli alieni non è che un’ipotesi scientifica. Se mai si riuscisse a fornire la prova della presunta relazione tra uomo ed entità extraterrestri, essa apparterebbe al campo d’indagine della scienza.


Tuttavia, qualche problema potrebbe scaturire dalle tesi che mirano a deificare l’entità aliena, attribuendole valenze storico-religiose, proprie della cultura precolombiana. Al di là di questo, ci sembra opportuno porre l’accento su alcuni fenomeni attuali. L’epoca moderna, è intrisa di tecnologia. Grazie ad essa, ciascuno può interagire con il mondo e scavalcare le barriere spaziali e linguistiche, con un semplice clic. La civiltà aperta, il cosmopolitismo e la globalizzazione necessitano della tecnologia più di quanto l’uomo stesso possa necessitarne. In sostanza, l’uomo degli anni ’20 esisteva anche senza l’iphone; invece, la globalizzazione, oggi, non potrebbe fare a meno dell’interconnessione tecnico-scientifica, posta alla base della società post-moderna. Quasi tutti dispongono di una telecamera digitale. Ciò spiega, quantomeno per fini statistici, le ragioni del notevole aumento di video a sfondo extraterrestre registrato negli ultimi anni ( si pensi a youtube).

http://www.actualaliens.com/wp-content/uploads/2007/02/phoenix_lights_february.jpgConfesso di essere, come molti, profondamente affascinato dall’idea che nel cosmo possano esistere altre intelligenze. Tuttavia, non avendo mai avuto la fortuna di osservare personalmente un ufo, devo affermare che il mio è soltanto un desiderio e che fino a prova contraria, dal mio punto di vista gli ufo sono belli e affascinanti ma non esistono. Il mio pensiero è puramente razionale in quanto dettato dalla percezione possibile ed effettiva delle cose, e non dalla potenzialità percettiva (che di norma non ha limiti perché sfocia nella fantasia).

L’uomo percepisce il mondo attraverso i sensi. Tuttavia, esistono fenomeni che l’uomo non può o non è ancora in grado di percepire e spiegare. Ergo, la percezione umana è limitata dinanzi all’universo, perché l’uomo è infinitamente più piccolo dell’universo che lo ospita. Nell’Estetica di Benedetto Croce, si possono scorgere i tre gradi della gnoseologia dei fenomeni. Essi sono: percezione sensoria, intuizione estetica ed espressione.

Il 13 marzo del 1997 a Phoenix, Arizona, diverse persone fotografarono una serie di luci che rimasero visibili molto a lungo. Vi fu una percezione sensoria collettiva di un unitario fenomeno. Questo fatto storico è d’estrema importanza perchè è anche grazie ad esso che si è sviluppato il moderno pensiero ufologico. Le testimonianze oculari dei cittadini, raccolte in circa 800 rapporti, presentavano le medesime peculiarità descrittive:

Nel cielo notturno del deserto, era apparsa una sorta di astronave, dalle dimensioni superiori ad 1 km di lunghezza, che, preceduta da globi di luce disposti a V, attraversò il centro della valle di Phoenix. Si trattò del primo avvistamento di massa della storia recente. In sostanza, gli abitanti di Phoenix reagirono all’avvistamento dando vita ad un’omogenea intuizione estetica: il fenomeno, fin da subito accostato al caso Rosvelt, assurse a rango di avvistamento ufo.

La spiegazione ufficiale del fenomeno fu fornita dall’astrofilo Mitch Stanley, il quale grazie all’ausilio di un telescopio riscontrò che le luci non fossero altro che aerei in formazione. Tuttavia, nei rapporti furono inserite delle bizzarre descrizioni che stupirono ed insospettirono persino i più scettici. “L’oggetto sembrava capace di volare molto velocemente, probabilmente persino a velocità supersonica. Esso sembrava avere 7 grandi luci distribuite in maniera equidistante lungo il bordo”.

La cosa più strana però riguardava le dimensioni del “presunto aereo”, pari a circa 1.500 m di lunghezza. Ancora più strano è che nelle 800 relazioni compare sempre la stessa descrizione, ed a fornirla sono medici, architetti, avvocati piloti di aerei in linea, scienziati, insomma persone in buona fede, munite di normali capacità percettive. La Nasa giustificò l’evento dichiarando che la causa andasse ricercata nel lancio di alcuni razzi militari, avvenuto in un campo d’esercitazione situato non lontano da Phoenix.

http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQ-nKPAJbQB6tsc4FGoW_YpP7MhsqKLt6l9iRK5F7cGGLJ0esOwQz7jme_5Tuttavia, restano molti dubbi al riguardo. Resta il fatto che dal 1997, gli avvistamenti sono aumentati vertiginosamente. Ai globi luminosi, si sono aggiunti i crop circle. Sembra sia nata una sorta di mania dell’avvistamento. Niente di nuovo, se si pensa ai draghi del passato. Insomma, il dato più strano è che la crescita dell’attenzione per gli ufo è direttamente proporzionale all’aumento dei video falsi. Riprendendo il pensiero di Croce, potremmo affermare, che la maggioranza dei fan di E.T. dopo aver assistito, direttamente o indirettamente, a fenomeni ufo ne sia rimasta talmente avvinta da esprimerne l’entusiasmo attraverso video dall’intensa espressione estetica.

Peccato però, che la gran parte di questi siano dei falsi. Questi elementi impongono di valutare, con attenzione sempre crescente, le varie testimonianze globali.

Ritorniamo alla storia di Phoenix. Due sono le ipotesi: o gli abitanti di Phoenix videro realmente oggetti volanti di fattura extraterrestre, oppure la loro fu una mera visione di gruppo. Ma la prima ipotesi non esclude che l’oggetto fosse di fattura umana. Chi ci dice che quel grande aereo in realtà non fosse di un supermilionario? Infatti, non esiste alcuna prova del fatto che si sia trattato, realmente, di un fenomeno extraterrestre, anche se tutti gli indizi sembrano riecheggiarne la tesi.

Per intenderci, l’avvistamento di Phoenix potrebbe essere equiparato ad un qualsiasi fenomeno religioso. Chi crede in Dio, sa che i miracoli raffigurano l’acme della fede, una prova lampante, un inspiegabile atto d’amore. Allo stesso tempo, coloro che credono negli extraterrestri, scorgono il cielo con gli stessi occhi e con la medesima fede del religioso, ma restano dell’idea che il fenomeno sia scientificamente spiegabile.

L’avvistamento di Phoenix del 1997 passò alla storia come mera esercitazione militare.

Questo fatto suscitò enorme scalpore e finì con l’alimentare dibattiti e paranoiche tesi complottiste. Al di là della percezione dei fenomeni di fede e di scienza, occorre ricordare che tutto (persino l’uomo), è relativo ad un determinato epistema spazio-temporale; ciò che risulta inspiegabile oggi, sarà verificato domani. E cosi per sempre nei secoli dei secoli.

 

FONTE CONTROCAMPUS.IT 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Avvistamenti
scrivi un commento
25 febbraio 2012 6 25 /02 /febbraio /2012 13:03
 video mostrati qui sono alcuni dei migliori di venire a conoscenza pubblica per molti anni. Essi sono, per la maggior parte, considerati autentici UFO.
Repost 0
Published by il conte rovescio - in Avvistamenti
scrivi un commento
19 febbraio 2012 7 19 /02 /febbraio /2012 07:21

http://armygk.com/wp-content/uploads/2012/02/nightloading-500x333.jpgDa alcune segnalazioni giuntaci dai nostri lettori, veniamo a scoprire che l'avvistamento che avevamo documentato ieri 18 febbraio 2012 non erano altro che i Golden Knights il alcuni dei loro consueti lanci. Sono paracadatusti che effettuano i loro lanci ad alta quota con attaccati dei lanciarazzi !!!

Ci sono diverse fonti che attestano il loro lancio e anche su facebook ci sono le ultime foto con gli ultimi commenti del loro lancio.

Questo il link Facebook

Questo il link Twitter 

 http://p.twimg.com/Alwk3DKCIAEd3f_.jpg    http://www.chippewavalleyairshow.com/images/golden_knights.jpg

 

Qualche simpatico video delle loro esibizioni


 

 


 

Sempre loro in volo notturno:

 


 
 

 

 


 

 

 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Avvistamenti
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg