Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
22 febbraio 2012 3 22 /02 /febbraio /2012 22:00

La vita di Nick Vujicic, nato senza arti a causa di una rara malattia chiamata tetramelia, che tra tanti trascorsi è culminata poco tempo fa con il matrimonio.

 

http://attualissimo.it/wp-content/uploads/2012/02/80539972_8-200x150.jpgNon ha mai avuto le braccia, né ha mai avuto le gambe. Ma quello di cui è estremamente dotato – e capace di trasmettere – è la voglia di vivere. Si chiama Nick Vujicic l’uomo che della sua vita ha fatto un esempio per chiunque.

Di origini serbe, nacque a Melbourne 30 anni fa. Fu da subito privato di tutti i suoi quattro arti a causa della tetramelia, una malattia genetica le cui varianti – che possono colpire anche solo una coppia d’arti – hanno un’incidenza di 1,5 persone affette su 100.000. L’unica eccezione è data da due piccoli piedi, uno solo dei quali è dotato di due dita. Nick ebbe, com’è prevedibile, un’infanzia travagliata a causa degli atti di bullismo da parte dei compagni di scuola. Pregava spesso, supplicando Dio di fargli crescere gli arti ma, perdendo le speranze, cadde in depressione ed iniziò a pensare al suicidio già all’età di otto anni. Un giorno, Nick lesse un articolo di giornale che descriveva un uomo, affetto da handicap, che affrontava le sue disabilità nonostante le mille difficoltà: la lettura rappresentò una svolta nella sua vita, comprendendo di non essere il solo a dover affrontare avversità come le sue e di poter essere un esempio per molti. Fu all’età di 17 anni che Nick diede vita alla sua organizzazione non-profit per disabili, chiamata “Life Without Limbs“, che in italiano vuol dire “Vita senza arti”.

 

 

 

 

http://attualissimo.it/wp-content/uploads/2012/02/Nick-Vujicic-625.jpg

 

Durante la sua vita, Nick ha fronteggiato gli ostacoli fisici sfruttando al meglio le sue limitate capacità. Ha, infatti, imparato a scrivere con una delle due dita del suo piede sinistro, grazie anche all’aiuto di un apparecchio agganciato al dito. È riuscito, inoltre, ad imparare ad usare il computer, radersi, rispondere al telefono e svolgere molte attività che, con una così ridotta capacità motoria, sembrerebbero impensabili.

Oggi Nick è uno speaker motivazionale di fama mondiale. Scrive libri, partecipa a show televisivi e diffonde la sua parola con qualunque mezzo: viaggia ovunque, di continente in continente, andando a donare speranze ai bambini – e non solo – affetti da disabilità, riuscendo altresì ad essere d’esempio a chi nasce senza affezioni del genere.

Dopo un’infanzia che l’ha visto preda della depressione ed una gioventù che l’ha visto regalare speranza e motivazione, Nick corona la sua vita sposandosi con la sua metà, Kanae Miyahara. La sua pagina ufficiale di Facebook è invasa da migliaia e migliaia di ammiratori da tutto il pianeta, che esprimono le loro congratulazioni per il matrimonio avvenuto.

 

Ogni persona, con evidenti difficoltà o meno, potrebbe trarre esempio dal personaggio Nick Vujicic. Che sia nei momenti in cui c’è bisogno di mantenere i piedi per terra, che sia nei momenti in cui, da terra, c’è bisogno di risollevarsi. Sia quando a prevalere è l’invidia verso qualcun’altro che ha quel che noi non abbiamo e vorremmo avere, sia quando a prevalere è lo sconforto per un baratro da cui sembra impossibile risalire.

Di seguito, un toccante video – sottotitolato in italiano – in cui Nick Vujicic tiene un discorso ad un pubblico di adolescenti.

 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Curiosita'
scrivi un commento
20 febbraio 2012 1 20 /02 /febbraio /2012 20:16

L’iniezione anti grasso della BAYER

Alla ricerca di nuovi mercati farmaceutici, la BAYER ha scoperto ora la “medicina estetica” e sta sviluppando una sostanza che, iniettata, dissolve le cellule di grasso. In questo modo, la Compagnia intende contrastare una delle piaghe dell’umanità, il doppio mento, e per questa missione è disposta a rischiare gli effetti collaterali

Una semplice iniezione nel collo per eliminare il doppio mento? Sembra troppo bello per essere vero e potrebbe proprio essere così, nel caso dell’ATX-101, la nuovissima sostanza iniettabile della Bayer che inizia la sua terza fase di test in Europa. Le linee di ricerca devono essere ben scarse se una multinazionale come la BAYER si concentra su progetti di così dubbia utilità.

La Bayer sostiene che l’ATX-101 è un prodotto promettente e che la Compagnia intende utilizzarlo per guadagnare terreno nel crescente mercato della medicina estetica. Ricordiamo che questo tipo di medicina, a parte l’utile aspetto ricostruttivo dopo incidenti o operazioni, si occupa principalmente di liposuzione, modificazione delle labbra, del seno e del pene. E’ un campo con problemi, incidenti e anche morti. Un incidente tristemente famoso in Germania è stato il “Caso Cora”. La pornostar Carolin Wosnitza, di 23 anni, è morta a seguito di complicazioni sopraggiunte durante la sua sesta operazione al seno.

I medicinali predecessori dell’ATX-101 sono la fosfatidilcolina (PC) e il deossicolato (DC). La fosfatidilcolina è conosciuta come sostanza contro i livelli eccessivamente alti di grassi nel sangue: una sostanza però, di dubbia efficacia. Una iniezione dovrebbe evitare gli emboli di grasso, ma la sostanza è anche usata per rimuovere i grassi. Nella primavera del 2010 la American Food and Drug Administration (FDA) ha messo in guardia il pubblico contro la cosiddetta “lunch time lipo”, la liposuzione rapida eseguita nella pausa pranzo, dal momento che la fosfatidilcolina non ha mai ottenuto l’autorizzazione per tale uso. Ciononostante la sostanza è stata usata senza scrupoli fino al 2009, quando alcuni dottori francesi, per primi osservarono effetti indesiderati: i tessuti grassi si infettavano. Dopodiché l’utilizzo della sostanza per tale uso specifico venne vietato per legge. Ma, in Germania, la sostanza viene ancora utilizzata in tale modo, senza permesso.

Nell’ATX-101 la fosfatidilcolina è stata sostituita dal deossicolato, che sembra in grado di distruggere le cellule di grasso in piccoli depositi come il doppio mento. Dal momento che il corpo umano (a parte rare eccezioni) non produce nuove cellule di grasso dopo la pubertà, nelle zone trattate in tal modo non si possono formare nuovi depositi di grasso. Ma dove va a finire il grasso disciolto? E’ possibile che le cellule di grasso si agglomerino nuovamente indurendosi? Come si può essere sicuri che tale sostanza non venga usata anche in zone con importanti depositi di grasso, come l’addome? Il grasso “vagante” può causare blocchi arteriosi e ictus. Ci possono anche essere danni a lungo termine nella zona di pelle trattata.

Malgrado questo, gli sviluppatori dell’ATX-101, lo presentano come un passo avanti nella medicina estetica, la prima iniezione per la rimozione delle cellule di grasso, con una invasività ridotta al minimo. La ricerca farmaceutica deve essere in crisi profonda se una compagnia come la BAYER sente il bisogno di entrare nel campo della medicina estetica. L’iniezione anti grasso resta, in ogni caso, un articolo da negozio di pattume estetico.

Coalizione contro i pericoli derivanti dalla Bayer

www.cbgnetwork.org (anche in italiano)
CBGnetwork@aol.com

Repost 0
Published by il conte rovescio - in Curiosita'
scrivi un commento
20 febbraio 2012 1 20 /02 /febbraio /2012 00:25

http://www.nationalgeographic.it/images/2010/09/13/120331111-8be44f37-58c6-4d15-a0cd-2136d400084f.jpgUna delle misteriose pietre che "camminano” nel Death Valley National Park (la Valle della Morte tra California e Nevada) lascia dietro di sé la scia del proprio passaggio.

Le pietre si trovano nel Racetrack ("pista da corsa”), il letto di un lago asciutto nella Valle della Morte, e rappresentano un fenomeno che sconcerta gli studiosi fin dagli anni Quaranta del Novecento.
Benché si ritenga che le pietre si muovano alla stessa velocità di un uomo in cammino, nessuno le ha mai viste in movimento. Gli studi condotti in passato hanno escluso che la gravità o i terremoti possano essere annoverate fra le cause degli spostamenti.

Ora però uno studio condotto dal Goddard Space Flight Center della NASA sembra avvalorare l'ipotesi che, durante l'inverno, le pietre possano scivolare su piccoli "collari” di ghiaccio. Secondo Cynthia Cheung, primo ricercatore del progetto, questi si formerebbero attorno alle rocce quando l'acqua scende dalle colline circostanti e si ghiaccia sul letto del lago. Più acqua che scorre potrebbe consentire alle pietre di "galleggiare”.

Una squadra composta da laureandi e dottorandi si occupa di studiare i dati prodotti da minuscoli sensori posti sotto la superficie del suolo per monitorare i flussi dell'acqua. È stato così scoperto che i sensori registrano temperature di congelamento in marzo, le quali fornirebbero le circostanze adatte alla formazione dei collari di ghiaccio.

Cionostante, la teoria dei collari di ghiaccio è tutt'altro che consolidata, sottolinea Cheung: "Le difficili condizioni dei vari microclimi del deserto comportano che ogni roccia possa essere mossa da una forza diversa, e potrebbe esserci più di un'ipotesi che spiega gli spostamenti".

 

http://www.nationalgeographic.it/images/2010/09/13/120559923-69fa3173-b148-4eae-bfbd-697a1c3ce11b.jpg

 

http://www.nationalgeographic.it/images/2010/09/13/120843351-709900cf-bf49-4f4a-ab64-9aa269f159fd.jpg

Il tracciato curvo lasciato da una roccia mobile sul Racetrack, un luogo di "stupefacente bellezza e mistero”, recita il sito del Death Valley National Park.

Eppure, è difficile lavorare nel punto più caldo e più asciutto d'America, fa notare Cheung. A luglio ad esempio la temperatura può raggiungere i 46 gradi centigradi.

 

 

Fonte  www.antionalgeographic.it

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Curiosita'
scrivi un commento
16 febbraio 2012 4 16 /02 /febbraio /2012 21:53

Tecnologia: Grazie a un piccolo dispositivo interno, queste calzature convertono l'energia prodotta dalla camminata in energia elettrica, sfruttando i principi dell'elettromagnetismo
di Rita Lena

 

http://www.almanacco.cnr.it/reader/hermes.jpg?LO=01000000d9c8b7a6040000000a000000cc1900001c64ec41000000000100360800000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000&type=image/pjpeg

Si chiamano non a caso Hermes, come il dio messaggero che indossava calzari alati, le scarpe ideate dalle studentesse del Liceo scientifico ‘C. Salutati' di Montecatini Terme con il supporto dell'Istituto di chimica dei composti organometallici (Iccom) del Cnr di Pisa. Anche se non consentono di volare, queste calzature hanno infatti qualcosa di molto originale: grazie a un dispositivo inserito al loro interno, sfruttando i principi dell'elettromagnetismo convertono l'energia meccanica prodotta dalla camminata in energia elettrica per ricaricare cellulari, iPod o altri dispositivi.

Grazie a questa creazione, le studentesse hanno conquistato, nel 2010, il premio ‘Creatività femminile' all'interno dell'iniziativa InvFactor, la manifestazione organizzata dall'Istituto di ricerca sulle popolazioni e le politiche sociali (Irpps) del Cnr che premia i giovani inventori.

"Il coinvolgimento del Cnr nel progetto è consistito dapprima nel trasferimento dell'informazione alle scuole e poi nella realizzazione tecnologica della proposta, fase complicata per studenti di un liceo", spiega Vincenzo Palleschi, responsabile del laboratorio di Spettroscopia applicata dell'Iccom-Cnr. "Abbiamo aiutato le ragazze a realizzare concretamente l'oggetto anche con il supporto di un'azienda del settore calzaturiero. Inoltre, quando l'ideatrice ha compiuto diciotto anni, abbiamo brevettato l'invenzione".

http://www.almanacco.cnr.it/reader/irene.jpg?LO=01000000d9c8b7a6040000000a00000015190000c863ec41000000000100360800000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000&type=image/pjpegMa come funziona il meccanismo? "All'interno del tacco", prosegue il ricercatore, "è inserito un piccolo avvolgimento elettrico, un solenoide, con all'interno un magnete mobile che durante la camminata produce corrente. L'energia prodotta viene accumulata in una batteria che, collegata con un filo al solenoide, può essere portata in tasca. Il sistema, ancora non ottimizzato, consente con una passeggiata veloce di 2-3 ore di ricaricare circa 1/4 di batteria di un cellulare o di un iPod. Con un magnetino più potente si potrebbe fare meglio e lo faremo non appena la collaborazione con un'impresa di calzature si concretizzerà". Attualmente, due aziende di Montecatini e Monsummano sono interessate alle scarpe e vorrebbero acquisire il brevetto per poterle realizzare e metterle sul mercato.

"Questa invenzione", conclude Palleschi, "ha permesso alle ragazze di esprimere la loro creatività in un settore importante come quello del risparmio energetico e ha dato loro l'opportunità di entrare in contatto con il mondo della ricerca".

 

 

 

Fonte  Almanacco.cnr.it

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Curiosita'
scrivi un commento
16 febbraio 2012 4 16 /02 /febbraio /2012 21:44

I ricercatori dell'Istituto dei processi chimico fisici del Cnr di Messina hanno realizzato celle solari 'fotoelettrochimiche' grazie ai pigmenti naturali di arance rosse, more, melanzane, fichi d'india, uva. Che promettono di diventare un'alternativa alle celle al silicio degli impainti fotovoltaici tradizionali

 

http://www.almanacco.cnr.it/reader/Vegetali2.JPG?LO=01000000d9c8b7a60400000004000000971500000a64ec41000000000100360800000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000000&type=image/pjpeg

Dai vegetali si può produrre energia. Il gruppo 'Solare' (Spettrofotometria optoelettronica luminescenza analisi termica rilassamenti energia) dell'Istituto per i processi chimico fisici (Ipcf) del Cnr di Messina, in collaborazione con gruppi di ricerca nazionali e internazionali, ha realizzato celle solari 'fotoelettrochimiche' grazie ai pigmenti naturali. "Questi dispositivi utilizzano betalaine e antociani", spiega Gaetano Di Marco dell'Ipcf-Cnr, "molecole naturali responsabili della colorazione di molti vegetali e particolarmente abbondanti in arance rosse, more, melanzane, fichi d'India, uve. Quando i pigmenti vengono investiti dalla radiazione luminosa (energia solare), la trasferiscono ai propri elettroni che, attraverso una serie di processi chimico-fisici, chiudono il circuito producendo elettricità".

Il sistema si ispira alla fotosintesi clorofilliana e si pone come possibile alternativa a quello delle celle al silicio degli impianti fotovoltaici convenzionali. "Attualmente il rendimento energetico delle nostre celle solari è prossimo al 2%, tuttavia i dispositivi mostrano una buona stabilità termica e un'efficienza costante anche in condizioni di illuminazione critica", sottolinea Giuseppe Calogero, che lavora al progetto con Di Marco.

"Partendo dallo studio dei coloranti naturali come le antocianine contenute nelle arance rosse di Sicilia, nel gelso rosso e in altri frutti colorati o come le betalaine presenti nelle rape e nei fichi d'india siamo riusciti a intrappolare tali pigmenti su elettrodi trasparenti mesoporosi per raccogliere l'energia solare e trasformarla in elettrica" spiegano i ricercatori del Cnr. "Utilizzando le informazioni ottenute dall'analisi spettrofotometrica, fotoelettrochimica e computazionale dei pigmenti coinvolti, abbiamo migliorato le loro proprietà sensibilizzanti e abbiamo ottenuto una nuova classe di composti simili ai coloranti presenti nei prodotti naturali. Sono atossici, facili da preparare e promettono efficienza e stabilità superiori rispetto ai loro analoghi naturali".

Diversi sono i progetti finanziati che hanno come tema di ricerca queste tematiche (Por, Pon, Prin etc.) dove, oltre al gruppo 'Solare' dell'Ipcf-Cnr, sono coinvolte anche imprese che sperano di poter sviluppare e produrre prototipi per applicazioni definitive in futuro.

 

 

Fonte Almanacco.cnr.it 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in Curiosita'
scrivi un commento
1 febbraio 2012 3 01 /02 /febbraio /2012 23:10
    video
 
   Quello di cui voglio parlarvi,e' un insolito effetto prodotto miscelando determinate sostanze da rilasciare mediante un aereo,creando una scia molto particolare.Video girato nel 1923,durante la seconda guerra mondiale,sembra che la cortina di fumo sarebbe essere stabilita tra la nave e un bombardiere in avvicinamento, in modo da potersi avvicinare alla nave senza essere visti.    

Questo video è stato usato da tecnici di scie chimiche in due modi non corretti.
In primo luogo essi suggeriscono la sua "Chemtrail esperimenti", quando è chiaro che è solo una cortina di fumo a tenda verticale. Non è più un "chemtrail" rispetto delle scie nel cielo.
In secondo luogo, essi suggeriscono che questo è quello che sta succedendo in tutti i WWII contrail video e foto. Tuttavia questa tecnica funziona solo per un volo a bassa quota e un bombardiere  sarebbe totalmente inutile,non potendosi nascondere ad alta quota. E naturalmente gli attentatori stessi sono di solito gli aerei che producono scie di condensazione.
 
Questo video,molti lo chiamerebbero ''il precursore'' delle attuali scie chimiche,le quali le possiamo ammirare con condizioni atmosferiche piuttosto precise, in giornate senza nuvole di rilievo.
Repost 0
Published by il conte rovescio - in Curiosita'
scrivi un commento
30 gennaio 2012 1 30 /01 /gennaio /2012 11:14

 http://foto.infomotori.com/photo/2011/01/13/cache/punti_patente_2_big.jpgNon tutti sanno che i punti della patente si possono anche controllare e verificare facilmente online in modo gratuito e veloce.

In questo modo l’automobilista potrà avere sempre sotto controllo il saldo dei punti residui ed evitare di incappare in spiacevoli sorprese.

Per poter controllare i propri punti della Patete basterà andare sul sito ilportaledellautomobilista.it registrarsi e verificare in pochi Click il saldo dei Punti.

Questo Sito è stato realizzato qualche tempo fa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con l’obiettivo di evitare code, telefonate e spese inutili.

Verifica ora i tuoi punti sulla patente

 

Sicuramente questo articolo servira' molto a chi spesso incorre in infrazioni stradali, ma l'importante e' non fare come questo simpatico automobilista:

 

http://www.tafaro.it/pagine_web/immagini/puntiPatente.jpg

Repost 0
Published by Duca Controverso - in Curiosita'
scrivi un commento
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 20:18

Diga delle Tre góle e' il nome dell’imponente diga eretta sul fiume Chang Jiang in Cina, nella provincia centrale dello Hubei, la cui costruzione è stata completata nel maggio 2006 (l’intero progetto sarà ultimato nel 2009). Tra le più grandi opere architettoniche mai realizzate, essa ha una lunghezza di 2,3 km e un’altezza di 185 m; il bacino idrico cui dà luogo è pari a 108.400 ha di superficie e un volume di 22.000 km3. Si prevede che, a regime, la diga produrrà circa 85 miliardi di kw annui, attraverso un impiego di 26 generatori. La realizzazione ha tuttavia alimentato il dibattito circa i costi materiali e di sostenibilità ambientale delle grandi opere architettoniche in contesti naturali, oltre a numerose polemiche sulla necessità di sgomberare i centri abitati situati nei pressi del fiume.

 http://www.scienzagiovane.unibo.it/cina/images/Dreischluchtendamm_hauptwall_2006.jpg

 

 

Nel 2007, il consumo di energia elettrica in Cina è stato di 3256 miliardi di kWh (il secondo maggior consumatore al mondo). L'83% è stata prodotta dal carbone, il 15% dall'idroelettrico, 2% dal nucleare e da fonti rinnovabili. La potenza installata ha raggiunto i 710 GW alla fine del 2007. 
Una quota sostanziale dell'elettricità prodotta in Cina proviene dalle centrali idroelettriche; la produzione è stata nel 2006 di 490 miliardi di kWh che rappresenta la più alta capacità idroelettrica del mondo. La Cina gode di un altro primato: ha la più grande centrale idroelettrica del mondo, quella di Three Gorges Dam, che ha una potenza installata di 22.5 GW. Il piano energetico nazionale prevede un aumento della produzione idroelettrica ed un progressivo maggior ricorso all'energia nucleare; è previsto inoltre un miglioramento della efficienza energetica per le centrali a carbone mediante un uso più esteso della cogenerazione e degli impianti che hanno maggiore efficienza grazie all'impiego della tecnologia di gassificazione del carbone e successivo uso del gas di sintesi in centrali a ciclo combinato.
 Nel 2006 la Cina aveva nove reattori nucleari per una potenza installata di 6.99 GW ed una produzione annuale di 54.8 miliardi kWh, pari a soltanto l'1.9% della produttività nazionale. E’ previsto il raggiungimento di 40 GW e del 4% rispettivamente nel 2020.(fonte scienza giovane)

Quando ho visto per la prima volta la prima immagine di questa diga,sono rimasto esterefatto dalla sua maestosita' e di quanto l'uomo sia' geniale nel suo ingegno a combattere la forza della natura.

Questi tre video che vi postero' di seguito non sono per niente popolari,sono in cinese ma le immagini parlano da sole e vogliono servire solo ed esclusivamente a far conoscere cose dell'altro mondo che possibilmente in questa  vita non avremo mai il piacere di vedere o di notare.Il Conte Rovescio vuole proprio questo,far notare e far conoscere cose  che non tutti sanno,di questo nostro splendido pianeta ancora ricco di spettacolari meraviglie naturali ed artificiali.

Io adoro guardare i documentari ricchi di immagini,anche se non ne capisco la lingua,spero che sia di  gradimento anche per voi!

 

 


 

 

 


 


 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Duca Controverso - in Curiosita'
scrivi un commento
26 gennaio 2012 4 26 /01 /gennaio /2012 19:45

Una città fantasma che brucia dal 1962

http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/b/b1/Pdr_1647.jpg/300px-Pdr_1647.jpgNel 1962, una discarica in Centralia, Pennsylvania, venne incendiata. I rifiuti si trovavano nella fossa di una miniera abbandonata e, nonostante si pensasse che il fuoco fosse stato spento in tempo, esso in realtà rimase vivo nel profondo della terra e, evidentemente, raggiunse uno strato di carbone, a causa del quale continua a bruciare da 46 anni.

I tentativi iniziali di spegnere il fuoco non ebbero successo, così ha continuato a bruciare durante gli anni Sessanta e Settanta. Dopo poco divenne evidente che il monossido di carbonio, proveniente dall’incendio, creava effetti avversi sulla salute degli abitanti, ma solo nel 1979 la gente comprese la portata del problema:

> un proprietario di una pompa di benzina aveva inserito una stanghetta nel serbatoio sotterraneo per controllare il livello del carburante. Quando l’aveva tirata fuori essa sembrava calda, dunque aveva mandato giù un termometro e rimase scioccato nello scoprire che la temperatura della benzina nel serbatoio era di 77.8°C.

Un paio d’anni dopo un ragazzino di 12 anni cadde in una crepa, profonda 45 metri, apertasi all’improviso sotto i suoi piedi. A quel punto la gente cominciò seriamente a lasciare questo posto. La popolazione di Centralia è passata da più di 1000 persone nel 1981 a sole 9 nel 2007. Oggi, tutti gli edifici della cittadina sono dichiarati inagibili (nelle immagini satellitari potete vedere che, in realtà, non ne sono rimasti più) e quei pochi che esistono ancora hanno perso il CAP nel 2002.

http://googlesightseeing.com/wp-content/images/centralia-streets-2-attr.jpg

 

Verso sud possiamo vedere una sezione della Pennsylvania Route 61, che è stata abbandonata quando, nonostante le infinite riparazioni, continuavano ad apparire delle enormi crepe fumanti. Dalle immagini di Google, possiamo vedere che oggi la strada è ricoperta dalle piante, ma le crepe nella terra eruttano ancora tutti i giorni nell’aria il fumo tossico.

 

http://googlesightseeing.com/wp-content/images/centralia-streets-4-attr.jpg

 

Nell 1994 questa parte della Route 61 è stata definitivamente chiusa e possiamo facilmente vedere un blocco stradale utilizzato per deviare il traffico verso Byrnesville Road.

http://googlesightseeing.com/wp-content/images/centralia-streets-3-attr.jpg

 

Mentre state leggendo questo post, il fuoco sotterraneo continua a bruciare e oggi si stima che si sia esteso per 160 ettari di terra.

Per di più, sembra che questo fuoco andrà avanti ancora per un bel pò; attualmente non esistono piani per lo spegnimento e lo strato di carbone contiene abbastanza carburante per durare circa 250 anni.

Guardate questo video e capirete con i vostri occhi!!

 

 


 

 

 Googlesightseeing

 

Repost 0
Published by Duca Controverso - in Curiosita'
scrivi un commento
25 gennaio 2012 3 25 /01 /gennaio /2012 15:53

In questo periodo invernale, tra perturbazioni, cicloni, anticicloni, neve, pioggia, galaverna e freddo a piu' non posso,a chi non va' il pensiero ogni tanto all'estate passata,in ricordo di quelle serate senza maglietta all'aperto magari bevendo una bella birra ghiacciata.Di quelle passeggiate al lungo mare gustando un buonissimo gelato o magari mangiando una pizza sulla spiaggia con gli amici.Ecco e' pensando proprio a questo che cercavo immagini in rete che mi ricordassero quel caldo asfissiante che adesso rimpiango tanto specialmente la mattina presto uscendo da casa. Una delle cose che adoro di piu' sono le piscine e ne ho trovate davvero di belle e dopo averle viste,desidererete piu' di me' che torni l'amata estate o magari trascorrere le vostre prossime ferie in uno di questi fantastici posti.Ci sono tanti tipi di piscine ma quelle a sfioro e'caratterizzata da quel qualcosa in più. L'acqua si unisce al cielo, al mare, o a un semplice prato formando un insieme sempre diverso e incantevole. Il suo suono, in caduta, crea un'atmosfera rilassante che vi farà sentire in pace con il mondo. Lo sfioro è realizzato solo su una parte del perimetro della piscina. L'acqua si tuffa scenograficamente in un'altra vasca, un canale nascosto, un torrente a cielo aperto, una vasca idromassaggio, oppure più semplicemente in una piscina separata per i bimbi, creando all'orizzonte un'emozionante linea che non limita il nostro sguardo e lungo la quale sembra che l'acqua e la volta celeste si tocchino.

La mia classifica parte dalla 10°:                               Le Méridien Bora Bora

http://s4.splcdn.net/images/hotels/32283/bora-bora-le-meridien-bora-bora-66457.jpg http://listphobia.com/wp-content/uploads/081111_0854_10MostSceni4.jpg

Vorrei morire in questi posti!!!

 

Al 9° posto della mia personale classifica abbiamo:Paradise Pool, Maldives

 Affacciato su un nastro di costa incontaminata, questa splendente piscina alle Maldive con la caratteristica a sfioro è sicuramente la migliore vista da offrire nell'Oceano Indiano.

http://favim.com/orig/201102/23/Favim.com-681.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

All'8° posto: Hotel Villa Mahal, Turkey 

Un sofisticato albergo boutique adagiato su una collina a Kalkan Bay. 13 camere arredate con gusto unico e le suite sono tutte con sorprendente vista pittoresca del Mediterraneo.

Villa Mahal è stato premiato come Best European Hotel romantico d'Europa nel 2004 da Conde Nast Johansens.

http://www.cityhotelpictures.com/wp-content/uploads/2011/11/Hotel-Villa-Mahal-Kas-in-Turkey.jpg

  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al 7° posto: Hotel du Cap-Eden-Rock, France

La maestosa piscina a sfioro del leggendario Hotel du Cap Eden-Roc è forgiato in aspre scogliere lungo la costa di Cap d'Antibes, appena fuori Cannes. Riempita con acqua salata dell'oceano e riscaldata nei giorni più freddi, si affaccia sulle isole di Lérins e la vitrea baia di Cannes. Su una terrazza in cemento isolata, nascosta tra le rocce sopra la piscina, i camerieri servono agli ospiti,cocktail sulle sdraio reclinabili sotto ombrelloni bianco lucido e in cabine private. Quasi altrettanto spettacolari  sono gli avvistamenti in questo Hotel di celebrità del calibro di Kate Moss, Bruce Willis,
e Johnny Depp.

http://img2.timeinc.net/instyle/images/2008/parties/051208_ducap_400X300.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Al 6° posto: Blue Lagoon Geothermal Resort: Grindavík, Iceland

 Non è tecnicamente un hotel, ma è un posto stupendo dove nuotare

 

http://www.ictblog.it/uploads/piscina9.jpg http://www.bluelagoon.com/resources/Images/Galleries/Blue-Lagoon---Blaa-lonid/New-Image.jpg

 

Al 5° posto: Golden Nugget Las Vegas.

Qui c'è anche un acquario gigante nel mezzo dove nuotano gli squali.

http://www.ictblog.it/uploads/piscina5.jpg http://www.max4object.com/wp/wp-content/uploads/2009/05/golden-nugget-3.jpg

 

 

 

 

 

Al 4° posto:Burj Al Arab: Dubai

Il lusso a portata di mano,un maggiordomo personale ad ogni piano,accoglienza da principi e massima tecnologia.Dubai e' il nuovo sogno di tante persone.

http://www.ictblog.it/uploads/piscina3.jpg 

 

 

Al 3° posto: Intercontinental Hong Kong, China - 5 Star Luxury Hotel

 Intercontinental Hong Kong è un albergo di lusso a 5 stelle con 514 camere e suite. Di fama internazionale come uno dei migliori hotel del mondo per affari e di piacere, InterContinental Hong Kong, con la sua unica e conveniente posizione sul mare di Kowloon, offre una vista impareggiabile di Victoria Harbor e Hong Kong Island, con un servizio impareggiabile e strutture.

http://t0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcScbei9hNH8HWkV8wtpI3eNnU8IRDaCuJaIqHlU6rb21gBnBX6tWqhDo1t6

 

Al 2° posto: Radisson Plaza Resort Tahiti

Direi che il no-comment sia di diritto.

http://www.wooel.com/Photo/RADISSON-PLAZA-RESORT-TAHITI-Non-classificati-alberghi-Arue-146075-0.jpg

 

 

 

Ed al 1° di questa stupenda scaletta di immagini abbiamo quella che secondo me e' la piu' bella:

La piscina di San Alfonso del Mar in Cile

http://4.bp.blogspot.com/_ovJS1Em-6dg/RwM_FhCYjXI/AAAAAAAAO8o/lL-0IM-rq-c/s400/swimmingPool5.jpg http://2.bp.blogspot.com/_ovJS1Em-6dg/RwM_FBCYjVI/AAAAAAAAO8Y/lN8b-NKAA6o/s400/swimmingPool0.jpg

 

 

 http://image.excite.it/viaggi/foto/La-piscina-di-San-Alfonso-del-Mar-in-Cile/9.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La piscina di San Alfonso del Mar in Cile può essere considerata la più grande piscina artificiale mai costruita, con i suoi 250.000 mila metri cubi di acqua e con la sua estensione pari a ben 8 ettari. La piscina è stata annoverata nel Guinness World Records come la piscina più larga del mondo, battendo piscine come quella di Orthlieb a Casablanca, lunga "solo" 150 per 100 metri, quella di San Alfonso invece è lunga ben un chilometro.
La bellissima e cristallina piscina artificiale che raggiunge la profondità di 35 metri è stata ideata dal biochimico Cileno Fernando Fischmann. La sua grandezza può essere paragonata a quella di 6000 piscine domestiche!

http://image.excite.it/viaggi/foto/La-piscina-di-San-Alfonso-del-Mar-in-Cile/7.jpghttp://image.excite.it/viaggi/foto/La-piscina-di-San-Alfonso-del-Mar-in-Cile/6.jpg

 

Spero che via sia piaciuta questa sofferenza in pieno inverno,ma tranquilli ormai l'estate e'  alle porte solo altri 4-5 mesi e poi potrete concedervi uno di questi meravigliosi posti!!Sempre se il governo ci lasciera' qualche  spicciolo da poter spendere per una delle tante cose per il quale vale la pena ancora vivere:viaggiare...

 

Il Duca Controverso

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by Duca Controverso - in Curiosita'
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg