Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
19 gennaio 2013 6 19 /01 /gennaio /2013 10:13

Con questo video che spospola su facebook, ci apprestiamo ad inserire questo nuovo youtuber nella lista dei potenziali Hoaxer che cercano con i loro effetti di computer grafica di spopolare sul web! 

Questo e' il video : 

 


 

L'immagine e' fissa e il movimento della telecamera e' palesamente riprodotto, infatti sembra girare attorno a un fulcro immaginario che si trova al centro dell'immagine! 

Inoltre se ci fate caso durante il filmato in basso a sinistra appare una misteriosa linea orizzontale, che nei normali video, non dovrebbe apparire:

http://i.imgur.com/U2UxNbz.pngOsservate nuovamente il video e cercate di fare caso alla zona evidenziata dalle frecce rosse!

Questo indica che si tratta di una normalissima foto, e non di un video, dove successivamente in post produzione e' stato aggiunto il misterioso oggetto volante.

Quindi fate attenzione a questo nuovo Hoaxer e diffidate da tutti i suoi video presenti nel suo canale youtube, sono,infatti, tutti video realizzati con programmi di computer grafica.

 

Mysteries2solve = Fake

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
16 gennaio 2013 3 16 /01 /gennaio /2013 22:20

Questo ha davvero dell'incredibile, chi ha avuto la possibilta' di guardare la famosa, ma ridicola trasmissione "Mistero" in onda su Italia 1 mercoledi 16 gennaio 2013, avrà sicuramente notato fra i tanti video in evidenza questo avvistamento:

 

                              
   

Ormai non sanno più cosa inventarsi pur di attirare un po di attenzione, e la cosa più grave è che non mettono neanche la fonte dei video che prelevano dalla rete, così da poter rendere ancora più misterioso un video che di misterioso ha solo la località!  

Il video in questione e' creato con chiare tecniche di CGI dai fratelli Cousin che in rete prendono il nome di THIRDPHASEOFMOON

Ma chi sono questi THIRDPHASEOFMOON?

 Sono due fratelli, che hanno creato la Cousins Brothers Productions specializzandosi sempre più nell'attività di film-maker con l'ausilio di effetti speciali grazie a programmi come Adobe After Effects ed altre applicazioni in CGI.  

Qui' trovate un link dove potete leggere, anche se in inglese, qualche notizia sui due fratelli

LINK

E qui' trovate il loro canale su youtube dove creano centinaia di video ogni anno pieno di simili video in CGI!

http://www.youtube.com/user/thirdphaseofmoon?feature=watch 

   http://i.imgur.com/Sa7C2.jpg

 

http://www.hanahou.com/images/twins.jpg Se volete un consiglio, diffidate da questo programma, e' solo una collezione di pesanti Fake gia' sbufalati anni fa' in tutta la rete!

Alla prossima! 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
10 gennaio 2013 4 10 /01 /gennaio /2013 22:25

La vergogna e' tutta qua', in questo articolo che riporta notizie sconcertanti sulla presenza di svariate sette che lucrano indisturbate, colpendo poveri sprovveduti che si imbattono per la prima volta nel mondo dell'ufologia!

Fare clic per visualizzare la foto

Claude Maurice Marcel Vorilhon, fondatore del Movimento Raëliano

Definizione

Il termine “culto degli UFO” (oppure “culto dei dischi volanti” o “sette ufologiche”) si riferisce a comunità la cui fede è basata sulla credenza dell’esistenza degli extraterrestri, e sulla convinzione che questi ultimi giochino un ruolo fondamentale, soprattutto spirituale, nello sviluppo della civiltà umana.

L’inserimento nel Dizionario del Pensiero Cristiano Alternativo si basa sul fatto che diverse di queste sette hanno una dottrina “cristiana-ufologica”, spiegando episodi non chiariti dell’Antico (per esempio la divisione delle acque del Mar Rosso, l’ascesa di Elia in cielo) e del Nuovo Testamento (la stella cometa, l’angelo che appare ai pastori alla nascita di Gesù, la teofania durante il battesimo di Gesù nel fiume Giordano, la sua ascensione, ecc.) con interventi extraterrestri, e spingendosi, in alcuni casi, a ritenere che Gesù Cristo stesso sia stato un alieno!

Le apparizioni del 1947 e George Adamski

Nel XX secolo l’anno cruciale per la nascita del culto degli UFO (unidentified flying object = oggetto volante non identificato) è stato il 1947. Il 24 giugno di quell’anno, infatti, il pilota civile americano, Kenneth Arnold (1915-1984), volando sulle Cascade Mountains (nello stato americano di Washington), affermò di aver visto nove oggetti volanti, che definì simili a dischi [per la verità, la parola inglese, da lui utilizzata, era saucer (piattino sottotazza)], e che un giornalista prontamente ribattezzò con il termine, divenuto popolare, di dischi volanti (flying saucers).

Un mese dopo avvenne il famoso episodio di Roswell (New Mexico): in luglio si schiantò al suolo un oggetto volante non identificato, che, secondo le autorità americane, era semplicemente un aerostato meteorologico. 33 anni dopo, nel 1980, soprattutto grazie agli scrittori Charles Berlitz e William L. Moore (gli autori del bestseller “Triangolo delle Bermude”, tanto per intenderci), l’episodio fu rivalutato: l’oggetto divenne un’autentica nave spaziale aliena con tanto di pilota extraterrestre morto, a cui sarebbe stata fatta un’autopsia documentata da un filmato. Questa verità scomoda sarebbe stata insabbiata dai funzionari governativi americani.
Il 1947 (in agosto) fu anche l’anno nel quale il più famoso dei “contattisti” [coloro i quali affermano non solo di aver avvistato degli UFO, ma anche di essere venuti in contatto (da qui il nome) con gli extraterrestri], George Adamski (1891-1965), disse di aver avvistato ben 184 dischi volanti. Adamski (occultista e teosofo), che nel 1934 aveva fondato un monastero esoterico, denominato Ordine Reale del Tibet (con connotati cristiani ed orientali) a Laguna Beach (in California), attinse dalla dottrina di questo gruppo per fondare nel 1965 la Fondazione George Adamski (sito ufficiale: www.gafintl-adamski.com/).

Caratteristiche dei culti degli UFO

Questi movimenti, che spesso si diffondono e traggono le loro entrate dalla vendita di libri e dall’organizzazione di corsi, sembrano essere abbastanza eterogenei tra loro, con qualche caratteristica, che, secondo Mikael Rothstein (I culti dei dischi volanti), tende spesso, ma non sempre, a ripetersi, come:

  • Sono di ispirazione teosofica (teoria dei Maestri Ascesi) oppure si formano nell’ambiente vicino al movimento I AM, e credono spesso nella reincarnazione.

  • Sono millenaristi apocalittici: credono, infatti, che una nuova era (o un’età dell’oro) stia per nascere grazie agli extraterrestri, oppure il mondo stia per finire e gli UFO verranno a portare via i propri eletti (anche sotto forma di puro spirito, senza corpo). Quest’ultimo fu il principale punto che indusse al suicidio i 39 adepti (più altri 2 in un secondo momento) della setta apocalittica Heaven’s Gate.

  • Come già detto, considerano Gesù Cristo, come anche gli altri grandi profeti del passato (Buddha, Krishna, ecc), un messaggero delle civiltà aliene, o addirittura un alieno reincarnato.
  • Vedono gli alieni come portatori di saggezza e conoscenza tecnologica avanzata e come fondatori dei favolosi continenti scomparsi (Lemuria, Mu e Atlantide).
  • Spiegano il mistero delle grandi costruzioni del passato, come la Grande Piramide e la Sfinge nella Piana di Giza, il complesso megalitico di Stonehenge, le linee di Nazca, ipotizzando che siano stati costruiti o perlomeno progettati dagli alieni.

Alcune sette ufologiche

Si riportano qui di seguito un sintetico riassunto di alcune sette ufologiche, senza avere la pretesa di esaurire la vasta materia:

  1. Società Aetherius: storicamente una delle prime sette ufologiche, fondata nel 1954 da George King (1919-1997), un ex tassista inglese, cultore di yoga, guaritore e parapsicologo, dopo che egli aveva ricevuto un messaggio che sarebbe diventato “la voce del parlamento interplanetario”. Il nome della società deriva da quello di un essere spirituale avanzato, abitante su Venere, ed in comunicazione telepatica con King, il quale affermò nel 1958 di aver avuto un “incontro ravvicinato del terzo tipo” con un altro “maestro cosmico”, che disse di essere stato Gesù sulla terra. La dottrina di King, propagata attraverso la sua Società, ha un fondamento di tipo teosofico (egli credeva nel karma e nella reincarnazione), con un credo monoteista-ufologico: esiste un solo Dio, mentre Gesù, Buddha e Krishna sono alieni venuti in soccorso del genere umano, poiché, secondo King, vi è un’intelligenza avanzata su altri pianeti, da dove alieni – con intenzioni amichevoli - visitano spesso la terra a bordo degli UFO. Lo scopo di King era di diffondere gli insegnamenti dei maestri cosmici, di guarire spiritualmente, di radiare un potere spirituale, attraverso lo yoga e la meditazione, anche mediante la reiterazione di mantra. La Società Aetherius (sito www.aetherius.org/), con due sedi principali a Londra e a Hollywood (in California), oggigiorno ha un seguito tra i 2.000 ed i 10.000 adepti.

  2. Heaven’s Gate: vedi voce specifica.

  3. Movimento Raëliano (dal 1998 Religione Raëliana): fondato da Claude Maurice Marcel Vorilhon (Raël) (n. 1946), un corridore automobilistico e giornalista sportivo francese, che affermò di aver incontrato – il 13 dicembre 1973 - nel cratere del vulcano spento Puy de Lassolas (vicino a Clermont-Ferrand) un alieno: questi gli aveva spiegato l’origine della vita umana sulla terra, ottenuta da parte degli Elohim (solitamente tradotto dai biblisti - al singolare - come Dio, ma che secondo Vorilhon sono – al plurale – degli extraterrestri), manipolando il proprio DNA con tecniche di ingegneria genetica. In quell’occasione, Vorilhon fu scelto come messaggero per diffondere questa nuova teoria sulle origini umane e per preparare il ritorno degli extraterrestri. Gli fu, inoltre, imposto il nuovo nome di Raël, che, a suo dire, significa “messaggero degli Elohim”. L’anno successivo Raël fondò il MADECH (Movimento per l’accoglienza degli Elohim creatori dell’umanità), da cui nacque nel 1976 il Movimento Raëliano, ma, prima di ciò, Raël fu portato sul pianeta degli Elohim, il 7 ottobre 1975, per conoscere Buddha, Mosé, Gesù e Maometto, per essere informato che lui stesso era frutto di una relazione tra Jahvè (il capo degli Elohim) e sua madre (rapita da un disco volante), e per imparare i segreti della clonazione. Questa convinzione di Raël lo ha portato nel 1997 alla fondazione della Clonaid (www.clonaid.com/), un’azienda di clonazione umana, strettamente legata al Movimento Raëliano, tant’è che è diretta da una fedele adepta, Brigitte Boisselier. Il 27 dicembre 2002 la Clonaid annunciò la nascita di una bambina clonata, ma quest’evento (secondo alcuni, mai avvenuto) ha scatenato un putiferio di reazioni negative dal mondo scientifico, religioso, giuridico e dai mass media. Anche altre caratteristiche della Religione Raëliana hanno suscitato forti critiche, come ad esempio una visione molto edonistica e liberale dei rapporti sessuali o l’uso di una svastica (inglobata in una Stella di David) nel marchio del movimento. Oggigiorno la Religione Raëliana (sito ufficiale: www.rael.org/) ha sede nel Quebec canadese e conta circa 80.000 adepti in 90 paesi del mondo, di cui circa 500 seguaci in Italia.

  4. Unarius – Science of life (Academy of Science) [che è l’acronimo di UNiversal Articulate Interdimesional Understanding of Science (comprensione universale, articolata ed interdimensionale della scienza)]: gruppo fondato nel 1954 dalla coppia di spiritisti Ernest Norman (1904-1971) e sua moglie, Ruth Norman (1900-1993). Ernest, che sull’argomento aveva scritto diversi libri, diceva di essere guidato da alieni (provenienti dai pianeti Marte, Venere, Orione, Hermes, Eros e Muse, anche se la moglie si era spinta oltre, ipotizzando una Confederazione Intergalattica, di cui fa parte anche la Terra), che lo avevano fatto reincarnare nel faraone Amenhotep IV (1390-1353 a.C.) e in Gesù (sic!), mentre la moglie sarebbe stata reincarnata nella madre del faraone, nella promessa sposa di Gesù, nella donna che aveva trovato Mosè nel canneto, e, per finire in bellezza, nella Monna Lisa! Ernest aveva iniziato la sua missione sulla terra nelle antiche civiltà di Atlantide e Lemuria, per proseguire con la missione di Gesù, del quale doveva nel XX secolo riprendere l’attività. La dottrina di Unarius (sebbene il fondatore negava che il suo gruppo avesse una struttura religiosa) si basa su un’energia né creabile né distruttibile, di cui tutto (compreso noi stessi) è formato. Gli uomini possiedono un’anima immortale che registra i dati delle vite precedenti, dove vanno ricercate le origini di tutte le cose positive e negative che capitano: gli adepti di Unarius sono invitati ad assumersi la responsabilità delle azioni delle vite passate. Unarius ha la propria sede ad El Cajon (in California), ed è diffusa in USA, Canada, Nigeria, Giappone e Italia. Il sito ufficiale è www.unarius.org/

  5. NonSiamoSoli – Centro Studi di Fratellanza Cosmica: gruppo italiano ufologico cristiano fondato dal contattista siciliano Eugenio Siragusa (1919-2006), che affermò di aver avuto diversi incontri – dal 1962 - con gli alieni e di aver ricevuto svariati messaggi apocalittici non soltanto dagli extraterrestri, ma anche dalla Madonna, da Gesù Cristo e da sacerdoti di Atlantide. Egli era convinto, inoltre, di essere la reincarnazione di Ermete Trismegisto, San Giovanni Apostolo, Giordano Bruno, Cagliostro e Rasputin. Nel 1978 Siragusa ebbe guai giudiziari per un’accusa di plagio, da cui fu assolto nel 1982, ma continuò comunque la sua carriera di contattista fino al 1988, anno in cui egli annunciò la venuta di “un altro”. L’anno successivo, il 13 aprile 1989, un suo attivo sostenitore di Porto Sant’Elpidio, Giorgio Bongiovanni (n. 1963) affermò di aver avuto una visione della Madonna e di essere la reincarnazione di Francisco Marto (1908-1919), uno dei tre bambini delle apparizioni di Fatima del 1917. Forte della sua convinzione, nell’agosto 1989 Bongiovanni riuscì addirittura a farsi ricevere dalla cugina della sua supposta precedente reincarnazione, la famosa veggente suor Lucia dos Santos (1907-2005), che non diede tuttavia segno di riconoscerlo. Comunque sia, un mese dopo Bongiovanni proclamò di aver ricevuto le stigmate, e nel novembre dello stesso anno ottenne l’appoggio di Siragusa, uscito dal silenzio in occasione della nuova visione mariana del veggente di Porto Sant’Elpidio. La popolarità di quest’ultimo è proceduto di pari passo con le sue visioni e stigmate: nel 1991 ai piedi, nel 1992 al costato, nel 1993 sotto forma di croce sulla fronte, nel 1996 come lacrime di sangue. Nel 1998 i due [che affermavano, tra l’altro, di essere dotati – solo loro – del GNA (la G starebbe per geni illuminati) al posto del DNA!] si separarono per il ritiro dalle scene di Siragusa, mentre Bongiovanni ha continuato con la propria missione: un cocktail di contattismo, ufologia, New Age, messaggi mariani ed apocalittici, nonostante un’esplicita condanna nel 1999 da parte della Chiesa Cattolica. Il gruppo (sito www.nonsiamosoli.com/) è presente in Italia, Spagna, Svizzera, Germania, Belgio, Francia, Inghilterra, USA, America Latina e Africa. 

  6. Missione Cosmica e NovaConvivia: due gruppi ufologici italiani nati dalle attività di Giorgio Dibitonto (n. 1945), ex seminarista ed ex dipendente di una piccola società di import-export di Genova. Nel 1980 incontra con un alieno, che gli si presenta come l’Arcangelo Raffaele, in seguito incontra sia altri alieni (chiamati Orthon, Firkon e Kalna), sia Gesù che la Madonna: decide quindi di raccontare le sue esperienze in un libro, fondamentale nella storia del contattismo, dal titolo Angeli in Astronave, un successo internazionale, tradotto in diverse lingue e ristampato ben diciassette volte. Nello stesso 1980 egli fonda Missione Cosmica (con una dottrina ufologica cristiana), di cui egli assume il ruolo di “Testimone ad immagine di Gesù”, mentre la sua ex fidanzata, Tina De Pascale, è la “Testimone ad immagine della Madre Divina”: è il momento del maggior successo della Missione che conta circa 500/600 seguaci; tuttavia nel 1989 i due si separano, creando separatamente due strutture autonome. La De Pascale con Walter Giacobbe fonderà la Missione Cosmica - Opera di Genova, mentre Dibitonto, dopo alterne fortune [compreso il nuovo libro Angeli in sogno (che tuttavia non ripete i successi del primo), una collaborazione, finita male, con il veggente Giorgio Bongiovanni (vedi NonSiamoSoli) e una rivista in rete, chiamata NovaConvivia], crea a Vejano (in provincia di Viterbo) la Missione Cosmica - Opera di Roma, con la collaborazione della sua nuova compagna, Oriana Coccoluto. Il gruppo di Vejano ha anche seguaci a Como, Milano, Bergamo, Parma e Livorno, ma attira nel contempo le accuse, da parte di diversi ex seguaci, di plagio e violenze psicologiche e di continue e pressanti richieste di denaro.

  7. C.O.O.P. C.O.S.M.O.: acronimo di Cooperativa Operante Opportunità di Pace – Condivisione Olistica Simbiosi Multiplanetaria Organizzata. Gruppo italiano fondato nel 1994 dalla pistoiese Anna Federighi, ex seguace – dal 1989 - del maestro sikh Baba Pyare Lal Bedi (1909-1993) (padre del noto attore Kabir Bedi), che la aiuta a sviluppare le sue capacità telepatiche, captando i pensieri di entità su livelli dimensionali più elevati. In questa sua nuova funzione, la Federighi diventa una contattista di entità cosmiche, come Sveva, Azzar, Dior, Ursuss, sebbene il più importanti sembra sia tale Ashtar Sheran (coordinatore di tutte le flotte celesti), che ha lanciato un messaggio di voler aiutare l’uomo a prepararsi al nuovo millennio. La Federighi prende quindi la decisione di fondare nel 1994 la COOP COSMO e l’Associazione NURIAL (il cui scopo è la diffusione di tutti i messaggi ricevuti): ambedue vengono fusi nel 2005 nella Ashtar Sheran Corporation, la cui sede sta a Vinci (in provincia di Firenze) (sito: www.ashtarsheran.com).

  8. Association of Sananda and Sanat Kumara: gruppo guidato dall’americana Dorothy Martin (“Sorella Thedra”) (1900-1992), una studiosa dei “maestri ascesi”. Da uno di questi, di nome Sananda, ella disse di essere stata contattata nel 1954, guarita e riportata alla via attiva. Sananda le ordinò inoltre di recarsi in Perù e Bolivia, dove, vivendo per cinque anni con i nativi, imparò dallo squallore e dall’estrema povertà della loro vita il “vero significato del divino amore verso gli umani, indipendente-mente dal loro tenore di vita”. Negli anni successivi la Martin affermò di aver avuto frequenti contatti con i maestri ascesi (che chiamava “sibor”), come gli Elohim, Giovanni il prediletto (San Giovanni Evangelista), Sananda (il quale pare si fosse reincarnato in Gesù Cristo) e l’angelo Moroni (che tanta importanza ha nella dottrina dei mormoni). Nel 1961 “Sorella Thedra” rientrò negli USA e nel 1965 fondò la sua associazione, oltre ad annunciare la reincarnazione dell’angelo Moroni in un bambino. Come altri gruppi, anche questo si sostiene con la vendita di libri e brochure.

  9. Cosmic Circle of Fellowship: gruppo fondato dall’ex postino americano William A. Ferguson, studioso di tecniche di rilassamento, che affermò di aver avuto il 9 luglio 1938 un’esperienza della “settima dimensione” (detta della Superanima), durante la quale fu istruito ed illuminato a tutte le conoscenze. La settimana successiva, esperimentò un viaggio nella “sesta dimensione” (detta Regno della Possibilità) verso il centro della “creazione”. Seguirono altri viaggi, tra cui uno - nel 1947 - su Marte, dove fu condotto da un certo Khauga, capo fisico del sistema solare, che gli comunicò che i “marziani” stavano mandando una spedizione sulla Terra (ed in effetti il 1947 fu proprio l’anno, come si è già detto, che registrò diversi avvistamenti di UFO). Nel 1954 Ferguson annunciò di essere stato ospite su una navicella venusiana, dove aveva ricevuto un messaggio dagli oligarchi di Venere per il popolo della Terra. Negli anni ’40 egli fondò un gruppo per diffondere le tecniche di “guarigione cosmica” e l’apparecchio per “l’acqua chiarificata”, che avrebbe dovuto avere proprietà terapeutiche, ma, in seguito ad una denuncia dell’Associazione Medica Americana, Ferguson fu condannato per frode nel 1947 ad un anno di prigione. Dopo il rilascio, egli decise di pubblicare le sue esperienze e di fondare nel 1954 il Cosmic Circle of Fellowship, con sedi aperte successivamente a Washington, Philadelphia, New York, e San Francisco. Ferguson morì nel 1967, ma il suo gruppo, con sede centrale a Chicago, tuttora è attivo.
  10. Chen Tao (Vera Via, in cinese): un movimento (sincretico tra buddismo, cristianesimo, taoismo e ufologia) fondato nel 1993 da Hon-Ming Chen (n. 1955), un professore universitario di Taiwan, che ha assunto una certa notorietà, quando predisse che il 31 marzo 1998 Dio si sarebbe visto su tutti i canali televisivi americani. Quando l’evento non accadde, Hon-Ming Chen ammise di aver frainteso i piani di Dio, e, contrariamente a molti gruppi millenaristi, dove la mancata profezia non ha solitamente particolari effetti sul numero degli adepti, in questo caso il numero dei seguaci di Chen Tao è precipitato da 160 a circa 30 persone: i superstiti risiedono vicino a New York.
  11. The Cosmic Star Temple: fondato nel 1960 da Violet Gilbert, aderente ai movimenti teosofici e I AM, che affermò di aver avuto il suo primo contatto nel 1937, mentre due anni dopo, disse di aver fatto un viaggio di quasi un mese su Venere, e nel 1955 fu la volta di Marte. Il suo gruppo segue un pensiero teosofico e metafisico di tipo New Thought, praticando lo spiritualismo, la guarigione mediante colori, e la lettura dei Registri Akhasici (secondo gli esoterici, il luogo che contiene la totalità delle informazioni sul Passato, sul Presente e sul Futuro dell’universo e di tutta l'umanità).

  12. Freie Interessengemeinschaft fur Grenz und Geisteswissenschaften und Ufologie-Studien (Comunità libera d’interessi nelle scienze spirituali e di confine e negli studi ufologici) (FIGU): gruppo internazionale con sede in Svizzera (ed una certa presenza in USA), a Hinterschmidruti (nel Cantone Zurigo). Fondato alla fine degli anni ’70 dallo spiritista svizzero Eduard Albert Meier (n. 1936), che affermò di aver avuto nel 1975 degli “incontri del terzo tipo” con alieni provenienti dalle Pleiadi, il cui prequel, a suo dire, era avvenuto ben 33 anni prima, nel 1942 (in piena Seconda Guerra Mondiale), quando Meier, all’età di soli cinque anni, aveva osservato vicino a casa un disco volante, sul quale era stato invitato a salire. Dal 1944 aveva avuto un regolare contatto telepatico con un’entità di nome Sfath, mentre il capo degli alieni del 1975, tale Semjase (un extraterrestre di genere femminile) gli confidò di voler aiutare l’umanità ad uscire dalla propria ignoranza. Tuttavia nel 1980 Meier fu coinvolto in un’indagine per frode, quando l’analisi di foto delle astronavi aliene, da lui scattate, mostrò che si trattava di modellini sostenuti da fili e che gli oggetti “extraterrestri” in suo possesso erano di comune origine terrestre. Sito: www.figu.org/

  13. Universariun Foundation: fondata nel 1958 a Portland, Oregon, da un gruppo capeggiato dai coniugi Zelrun e Daisy Karsleigh. Quest’ultima affermava di ricevere messaggi telepatici dai “maestri ascesi” e dai maestri dallo spazio esterno, come Sri Soudah, Koot Hoomi, e Lord Michael. La dottrina del gruppo ricorda quella del Movimento I AM, e mira all’illuminazione e all’emancipazione della terra. Il gruppo vende libri ed un periodico mensile.
  14. Universe Society Church (UNISOC): fondata nel 1951 come Istituto di Parapsicologia dal sensitivo americano Hal Wilcox (n. 1932), che asseriva di essere stato contattato dai “maestri ascesi”, in particolare da Fahsz, un alieno del pianeta Narvon (nel sistema Altair), uno dei 50 pianeti della nostra galassia. Le comunicazioni con Fahsz e altri maestri avvengono in una cerimonia, dove il canto di un mantra (Ino Pazis Gnurum) viene seguito da un messaggio mediato da uno degli “oracoli” dell’organizzazione. L’UNISOC tiene, inoltre, un’attività editoriale con la pubblicazione dei libri di Wilcox, di una rivista, e di depliant riferenti a corsi organizzati a cadenza settimanale.
  15. White Star: fondata da una sensitiva californiana, Doris C. LeVesque, che iniziò a ricevere messaggi da extraterrestri a metà degli anni ’50. Nel 1957 iniziò la pubblicazione di una rivista, White Star Illuminator. Secondo la LeVesque, l’universo è basato sull’amore divino, essenziale per impedire la distruzione della terra, che è in un delicato periodo di transizione creato dall’era atomica.

  16. World Understanding, Inc.: fondata nel 1954 da Daniel Fry, un impiegato di una compagnia aerea, dopo un incontro nel 1950 nel New Mexico con un extraterrestre, di nome A Lan. Sito: www.danielfry.com/

Infine si segnala la presenza di altri movimenti religiosi, che contengono elementi di ufologia nella loro dottrina: sono principalmente gruppi islamici, come la Nation of Islam, ed il discusso movimento di supremazia nera Nuwaubiano, ma esulano dagli scopi di questo sito.

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
8 gennaio 2013 2 08 /01 /gennaio /2013 09:04

http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcTQG16bjXELXX678iAtuH8ObbalUg6ybKmXWcxOeCiicIzWJPv32LK5yBfP-AAvevate mai sentito parlare di questa esperienza vissuta da questa donna?

Ecco un breve ma conciso racconto:

30 novembre 1989, Manhattan, New York.
Alle ore 3:00, Linda Cortile Napolitano, che viveva vicino nella zona del ponte di Brooklyn, si svegliò di soprassalto . Percepì una strana presenza nella camera e tentò di svegliare il marito che dormiva, ma inutilmente. Allora vide una figura piccola di statura con un grande cranio e grandi occhi neri allungati avvicinarsi al suo letto. In seguito sotto ipnosi regressiva ricordò di aver visto 3 Grigi bassi di statura avvicinarsi al suo letto, che la presero e la fecero fluttuare fuori dalla finestra chiusa del 16° piano del palazzo di Manhattan dove abitava, attraverso un fascio di luce bluastra e bianca, fin dentro un UFO che stazionava fuori a mezz'aria, dove alcuni umanoidi la sottoposero ad esami medici, e le inserirono un impianto nel naso. Del caso si occupò il famoso detective Budd Hopkins, e nel corso della ricostruzione dell'evento emersero 14 testimoni, due dei quali, agenti governativi addetti alla sicurezza di un'importante personalità politica delle Nazioni Unite (pare si trattasse di Javier Perez de Cuellar che ovviamente non accettò di venire allo scoperto anche se scrisse la sua testimonianza a Hopkins), avrebbero successivamente rintracciato la Napolitano per interrogarla, giungendo in seguito addirittura ad attentare alla sua vita. Oggi si ha ragione di ritenere che tutta la faccenda sia in realtà una montatura atta a gettare nel discredito Hopkins, figura più che mai scomoda, sul quale scrisse il famoso libro 'Witnessed' (fonte: 'Mufon
UFO Journal' n.293).

Il caso Napolitano è notevole e unico nel suo genere, anche se per certi versi segue lo stesso modello di tutte le abductions. Dopo un anno dai primi contatti con la Napolitano, Hopkins ricevette lettere da parte di due guardie del corpo, Dan e Richard, che dichiararono di aver assistito al rapimento della donna dal ponte di Brooklyn, confermando il suo racconto. Essi erano le guardie del corpo di un importante uomo politico delle Nazioni Unite, il quale aveva visto anche lui il rapimento ed aveva avuto una crisi isterica. La loro posizione non li aiutò a superare lo shock. Divennero irrazionali e psicotici ed uno di loro, Dan, si convinse che Linda avesse straordinari poteri e che fosse una semi-aliena. Prese a pedinarla, a perseguitarla. Le azioni delle due guardie, che poi si scoprì essere due agenti della CIA, presentarono un grosso cruccio per Hopkins. Il 29 aprile 1991, accadde l'inaspettato: i due rapirono Linda in pieno giorno e la portarono nella loro auto e la tartassarono di domande per tre ore. Uno dei due scrisse nella sua lettera a
Hopkins: «C'era un oggetto ovale enorme che volava sopra l'edificio che era a 2 o 3 palazzi più in là da dove eravamo noi. Non sapevamo da dove venisse.
Apparve troppo velocemente. Le luci divennero da rosse a bianco-blu e provenivano dal fondo. Le luci verdi ruotavano attorno al perimetro. Una piccola donna con indosso una camicia da notte bianca volò fuori dalla finestra in posizione fetale e così rimase a mezz'aria in quel fascio di luce. E vidi insieme a lei tre orribili creature mai viste in vita mia. Non
so perché fossero lì. Non erano umane! I loro crani erano troppo grossi e calvi. I tre umanoidi la accompagnarono dentro l'UFO. Il mio collega urlò: - Dobbiamo prenderli! -. Cercammo di uscire dalla macchina ma non potemmo. Dopo che la donna fu portata dentro, l'oggetto ovale divenne rosso di nuovo e schizzò via velocissimamente inabissandosi nel mare». Poi, andando avanti nelle indagini, che si facevano sempre più complesse, altri testimoni si fecero avanti, inaspettatamente. Come da prassi, l'indagatore tenne i dettagli in privato fino a quando poté verificare la loro veridicità. Gli altri testimoni affermarono che anche loro avevano visto il rapimento quella notte; una di essi, Erica, anche lei rapita quella notte, aveva visto a distanza l'UFO rosso inghiottire Linda. Quella notte fatidica era andata a letto come il solito, quando 3 entità macrocefale erano apparse nella sua stanza e le intimarono di seguirle, mentre il marito sarebbe stato risparmiato ed avrebbe dormito molto profondamente. La donna, dopo essersi vestita, fu portata anche lei a bordo di un altro UFO, mentre almeno altre 20 persone venivano rapite contemporaneamente, a pochi isolati di distanza, tra le quali Linda. Ci fu un rapimento di massa a Manhattan, quella notte. Più avanti si fece avanti un'altra testimone anziana, un'ex-operatrice telefonica, ora in pensione, Janet Kimbell. Il caso prese una svolta ancora più drammatica quando Hopkins riuscì a capire chi era quel politico: Javier Perez de Cuellar, ex-segretario Generale delle
Nazioni Unite.L'ideale sarebbe stato che costui ne avesse parlato pubblicamente, che avrebbe reso i rapimenti alieni all'attenzione generale ed avrebbe destato l'interesse della comunità scientifica. Anche se De Cuellar scrisse diverse volte all'indagatore a conferma della sua testimonianza, spiegò esplitamente che non poteva esporsi e chiese l'anonimato. Il caso di Linda Napolitano resta senza dubbio uno dei meglio documentati e. testimoniati nella storia dell'ufologia. E' insolito avere tutti quei testimoni, soprattuto tutti sconosciuti alla rapita, a convalidare l'esistenza dei rapimenti alieni. Hopkins svolse un lavoro eccezionale nel riuscire a tenere tutto coerente, nonostante le improvvise svolte e le battute d'arresto. Gli scettici liquidarono il caso senza provare se era una bufala o meno, semplicemente ( come sempre ) affermarono che queste cose non possono esistere. In una rivista francese 'La Gazette Forteenne' n. 2, del 2003, la Napolitano rilasciò un'intervista che aggiunge nuove particolari sul suo caso. Parlò di un altro testimone, un camionista postale, che aveva assistito anche lui al suo rapimento dal ponte di Brooklyn, rimasto anonimo.
Altri automobilisti, come lui, si erano ritrovati con le macchine bloccate senza ragioni apparenti, ed avevano visto il rapimento, causando un gorgo nell'incorcio tra South Street e Catherine Slip. Persino un ubriaco che quella sera aveva chiesto cortesemente un passaggio, si era sentito rispondere da un tizio che c'era un ingorgo che bloccava la strada. C'era
anche una limousine all'inizio dell'ingorgo, probabilmente quella con a bordo Dan, Richard ed il misterioso politico! Col tempo si sono aggiunti altri testimoni: a tutt'oggi siamo a quota 24, (tra i quali pare ci fosse anche Lech Walesa) e nessuno di loro ha mai ritrattato ed hanno tutti passato il test della macchina della verità.

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
17 dicembre 2012 1 17 /12 /dicembre /2012 21:27

E' fantastico vedere come dei siti manipolino le informazioni a loro piacere!

Questa volta non e' il caso di un sito Italiano ma di uno straniero, ma basta e avanza per far capire come puo' un semplice fenomeno atmosferico trasformarsi in una notizia di presagio per una imminente catastrofe!

Il sito in questione e' questo www.rafapal.com, non lo avrei voluto neanche nominare per dovergli dare tanta importanza e qualche visita in piu', ma siccome mi preme puntualizzare cio' che sto per proporvi mi vedo costretto a farlo!

La notizia e' questa: Tre soli fotografati in Cina e la Nasa dice che e' "Tutto ok" Gli scienziati si preparano per il black-out del 2013.

Questa e' l'immagine dei tre soli!

http://actualidad.rt.com/actualidad/public_images/7d0/7d0524f2c9a4ddc517ab9d176154747a_article430bw.png

L'ignoranza regna sovrana, come si puo' scambiare un comunissimo evento atmosferico per una segnale di catastrofe imminente? 

Questo che vediamo nella foto non e' altro che un PARELIO (comunemente noto anche come "cani solari") è un fenomeno ottico atmosferico dovuto alla rifrazione della luce solare da parte dei piccoli cristalli di ghiaccio sospesi nell'atmosfera e che solitamente costituiscono i cirri. 

 Noi tempo fa' ne avevamo gia' parlato in un'altro articolo, quando apparve lo stesso fenomeno in Ucraina con tanti altri esempi e foto come paragone e se volete andare a dare un'occhiata basta cliccare QUI'.

 

Grazie alla prossima! 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
16 dicembre 2012 7 16 /12 /dicembre /2012 10:28

Esce fuori in questi giorni su un canale youtube un nuovo video su un presunto avvistamento, di un mezzo volante non convenzionale, avvenuto in giappone nel 2011! 

Vi proponiamo il video:

 

                          


Il video e' molto buio e non si riesce a scorgere bene il paesaggio attorno all'oggetto! Questo fa pressupporre che il filmato sia stato settato appositamente con questa l'uminosita' proprio per renderne difficoltosa l'analisi tecnica grafica.
 Dopo aver personalmente stabilizzato il filmato, si e' percepito un difetto di Motion Tracking molto evidente, che consiste nella difficolta nel momento della creazione del video, nell'inserire oggetti estranei, e renderli un tutt'uno con il filmato!

Il Video nel suo complesso risulta essere di buona fattura anche se il fulmine finale che colpisce l'oggetto, l'autore poteva benissimo risparmiarselo! 

 

 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
6 dicembre 2012 4 06 /12 /dicembre /2012 20:01

E' inutile nascondere l'evidenza dei fatti, la ricerca frenetica della costruzione di particolari mezzi di trasporto evoluti, da parte delle potenze mondiale, e' stata e sara' una realta'!

Questo video mostra un evidente mezzo non convenzionale costruito dai Russi, e qui' le domande nascono spontanee. Perche' costruire un mezzo con quelle forme e caratteristiche? Con quale tecnologia quel mezzo riesce a volare? Chi per sbaglio osserva un mezzo di questo sorvolare il proprio cielo, cosa deve pensare?

Se realmente il fenomeno Ufo e' tutto una finzione, perche' costruire un veivolo che somiglia proprio agli ufo descritti da

 George Adamski?

  Ecco il video, e' un po' datato, infatti e' stato girato nel 1992 , se qualcuno ha maggiori informazioni su questo video puo' tranquillamente segnalarlo nei commenti o nel nostro Forum:

 

 


 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
9 novembre 2012 5 09 /11 /novembre /2012 22:27

http://t3.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcSAuRfPK2IIjpveeXAZBaubdWclVVZ_vHHidIiDaqhj9nADRnM9I rapporti che sono stati raccolti fin dai primi tempi dai Progetti Sign, Grudge e Blue Book, in cui lavorò Joseph Allen Hynek come consulente scientifico, indicano che gli apparecchi volanti non identificati erano in grado di effettuare manovre che la scienza e la tecnologia dell’epoca non erano in grado neppure di comprendere.
E stato osservato che il limite della velocità della luce non deve considerarsi un limite invalicabile per poter effettuare viaggi interstellari da diverse fonti degne di attenzione. Il fisico nucleare francese Jacques Bergier nel 1960 scrisse che già nel 1957 era stato analizzato il comportamento anomalo di un particolare mesone.

Questa particella che ha un tempo di vita di un milionesimo di secondo dovrebbe percorrere al massimo 300 metri alla velocità della luce: invece sofisticate misurazioni rilevarono che percorreva 30 Km. Tutto ciò è spiegabile soltanto con l’ipotesi che il mesone trovi una scorciatoia, bypassando il continuum spaziale e facendo una specie di “salto”. Si ritiene che le astronavi extraterrestri compiano salti analoghi per effettuare viaggi interstellari.

Col passare degli anni alcuni scienziati d’avanguardia hanno continuato a studiare queste particelle: Roberto Pinotti sempre prudente e misurato nelle sue affermazioni, scrisse nel 1991 (“UFO Scacchiere Italia”, pag. 289) che “lo strano comportamento del mesone K, sarebbe apparentemente turbato da un altro universo suscettibile di interferire con il nostro”. Di nuovo nel 1995 l’astronomo Hal Crawford sostenne che la velocità della luce è insuperabile nel senso dello spostamento lineare, ma che si poteva aggirare geometricamente l’ostacolo, accorciando lo spazio. Egli riporta alla ribalta di tutti i giornali questa categoria di particelle che nel frattempo la scienza ha classificato come tachioni. Crawford, membro della Royal Astronomical Society britannica, affermò anche che possiamo aspettarci di fare incontri ravvicinati con alieni.
Lo studio dell’ufologia non poteva trascurare tutte queste teorie e gli aspetti tecnologici riferiti ripetutamente da differenti tipologie di testimoni qualificati. Nel 1953 il capitano francese Rene Plantier formula un ipotetico sistema di propulsione non basato sul principio di azione e reazione. Questo ipotetico velivolo avrebbe il vantaggio di non dover trasportare enormi serbatoi di propellente come gli attuali razzi. Plantier si accorse che questa teoria era adatta a spiegare le sorprendenti prestazioni dei cosiddetti “dischi volanti” di cui erano già stati accumulati parecchi rapporti da organismi civili e militari, nonostante il ridicolo generale sull’argomento.
Plantier riteneva che questo velivolo convertiva in elettricità un’energia allora sconosciuta – che occuperebbe tutto il cosmo in quantità illimitata, questa energia fornirebbe la spinta antigravitazionale che consentiva all’UFO di muoversi in qualsiasi direzione. In seguito questa teoria ha ricevuto una conferma indiretta, seppur non definitiva, dal punto di vista della scienza sperimentale, dagli studi di Tom Bearden sulla free energy e l’antigravità e dalle rivelazioni di Bob Lazar, il fisico americano che sostiene di aver lavorato sui dischi volanti custoditi gelosamente nell’Area 51 del Nevada.
Anche l’ufologo americano Gabriel Greer, direttore del SETI ha accennato in un filmato proiettato al Simposio 1996 di San Marino alla “Zero Point Energy”, l’energia del punto zero, che si troverebbe in tutto l’universo.
Le forme sferica, ovoidale, discoidale sono quelle che ricorrono maggiormente negli avvistamenti UFO. Infatti l’ipotesi di Plantier enuncia la presenza di un campo elettromagnetico intorno all’apparecchio volante, che eliminerebbe l’attrito con l’aria e di conseguenza lo sviluppo di calore sullo scafo. La forma curva dei dischi sarebbe quindi una scelta obbligata in quanto, in caso contrario le cariche della componente elettrica si accumulerebbero nelle zone a forma di punta, mentre invece esse devono distribuirsi uniformemente lungo tutta la sua superficie.
Dai dati archiviati risulta inoltre che sono state registrate anche sui radar portentose accelerazioni in totale silenzio e con il superamento della velocità del suono in assenza del caratteristico bang.
Ciò è in accordo alla teoria del capitano francese secondo cui attorno al velivolo non identificato si muoverebbe uno strato di aria ionizzato: l’aria più vicina all’oggetto si muoverebbe più lentamente, mentre l’aria più lontana più velocemente formando un cuscinetto. Più precisamente il campo di forza del disco attira l’aria ambientale in ragione inversa del quadrato della distanza. Di conseguenza la differenza di velocità tra l’apparecchio e le molecole d’aria più vicine è inferiore alla velocità del suono nell’aria; anche la differenza di velocità fra queste molecole e quelle immediatamente adiacenti e leggermente più lente è sicuramente inferiore alla velocità del suono nel mezzo e così via fino alle molecole d’aria al di fuori del campo.
L’aereo convenzionale terrestre non si porta dietro una regione d’aria e quindi sbatte violentemente contro molecole d’aria immobili e le forza ad andare ad una velocità maggiore della velocità del suono nell’aria. Per quanto riguarda il calore generato dall’attrito delle molecole d’aria, esso non scompare del tutto, ma viene distribuito nella regione spaziale interessata dal campo elettromagnetico, che come abbiamo visto è regolabile dai piloti e risulta quindi trascurabile, mentre negli aeromobili convenzionali Il calore si concentra sulla superficie del veivolo.
Inoltre Plantier ha ipotizzato che gli UFO siano dotati di un proprio campo gravitazionale indipendente che fa sì che essi non risentano delle forti accelerazioni o decelerazioni o virate a 90° del veicolo, così come noi non riceviamo sollecitazioni dal moto della Terra, perché siamo completamente immersi nel campo di gravitazione planetario.
Gli effetti della manovra sarebbero equamente distribuiti su ogni atomo del corpo del viaggiatore a bordo del presunto UFO.
Un esempio: la notte tra il 30 ed il 31 marzo 1990, sopra Bruxelles un UFO aveva accelerato da una velocità iniziale di 280 Km/h a 1800 Km/h, scendendo da m 3000 a m 1700 di quota in un solo secondo: non ci fu alcun boato. L’accelerazione fu calcolata pari a 40G, mentre la massima accelerazione che un pilota di aereo può sopportare è di 8G, essendo gli aeromobili convenzionali privi del proprio campo gravitazionale. Questi dati sono stati resi noti dal generale Wilfred De Brower dell’Aeronautica Militare Belga.
Alcuni aspetti particolari su cui si è soffermato Plantier che sono stati riportati nel libro di Aimè Michel “Il mistero dei dischi volanti” del 1955, e poi confermati dagli avvistamenti successivi:
Discesa del velivolo a foglia morta.
Inclinazione laterale prima di partire da fermo.
Quando si arresta di colpo può oscillare lateralmente oppure girare su sé stesso per arrestare 1′oscillazione.
Oscillazione a pendolo anche se si tratta di un UFO reale e non di un modellino, che la tecnologia attuale smaschera facilmente.
Spostamento a sbalzi. Sprazzo di scintille immediatamente prima di un’accelerazione, nella estremità opposta alla direzione verso cui l’oggetto si sposta: ciò è dovuto all’immissione di maggiore energia nel campo di forza elettromagnetico che circonda il veicolo.
Rene Plantier ha ragionato anche sui possibili colori che il campo di forza del disco potrebbe assumere:
Disco fermo o lento: Rossa (anche radazione infrarosso).
Accelerazione moderata: Rosso/Arancio.
Accelerazione maggiore di cui al punto 2: Giallo.
Accelerazione maggiore di cui al punto 3: Bianco.
Accelerazione maggiore di cui al punto 4: Verde.
Accelerazione maggiore di cui al punto 5: Azzurro.
Accelerazione maggiore di cui al punto 6: Violetto (anche radiazione ultravioletto).


La frequenza più alta dei colori (lunghezza d’onda più corta) è proporzionale ad un’energia di maggiore intensità convogliata al campo elettromagnetico del disco.
Inoltre è possibile vedere una luce azzurrognola in qualsiasi manovra che il disco sta compiendo, anche a disco fermo a causa della radiazione di Cerenkov e lo stesso oggetto può mostrare colori diversi da angolazioni diverse. Aggiungiamo inoltre che il campo di forze accompagna sempre l’ordigno nei suoi movimenti, lo scafo dovrebbe impiegare materiali superconduttori ed essere simmetrico rispetto al proprio asse verticale.



ALTRE RICERCHE SUCCESSIVE
Innanzitutto un’apparecchiatura terrestre molto semplice che produce un campo elettrico di aria ionizzata è un’ozonizzatore basato su un circuito basilare composto da un condensatore, un diodo e un ago che producono un’alta tensione. Analogamente un’apparecchiatura terrestre che produce un campo magnetico è l’elettrocalamita di un campanello formata da un solenoide e da un nucleo di ferro.
Alan Watts riferisce di aver effettuato un esperimento nel 1964 volto a misurare l’intensità del campo magnetico di un UFO che aveva arrestato il sistema elettrico di un’auto dalla distanza di circa 6 metri dell’automobile del testimone Roland Wildman. Il campo magnetico generato da una corrente alternata o pulsante sufficiente a fermare lo spinterogeno del motore, aveva una distribuzione sulla superficie dello scafo di almeno 10,5 gigatesla. Queste misurazioni furono effettuate nell’Istituto Tecnico di Colchester nell’Essex, nel Sud dell’Inghilterra, dove Watts insegnava fisica.
Tra il 1966 ed il 1969, tu finanziato il Comitato Condon. Condon afferma che la sua equipe cercò, presso un Centro della Ford Motor Company, di arrestare il motore di una macchina mediante l’uso di un potente elettromagnete, ma non ci riuscì. Questo episodio pone nuovi interrogativi, oltre a quelli già sollevati all’epoca su quanto il Comitato Condon avesse la volontà seria di indagare sul fenomeno UFO.

ALCUNI FENOMENI NOTEVOLI
Spesso è stato riferito il fenomeno della luce coerente: l’oggetto è molto luminoso, ma non illumina gli oggetti circostanti e non dà fastidio agli occhi dell’osservatore.
Si suppone che tale effetto è dovuto al fatto che il campo elettromagnetico della presunta macchina volante di forte intensità, “intrappola” in questo modo la luce.
Poiché gli UFO sono stati visti anche da astronauti tra cui citiamo Gordon Cooper ed Alan Shepard, ricordiamo che Aimè Michel aveva osservato che il campo elettromagnetico di forza di un UFO che viaggiasse al di fuori di un’atmosfera planetaria, potrebbe essere usato per catturare delle particelle, ionizzarle e costituire così uno scudo per le micrometeoriti ed i raggi cosmici.
Diverse volte nei rapporti UFO compare l’inversione istantanea della direzione di moto da parte dell’oggetto discoidale anche a forte velocità, mentre gli aerei terrestri dovrebbero rallentare e quindi effettuare un angolo di virata.
Plantier suggeriva che probabilmente era possibile riuscirci semplicemente commutando la posizione di un deviatore antigravitazionale. Occorre aggiungere che la tecnologia elettrotecnica attuale terrestre comprende già commutatori a stato solido che consentono, per esempio, di invertire istantaneamente la polarità della corrente continua di alimentazione di un apparecchio. Aime Michel osservò che la scienza del tempo non ci indica un modo in cui sia possibile orientare la gravità oppure invertirla oppure ancora dosarla.
Secondo la fisica del tempo, non esisteva alcun modo di utilizzare l’energia elettrica per interferire praticamente, in senso positivo o negativo, con la forza di gravità.
Tuttavia gli studi pionieristici di Marco Todeschini nel 1949, le formulazioni teoriche di Thomas Pawlicky e le esperienze di laboratorio (precedute da consistenti lavori teorici) di Tom Bearden e di Shiniki Seiki, sembrano invece dimostrare che esista anche un modo di creare una forza dl gravità che all’occorrenza diventi forza di repulsione e che sia controllabile da apparecchiature computerizzate.
Analogarnente non è possibile ignorare la testimonianza di Bob Lazar, che superò diverse prove con la macchina della verità, convalidate da Terry Tabernetti, esperto che lavora per la polizia californiana. Lazar, laureato in elettronica e in fisica, affermò che la scienza da lui imparata all’università non solo non prevedeva apparati gravitonici, ma non sapeva spiegare neppure lontanamente cosa sono le onde gravitazionali.
Una volta arrivato alla sezione S-4 dell’Area 51, è stato incaricato di fare retroingegneria su misteriosi dischi di origine aliena, con 3 motori antigravitazionali che si alzano veramente dal suolo.
Vogliamo inoltre menzionare gli esperimenti di Thomas Townsend Brown, il quale già nel 1926 aveva costruito il gravitore, un apparecchio discoidale che era in grado di volare a causa di un effetto elettrostatico e quindi non antigravitazionale in senso stretto, ma che fu ugualmente boicottato a causa della sua originalità e anticonvenzionalità. L’effetto di Bieffeld-Brown fa sì che l’apparecchio in presenza di una forte differenza di potenziale, si sposta nel verso del polo positivo.
INVISIBILITÀ DEGLI UFO
L’invisibilità agli occhi degli osservatori a terra è stata talvolta riscontrata, mentre l’UFO era stato segnalato dai radar. Gli studi intrapresi da Alan Watts che ha attinto all’opera di Thomas Erber può spiegare il fenomeno dell’invisibilità per gli apparecchi volanti in grado di generare un campo magnetico molto intenso.
L’indice di rifrazione della luce cambia a seconda del mezzo che la luce attraversa per raggiungere l’occhio. L’indice di rifrazione dell’acqua è maggiore dell’aria e ciò dà luogo al fenomeno ottico del cucchiaio che sembra piegato.
Con una rifrazione ancora più forte si può determinare un angolo di visibilità molto ristretto rispetto al perpendicolare dell’UFO. Ciò significa che chi è esattamente al di sotto dell’UFO lo vedrà, mentre se invece è spostato, oppure l’UFO si allontana dalla verticale, l’osservatore vedrà solo il cielo che sta dietro all’UFO. Siccome gli UFO sono in grado di spostarsi rapidamente e sono in grado di regolare l’intensità del campo di forze, sono quindi in grado di rendersi agevolmente invisibili. Può inoltre capitare, se un UFO rimane immobile. che esso sia visibile per talune persone vicine alla sua verticale ed invisibile per altre persone. Questo effetto può spiegare anche molti episodi di scomparsa improvvisa dell’oggetto volante, ma non tutti in quanto e probabile anche l’ipotesi di una effettiva accelerazione molto forte.
A proposito di invisibilità, voglio ricordare che nel 1978 in località Sant’Egidio il prof. Sebastiano Di Gennaro ha fotografato su pellicola all’infrarosso un oggetto sferoidale invisibile all’occhio dei testimoni.

EFFETTO SPECCHIO
Un campo magnetico di forte intensità può fare da specchio ed in tal caso e possibile vedere oppure fotografare o riprendere accanto all’UFO vero e proprio una o più immagini virtuali cioè riflesse. La luce emessa dall’oggetto rimbalza sul campo magnetico che fa da schermo, così al testimone sembra di vedere molte immagini. È possibile ritenere che il fenomeno descritto come l’unione di due UFO in un solo apparecchio sia in realtà solo apparente in quanto una delle due luci potrebbe essere un riflesso che si avvicina all’oggetto originatore e infine scompare.

I PITTOGRAMMI NEL GRANO
Alan Watts non poteva estraniarsi al fenomeno dei pittogrammi nel grano, comparsi sui prati di tutto il mondo che però all’80% si concentrano sulle isole Britanniche.
Tramontata definitivamente l’ipotesi terrestre e cioè dei due vecchietti che avevano avuto il loro momento di gloria tra il 1990 ed il 1991. Purtroppo c’era il problema dell’ubiquità in quanto neppure con le apparecchiature dell’Esperimento Filadelfia, Doug & Dave, sarebbero riusciti a teletrasportarsi in Germania, Canada, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti, Messico, Francia, ecc. per eseguire i cerchi. Quindi gli studiosi, tra cui citiamo anche Michael Hesemann, autore de “Il mistero dei cerchi nel grano”, Edizioni Mediterranee, 1994, Colin Andrews e Pat Delgado sono tornati a studiare seriamente gli UFO, il geotropismo delle piante e altri aspetti della botanica. Occorre ricordare, che oltre alla povertà dei cerchi prodotti dai due pensionati, nei cerchi prodotti dai presunti alieni le spighe continuavano a crescere parallelamente al terreno e non dritte.
Watts sostiene che tutto ciò è un lavoro molto complesso ed ipotizza che le spighe siano state piegate con una forza elettromagnetica diretta da un presunto disco volante, inducendo nelle spighe una corrente elettrica. Si creerebbe una differenza di potenziale fra la punta e la base della spiga che la piegherebbe ed infatti fu udito un rumore di crepito come quello dell’elettricità contemporaneamente all’avvistamento di un UFO. Watts aggiunse che un campo magnetico trasversale sarebbe in grado di dirigere in senso circolare le spighe elettrizzate. Naturalmente, con questo sistema, il repertorio dei presunti extraterrestri, non si limita solo ai cerchi ma anche a composizioni geometriche più complesse.
Per concludere vorrei ricordare Alfred Nahon, uno dei massimi esperti francesi di ufologia, studioso del fenomeno fin dal 1948, apprezzato internazionalmente per la sua serietà e scomparso nel 1990.
Egli aveva sempre sostenuto la necessità dell’unificazione politica del Pianeta Terra in un unico organismo politico federale in grado di rispondere meglio alle sfide planetarie cosmiche che l’umanità deve affrontare.
Toccherà all’ONU creare un organismo di studio con la partecipazione delle autorità militari e di scienziati allo scopo di coordinare le ricerche? Dipendesse da noi, la risposta sarebbe “sì”.

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
9 novembre 2012 5 09 /11 /novembre /2012 17:35

Nel 1899, Tesla ha sviluppato una apparecchiatura  ad alta tensione,  per la ricezione di trasmissioni radio a Colorado Springs. Questo per anticipare cio' che e' stato scoperto successivamente dallo stesso, infatti Tesla ha successivamente annunciato di aver  ricevuto un segnale elettrico che sembrava intelligente. Questo  segnale alfanumerico  era chiaramente  ripetuto periodicamente , con un chiaro ordine.

Questo lo porta a credere che il segnale era un segnale di comunicazione extraterrestre con gli alieni. In un primo momento ha pensato che la provenienza  fosse da Marte.  In seguito ha cambiato opinione e ha dichiarato in una delle sue nuove conferenze che il segnale proveniva da qualche altra parte nello spazio. Non mi sorprende che Tesla sapeva di comunicazioni extraterrestri, e molti pensavano che fosse un pazzo, quando infatti, ha inventato molte altre cose il governo le ha mantenute lontane dal pubblico.  Pochi anni dopo anche Guglielmo Marconi ha intercettato uno strano segnale sconosciuto artificiale proveniente dallo spazio!

http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_03_small.jpg Poi, nel marzo del 1960, un altro satellite misterioso è stato scoperto in orbita attorno alla Terra.  Questo satellite misterioso era in un'orbita particolare da scovare , perche' né gli Stati Uniti né la Russia erano in grado di in quel momento di intercettare. Infatti i satelliti sovietici erano inclini a 65 gradi con l'equatore. E 'stato calcolato che l'oggetto era del peso di circa 15 tonnellate, e che era troppo pesante per essere un razzo di quel periodo. Inoltre viaggiava due volte più veloce di qualsiasi altro satellite noto al momento.

L'oggetto è stato avvistato e studiato da molti degli astronomi in tutto il paese.  Questo è ciò che Robert L. Johnson, direttore del Planetario Adler aveva da diresull'oggetto,

"'L'OGGETTO non mantiene un moto regolare, COME QUALSIASI ALTRO CORPO CELESTE! 

 Successivamente e' stato poi fotografato anche dalla Grumman Aircraft Corporation.

I militari hanno allegato tanta importanza a questo satellite misterioso, che hanno subito creato una commissione speciale per raccogliere informazioni e studiare il satellite del mistero.  Le conclusioni della commissione sono stati tenuti segreti e gli avvistamenti sono stati dimenticati.

 Il segnale è stato poi studiato da un'astronomo scozzese Duncan Lunan.  I messaggi decodificati mostrano una mappa centrata sulla stella Epsilon Bootis come si è visto dalla terra ... anni fa.http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_16.jpg

 

E' possibile che questo è lo stesso oggetto e lo stesso segnale che sia Tesla e Marconi hanno intercettato? 

Nel 1987 lo Shuttle Endeavour della Missione STS-088 ha fotografato un oggetto misterioso  in orbita intorno alla Terra. Ci sono  5 foto dell'oggetto sul sito web della NASA. Esso mostra chiaramente un grande oggetto in orbita che gira intorno alla Terra.

 E 'possibile che la NASA ha inavvertitamente fotografato il satellite Black Knight? Questo potrebbe essere lo stesso oggetto che Gordon Cooper ha individuato sopra  l'Australia durante i suoi 22 giorni in orbita a bordo del Fede 7?

 

Secondo le fonti ufficiali, entro il 2016, questa sonda / UFO fara'  il suo percorso verso l'orbita terrestre. Infatti orbita attorno alla terra ogni 15-20 anni. Inoltre pare che abbia  correttio il suo tragitto per evitare la collisione con un altro asteroide.

 http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_04.gif

Nel 1953, quattro anni prima che l'Unione Sovietica lanciò lo Sputnik I, il blip di origine sconosciuta è stato avvistato dal dottor Lincoln La Paz della University of New Mexico.  Mentre sempre più segnalazioni di avvistamenti sono arrivate da tutto il mondo, il Dipartimento della Difesa statunitense ha nominato l'illustre astronomo Clyde W. Tombaugh per eseguire una ricerca per l'oggetto misterioso. Aveva scoperto Plutone nel 1930. Il blip divenne noto come cavaliere nero.  Il Pentagono non ha  mai formalmente pubblicato i risultati dello studio del dottor Tombaugh . Non si seppe più niente sull'oggetto fino al dicembre 1957, quando il dottor Luis Corrales del Ministro delle comunicazioni in Venezuela lo ha rifotografato.  Il primo satellite moderno, lo Sputnik I, era stato lanciato due mesi prima. Il Dr Corrales stava facendo fotografie dello Sputnik II quando passo' sopra  Caracas.  Ma e' nel 1960 che il cavaliere nero  di origine sconosciuta è stato scoperto per la prima volta   da un satellite. E 'stato in un'orbita polare, qualcosa che né gli americani o sovietici erano in grado di vedere al momento.  Questo oggetto è stato soprannominato "The Black Knight".

 

L'oggetto e'  diverse volte più grande e più volte più pesante di qualsiasi cosa in grado di essere lanciato con 1.960 razzi. Non avrebbe dovuto essere lì, ma li si trovava .  Time Magazine ha pubblicato un  articolo il Lunedi, del 7 marzo 1960 dove parlava chiaramente di questo misterioso oggetto. Ma, come si noterà, i giornali hanno già iniziato a censurare le notizie .  Nel febbraio del 1960 la  North American Air Defense System (il predecessore delNORAD ) rileva un oggetto con una massa di 15 tonnellate in un'orbita polare. Diverse volte più grande di qualsiasi cosa che gli Stati Uniti e i sovietici sono in grado di lanciare in orbita in quel periodo. Il misterioso oggetto "Black Knight", viene monitorato per tre settimane e poi scompare improvvisamente.

 

Secondo "Jesse", nel 1969 l'Apollo 10 e gli astronauti Stafford, Cernan e Young furono i primi a girare un filmato nello spazio di un oggetto extraterrestre, soprannominato il Monolito, un po 'come, ma più piccolo, quello che e' citato nel libro di Arthur C. Clarke /nel  film "2001 ".  Non erano però  i primi astronauti ad individuare questo oggetto ET.  Il Monolito è stato avvistato anche dal cosmonauta russo Yuri Gagarin, il primo uomo nello spazio, nel 1961 e a seguire anche  l'astronauta americano Alan Shepard avvista lo starno oggeto , che precedentemente Gagarin aveva descritto. Si L'Apollo 10 ha  filmato da ogni angolazione il monolito, ma dov'e' il filmato?  Il Monolito agiva  come un punto di comunicazione  ha detto Jesse . "E 'una sorta di  documento-segnale , come il messaggio ricevuto nel film" Contact " aveva un messaggio su di esso, oltre ad una mappa della civiltà extraterrestre che lo ha inviato, aveva tutte le cordinate per arrivare  a loro. "http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_06.gif                                                         St Louis Dispatch May 14th 1954

http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_08.jpg 

Lo strano oggetto emetteva quindi questi strani e misteriosi segnali che qualcuno ha cercato di codificare e un  operatore ha decodificato una serie di questi messaggi come una mappa stellare. La mappa era centrata sul sistema Epsilon Bootis come era stata tracciata dalla terra 13.000 anni fa.                                http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_09.jpg 

Il 3 settembre del 1960 esattamente 6 mesi dopo che il satellite era stato rilevato dai radar una telecamera di monitoraggiodello stabilimento di  Long Island Grumman Aircraft Corporation ha catturato una sua fotografia

http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_10.jpg Alcune persone del luogo occasionalmente avevano avuto la possibilita' di osservare l'oggetto ad occhio nudo per circa due settimane, Ma la cosa strana e' che coloro che avevano avvistato questo strano oggetto lo vedevano come una sfera di color rosso che si muoveva in direzione Est-ovest rispetto alla sua orbita

Tre anni dopo, Gordon Cooper è stato lanciato nello spazio per una missione in orbita attorno alla terra. Sulla sua orbita finale, ha riferito di aver visto una forma incandescente verde, davanti alla sua capsula, e che si dirigeva verso la sua direzione.

Si dice, che anche  la stazione di monitoraggio di Muchea, in Australia, avesse ripreso l'oggetto nei suoi radar, e stranamente combaciava perfettamente con lo stesso oggetto che vide Cooper .  Questo evento è stato riportato dalla NBC, ma ai giornalisti era vietato chiedere informazioni sull'avvistamento di Cooper. La spiegazione ufficiale che fu' data,  è che un guasto elettrico nella capsula aveva provocato elevati livelli di anidride carbonica, causando allucinazioni indotte all'astronauta.   E 'stato ampiamente discusso nel New York Times, Newsweek, Life, e altri importanti periodici ma da allora, questa sorprendente scoperta è stata sepolta dalla  stampa e il settimanle  della NASA lo catalogo' come dei detriti  in orbita intorno alla terra. JM, un noto US Radio host ci racconta un episodio alquanto  strano: 'Ho chiesto ad un amico con accesso privilegiato ad informazioni riguardanti il Cavaliere Nero' di cosa si trattasse realmente e lui sbalordito mi ha detto che le notizie riguardanti questo oggetto erano talmente strette  e segrete che lui non avrebbe dovuto neanche sapere dell'esistenza di questo oggetto . Chiunque parli  e immette informazioni sul  presunto Ufo rischia seriamente di essere fatto fuori dal suo lavoro anche tramite minacce di morte . Questo è uno dei segreti meglio custoditi sul pianeta in questo momento e la reale fuoriuscita della conferma dell'esistenza di questo oggetto creerebbero problemi a livello mondiale, che nessuno di noi puo' solamente o minimamente immaginare!

Ecco le foto della Nasa:

http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_21_small.jpg  http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_22_small.jpg

http://www.bibliotecapleyades.net/imagenes_ciencia/flyingobjects140_25_small.jpg

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento
7 novembre 2012 3 07 /11 /novembre /2012 22:19

  La notizia e' un po' datata, pero'  nel raccogliere tutte le varie testimonianze a carattere ufologico  ho pensato bene di postarlo  ugualmente , viste le numerose persone  che hanno partecipato all'avvistamento.                                                                            http://farm5.staticflickr.com/4045/4472730830_e3e1eaceff.jpg

Tutto è accaduto alle 5 del mattino del giorno 1° marzo 2010. Si era all’interno di un autobus interurbano, che collegava Iquique a Santiago e mentre si era nella regione costiera di Raracapà avvenne un avvenimento che i passeggeri difficilmente dimenticheranno. L’esperienza anomala avvenne quando l’autobus si fermò sulla strada A1, che collega Iquique Tocopilla all’altura della spiaggia Vicente Mena, tra Punta Gruesa a Chucumata. In quel contesto, un passeggero iniziò a mormorare nel sonno, generando preoccupazione nei passeggeri accanto. “Sono lì, fuori, sono qui” disse il passeggero mentre fu svegliato da un altra persona. Una volta sveglio, l’uomo ha reagito ed ha guardato all’esterno dell’autobus, notando a picco sul mare una “struttura cilindrica fluorescente“. Fu così che incominciò ad urlare e avvisare gli altri passeggeri. In quell’istante il panico collettivo coinvolse tutti i passeggeri che “dopo pochi secondi videro uscire dall’acqua un oggetto a forma di trottola“, ha riferito il ricercatore ed esperto del caso Raul Rivera. Quando tutti all’interno del bus cercarono di tranquillizzarsi e tentare di filmare coi telefonini le strutture luminose, il panico e le grida ricominciarono a sentirsi all’interno dell’autobus. “Un essere di circa tre metri di altezza, magro e con un alone splendido di luce cominciò a camminare sulla strada principale“, ha riferito Ribera, il quale afferma che il caso si sta analizzando rigorosamente a Santiago.

http://2.bp.blogspot.com/-kkT5WpwpRus/T4cE5FLJThI/AAAAAAAAIxY/Nr9DWBWE2jU/s1600/alieni+luciferini+lucifero+essere+di+luce+lux.jpg

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in fake-video foto ufologici e non
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg