Overblog
Segui questo blog Administration + Create my blog
">

LOGO-SITO-19-gennaio

25 febbraio 2012 6 25 /02 /febbraio /2012 23:33
Sicuramente la maestosa nave da crociera con i suoi ponti, la sua altezza veriginosa, le sue dimensioni, rimangono impresse nei nostri ricordi, quando capita di vederle ancorate in un porto.
Ai passeggeri della nave da crociera invece rimarra' impresso sicuramente altro, con un oceano che ''accarezza'' la nave, facendola ondulare dolcemente per conciliare il sonno.O forse no?
Condividi post
Repost0
25 febbraio 2012 6 25 /02 /febbraio /2012 09:16

Il video non e' in italiano, ma chi mastica un po' di inglese  vale la pena guardarlo!!!

Se trovero' una versione con i sottotitoli o qualcuno conosce un link alternativo non esitate a segnalarcelo!! GRAZIE!!


 

 

Condividi post
Repost0
17 gennaio 2012 2 17 /01 /gennaio /2012 20:56

Il blog del Conte Rovescio cresce ogni giorno di piu' grazie a voi e alle vostre visite.Il nostro modo di darvi le notizie non segue parametri o schemi stabiliti ma si basa principalmente sul principio della casualita'.Non abbiamo un argomento fisso o prestabilito su cui discutere,per noi tutto cio' che e' degno di nota,sul nostro blog fa' notizia!!

Saltiamo qua' e la',su e giu' a destra e a sinistra alla ricerca di quello spunto per creare l'articolo che possa soddisfare ogni nostro singolo lettore.Tu che leggi sei l'anima e la carica che fa' muovere questi meccanismi che producono articoli su articoli,il tuo commento e' il nostro pane quotidiano e grazie a questo piccolo contributo da te lasciato,abbiamo la possibilita' di conoscere chi ci segue e chi solo per un attimo ci ha degnato della sua visita anche se solo per pochi istanti.

 

http://1.bp.blogspot.com/_Ppoq8x9rnzQ/TUaHUsh6-8I/AAAAAAAAATw/qLNwuhs6nUQ/s1600/4181_The_Lost_Thing.jpgHo sempre adorato i cortometraggi, per molti è un film della durata di non più di trenta minuti, in realtà un corto può durare per la legge italiana fino a 75 minuti. Può avere carattere narrativo, documentario o sperimentale, con un intreccio unico e lineare che occupa l'intero film. Per molti è l'equivalente di un racconto rispetto al romanzo.http://www.fantascienza.com/magazine/imgbank/ZOOM/NEWS/the-lost-thing-106763885.jpg

Ne ho visti di tutti i generi e dalle trame piu' inpensabili e mentre ero proprio alla ricerca di qualche cortometraggio che non avessi ancora visto,trovo questo che tra poco andro' a postare,che si chiama  <<The Lost Thing>>(La cosa smarrita)

Dura solo 15:00 minuti ed ha vinto il primo premio Oscar 2011 Academy Award per migliore cortometraggio.

http://beakstreetblog.com/wordpress/wp-content/uploads/2011/04/The-lost-thing-1.jpgAmbientato nel futuro a Melbourne, Australia, The Lost Thing racconta le vicende di un ragazzo che si diverte nel raccogliere i tappi delle bottiglie per la sua collezione. Un giorno mentre si trova sulla spiaggia scopre una strana creatura, che sembra essere una combinazione di una caldaia industriale, un granchio, e un polpo. Questa creatura viene chiamata “The Lost Thing” dal narratore. Il ragazzo si rende conto che la creatura si sente smarrita, cerca di trovare il suo proprietario, ma non riesce a causa dell’indifferenza della gente…

 

Questo e' il sito del cortometraggio.Davvero interessante dateci un'occhiatina!!!

 

Questo e' il video che oggi voglio condividere con voi:

 


 

 

Condividi post
Repost0
13 gennaio 2012 5 13 /01 /gennaio /2012 20:30

Film datato,del 1973.

 

Se non fosse per un evento che nel 2011 ha colpito il Giappone,questo film forse passerebbe inosservato.Molto catastrofico,,sarebbe uno dei primi film che emetterebbero sentenza di morte per il pianeta.In questo film,le sensazioni di rivedere delle immagini che passano sotto i nostri occhi tramite i telegiornali,sono notevolmente realistiche.Certo,non si puo',non notare la bassa qualita' degli effetti speciali a cui siamo abituati oggi,pero',il succo del film rimane integro,mettendo in risalto delle tematiche che ai giorni nostri,sono piu' delle spade di Damocle che,non aspettano di caderci in testa.

 

A bordo di un sottomarino in grado di scendere alla massima profondita' di 10000 metri, alcuni scienziati, studiano il movimento di una immensa faglia dell'oceano Atlantico sui fondali delle isole giapponesi.Si rendono subito conto che  uno sconvolgimento sismico di portata colossale e' gia in atto e non si puo' ritardare ne tantomeno sottovalutare,inizia una corsa contro il tempo. Nessuno dei loro colleghi,crede alle loro voci allarmate,nonostante vengano fornitidati e prove delle loro tesi: quando cominciano a verificarsi terremoti di intensità inaudita è ormai troppo tardi per effettuare l'evacuazione del paese in tempi eccessivamente stretti.Una incredibile serie di eruzioni e maremoti,inghiotte il Giappone negli abissi marini.
Pur appartenendo propriamente al filone catastrofico, il film è spesso considerato una drammatica metafora fantapolitica dei difficili rapporti tra il Giappone e l'Occidente. Non a caso nel corso della vicenda il Giappone si ritrova da solo ad affrontare l'emergenza, un po' per la superficialità dei suoi governanti, ma anche per il rifiuto del mondo occidentale ad accogliere l'ipotesi di ospitare una straripante massa di profughi. L'incubo della catastrofe che da sempre accompagna la produzione cinematografica giapponese, stavolta, è interpretato in chiave più tragica e proiettato in uno scenario apocalittico nel quale l'identità culturale isolazionistica orgogliosamente e fedelmente ribadita si frantuma senza speranza. Distribuito in America, il film fu ampiamente sforbiciato fino a durare 90 dei 140 minuti originari e - secondo una prassi non nuova - integrato con sequenze interpretate da Lorne Greene e filmate dal regista Andrew Meyer

 

 Locandina Pianeta Terra: anno zero

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nel 2006,dato che i film vengono ripescati e rigirati,un nuovo film mette in discussione le stesse identiche scene rivisitate con la tecnologia di oggi:nasce cosi' il film:IL GIAPPONE STA SPROFONDANDO.

Ispirato al romanzo di Sakyo Komatsu, il film rilancia le prevedibili situazioni del "disaster movie" - il concitato intreccio delle vicende personali dei protagonisti travolti nel dramma di una catastrofe naturale. Lo spettacolo è garantito, anche se su tutta la vicenda domina una imbarazzante sensazione di "già visto".Ormai i film che vedono come protagonista, la nostra Terra che viene distrutta e ridotta ad ammassi di vulcani che eruttano e la desolazione assoluta,e' consuetudine.Il vero problema e' che questi fenomeni li abbiamo realmente,gli uragani,tempeste di forza impressionante,cambiamenti climatici difficili da accettare,terremoti e altro ancora,non fanno altro che testimoniare che,la Terra,continua la sua evoluzione come noi continuiamo la nostra.

 

il trailer del film del 2006:

 

 

Condividi post
Repost0
10 gennaio 2012 2 10 /01 /gennaio /2012 19:43

                                      The Day After.png

 

Anno 1983:il regista di star trek,fa uscire nelle sale cinematografiche,un film:THE DAY AFTER.

Quando ho visto il film per la prima volta,molti anni fa,ho sentito subito la tecnica del film in se:inizia in modo lento,senza colpi di scena,senza musiche particolari,senza un andamento che faccia aprire gli occhi per la vivacita' delle scene.Un film che mette in risalto pero',la vita che forse,tutti noi conduciamo,con le nostre faccende familiari,il nostro lavoro,le nostre preoccupazioni per le notizie che ogni giorno sentiamo nei telegiornali.

Nel film,le notizie delle preoccupanti situazioni che si vengono a creare tra America e Urss,sono in sottofondo,quasi a mascherare delle cose che dette,fanno solo stare in ansia.

Il protagonista,medico che si prende cura dei suoi pazienti con la solita calma e la solita routine che ne conviene,non segue molto i media che diffondono notizie sempre piu' mirate ad una guerra nucleare e,la frase corrente che pronucia':gli uomini sono pazzi,ma non fino a questo punto , e' la frase simbolo del film. Difatti,dopo 2 o 3 frasi di questo tipo,non succede niente,tutto sembra continuare con la solita calma apparente.Ma il film non ha questo titolo per caso...Sulla città di Lawrence (Texas) cadono tre dei trecento missili con testata nucleare che i sovietici hanno lanciato sugli USA. Nel dettaglio,il sottofondo delle notizie si presenta cosi':

La cronologia degli eventi che portano alla Terza Guerra Mondiale è dipinta interamente attraverso notiziari televisivi e radiofonici. L'Unione Sovietica ha avviato un riarmo militare in Germania Est, con l'obiettivo di intimidire gli Stati Uniti per farli ritirare da Berlino Ovest. Quando gli Stati Uniti decidono di non indietreggiare, divisioni corazzate sovietiche vengono inviate al confine fra le due Germanie.

Durante la sera di venerdì 15 settembre i telegiornali segnalano una "ribellione diffusa tra le diverse divisioni della Nationale Volksarmee". A causa di questa ribellione, i sovietici bloccano ogni accesso a Berlino Ovest. La tensione monta e gli Stati Uniti emettono un ultimatum in cui i sovietici devono porre fine il blocco entro il giorno dopo, o sarà interpretato come un puro atto di guerra. I sovietici categoricamente si rifiutano, ed il Presidente degli Stati Uniti mette tutti i militari americani in giro per il mondo a DEFCON 2.

Sabato 16 settembre, le forze della NATO in Germania Ovest invadono la Germania Est attraverso il checkpoint Helmstedt. I sovietici tengono il corridoio Marienborn e infliggono pesanti perdite alle truppe NATO. Bombardamenti sovietici distruggono un deposito di munizioni della NATO e colpiscono anche una scuola ed un ospedale. Attraverso una trasmissione radio, gli spettatori vengono a sapere che Mosca è stata evacuata, probabile bersaglio di un imminente attacco nucleare americano. A questo punto, la popolazione delle principali città degli Stati Uniti sono allertate per iniziare evacuazioni di massa, prefigurando un imminente giorno del giudizio. Seguono rapporti non confermati che armi nucleari sono state utilizzate a Wiesbaden e Francoforte. Nel frattempo, nel Golfo Persico scoppia una guerra navale fra navi statunitensi e sovietiche. I rapporti radio riferiscono che le navi si sono affondate a vicenda.

Gli spettatori vengono quindi a sapere che l'Armata Rossa ha contrattaccato, entrando in Germania Ovest attraverso il Fulda Gap e sta per raggiungere il Reno. Volendo impedire che le forze sovietiche invadano la Francia (cosa ormai quasi certa) e che il resto dell'Europa Occidentale crolli, gli Stati Uniti arrestano l'avanzata sovietica con il lancio di tre bombe nucleari a basso potenziale contro le truppe sovietiche. Intanto l'URSS lancia un attacco nucleare contro il quartier generale NATO a Bruxelles e di risposta, la United States Strategic Air Command inizia a preparare alcuni dei suoi bombardieri B-52, in preparazione per ulteriori attacchi nucleari.

Dopo il primo scambio nucleare in Europa, gli Stati Uniti mettono in atto la loro politica "strike on warning": lancio di un attacco nucleare su vasta scala contro l'Unione Sovietica se e quando essi ricevono l'indicazione che l'Unione Sovietica si prepari a lanciare un attacco nucleare.

Le Forze Aeree Sovietiche distruggono una stazione BMEWS in Inghilterra e un'altra alla Beale Air Force Base in California. Nel frattempo, a bordo del CE-135 Looking Glass il Presidente degli Stati Uniti ordina un attacco completo contro l'Unione Sovietica. Quasi contemporaneamente, un ufficiale dell'Air Force riceve un rapporto che indica un massiccio attacco nucleare russo contro gli Stati Uniti, con "32 obiettivi pronti a partire, con 10 punti d'impatto." Un altro aviere riceve un rapporto che più di 300 ICBM sovietici sono in entrata. Risulta poco chiaro nel film chi sia stato ad aver lanciato l'attacco nucleare per primo.

Dopo una attenta analisi si potrebbe dedurre che siano i sovietici i primi ad aver lanciato le loro armi, che colpiscono poco dopo il lancio di quelle statunitensi, quindi si potrebbe supporre che fossero già in volo da molti minuti (da 20 a 40: il tempo di volo a ~18.000 km/h) prima del lancio degli ICBM statunitensi. Tuttavia potrebbe anche trattarsi di una semplice ellissi nella narrazione.

La prima schiera di missili nucleari sovietici si abbatte sugli Stati Uniti alle 15:38, quando un un'esplosione nucleare ad alta quota su Kansas City genera un impulso elettromagnetico. Trenta secondi più tardi, altri ICBM sovietici iniziano ad impattare su obiettivi militari e contro alcune città, tra cui Kansas City, Sedalia ed Eldorado Springs, sempre in Missouri. Non ci sono informazioni molto specifiche, ma nel film viene suggerito che la maggior parte delle città americane, stazioni militari, industrie e raffinerie sono in gran parte rase al suolo. Dopo aver permesso questa distruzione, il Presidente degli Stati Uniti, tramite un discorso via radio dichiara che è stato firmato un cessate il fuoco tra Stati Uniti ed Unione Sovietica, che ha subito le stesse conseguenze della sua controparte americana.

 

Dopo l'uscita del film,nelle sale,i numeri fanno il giro il giro del mondo:  125 milioni di spettatori sono rimasti scioccati nel vedere questo film.Un film che sicuramente non aveva mai riscosso tante polemiche tutte insieme,sia nel creare la paura,sia nel mettere in risalto cosa ci si aspetta dopo una guerra nucleare.

Questo film e' sempre di monito,a chi vuole innescare una guerra atomica senza pensare alle reali conseguenze che porterebbe.

 

                         

 

 

                                 Locandina del film The Day After

 

 

 

 

Condividi post
Repost0
20 dicembre 2011 2 20 /12 /dicembre /2011 23:30

Essendo un appassionato di film,posso cogliere questa occasione per mostrarvi,tramite filmati trailer da you tube,dei film che sono secondo me,da non perdere o...da rivedere.

Bando alle ciance,inizio con:

                             
e' gia' un remake,dal flop scaturito pochi anni fa e a quanto letto,dai commenti,poco piaciuto.Quindi cosa fare?GHOST RIDER,ritorna,piu' buio e piu' reale,dove si avvicina di molto al fumetto marvel.
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
e perche' no?iniziamo a parlare di un film che ha destato nuovo interesse nelle nostre curiosita':AVATAR 2
 
                
                                
 
Condividi post
Repost0

 FORUM

Cerca

nuovo sito conte critico

Testo Libero

Articoli Recenti

  • Una lunga attesa
    Ciao a tutti, miei cari lettori. Il tempo passa, inesorabile, con la pandemia, senza una pandemia, che fuorvia una vita o meglio la destabilizza, fino a mutarla, con stressanti perdite di tempo e di idee che mutano come le varianti covid. Da tempo non...
  • Covid 19: il fuoco greco
    Analogia di un comportamento simile. Mi spiego: Wuang (Cina), nell' anno 2019,nei laboratori speciali dove si manipolano i ceppi virali, con molta probabilità inizia, tramite laboratorio, una lavorazione su di un virus con fattezze simili all' influenza...
  • I segreti del penultimo manoscritto di Qumran
    Un panorama ormai noto: le pareti a strapiombo sul Mar Morto nella zona di Qumran. (foto Franco56 / Wikimedia Commons) Due ricercatori universitari di Haïfa (Israele) hanno ricostruito i contenuti di uno degli ultimi rotoli di Qumran ancora da interpretare....
  • Cosa c’è alla fine del buco più profondo della Terra?
    Per rispondere a questa domanda basterebbe affermare: “rimuovi questo tappo di metallo arrugginito che vedi nella foto e troverai il buco più profondo della Terra”. Tuttavia, ed è davvero singolare, sappiamo molto di più su alcune galassie lontane che...
  • Sensazioni fantasma: il mistero di come il cervello tocca il processo
    Hai mai pensato che qualcuno ti avesse toccato il braccio sinistro quando, in effetti, avevano raggiunto la tua destra? Gli scienziati conoscono questo fenomeno come una sensazione fantasma e può aiutare a far luce su come i processi del cervello umano...
  • Abhigya Anand e la sua teoria sulla prossima catastrofe
    Saturno e Giove il 21 dicembre che è il giorno del solstizio ci appariranno vicinissimi, un allineamento che è stato visibile solo 800 anni fa, tra il 4 e il 5 marzo del 1226. Ultimo aspetto da sottolineare: Abhigya Anand avrebbe pure previsto il ritorno...
  • Alla scoperta delle Grotte Alchemiche nella magica Torino sotterranea
    Torino: la città magica, la città esoterica, la città occulta. E la città alchemica. Tra le mille narrazioni, simbolismi, leggende che permeano il capoluogo più misterioso d’Italia, la possibilità che nel suo sottosuolo si celino dei passaggi interdimensionali....
  • Commemorazione dei defunti: il 1 novembre
    Il 1 Novembre si celebra la festa di Ognissanti, una festività religiosa dedicata appunto a tutti i santi, quindi idealmente è il giorno dell’onomastico di chiunque porti un nome legato alla figura di un martire beatificato. Ognissanti è una solennità...
  • L' insostenibile leggerezza dell' essere umano
    Covid19, ultima frontiera: nonostante sacrifici e privazioni, lockdown, in casa, privati delle libere uscite, fondamentalmente per il bene primario della vita stessa e per rispetto di chi lavora negli ospedali in maniera sempre più oltre il limite della...
  • L’alchimia: L’arte della trasmutazione di sé
    Le radici storiche, l’alchimia e la pietra filosofale Nata da radici egizie, greche e gnostiche intrecciate con antiche pratiche arabe, l’alchimia fonde a partire dal VIII secolo, sulla base dei testi di Ermete Trismegisto e di Geber (Giābir ibn Hayyān),...

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg