Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
26 dicembre 2013 4 26 /12 /dicembre /2013 23:05

 

 

 

 

 Traduzione a cura di google traslate:

Io sono il tizio che ha fatto il video Primer Fields. Scusate per la lunghezza di questo post, ma  deve essere lungo al fine di affrontare i problemi che sto avendo con le varie discussioni a riguardo. Ho solo avuto il tempo di fare questo post  e tornare a lavorare sui prossimi video e un articolo di presentazione che copre la mia ricerca.

Spero di avere PF2 dal 1 febbraio. Non sarò in grado di rispondere a qualsiasi domanda o commento. Posso leggerli e poi affrontarli nei miei prossimi video per tutti ,da vedere e da imparare. Per quanto riguarda i campi magnetici intrinsechi. Tutta la materia ha campi magnetici intrinsechi ad essa. Ricerca questo. Tutto quello che ho fatto è stato cambiare la forma della sorgente dei campi magnetici intrinsechi. Il mio obiettivo principale del mio lavoro non è stato astrofisica, ma la fisica a livello atomico e sub-atomico. Le particelle della materia presso l'LHC sono guidati intorno al LHC dai campi magnetici.

 Essi sono in grado di farlo a causa dei campi magnetici intrinsechi in tutta la materia. Pensateci  attentamente. Si basa su ripetibile dimostrato infatti la scienza e gli esperimenti. I campi magnetici sono intrinseci a tutte le strutture della materia e che è fatto innegabile. Cercando di dimostrare da dove provengono sarebbe come chiedermi di provare l'acqua è bagnata. Pensare questo attraverso. Sono lì e non devo dimostrare che, come è già accettata come dato di fatto. Se si pensa che essi possono essere generati elettricamente proprio su ciò che troviamo nello spazio, allora vi sfido a dimostrarlo e non solo dico.Questo è ciò che i veri scienziati fanno, provano le loro dichiarazioni. In sei anni di sperimentazione trovo nulla prova che questi campi magnetici intrinseci sono guidati o generati da correnti elettriche esterne. Ho eseguito molti molti esperimenti senza i miei emettitori magnetici e ho visto alcuna prova che ciò accada. Se si va indietro e guardare gli esperimenti di Birkleland noterete che ha dovuto mettere una sorgente di un campo magnetico nella sua sfera di trovare le sue correnti Birkeland. Nessun campo magnetico senza correnti Birkeland. 

 Quindi i campi magnetici devono essere lì prima elettricità è fornita. Pertanto, l'elettricità non formano i campi magnetici e senza campi magnetici si ottiene nessuna corrente di Birkeland. L'EUT è per lo più corretta e assolutamente più corretto di AP corrente mainstream. Ma vi è alcuna prova quanto alla fonte di energia elettrica. Sono molto consapevole di idrodinamica magneto e infatti le mie teorie usarlo, ma si devono ancora dimostrare che MHD è la vera fonte e non vedo alcuna prova di che, quando si tratta di alimentazione esterna stelle ecc Infatti se si osserva con attenzione la mia esperimenti si vedrà la varianza tra la mia formazione di plasma ad azionamento elettrico e le formazioni nello spazio. Essi non sono la stessa cosa. Essi sono simili in quanto il plasma rivela la forma dei campi. Gli esperimenti a sfera in acciaio vi mostro nel video anche farlo senza elettricità. Lo faccio per dimostrare che l'elettricità non è il driver delle formazioni che vediamo nello spazio, ma in realtà è prodotto dalle formazioni che vediamo nello spazio. Devo stare attento a come mi presento questa prova perché ho ​​la tecnologia a lavorare sulla base di queste teorie e ho brevetti nelle opere. Ma in PF2 presenterò il meccanismo con cui si produce energia elettrica dal sole. Io non concordo con la visione tradizionale corrente del Sole come internamente fusione alimentato e trovo che tutte le prove e dati concreti puntano direttamente da questo concetto. Quindi io capisco le frustrazioni EUT con la cecità nel mainstream.

 Ma io non sono il mainstream. Quindi non provare a dire cose contro quello che sto dicendo fino a che non può dimostrare. Questo è quello che ho fatto. Ho tenuto la bocca chiusa fino a quando ho avuto dati del disco ripetibili. Ma io trovo che il Sole è la fusione alimentato dall'esterno. Trovare la temperatura più alta e si ha il luogo in cui la fusione è maggiore. Semplice logica. Poi, come al EUT, se il sole fosse alimentato esternamente elettricamente non avremmo trovare queste incredibili variazioni di temperatura tra la superficie del Sole e della corona-sfera. Tutto sarebbe più o meno la stessa temperatura. Questo è semplice logica, sostenuta da esperimenti. Quindi, in un Sun alimentato esternamente si deve spiegare il meccanismo per il solare interno dell'essere 5000K e le zone più calde della corona sfera essendo oltre 2 milioni di K. In realtà è necessario fornire un meccanismo per l'interno del Sole da raffreddare come è circondata dal più caldo corona-sfera. Tale meccanismo non posso dimostrare, ma ho un paio di idee che io esporrò nel mio video. Troppo discutere qui. mio pensiero che il Sole non può essere alimentata esternamente è anche sostenuta dalla prova sperimentale di poca o nessuna variazione di temperatura nei miei esperimenti, che sono davvero esternamente ad azionamento elettrico. Pertanto, si deve concludere che la NASA et tutto è corretto e la teoria EUT corrente non è corretta basata su esperimenti ripetibili. Sei anni di esperimenti in fatto. Ma ancora una volta sono d'accordo con i concetti della EUT più che sono d'accordo con BH, DM e DE, che trovo alcuna ragione di esistere e in effetti trovo la prova zero che nessuno di loro esiste. Inoltre.

 Io sono un fisico del plasma, come potete vedere. So molto bene che cosa è una Z-pinch. Si prega di non fare commenti che non mi rendo conto che ho fatto un Z-pinch. Per coloro che hanno effettivamente lavorato con Z-pizzica un commento come che rende l'intero EUT aspetto davvero male. Quello che ho fatto non è una Z-pinch a tutti. Niente affatto.Cercando di dire che non ti fa sembrare davvero male. Ci dispiace, ma lo fa. Fa coloro che sanno davvero come un Z-pinch funziona davvero prestare alcuna attenzione a qualsiasi altra cosa che dici.Mi dispiace, ma è così che questi ragazzi pensano. Sarebbe come me che ti dice la luna è in realtà fatta di formaggio e poi chiedendo perché non mi ascolterete. Quindi, in realtà ricercate quello che credi, per il tuo bene. Spero di lavorare con la gente dell'UE nel futuro e sono stato in comunicazione con loro. Ma per ora devo stare da solo. Attualmente ci sono alcune dichiarazioni dell'UE che non sono scientificamente supportate da fatti provati e anzi vanno contro la realtà scientifica. Z-pinchs sono una di quelle affermazioni, come è il Sole alimentato esternamente e stelle. È un universo elettrico e l'energia elettrica è generata attorno alle stelle. Posso provarlo. Come si fa a generare elettricità qui sulla Terra. Si sposta campi magnetici. Questo è ciò che forma questi ciotola intrinseco campi magnetici fanno, causano campi magnetici di muoversi molto violentemente una accanto all'altra, cioè MHD, e indovinate cosa succede? È possibile ottenere energia elettrica e punti più caldi intorno al Sole è esattamente dove la più grande turbolenza magnetica avrebbe avuto luogo.

 Questo a sua volta porta alla fusione e la fusione prevede il calcio in più per tenere tutto in corso e la generazione di energia elettrica. Quindi queste teorie rappresentano dove l'elettricità nell'universo proviene e tutto corrisponde a tutti i dati concreti. Io credo veramente che infinita energia pulita è vicino. Non tutto ha funzionato ancora, ma mi hanno tecnologia che si basa su queste teorie che è in più di dodici paesi in questo momento. Funziona davvero bene e che non avrebbe funzionato se le mie teorie non sono corretti. Tale tecnologia è stata l'obiettivo principale della mia ricerca negli ultimi sei anni. 

 La roba AP è semplicemente fantastico perché fornisce la convalida delle mie teorie.Pregherei con attenzione di considerare quanto ho scritto qui. Ho. Ho pazientemente aspettato sei anni per andare in pubblico con quello che ho. Cioè sei anni di 80 ore alla settimana. Tutto quello che dico è supportato da esperimenti e non ho avuto una fisica tradizionale o attacco AP su una qualsiasi delle mie teorie che sono a conoscenza. Tutto quello che ho sentito è il loro silenzio. In effetti ho fisici che completamente indietro tutto quello che dico. So che è molto frustrante avere mainstream essere così completamente cieco ad alcune delle cose che il EUT chiama per, ma io non sono mainstream e io non sono il tuo nemico. Io sono dalla vostra parte più io sono dalla loro parte. Vorrei suggerire a tutti voi fare un passo indietro e aspettare per il resto dei miei video e le mie carte che sto lavorando duro come posso. Io cerco solo la verità e questo è tutto. Questo è ciò che ogni vero scienziato fa. Basta assicurarsi che si sta cercando per la verità, non importa dove porta, e non solo cercando di convincerti che tutto si crede è vero. Che può essere una trappola psicologica molto pericoloso che va sotto il nome di dissonanza cognitiva. 

 Questa è la trappola che credo che il mainstream è caduto. IE nostre teorie sono corrette e ora hanno bisogno di patch per rendere le nostre teorie funzionano. mio approccio è quello di cercare di abbattere le mie teorie e dimostrare loro non corretto. Questo approccio ha funzionato molto bene per me e per eventuali errori o problemi si rivelano quando faccio questo. Se non posso dimostrare qualcosa, non dico come un dato di fatto. Se dico che credo che significa penso che questo è corretto, ma non posso ancora provarlo, quindi potrebbe essere errato. Penso che ognuno di noi dovrebbe essere così, anche la NASA, anche tu, anche a me. spero che tutto capire dove sto venendo da. Ciao a tutti, Dave

 

 

 

 

 



 

 

 

 

 

http://science.skepticproject.com/forum/5497/primer-fields-needs-verifying-if-real-or-not/

 

 

 


Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
23 dicembre 2013 1 23 /12 /dicembre /2013 22:28

 

 

 

collare cane

Per secoli l'uomo ha cercato di comunicare in tutti i modi con il suo amico a quattro zampe senza mai riuscirci. Di recente un team di designer della Nordic Society for Invention and Discovery (NSID) ha sviluppato No More Woof, un particolare collare che è in grado di leggere il pensiero di un cane e tradurlo in linguaggio umano.

Se, fino a qualche giorno fa, occhiali, collari, e maglioni erano i migliori accessori da regalare ai nostri cuccioli, oggi non c’è niente di meglio di No More Woof. Questo collare super tecnologico posizionato sulla testa di un animale monitora le sue onde celebrali, attraverso dei sensori EEG, che individuano i segnali rappresentativi dei suoi stati mentali come: stanchezza, fame ed eccitazione. L'informazione carpita viene poi inviata ad un microcomputer che la traduce in inglese e la trasmette attraverso un altoparlante.

No More Woof può leggere il pensiero di quattro tipi di cane ed è disponibile in varie taglie: piccola, media e grande. È possibile acquistarlo online sul sito Indiegogo tramite una donazione che serve a finanziare lo sviluppo del progetto. Per quanto riguarda il prezzo, si parte da 65 dollari per il micro collare fino ad arrivare a 5000 dollari per il collare più evoluto.

Il team di ricerca spera di migliorare ulteriormente questo geniale collare introducendo nuove lingue. Ovviamente questo gioiello della tecnica essendo ancora in fase di sviluppo può essere migliorato sotto altri punti di vista.

 Per i più scettici ecco un video che mostra l’efficacia di No More Woof:

 

 

Grazie a questo accessorio comunicare con i nostri cuccioli sarà molto più semplice, capiremo subito i loro bisogni e così eviteremo di farli sforzare inutilmente per comunicarci qualcosa che non riusciamo a comprendere.

 

http://www.nextme.it/tecnologia/invenzioni/6879-collare-pensiero-animali

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
17 dicembre 2013 2 17 /12 /dicembre /2013 22:33

Sono le staminali del cordone ombelicale a registrare eccezionali successi sperimentali, dimostrando sempre più di avere caratteristiche vincenti rispetto alle altre cellule indifferenziate in molte importanti patologie. Lo dimostra attraverso un lungo ed interessante elenco di studi scientifici. Proprio recentemente uno studio ha dimostrato chiaramente l’efficacia delle cordonali nella terapia di varie patologie del fegato. Un traguardo importante se si considera anche che queste patologie risultano essere le decime cause di morte tra gli uomini e le dodicesime tra le donne, uccidendo 27.000 persone ogni anno, nei soli Stati Uniti. L’equipe diretta dal dottor Nagwa El-Khafif, membro dei Departments of Electronon Mimicroscopy, Immunology and Pathology, presso il Theodor Bilharz Research Institute ha stabilito che le staminali cordonali si dimostrarono subito quelle con la più elevata capacità d’integrazione verso tessuti ischemici e con la maggiore possibilità di contribuire alla guarigione, contribuendo a stimolare l’angiogenesi.

In realtà il successo delle staminali adulte è generale e continuo. Esse, ad esempio, acquistano una sempre maggiore possibilità di essere “impegnate” nella lotta contro i tumori. Lo ha affermato Augusto Pessina del Dipartimento di Sanità Pubblica, Microbiologia, Virologia dell’Università degli Studi di Milano, il quale -in collaborazione con Giulio Alessandri (Laboratorio di Neurobiologia, Fondazione Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano) e Roberto Pallini (Istituto di Neurochirurgia della Facoltà di medicina della Università Cattolica del Sacro Cuore)-, ha recentemente firmato l’articolo intitolato “Mesenchymal Stromal Cells Primed with Paclitaxel Provide a New Approach for Cancer Therapy” e pubblicato su Plos One. Su ilsussidiario.net, Pessina ha rivelato che «le stesse cellule possono essere utilizzate come “veicoli” per trasportare farmaci che, raggiungendo in modo mirato le cellule dell’organo malato, possono avere una maggiore capacità terapeutica». Questa scoperta apre anche nuove prospettive di applicazione clinica dato che il dispositivo cellula-farmaco può essere preparato in poche e semplici procedure, oltretutto a basso costo.

 

A precisa domanda, Pessina ha illustrato i vantaggi della scoperta: «Le cellule mesenchimali adulte possono essere ottenute facilmente da midollo osseo, tessuto adiposo e da molti altri tessuti; col vantaggio che, se usate dallo stesso paziente, si elimina il rischio immunologico; inoltre, si riduce anche il rischio di trasmissione di agenti patogeni». Le significative scoperte sperimentali ottenute potranno aprire la strada per una efficace terapia delle patologie epatiche da un lato, ma anche allargare gli orizzonti sulla sconfitta dei tumori dall’altro. Ciò potrà avvenire ancora prima, se ad esse si uniranno, in un progetto comune, gli ottimi risultati di numerose ricerche, caratterizzate da successo. Tutto questo senza la distruzione di embrioni umani e quindi evitando ogni controversia bioetica.

 

 ''Nonostante alcuni aspetti critici, il Ministero della salute intende dare sollecito corso alle procedure per il riavvio della sperimentazione mediante la nomina di un nuovo Comitato scientifico, previo avviso dell'Avvocatura generale dello Stato''. Lo ha detto il ministro della Salute, Lorenzin, nel corso del Cdm riferendo sull'intera vicenda, in seguito ai recenti sviluppi della cosiddetta questione Stamina. Il ministro Lorenzin - riferisce il comunicato ufficiale del Cdm - ha ripercorso le tappe della vicenda ricordando che ''in attuazione dell'articolo 2 comma 2 bis del DL n. 24 del 2013, convertito con modificazioni dalla legge n.57 del 2013, il Ministero della Salute ha promosso la sperimentazione finalizzata a valutare la sicurezza e l'efficacia del trattamento ''Stamina'', a base di cellule staminali mesenchimali. Il Comitato scientifico, composto dai vertici dell'Istituto superiore di sanita', dall'Aifa e dal Cnt nonche' dai massimi esperti nazionali della materia, deliberando all'unanimita' ha concluso i propri lavori rilevando, tra l'altro, che il metodo Stamina puo' comportare ''potenziali rischi'' per i pazienti e non presenta i necessari requisiti di originalita' e scientificita' e di ripetibilita' del trattamento All'esito della deliberazione del Comitato, il Ministero della salute ha posto specifico quesito all'Avvocatura generale dello Stato, chiedendo se la sperimentazione potesse proseguire. L'Avvocatura, con il parere del 26 settembre 2013, ha comunicato al ministero della Salute che la sperimentazione non avrebbe potuto essere proseguita. Il Ministero ha pertanto adottato il conseguente provvedimento di presa d'atto. Il Tar del Lazio, con l'ordinanza del 4 dicembre 2013, accogliendo l'istanza cautelare della Fondazione Stamina, ha sospeso l'efficacia del predetto provvedimento. Nonostante alcuni aspetti critici, il Ministero della salute intende dare sollecito corso alle procedure per il riavvio della sperimentazione mediante la nomina di un nuovo Comitato scientifico, previo avviso dell'Avvocatura generale dello Stato''. ''Il Consiglio dei Ministri - riferisce ancora la nota ufficiale - ha manifestato apprezzamento per il lavoro svolto dal ministro Lorenzin, la quale riferira' sul caso in Parlamento nei prossimi giorni. Il governo resta impegnato a valutare una sollecita riattivazione del procedimento di sperimentazione all'esito delle determinazioni della nuova commissione. Il governo e' pienamente consapevole della sofferenza e della situazione in cui si trovano i malati e i loro familiari. Inoltre il governo si rende disponibile, nel rispetto della disciplina e dei protocolli vigenti, a indirizzare pazienti per i quali ne sussistano i requisiti e che ne facciano richiesta verso cure compassionevoli gia' riconosciute e autorizzate in Italia''. ((ASCA) - Roma, 17 dic )

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
18 novembre 2013 1 18 /11 /novembre /2013 22:45

DALL’ASTON MARTIN ALLA TESLA IL PASSO E’ BREVE. Eppure, Elon Musk, storico ingegnere del marchio inglese l’ha fatto. E adesso Teslamotors si prepara a lanciare auto sempre più performanti e di desing e si muove verso la guida autonoma.Quella che è appena passata è stata una settimana a base di novità nel mondo dell’auto elettrica made in California, infatti il patron di Teslamotors Elon Musk annuncia prima l’ingresso in azienda di una figura leggendaria legata alle ‘curve’ di una inglese d’eccezione, l’Aston Martin, l’ingegner Chris Porritt, e poi svela altri piani aziendali legati alla mobilità ‘autonoma’.La prima è una notizia che indica la strada intrapresa sul fronte design e qualità: auto sempre più belle, che riprendono stile e qualità europei, ispirandosi a miti del passato con l’innovazione tipica del mostro periodo.

teslaAUTO ECOLOGICHE CHE SANNO APPASSIONARE PER PRESTAZIONI E DESING,nuove leggende destinate a entrare nella storia, come ha fatto la Aston Martin One-77, capolavoro di design e ingegneria strutturale ed uno dei vanti di Porritt. Chris è un ingegnere che porta in Tesla un bagaglio di esperienze nella conduzione di team ingegneristici specializzati in dinamica, design, ingegneria strutturale, aerodinamica e test. Insomma, è una figura di tutto rispetto capace di segnare l’impronta futura di un costruttore d’auto d’eccezione quale è Teslamotors, azienda quotata in borsa che sta cambiando il concetto di auto e, soprattutto, di auto elettrica.  Una sfida per un professionista abituato a coltivare successi su quattro ruote, che accettando l’incarico dà un segno a tutto il mondo dell’automotive: l’innovazione passerà  dai veicoli elettrici.E sempre a proposito di innovazione continua, pensate a una Tesla che si guida da sola. Già il concetto di auto con il pilota automatico affascina e inquieta allo stesso tempo, figurarsi se a portarci a spasso sarà una lussuosa auto elettrica come ModelS.

teslaLA GUIDA AUTONOMA NON E’ AFFATTO FANTASCIENZA, per gli aerei è routine e questione di sicurezza aggiuntiva, sul fronte auto significherà meno incidenti, più efficienza e più tempo libero per fare altro. Anche Elon Musk pensa alla guida autonoma e lo fa dichiarando che sono le auto elettriche a rappresentare il veicolo ideale per utilizzare sistemi di visione artificiale, in grado di muoversi sulle strade e prendere decisioni al posto nostro, una volta impostata la rotta. Assieme a Google, GM e altre case, ecco entrare nel settore delle auto del prossimo futuro anche la startup Californiana. Elon Musk non farà passare troppo tempo prima di lasciarci ancora a bocca aperta.

 

> Fonte<

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
14 novembre 2013 4 14 /11 /novembre /2013 22:25

 
Per molto tempo abbiamo accettato l'idea che gli ormoni determinano il nostro stato d'animo. Tuttavia recentemente
la neuroscienza ha messo in evidenza come l’ossitocina, l’ormone che agisce anche come neuromodulatore, può aumentare una capacità cognitiva: l’abilità di capire il senso di quello che gli altri stanno pensando. Nel Mind Matters di questa settimana, Jennifer Bartz and Eric Hollander, due dei più importanti ricercatori di questo settore, mostrano le modalità in cui l’ossitocina sembra influenzare la nostra apertura verso gli altri e la nostra capacità di comprenderli.

 

 

L’ossitocina è la chiave per la comprensione?

 

Per gli esseri umani la capacità di interpretare le motivazioni, i desideri e i sentimenti degli altri rappresenta un’abilità di fondamentale importanza: abbiamo l’esigenza di capire “da dove vengono gli altri” non solo per perseguire i nostri obiettivi personali ma soprattutto per rendere possibile una generale armonia. In particolare, abbiamo bisogno di sapere che gli altri possono avere pensieri, desideri e sentimenti diversi dai nostri e che tali pensieri possono determinare il loro comportamento. Questa comprensione ci consente di preveder in che modo gli altri si comporteranno. Gli esperti di neuroscienza cognitiva e sociale definiscono questa capacità "teoria della mente" spesso abbreviata con TOM e la considerano una componente fondamentale della nostra specie.

In che modo il cervello sviluppa questa capacità vitale di leggere nella mente degli altri? Un recente studio a cura di Gregor Domes e i suoi colleghi dell’Università della Germania ha cercato di far luce su quest'aspetto, realizzando un nesso tra questa importante abilità sociale cognitiva e un ormone oggetto di numerose ricerche, l’ossitocina. Lo studio, "L’ossitocina migliora la lettura della mente negli esseri umani," mette in luce aspetti riguardanti sia la normale capacità di comprensione sociale sia i pesanti deficit dell'interazione sociale che sembrano essere condizioni alla base di problemi come l'autismo.

  a) L'ossitocina (ad eccezione del parto) viene prodotta in tutti gli stati emotivi intensi e positivi (amore, apprezzamento, compassione, dopo rapporto sessuale, cioè in tutti quegli stati fisiologici nei quali si raggiunge la coerenza fisiologica o meglio la sincronicità fra i vari organi dell'organismo umano e soprattutto tra cuore e cervello.

b) Recentemente è stato scoperto che l'ossitocina viene prodotta oltre che dall'ipofisi posteriore nel cervello, anche dal cuore.

c) Aumentando l'Ossitocina in tutti gli stati di Coerenza fisiologica, i dati di quest'articolo ci fanno capire come sia estremamente importante assimilare quelle tecniche che ci permettono di aumentare l'ossitocina in maniera endogena.

 

Maternità, Memoria e Lettura della mente

 

L’ossitocina è un ormone del peptide composto di nove amminoacidi, prodotto nel cervello e rilasciato nel flusso sanguigno. L’ossitocina agisce sulle ghiandole mammarie per la secrezione del latte e sull’utero durante le contrazioni del parto. Tale ormone agisce inoltre sul midollo spianale come neuromodulatore, influenzando l’attività di altri neuroni nel cervello.

Alcune ricerche sui roditori hanno mostrato che l’ossitocina gioca un ruolo fondamentale nei legami affettivi come accoppiamento, atteggiamento materno, comportamenti sessuali e separazioni. Si è inoltre scoperto che l'ossitocina permette la memoria nei roditori, cioè la capacità di ricordare nel tempo un nuovo roditore. In topi normali questa memoria sociale è resa possibile da basse dosi di ossitocina ma essa può essere compromessa in presenza di agenti che bloccano il ricevitore dell'ossitocina. Inoltre i topi che sono stati geneticamente manipolati (dal cui sistema è stata quindi eliminata l'ossitocina) sono incapaci di riconoscere un topo incontrato in precedenza. Tuttavia, se ad essi viene somministrata l'ossitocina prima di incontrare un nuovo topo, anche i topi geneticamente manipolati acquisiscono tale memoria sociale.

Altri studi hanno dimostrato che l’ossitocina può essere responsabile della cognizione e del comportamento sociale umano. Ad esempio, si è scoperto che l’ossitocina sintetica somministrata per via nasale favorisce la fiducia (quando si tratta di prendere decisioni) e regola il modo in cui il cervello risponde agli stimoli di paura. Nello studio di Domes e i suoi colleghi essa sembra facilitare la teoria della mente.

 

 

Questo è il mio ormone, o sto leggendo nella tua mente?

 

Nei loro esperimenti Domes e i suoi colleghi hanno somministrato una versione sintetica di ossitocina (Syntocinon) o placebo (ciascun partecipante le ha poi ricevute entrambe) per via nasale a 30 adulti di sesso maschile in buona salute (di età compresa tra 21-30 anni). Dopo la somministrazione dovevano svolgere un compito che consisteva nel fare delle deduzioni dagli stati mentali di altre persone. In particolare essi dovettero osservare una serie di immagini che ritraevano attori in diverse espressioni del volto. Queste immagini mostravano solo la regione degli occhi ed ognuna di esse era accompagnata da quattro parole descrittive tra le quali i partecipanti dovevano scegliere quella che meglio descriveva il pensiero o il sentimento del personaggio. I partecipanti svolsero questo compito meglio dopo la somministrazione dell’ossitocina che dopo quella dei placebi.

Queste scoperte hanno delle implicazioni non solo sulla comprensione dei processi neurobiologici che stanno alla base della cognizione sociale umana ma anche sulla comprensione di alcuni deficit del funzionamento sociale come l’autismo. Gli individui affetti da questo problema spesso mostrano problemi nell’elaborazione delle informazioni sociali e soprattutto hanno delle difficoltà nell’identificare le emozioni degli altri attraverso le espressioni del volto. Nel corso degli anni i ricercatori hanno mostrato come l’ossitocina può essere coinvolta nell’eziologia dell’autismo e potrebbe perciò essere

utilizzata nel trattamento di questa patologia.

 

 

Meccanismi

 

L’ossitocina facilita l’elaborazione dell’informazione sociale raccolta attraverso l’udito e la vista. Questo solleva delle questioni su come l'ossitocina effettivamente faciliti la cognizione sociale e la teoria della mente.

Le ricerche mostrano che quest’ormone è coinvolto nella regolazione di reazioni come stress e paura: l’ossitocina può facilitare la teoria della mente riducendo l’ansia sociale che subentra in molte occasioni d’incontro; essa inoltre contribuisce a rafforzare l’elaborazione dell’informazione sociale.

Tuttavia come l’ossitocina migliora la teoria della mente resta una questione aperta, così come restano senza risposta altre domande: ad esempio come può il sesso influenzare il modo in cui l’ossitocina determina la teoria della mente? Tali domande mostrano come ci sia ancora tanto da imparare su come una persona può leggere nel pensiero di un’altra.

 

Jennifer Bartz

è psicologa e assistente nel Dipartimento di Psichiatria alla Mount Sinai School di Medicina a New York, dove conduce ricerche sui processi di attaccamento nelle relazioni e i fattori biologici - in particolar modo l’ossitocina - alla base dell’attaccamento e la cognizione sociale.

 

Eric Hollander

è Presidente del Dipartimento di Psichiatria alla Mount Sinai dove conduce ricerche sulle cause biologiche e le cure dell’autismo e altri disordini comportamentali.

 

Link di riferimento:

Scientific American

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
13 novembre 2013 3 13 /11 /novembre /2013 22:21

L’assistente Robonauta R2 sviluppato tempo fa dalla NASA sta per intraprendere il suo più grande aggiornamento, un paio di gambe robotiche nuove di zecca per il 2014. In poche parole stiamo parlano di un enorme robot comandato a distanza alto otto metri e dal peso di circa 500 chili, un degno aiuto per gli astronauti in carne ed ossa che farà impallidire gli obsoleti Robot-esploratori con le ruote. In un’anteprima per ABC News, l’agenzia spaziale ha svelato  il nuovo look del suo Robonauta.È anche in grado di sollevare le braccia una massa di 9 chili, fino a quattro volte più di altri robot.

robonaut-legs-1384110628
Anche se ad alcuni potrebbe sembrare inutile dotare un robot del genere di ruote, ci sono delle buone ragioni per questi arti extra-large: l’astronauta Cady Coleman spiega che il Robonauta dovrà sottoporsi ad un periodo di addestramento sulla Stazione Spaziale Internazionale al fine di imparare a muoversi prima di poter aiutare i suoi compagni umani. Il periodo d’incubazione servirà anche a plasmare i suoi lenti movimenti nella tipica “falcata” da antilope, fornendogli una notevole velocità rispetto ai classici cugini robot. Con le sue dimensioni e la sua velocità potrà salvare membri dell’equipaggio della ISS da compiti rischiosi o anche aiutarli nelle mansioni più banali.

Intanto General Motors ha voluto chiarire che questi robot non sono nati per sostituire gli esseri umani su linee di produzione automobilistica. Alan Taub, vice presidente di ricerca e sviluppo globali di GM sostiene che "questo è come un'auto  più sicura" e aggiunge che "la visione del futuro è dei robot avanzati lavoreranno in armonia con le persone per costruire veicoli migliori e più sicuri per l' ambiente di produzione più competitivo ".

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
12 novembre 2013 2 12 /11 /novembre /2013 23:44

Il racconto dei tecnici che hanno effettuato le prove
Il Giornale Online
di Enrico Fovanna


Pavia, 31 ottobre 2013 – L’esame di maturità per Wow comincia un anno e mezzo fa, quando al Lena di Pavia, diretto dal dottor Andrea Salvini, il fisico Sergio Manera, specialista in misure di radioattività, effettua con altri tecnici i primi test sullo strumento, con il supporto scientifico del professor Massimo Oddone del dipartimento di chimica, processando una soluzione contaminata. «A noi non interessava la tecnologia della distillazione – dice Manera – ma il risultato. E il risultato effettivamente è stato incredibile. Si confermano fattori di decontaminazione mai raggiunti da alcuna tecnologia».

«Abbiamo simulato una soluzione assai più radioattiva di quella dell’impianto giapponese. I valori sono rimasti stabili per i quaranta giorni di test. L’acqua che esce è decontaminata di 7.500 volte, quindi nel pieno rispetto delle formule di scarico di impianti nucleari. Se le trattative con il Giappone andassero a buon fine metterebbero ancora una volta l’Italia in prima fila per le grandi scoperte».

Conferma tutto Massimo Oddone, professore associato di chimica generale e responsabile dell’area di radiochimica all’Università di Pavia, autore di quasi 500 pubblicazioni in materia, uno degli ultimi radiochimici viventi in Italia, ha condotto gli esperimenti nel dipartimento di chimica dell’ateneo.

«La soluzione utilizzata conteneva un’alta concentrazione di Cesio 137, l’elemento radioattivo di Fukushima, per vedere quanto si riusciva ad abbatterlo. La radioattività è rimasta concentrata in un paio di litri nella macchina, su un volume trattato di 10 mila. E i residui radioattivi si trovavano allo stato di liquido concentrato. Questo, per lo smaltimento, è importantissimo».

«La macchina – dice il docente – ha prospettive enormi e può essere applicata su suoli contaminati anche da altro, come i metalli pesanti. Se i fumi ed i vapori di certe fabbriche vengono convogliati in una soluzione liquida, Wow concentra i metalli e restituisce l’acqua quasi a temperatura ambiente. Il sistema sarebbe applicabile anche all’Ilva, con un sistema di abbattimento fumi».

Prima d’ora i distillatori riuscivano a per concentrare i residui al massimo di 10-100 volte.
«Le prospettive dal punto di vista industriale sono davvero immense. In Italia nessuno è profeta in patria e gli interessi sono enormi, ma difenderò scientificamente questo inventore, tanto umile quanto geniale, fin quando avrò voce in capitolo. Le cose buone non devono andarsene dall’Italia, mi auguro che il Paese non si faccia sfuggire questa occasione. Oltretutto potrà formare tutta una serie di radiochimici e di ingegneri nucleari che potremmo esportare nel mondo come i nostri maestri pittori e scultori del passato».

(Ilgiorno.it)
Fonte:

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
9 novembre 2013 6 09 /11 /novembre /2013 22:55

La Nasa non ha bisogno di viaggiare attraverso le stelle per trovare nuove forme di vita, anche perchè sembra che abbia scoperto una nuova specie di batteri che vivono nelle camere speciali utilizzate per costruire veicoli spaziali. 

 La NASA scopre una nuova specie di microbo in grado di sopravvivere in ambiente estremamente inospitale
L’agenzia spaziale degli Stati Uniti usa camere pulite sterilizzate, per costruire veicoli spaziali per missioni su altri pianeti e lo fa per aiutare a evitare qualsiasi contaminazione delle apparecchiature tecnologiche di bordo, in modo che non possa ostacolare la ricerca della vita su latri pianeti
Queste camere sono tenute in ambiente estremamente secco, vengono pulite con prodotti chimici e hanno la pressione dell’aria negativa per tenere fuori eventuali agenti esterni contaminanti. 
La luce ultravioletta e i trattamenti termici sono utilizzati anche per uccidere qualsiasi forma di vita su oggetti che entrano, oltre ai dipendenti che sono tenuti ad indossare tute speciali.
Tuttavia, la NASA ha rivelato di aver scoperto una nuova specie di microbo che ha è in grado di sopravvivere in questo ambiente estremamente inospitale. 
I batteri a forma di bacca, chiamati Phoenicis Tersicoccus , sono così insoliti che che sono stati classificati non solo come una nuova specie, ma anche come un nuovo genere di batteri che fino a ieri erano sconosciuti e che era impensabile che esistessero. Gli scienziati hanno detto di aver trovato i batteri in due camere bianche separate – una in Florida, dove si trova la struttura della NASA in cui si è costruito il Mars Phoenix Lander e l’altra nella struttura dell’Agenzia spaziale europea ESA di Kourou, nella Guiana Francese.
Batteri
Rare specie di microbi Rinvenuti Negli Spacecraft Clean Rooms
“Questo particolare batterio sopravvive con quasi o nessun nutriente”, ha dichiarato Parag Vaishampayan, un microbiologo della NASA e del Jet Propulsion Laboratory in California.
Vogliamo avere una migliore comprensione di questi bug, perché le capacità che li adattano per sopravvivere in ambienti sterili potrebbero anche farli sopravvivere su una navicella spaziale. Potrebbe essersi trattato di un errore da parte degli addetti ai lavori, dove potrebbe essere arrivato il batterio, proveniente appunto dal terreno al di fuori della stanza pulita, ma noi crediamo che sarebbe sttato difficle identificarlo lì perché sarebbe nascosto dai numeri e schiaccianti altri batteri“.
L’Analisi del nuovo batterio, che è di circa un micrometro di diametro (0.00004 pollici) è stato pubblicato sulla rivista International Journal of Systematic and Evolutionary Microbiology .
Gli scienziati hanno detto di aver trovato i batteri,  nella struttura della NASA in cui è stato costruito il Mars Phoenix Lander
Il nome del batterio Phoenicis Tersicoccus che in greco significa bacche,  Phoenicis deriva dal Phoenix Mars Lander, il veicolo spaziale che veniva costruito quando il batterio è stato raccolto in tamponi sul pavimento. ” I batteri Tersicoccus phoenicis potrebbero provenire e quindi essere stati trovati in qualche ambiente naturale con i livelli di nutrienti estremamente bassi, come una grotta o nel deserto “, ha detto il dottor Vaishampayan.
La Nasa conduce regolarmente rilievi con tamponi per trovaree monitorare la presenza di batteri nelle camere bianche, dove appunto vengono costruite le navette spaziali.
Fonte 
Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
3 novembre 2013 7 03 /11 /novembre /2013 00:36

ARRIVA CHIPPY LA NUOVA MASCOTTE DEL CHIP RFID, PER ALLEVIARE LA PAURA CHE I BAMBINI HANNO NELL' IMPIANTARSI IL MICROCHIP.

PREMETTO CHE QUESTA PAGINA E' ASSOLUTAMENTE CONTRO IL CHIP RFID. I MOTIVI SONO STATI BEN SPIEGATI ALTRE VOLTE , RIPORTIAMO QUI DI SEGUITO LA NUOVA INQUIETANTE CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE NEI CONFRONTI DEI BAMBINI ALL'INTERNO DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI AMERICANI.

Traduzione fedele del testo. Nel tentativo di separare il mito dalla verità per quanto riguarda il Obamacare programma di impianto di chip RFID con mandato federale , una campagna di sensibilizzazione in tour è stata lanciate all' interno in un certo numero di scuole pubbliche in tutta la nazione. L'operazione presenta una mascotte animata gioviale , un chip RFID cartone animato chiamato " Chippie " . Usano il carattere per dimostrare la loro giovane pubblico i vantaggi di avere la tecnologia RFID impiantato sotto la pelle . Dopo un estroso 30 minuti cartoon following Chippie durante una delle sue tante avventure , c'è uno spettacolo di burattini in cui i bambini sono incoraggiati a chiedere Chippie tutte le domande che possono avere in materia di chip RFID o il processo di impianto . Ogni bambino lascia la mostra con un " Chippie " a forma di bambola un libro da colorare e alcuni opuscoli informativi per i genitori da leggere per placare i timori persistenti ai loro bambini che riceveranno il dispositivo .

Molti di loro erano desiderosi di ottenere impiantato il chip sul posto. " Sembrava un pizzico " , ha spiegato Doug Walker, che ha partecipato ad un recente seminario Chippie una Carbon County , scuola Wyoming . Alzando leggermente gonfio mano sinistra tenendo il piccolo foro in cui era stato inserito l'ago , ha detto. " Ora posso ottenere caramelle gratis ogni volta che io e mamma vado in banca o il negozio di alimentari ! " Egli sorrise con orgoglio . " Chippie è il mio nuovo migliore amico che vive dentro di me ! " Walt Eisner , il creatore del personaggio " Chippie " è stato convocato per parlare con i genitori durante il volo inaugurale della campagna nuova di zecca. " Vogliamo assicurare ai genitori che non c'è nulla da temere , con l'attuazione di questo nuovo programma . E 'qualcosa che, inevitabilmente porterà benefici a tutti nel lungo periodo e praticamente non ci sono aspetti negativi . Questo creerà facilità elevata, la convenienza e la sicurezza in tutte le operazioni di tutti i giorni .

FONTE:http://nationalreport.net/rfid-mascot-chippie-nationwide-tour/

 
 
Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento
30 ottobre 2013 3 30 /10 /ottobre /2013 22:55



NATI IN USA NEONATI GENETICAMENTE MODIFICATI. ANCHE L'UMANITA' OGM?
Abbiamo visto zanzare, piante, mucche  geneticamente modificate… ma potremmo presto dover a che fare con le nostre stesse alterazioni genetiche, ovvero esseri umani OGM. Col passare di anni e mesi, gli scienziati sembra siano piu’ vicini al “creare l’essere umano con uno dei modi piu’ avanzati” che ruotano intorno ad una approvata terapia farmacologica, progettata per “ correggere errori genetici”.
Glybera, il farmaco approvato in Europa il 1° Novembre, è stato creato per combattere una rara malattia che porta a produrre grasso in modo irregolare. Coloro che soffrono di questa rara malattia hanno cio’ che gli scienziati descrivono come “ gene danneggiato”; il farmaco dovrebbe riparare il gene danneggiato.
Mentre il farmaco dovrebbe essere dato solo a 1 o 2 persone ogni milione (….!!), tutto cio’ sta aprendo la strada ad ulteriori sperimentazioni  nel campo della biotecnologia e alterazione umana. Presto,  i medici potrebbero somministrare  farmaci per trattare  ogni ‘difetto genetico”, sia esso per il cosiddetto “gene grasso” o altra questione che presenti un gene danneggiato. Cio’ potrebbe venire applicato anche per “presunti  “geni criminali”, che si dice predicano un individuo che avrà una futura “vita di crimini”. Tutto cio’ puo’ sembrare molto pazzo, ma gli scienziati stanno facendo  mosse sempre piu’ serie che altereranno o creeranno l’umanità.
Umanità OGMSebbene  i farmaci che alterano i geni stiano in effetti aprendo la strada  ad una successiva modificazione genetica umana, si tratta solo di una mossa nel gioco: solo alcuni mesi fa, abbiamo riferito di un primo gruppo di neonati geneticamente modificatiche sono stati “ creati in USA. Gli scienziati hanno affermato che sono nati 30 neonati con l’uso di tecniche  di modificazione genetica. In aggiunta, in 2 dei neonati  testati sono stati trovato geni di 3 genitori diversi. I genetisti affermano che questo metodo di modificazione genetica un giorno potrà essere usato per creare neonati OGM “con caratteristiche extra desiderate come la forza o un alta intelligenza”
Come se non bastasse, quel giorno puo’ arrivare molto prima del previsto: almeno  per alcuni di noi. Persino alcuni scienziati di grido  ora stanno spingendo una riproduzione basata su una costituzione genetica, che seleziona i geni della prolee che persino sviluppa una tecnologia di clonaggio  per “crescere” ibridi umani ed altri esperimenti bizzarri.
Mentre farmaci che alterano  i geni  e i neonati OGM possono attirare il pubblico in genere, gli scienziati e le aziente biotech pesantemente finanziati dal governo,  hanno lavorato per archiviare una fetta molto piu’ ampia: esseri umani OGM nella forma di “supersoldati” . Questi umani OGM  vanno persino oltre ogni immaginazione, perchè non hanno bisogno di cibo o di sonno per le loro prestazioni, come feste fisiche in stile olimpico e la capacità di far ricrescere arti distrutti dal fuoco del nemico.
Il fatto è che l’umanità  da qualche tempo, si sta muovendo verso  una esistenza alterata geneticamente, cosa ignota al grande pubblico. Mentre i mezzi di comunicazione di  massa ufficiali, i “mainstream media” vorranno farvi credere che i farmaci che riparano i danni genetici sono la risposta, nessuno realmente sa il tipo di pericoli che potrebbero insorgere con tali “progressi scientifici” . Abbiamo già visto come il cibo OGM possa causare tumori e persino morte prematura, quando altera il codice genetico umano.
FONTE: http://www.wakingtimes.com/2012/11/05/genetically-modified-humans-new-gene-altering-drug-paves-way-for-mass-modification/Traduzione Cristina Bassi 
SI VEDANO ANCHE:UN BIOLOGO RUSSO RACCONTA RISCHI E DANNI PROBABILI DA SOIA OGM ... 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in hi-tech e scienze
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg