Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
19 febbraio 2012 7 19 /02 /febbraio /2012 11:59

 

 

Si avvicina una nuova data per i catastrofisti che vogliono sempre avere in bocca il termine''APOCALISSE''.

9nania ha gia' predetto delle profezie che hanno avuto modo di verificarsi ed altre invece, no.e' un po' come giocare al lotto quindi, si dice o come vogliamo dirla, la si profetizza e se succede realmente qualcosa, si va al top delle classifiche e si acquista una strana credibilita', d'altro canto, se non si verifica, la profezia e' una bufala e tutto finisce nel dimenticatoio...

Ma di questa profezia perche' prenderla in considerazione?

Innanzitutto chi e' l'autore del video e cosa fa?Vorrei iniziare a parlare proprio di questo:9Nania e Sollog, sono i sensitivi che hanno predetto la data esatta e la dimensione del terremoto del Giappone che si e' verificato nel modo piu' disastroso,per cui l'attenzione logicamente si sposta proprio nel modo in cui ho detto prima.

Sollog previde un tremito 9.0 per il Giappone, e ha avvertire che 113 o 11/3 data del tremito del Giappone sarebbe stato quando un storico sisma che ha colpito.
Sollog anche avvertito di un tremito storico che si verificano e la creazione di un incidente nucleare rilevante,
ha chiamato la zona colpita VALLEY OF THE SUN e Giappone fu conosciuta nell'antichità come LAND OF THE RISING SUN

Sollog ha una lunga storia di profezie accurate per i terremoti e atti di terrorismo e si e' consultato con i rami principali dei governi per prevenire atti di terrorismo.

9Nania fece la sua apparizione pubblica su Youtube con dettagli esatti del terremoto del Giappone pubblicato nel suoi video giorni prima del tremito.
Il video incredibili da 9Nania avvisano  l'umanità, come Sollog per 16 anni, preannuncia catastrofi.

Che poter pensare dunque? In ogni profezia si nascondono verita' e imcomprensioni, bugie e falsita'; eppure possiamo notare come in ogni previsione apocalittica, l'attenzione di troppe persone si sposta su di esse, quindi come comportarsi? Ormai vedo che gridare ''al lupo al lupo'' raccoglie i suoi frutti e noi come individui,iniziamo a capire realmente che non possiamo sempre vivere nella paura' anzi, quando succede qualcosa, ci riveliamo per quel che siamo come popolo; degli eroi senza volto e senza nome.Ovvio che non possiamo dire cosi' di tutti,chi ha paure e debolezze, non sara' tale....

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
18 febbraio 2012 6 18 /02 /febbraio /2012 22:22

http://2.bp.blogspot.com/_Jlmy728kgds/SQuXCoqOWsI/AAAAAAAAA2o/DkwXt3Cp-RU/s1600/onda.jpgSfogo dell'inconscio o messaggio profondo della coscienza? A chi studia il mondo onirico il sogno della grande onda è da tempo ben noto. Si tratta di un esperienza ricorrente che da anni "tormenta" un numero incredibile di persone. Chi lo ha fatto sa di cosa parlo. Sia pur sporadicamente, il sogno della grande onda, è qualcosa che mi capita tutt'ora e che ho sperimentato fin da piccolo.
Generalmente conserva le stesse caratteristiche: mi trovo su di una spiaggia, in una situazione di quiete, è giorno e solitamente noto la presenza di altre persone; improvvisamente la mia calma viene turbata dal repentino formarsi di un "muro d'acqua" gigantesco che si avvicina sempre più. L'acqua diventa scura e l'onda, alta centinaia di metri, non lascia presagire nessuna possibilità di scampo; la sorte di chi è sulla spiaggia come me è inesorabile ma pare che mi sia accorto solo io della drammaticità del fatto. Sento di non poter sfuggire all'evento e la mia impotenza mi sconvolge ma non è vero e proprio panico. Tuttavia mi sento affascinato dal fenomeno che si sviluppa lungo tutto l'orizzonte. Non appena il timore per la sopravvivenza cresce e tento di scorgere una qualsiasi via di fuga, avviene il risveglio. Consultandomi con altre persone e approfondendo, ho capito col tempo che l'onda rappresenta effettivmente qualcosa di grande. Esistono varie ipotesi molto interessanti. L’acqua nei sogni è simbolo dell’inconscio e del mondo emotivo e l’onda è rappresentazione di una grande quantità di energia che ha bisogno di essere liberata.

Per qualche strizzacervelli la spiegazione di questa visione risiede nell'incapacità riconosciuta a risolvere o controllare certe situazioni della propria vita lasciandosi sopraffare dagli eventi. Ma come è possibile, visto che oggigiorno sono in molti a sentirsi inadeguati e incapaci, che questo "sogno collettivo" sia riservato solo ad alcuni soggetti? Chi si occupa di simbolismo asserisce che l'onda del mare può avere a che fare sia con il movimento ritmico della forza vitale, sia con quello emozionale. In questo senso, l'ostacolo rappresentato dall'acqua funziona come una sorta di situazione limite che costringe a considerare con maggiore attenzione il significato delle proprie esperienze. Portatrice di crisi ma anche di nuovi equilibri insomma. Si tratta forse di un'imminente presa di coscienza? Il suddetto limite rappresenterebbe, per alcuni, il giungere di una verità schiacciante che rivoluzionerà le nostre vite come il tanto bramato contatto con altre civiltà. Curiosa la spiegazione dell'esperto di abduction Corrado Malanga, il quale spiega che questo sogno non rappresenta la venuta di alieni liberatori (come ribadito dalle sue teorie in proposito), ma indica, invece, un profondo stato di inadeguatezza dell’uomo moderno di fronte alla globalizzazione voluta dai nostri governanti, che sono giudicati, dal nostro inconscio collettivo, disonesti ed incapaci. Il sogno dell’onda fa pertanto parte di una particolare categoria di sogni, detti catastrofici, a cui appartengono alcune varianti presenti nel mondo onirico degli addotti, ma che, direttamente, nulla hanno a che fare con le loro esperienze di reale abduction.
Personalmente trovo più centrata l'idea di chi collega la natura di certi sogni ricorrenti alla sensibilità individuale e al grado di evoluzione interiore. Se questo simbolo viene proposto a numerose persone ripetutamente nel corso di una vita mentre ad altre viene negata l'esperienza, cosa significa? Dopotutto è attraverso i sogni che la Mente Universale comunica con l'inconscio, e ciò avviene per mezzo di simboli e metafore; così come è anche vero che il linguaggio archetipico possiede una vasta simbologia la cui complessità di lettura (conscia) è relativa alla capacità di comprensione di chi osserva. Sarebbe quindi del tutto inefficace comunicare una certa informazione a chi comunque non potrebbe assimilarla o interpretarla. Nonostante le variabili riscontrate nel sogno dell'onda, la sensazione costante in chi la "vede" è la certezza che tutto verrà travolto da questa forza. Preferisco pensare, come molti intuiscono, che si tratti della capacità di percepire il messaggio proveniente dall'altro lato del "velo" che preannuncia l' Onda Quantica che presto investirà il pianeta e accompagnerà il nostro salto evolutivo. Un evento dagli effetti inimmaginabili che apporterà radicali cambiamenti fisici e spirituali. Se realmente fosse così, allora, potrebbe essere l'ennesimo invito a prepararsi, a lasciare andare tutto ciò che ci vincola alle vibrazioni inferiori, scrollandoci di dosso le vecchie credenze limitanti come conseguenze della dualità che anima questa nostra dimensione, prima che giunga la nuova grande energia che ci porterà in uno stato dimensionale più elevato e privo di inutili contraddizioni. La metamorfosi è alle porte... Meditate gente... Meditate!

 

 

 

Fonte  coscienzaevoluta.blogspot.com

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in profetiche
scrivi un commento
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 22:32


Le profezie di Merlino sono state diffuse per la prima volta a Venezia verso il 1280.

Le profezie sono poche e sono rimaste indecifrate fino ai nostri tempi.

Nel presagio 164 si dice per esempio:

“Quando la Santa Madre del Signore comparirà in più parti e quando Pietro avrà due nomi, sarà tempo di prepararsi perché l’ora sesta sarà vicina.”

Le frequenti apparizioni della Madonna in tutto il mondo e il successore di Pietro che assume due nomi – Giovanni Paolo – non lasciano dubbi: l’ora sesta è alle porte. L’ora sesta simboleggia l’ora delle tenebre, dello smarrimento, della morte. Il riferimento è all’ora sesta di Gesù quando avvenne la sua morte in croce

Il presagio 230 dice:

“Nei tempi finali tutto il mondo sarà una grande Babilonia. E sarà l’ultima Babilonia, perché il vizio, la corruzione, l’inganno e la mancanza d’amore finiranno per distruggere l’uomo”.

Babilonia è il simbolo del decadimento morale, dell’imbarbarimento dell’uomo, ormai preso nella spirale degli interessi materiali e staccato completamente dalle leggi della natura.

Nelle profezie vi sono anche dei segni che riguardano la Chiesa Cattolica.

Nel presagio 308 si legge:

“Da Roma partirà una scomunica, mentre la guerra sarà cruenta in Gerusalemme. Dopo la festa ci sarà il saccheggio. Pietro e Paolo saranno allontanati da Roma e molti saranno condannati all’esilio.”

Il vaticinio indica la persecuzione dei veri cristiani. Infatti ci dicono alcuni veggenti: “Alla fine, la comunità cristiana non sarà più numerosa di quella che era all’inizio. E anche gli ultimi cristiani scenderanno nelle catacombe, perché saranno perseguitati come all’inizio. L’abbandono della sede romana da parte del successore di Pietro è una preveggenza comune a molti profeti. Ad esempio, nei messaggi ermetici del Padre Questuante che visse nel XVII secolo, si dice testualmente:

“La chiesa ritornerà a Nazareth e la chiesa di Roma ritornerà all’impero”.

Il cristianesimo ritornerà cioè alla povertà e alla semplicità di un tempo. E qui risorgerà, per portare alle genti ancora una parola di speranza.

Diversi presagi del veggente Merlino evocano l’abbandono di Roma da parte della sede papale. Ciò avverrà nel tempo in cui Gerusalemme sarà completamente cambiata.

Il presagio 321 dice infatti:

“Nella grande isola del mare giungerà Paolo, quando Gerusalemme sarà mutata. E solo una parte del clero seguirà Paolo nell’isola.”

Il dragone aprirà comunque il tempo delle tribolazioni.

Il presagio 327 dice a questo proposito:

“Verso la fine il sole e la luna cambieranno, I grifoni verranno a mangiare il grano. I regni saranno riempiti di lacrime. Il sole soggiornerà in oriente e la luna in occidente; e non faranno più i loro corsi. Al tempo in cui gli uomini e le donne figlieranno più raramente, la gente perderà la fede. Il mondo sarà tremendamente cattivo. I piccoli saranno schiacciati. I grifoni voleranno in Egitto.”

I grandi turbamenti dei cieli diranno dunque che agli uomini che la fine è alle porte. Sarà allora che il dolore cadrà sulla terra come una pioggia primaverile. Questa profezia si può considerare la radiografia del tempo che precederà la fine di un epoca. Si tratta del nostro tempo, poiché è la nostra generazione che frena l’incremento delle nascite; ed è ancora la nostra generazione che ha abbandonato la fede autentica, per prostituirsi al potere del denaro. E’ intorno a noi che i poveri vengono schiacciati, perché non hanno alcun peso sul piatto della bilancia del potere. I Grifoni simboleggiano un periodo di carestia, previsto d’altra parte in altri messaggi profetici.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 22:29

Secondo il manoscritto scoperto nel 1808, una bambina sarebbe nata nel 1680, a Dresda, e sarebbe vissuta e morta giovanissima “in un convento sulle rive dell’Elba, poco lontano dal palazzo reale” all’età di ventisei anni nel 1706. Scrisse diverse lettere ai grandi personaggi del suo tempo (Clemente XI, Vittorio Amedeo II ecc.) contenenti dei messaggi profetici, che riguardano anche il nostro tempo. Di lei non si conosceva niente, solamente che era di Dresda e che era stata scelta come “messaggera ed anello di congiunzione” tra entità divine e il nostro mondo. Ella era semianalfabeta, così si dedusse che le lettere da lei scritte, lettere profetiche dirette ai potenti della Terra, dovevano essere state ?vergate? in uno stato di trance, alcune testimonianze infatti velano di ulteriore mistero la figura di questa veggente, che quando entrava in una dimensione di mistico deliquio parlava correttamente la lingua di Nostro Signore, il greco e il Latino. Si trattò probabilmente di un personaggio carismatico, che seppe “vedere nella dimensione senza tempo, dove non ci sono i segreti di luogo, di lingua e di persona”. Secondo i suoi scritti, la fine del mondo dovrà compiersi nell’anno 3033 dopo Cristo, dopo un lungo periodo di degrado dell’umanità e di orrori. Ella colloca turbamenti fisici sulla Terra negli anni 2419, 2483, 2490, 2516 ecc. fino al 2953, quando il disastro sarà imminente. In quel periodo, si entrerà nell’era dello Spirito Santo (quelle precedenti sono quella del Padre e del Figlio), che, inevitabilmente sarà l’inizio della fine.

Uno dei messaggi più significativi di questa veggente riguarda le tre piaghe della purificazione, da riferirsi alla “fine dell’età del figlio”, ovvero al Duemila.

“In quel tempo si renderà necessaria una pulizia generale, perché l’uomo avrà fatto scempio di ogni cosa. E la pulizia richiederà sofferenza e dolori per tutta l’umanità, perché tre piaghe verranno a mondare la fine di questo tempo. Ci sarà una pestilenza mortale, che cadrà come una pioggia e colpirà sopratutto i corrotti nella carne, i viziosi, i figli di Sodoma e Gomorra. E poi ci sarà il fuoco; ma nessuno vedrà le fiamme e nessuno vedrà il fumo. E tutto sarà trasformato in cenere e quella cenere conterrà la morte…E poi ci sarà la grande siccità e la grande fame e sulla terra si apriranno ferite profonde e non crescerà più il grano; ma cresceranno solamente erbe avvelenate?.. Le stagioni cambiano il loro colore. E il sole cambia il suo calore. I tempi del raccolto del grano verranno modificati e nulla di quello che l’uomo considerava “immutabile” rimarrà come prima. Cambieranno anche i colori della natura. Molti frutti dei campi saranno velenosi e uccideranno uomini e animali. E tutto questo avverrà in un tempo in cui l’uomo avrà sperperato il grano e avrà sperperato l’acqua.” . Tre saranno i segni che annunciano grandi cose: la terra delirante, la pazzia dell’uomo e i segni del cielo. La crosta della terra verrà modificata in più posti, specialmente nel “mare della storia” (Mediterraneo) . L’uomo e la natura modificheranno molte cose. L’adriatico diventerà un lago, città situate ” al monte che si troveranno improvvisamente al mare”. Guardate il cielo: la luna ha partorito la luna. Molte stelle scompariranno alla vista degli uomini e molte altre si renderanno visibili.
E’ questo il tempo in cui gli uomini non parleranno più, ma grideranno, senza capirsi. La torre di Babele ritorna sulla terra. E questa volta non sarà la torre a crollare, ma l’uomo.

La veggente predice poi gli ultimi pontefici che precedono la nuova età delle catacombe; per ogni pontefice c’è un simbolo. Giovanni XXIII è simboleggiato dal “Cavallo rosso, segno del precursore” Paolo VI dal “Cavallo Nero, segno di Beniamino” Giovanni Paolo I dal “Cavallo Bianco, segno di pietà” Giovanni Paolo II “dall’angelo Mastro di Giosafat, con il segno dei dodici” Il successore con “Angelo della pietà con il segno del martirio” vi e un parallelo con le profezie di Malachia e altre, infatti secondo le profezie vi saranno ancora due pontefici prima della fine ! Altre profezie della Monaca di Dresda sono ancora più significative; tra queste va ricordata la “visione” sulla conversione della Russia. La veggente vede difatti “bruciare e risorgere la Croce di Cristo sulla grande piazza della santa Russia”. Altri messaggi ci dicono che il successore di Pietro andrà a benedire il cuore della grande Russia”. La Monaca di Dresda insiste su questa profezia, dicendo che “sulla terra della santa Russia, il Salvatore verrà crocifisso e risorgerà sfolgorante di gloria e la sua luce sarà la resurrezione di tutto il mondo”. Da notare che la conversione della Russia al cattolicesimo viene predetta in moltissime altre profezie.

Prima di arrivare “alla resurrezione del mondo”, però sarà necessario superare le “giornate dell’arcangelo Michele”, che purificheranno “i venti”. Saranno queste le giornate del dolore perché il passaggio da un vecchio regime a una nuova “forma di vita”non sarà indolore. Quando le giornate dell’Arcangelo Michele saranno trascorse da tutta la Russia s’innalzerà al cielo un suono festoso di campane. In un altra profezia la veggente dice testualmente: “arriverà un giorno in cui l’acqua avrà l’odore della carne morta e in cui tutta la terra diventerà un enorme letamaio”"verso la fine tutto sarà un veleno perché sarà l’uomo che avrà decretato di uccidere l’uomo . Il ventre marcio della terra farà più morti della guerra. Ma ben pochi combatteranno per la pace e poi tutto sarà marcio. E poi tutto sarà morte. All’alba dell’età dello spirito, il ventre enorme della terra verrà riempito di zolfo e poi verrà purificato.” La Monaca di Dresda specifica il periodo in cui si insedierà sulla terra l’epoca della “grande confusione e dell’incomunicabilità”.

La veggente, infatti, circoscrive fra due date quest’evento: “Tra il 1850 e il 2000 verrà edificata sulla terra un’enorme quantità di Torri di Babele. Tutti parleranno ma nessuno riuscirà ad intendere ciò che dicono gli altri e le macchine aumenteranno la confusione,

perché giungerà tempo in cui la voce dell’uomo non conterà più, ma sarà la macchina a parlare. E nessuno capirà quella parola” In modo preciso si profetizza anche l’insediamento della corte di Lucifero sulla terra. La veggente dice difatti che ciò avverrà tra il 1940 e il 2010, quando “dominerà sulla terra la gerarchia satanica, guidata da un demone che parlerà la lingua di Attila, ma che indosserà le vesti di Cesare”. Si prevede quindi un inganno, giacché Attila si vestirà da come Cesare. E sarà con l’inganno che il mondo intero sarà “guidato” negli ultimi tempi.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 22:27


LA STORIA DELLE APPARIZIONI

Per tre anni, dal 1 novembre 1937 al 3 novembre del 1940, la Madonna appare a quattro bambine nella località tedesca di Heede, vicino al confine con l' Olanda, nella diocesi di Osnabrück. Le veggenti sono Grete Ganseforth, Anni Schulte, Maria Ganseforth e Susanne Bruns.

La Madonna si manifesta in una serie di oltre cento apparizioni alla vigilia della Seconda Guerra Mondiale, in pieno regime nazista. Le apparizioni avvengono prevalentemente presso la chiesa del paese, all?interno del cimitero. La Vergine ha l?aspetto di una giovane donna, bellissima, con la corona in capo, vestita semplicemente di bianco. Tra le braccia ha Gesù Bambino, che con la mano destra regge una sfera dorata su cui è eretta una croce. La Signora è sollevata circa un metro da terra, tra i suoi piedi e il suolo c?è una nuvola.

La Gestapo per oltre un mese trattiene le bambine in ospedale a Osnabrück, con la motivazione di sottoporle ad analisi. Quando le rilasciano, gli viene proibito di recarsi al luogo delle apparizioni. Da quel momento la Vergine appare loro privatamente.

Il messaggio di Heede è un nuova accorata esortazione alla conversione e un grave ammonimento per il mondo. Più volte la Signora si mostra in lacrime, e come in altre sue apparizioni fa un appello urgente alla penitenza e alla preghiera. La Madonna definisce sé stessa “Potente Mediatrice della Grazia”. Inoltre chiede che la si invochi nelle litanie coi titoli di “Regina dell’Universo” e “Regina delle anime del Purgatorio”. Dà alle bambine un messaggio e confida ad ognuna di esse un segreto che le altre non odono e che dovranno comunicare solo al Santo Padre.

A cinque anni dalla fine delle apparizioni della Madonna, nel 1945, le visite celesti riprendono, ma questa volta è Gesù stesso a manifestarsi. Egli viene ad esortare l’umanità ad accogliere i messaggi della Sua Madre Santissima; nel suo messaggio parla di “un giudizio in piccolo” e annuncia (come già aveva fatto qualche anno prima la Madonna) una Sua prossima venuta per stabilire il Suo Regno sulla terra, un Regno di pace.

Alle bambine si manifesterà anche “l’Angelo della Giustizia”.

IL MESSAGGIO DELLA MADONNA (1937-1940)

“Dove la gente dimostra più fiducia in me e gli si insegna che io posso fare tutto, lì preparerò la pace. Quando tutti riconosceranno la mia potenza, verrà la pace.

Sono il segno del Dio vivente. Metto il segno nella fronte dei miei figli. La stella dell’inferno perseguiterà il mio segno, ma questo mio segno prevarrà sull’inferno.

Sono la potente Mediatrice della Grazia. Poiché il mondo troverà la misericordia del Padre Eterno solo per mezzo dell’immolazione del Figlio, allo stesso modo troverete la benevolenza del Figlio per mezzo della mia mediazione…

Il Padre Eterno ha versato il calice della Sua collera sulle nazioni perché hanno rifiutato Suo Figlio.

Il mondo è stato consacrato al mio Cuore Immacolato; ma la consacrazione stessa porta una responsabilità terribile. Chiedo al mondo di rispettare la sua consacrazione. Abbiate fiducia, una fiducia senza limiti nel mio Cuore Immacolato, riconoscete che ho influenza assoluta su mio Figlio.

Sostituite i vostri cuori peccaminosi con il mio Cuore Immacolato, allora io sarò colei che attrarrà il potere di Dio, e l’amore del Padre Eterno rinnoverà la pienezza di Gesù Cristo in voi. Compite la mia volontà in modo che Cristo regni come Re della pace.

Il mondo dovrà bere fino in fondo il calice dell’ira divina per i suoi innumerevoli peccati, che hanno ferito il Sacro Cuore di Gesù.

La collera della stella dell’inferno eccederà in violenza e causerà terribili devastazioni, perché sa già che il suo tempo è poco e perché ha visto che molti si raccolgono attorno al mio segno. Su questi non ha potere, anche se ucciderà i corpi di molti; attraverso queste immolazioni?, il mio potere aumenterà per condurre il resto dell’esercito alla vittoria. Alcuni hanno già accettato l’impressione del mio segno. Il loro numero crescerà continuamente.

Ma desidero avvisare i miei figli di non trascurare il fatto che anche la croce di questi giorni sanguinosi è una grazia, e devono ringraziare continuamente il Padre Eterno per questa croce.

Pregate e sacrificatevi per i peccatori. Offrite voi stessi e le vostre opere al Padre Eterno tramite la mia mediazione e abbandonatevi a me senza riserve. Pregate il Rosario.

Non chiedete tanto cose esteriori… Non aspettate miracoli e prodigi. Lavorerò in segreto come potente Mediatrice. Vi farò ottenere la pace del cuore, se adempite alla mia volontà. Allora Gesù Cristo regnerà come Re della pace sulle nazioni, fate la vostra parte per far conoscere la mia volontà ovunque.

Sono la potente mediatrice della Grazia. È volontà del Padre Eterno che il mondo riconosca questa missione, affidata alla Sua serva. La gente deve riconoscermi come la sposa eterna dello Spirito Santo, la mediatrice fedele di tutte le grazie…

Dipende da voi abbreviare il periodo delle tenebre. Il vostro sangue e i vostri sacrifici distruggeranno l’immagine della bestia. Allora potrò manifestarmi a tutti attraverso la gloria dell’Onnipotente. Scegliete il mio segno, perché presto possa essere adorato e onorato il Dio uno e trino. Pregate ed offrite sacrifici per mezzo di me. Pregate sempre. Recitate il Rosario. Fate le vostre richieste al Padre per mezzo del mio Cuore Immacolato; se conducono al suo onore, Egli ve le concederà. Nelle vostre preghiere non chiedete cose passeggere, ma grazie per le anime particolari, per la vostra comunità, per le nazioni, in modo che tutti giungano ad amare e onorare il Divino Cuore. Preservate i sabati che mi sono stati consacrati secondo il mio desiderio. Gli apostoli e i sacerdoti devono consacrarsi a me, in modo che i grandi sacrifici a loro richiesti da Dio possano, messi nelle mie mani, aumentare in santità e valore. Portatemi in offerta molti sacrifici. Offritemi le vostre preghiere, come sacrifici. Non siate interessati a voi stessi. Questi tempi richiedono la dimostrazione dell’onore all’Eterno e l’espiazione. Se vi applicate senza riserve, io mi occuperò del resto. Croci pesanti come il mare porrò sui i miei figli, perché li amo nel mio Cuore Immacolato. Vi chiedo di essere pronti a portare la croce perché si ottenga la pace.

Esorto la gente ad adempiere ai miei desideri prontamente, perché l’adempimento della mia volontà è necessario oggi e sempre per il maggior onore e gloria di Dio. Il Padre Eterno minaccia una disgrazia terribile per tutti quelli che rifiutano la sua volontà. L’annuncio di queste rivelazioni deve essere fatto, in primo luogo, al pubblico in generale. Tuttavia, le folle non le prenderanno sul serio…

Opererò meraviglie come mai ce ne sono state, nelle anime di quel piccolo gruppo che comincia a fare la mia volontà. Ma queste meraviglie le conosceranno soltanto i miei figli. È mia volontà che il mio messaggio sia fatto conosce al pubblico letteralmente. Un piccolo gruppo capirà correttamente il messaggio e lo porterà a compimento. La maggior parte della gente non gli presterà attenzione, e anzi lo rifiuterà e si risentirà per esso. Ma non temete! Sono con voi. Questi tempi richiedono espiazione. Se voi pregate, io mi prenderò cura del resto…”.

IL MESSAGGIO DI GESÙ (1945)

“L’umanità non ha ascoltato la Mia Santa Madre, apparsa a Fatima per esortare alla penitenza. Ora vengo Io stesso in questa ultima ora per ammonire il mondo. I tempi sono gravi. Facciano penitenza gli uomini per i loro peccati. Allontanatevi sinceramente dal male e pregate, pregate molto, perché l’ira di Dio si plachi. Recitate frequentemente il Santo Rosario, quella preghiera che può così tanto davanti a Dio. Meno divertimenti e passatempi.

Io sono molto vicino; la terra tremerà… Sarà terribile. Un giudizio in piccolo. Ma voi non temete, Io sono con voi… Quelli che mi aspettano hanno il Mio aiuto, la Mia grazia e il Mio amore. Per coloro che non sono in stato di grazia sarà spaventoso. Gli angeli della giustizia sono già sparsi per il mondo. Mi darò a conoscere agli uomini. Tutte le anime mi riconosceranno per il loro Dio. Mancano cinque minuti alle 12. Io vengo, sono alle porte. L’umanità si lamenterà…

Gli uomini non ascoltano la Mia voce; chiudono le orecchie, resistono alla grazia e rifiutano la Mia misericordia, il Mio amore e i Miei meriti. Il mondo è peggiore che ai tempi del diluvio; agonizza nel pantano della colpa; l’odio e la cupidigia riempiono il cuore degli uomini. Tutto ciò è opera di Satana. Il mondo giace in dense tenebre. Questa generazione meriterebbe di essere annientata, ma solo per amore dei giusti lascerò che trionfi la Mia misericordia.

Figlia mia, Io verrò presto, molto presto.

Le coppe dell’ira di Dio vengono già versate sulle nazioni. Ma gli angeli della pace non tarderanno a scendere sulla terra. Voglio guarire e salvare. Attraverso le ferite che ora sanguinano, la misericordia prevarrà sulla giustizia. Però non dormano i Miei fedeli, come i discepoli nell’Orto degli Ulivi. Attingano costantemente al tesoro dei Miei meriti…

Grandiose e terribili cose vengono preparate. Ciò che accadrà sarà terribile, come mai si vide dall’inizio del mondo. Vengo Io stesso e manifesterò la Mia volontà. Tutti coloro che hanno sofferto in questi ultimi tempi sono i Miei martiri e formano il seme della nuova Chiesa. Essi hanno ottenuto il privilegio di partecipare alla Mia prigionia, alla Mia flagellazione, alla Mia corona di spine e al cammino della croce. Figlia Mia vengo presto, molto presto. La Madre di Dio e gli Angeli vi prenderanno parte.

Quello che accadrà tra poco supererà di gran lunga qualsiasi cosa mai avvenuta fino ad ora. L’inferno si crede sicuro della sua vittoria, ma gliela strapperò di mano. Molti mi bestemmieranno e, a causa di questo, permetterò che si abbattano delle sventure sul mondo, poiché per tale mezzo molti si salveranno. Beati coloro che sopportano tutto in riparazione per quelli che mi offendono. Io vengo, e con me verrà la pace. Con un piccolo numero di eletti edificherò il Mio regno. Questo regno verrà repentinamente, più presto di quel che si crede. Farò splendere la Mia luce, luce che per alcuni sarà di benedizione, per altri di tenebra. Luce che sarà come la stella che guidò i Magi.

L’umanità riconoscerà la Mia potenza. Io le mostrerò la Mia giustizia e la Mia misericordia.

Mie care figlie, l’ora si avvicina. Pregate incessantemente e non sarete confuse. Io raduno i Miei eletti. Essi converranno insieme, nello stesso tempo, da ogni parte del mondo e mi glorificheranno.

Vengo. Beati coloro che sono preparati. Beati coloro che mi ascoltano”.

LA RISPOSTA DELLA GENTE E LA POSIZIONE DELLA CHIESA

Nel luogo dove la Vergine era apparsa, si registrò fin dall’inizio un grande aumento della devozione popolare e un?intensa presenza di pellegrini. Nei primi anni, prima che il regime nazista imponesse il divieto ai pellegrinaggi, enormi folle di pellegrini si recavano a Heede attirate dalla notizia che si era sparsa in breve tempo.

Dopo l?apparizione di Gesù, il Vescovo di Onasbruch inviò a Heede due sacerdoti con l?incarico di investigare il caso. I sacerdoti inizialmente erano scettici. Ma alla fine il loro resoconto fu molto favorevole. Il parroco di Heede a questo proposito ebbe a dichiarare: “Siamo in possesso di prove inequivocabili e irrefutabili sull?autenticità di queste apparizioni di Gesù Cristo. Il parroco e il cappellano che hanno condotto l?indagine sono pienamente convinti della realtà di queste apparizioni, nonostante la loro sistematica e ben nota opposizione alle rivelazioni, nonostante la loro incredulità e sfiducia verso gli eventi”.

Stando a diverse fonti, le apparizioni sarebbero state approvate dalla gerarchia diocesana e l?incartamento con i risultati dell?indagine sarebbe stato inviato a Roma. Tuttavia fino ad oggi non c?è stato da parte della Santa Sede un pronunciamento ufficiale in merito a questo caso. Il messaggio di Heede è stato pubblicato in molte lingue, con diversi imprimatur.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
12 febbraio 2012 7 12 /02 /febbraio /2012 22:17



Prima che giunga il giorno della giustizia, sarà dato agli uomini questo segno in cielo: si spegnerà ogni luce in cielo e ci sarà una grande oscurità su tutta la terra.
Allora apparirà in cielo il segno della Croce e dai fori, dove
furono inchiodati i piedi e le mani del Salvatore, usciranno grandi luci cheper qualche tempo illumineranno la terra. Ciò avverrà poco tempo prima dell’ultimo giorno.” (Quaderno N. 1, 35)

MARIA FAUSTINA KOWALSKA (1905-1938)
vergine, delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia

Suor Maria Faustina, l’apostola della Divina Misericordia, appartiene oggi al gruppo dei santi della Chiesa più conosciuti. Attraverso di lei il Signore manda al mondo il grande messaggio della Misericordia Divina e mostra un esempio di perfezione cristiana basata sulla fiducia in Dio e sull’atteggiamento misericordioso verso il prossimo.

Suor Maria Faustina nacque il 25 agosto 1905, terza di dieci figli, da Marianna e Stanislao Kowalski, contadini del villaggio di Gogowiec. Al battesimo nella chiesa parrocchiale di winice Warckie le fu dato il nome di Elena. Fin dall’infanzia si distinse per l’amore alla preghiera, per la laboriosità, per l’obbedienza e per una grande sensibilità alla povertà umana. All’età di nove anni ricevette la Prima Comunione; fu per lei un’esperienza profonda perché ebbe subito la consapevolezza della presenza dell’Ospite Divino nella sua anima. Frequentò la scuola per appena tre anni scarsi. Ancora adolescente abbandonò la casa dei genitori e andò a servizio presso alcune famiglie benestanti di Aleksandrów, ód e Ostrówek, per mantenersi e per aiutare i genitori.

Fin dal settimo anno di vita sentiva nella sua anima la vocazione religiosa, ma non avendo il consenso dei genitori per entrare in convento, cercava di sopprimerla. Sollecitata poi da una visione di Cristo sofferente, partì per Varsavia dove il 1 agosto del 1925 entrò nel convento delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia. Col nome di Suor Maria Faustina trascorse in convento tredici anni nelle diverse case della Congregazione, soprattutto a Cracovia, Vilno e Pock, lavorando come cuoca, giardiniera e portinaia.

All’esterno nessun segno faceva sospettare la sua vita mistica straordinariamente ricca. Svolgeva con diligenza tutti i lavori, osservava fedelmente le regole religiose, era concentrata, silenziosa e nello stesso tempo piena di amore benevolo e disinteressato. La sua vita apparentemente ordinaria, monotona e grigia nascondeva in sé una profonda e straordinaria unione con Dio.

Alla base della sua spiritualità si trova il mistero della Misericordia Divina che essa meditava nella parola di Dio e contemplava nella quotidianità della sua vita. La conoscenza e la contemplazione del mistero della Misericordia di Dio sviluppavano in lei un atteggiamento di fiducia filiale in Dio e di misericordia verso il prossimo. Scriveva: O mio Gesù, ognuno dei Tuoi santi rispecchia in sé una delle Tue virtù; io desidero rispecchiare il Tuo Cuore compassionevole e pieno di misericordia, voglio glorificarlo. La Tua misericordia, o Gesù, sia impressa sul mio cuore e sulla mia anima come un sigillo e ciò sarà il mio segno distintivo in questa e nell’altra vita. (Q. IV, 7).

Suor Maria Faustina fu una figlia fedele della Chiesa, che essa amava come Madre e come Corpo Mistico di Cristo. Consapevole del suo ruolo nella Chiesa, collaborava con la Misericordia Divina nell’opera della salvezza delle anime perdute. Rispondendo al desiderio e all’esempio di Gesù offriva la sua vita in sacrificio. La sua vita spirituale si caratterizzava inoltre per l’amore all’Eucarestia e per una profonda devozione alla Madre di Dio della Misericordia.

Gli anni della sua vita religiosa abbondarono di grazie straordinarie: le rivelazioni, le visioni, le stigmate nascoste, la partecipazione alla passione del Signore, il dono dell’ubiquità, il dono di leggere nelle anime umane, il dono della profezia e il raro dono del fidanzamento e dello sposalizio mistico. Il contatto vivo con Dio, con la Madonna, con gli angeli, con i santi, con le anime del purgatorio, con tutto il mondo soprannaturale fu per lei non meno reale e concreto di quello che sperimentava con i sensi. Malgrado il dono di tante grazie straordinarie era consapevole che non sono esse a costituire l’essenza della santità. Scriveva nel «Diario»: Né le grazie, né le rivelazioni, né le estasi, né alcun altro dono ad essa elargitola rendono perfetta, ma l’unione intima della mia anima con Dio. I doni sono soltanto un ornamento dell’anima, ma non ne costituiscono la sostanza né la perfezione. La mia santità e perfezione consiste in una stretta unione della mia volontà con la volontà di Dio (Q. III, 28).

Il Signore scelse Suor Maria Faustina come segretaria e apostola della sua misericordia per trasmettere, mediante lei, un grande messaggio al mondo. Nell’Antico Testamento mandai al Mio popolo i profeti con i fulmini. Oggi mando te a tutta l’umanità con la Mia misericordia. Non voglio punire l’umanità sofferente, ma desidero guarirla e stringerla al Mio Cuore misericordioso (Q.V,155).

La missione di Suor Maria Faustina consisteva in tre compiti:

? Avvicinare e proclamare al mondo la verità rivelata nella Sacra Scrittura sulla Misericordia di Dio per ogni uomo.

? Implorare la Misericordia Divina per tutto il mondo, soprattutto per i peccatori, in particolar modo con le nuove forme di culto della Divina Misericordia indicate da Gesù: l’immagine di Cristo con la scritta: Gesù confido in Te, la festa della Divina Misericordia nella prima domenica dopo Pasqua, la coroncina della Divina Misericordia e la preghiera nell’ora della Divina Misericordia (ore 15). A queste forme di culto e anche alla diffusione dell’adorazione della Misericordia il Signore allegava grandi promesse a condizione dell’affidamento a Dio e della prassi dell’amore attivo per il prossimo.

? Ispirare un movimento apostolico della Divina Misericordia con il compito di proclamare e implorare la Misericordia Divina per il mondo e di aspirare alla perfezione cristiana sulla via indicata da Suor Maria Faustina. Si tratta della via che prescrive un atteggia-mento di fiducia filiale, l’adempimento della volontà di Dio e un atteggiamento di misericordia verso il prossimo.

Oggi questo movimento riunisce nella Chiesa milioni di persone di tutto il mondo: le congregazioni religiose, gli istituti secolari, i sacerdoti, le confraternite, le associazioni, le diverse comunità degli apostoli della Divina Misericordia e le persone singole che intraprendono i compiti che il Signore ha trasmesso a Suor Maria Faustina.

La missione di Suor Maria Faustina è stata descritta nel «Diario» che lei redigeva seguendo il desiderio di Gesù e i suggerimenti dei padri confessori, annotando fedelmente tutte le parole di Gesù e rivelando il contatto della sua anima con lui. Il Signore diceva a Faustina: Segretaria del Mio mistero più profondo, … il tuo compito più profondo è di scrivere tutto ciò che ti faccio conoscere sulla Mia misericordia, per il bene delle anime che leggendo questi scritti proveranno un conforto interiore e saranno incoraggiate ad avvicinarsi a Me (Q. VI, 67). Quest’opera infatti avvicina in modo straordinario il mistero della Misericordia Divina; «Il Diario» affascina non soltanto la gente comune ma anche i ricercatori che scoprono in esso una fonte supplementare per le loro ricerche teologiche. «Il Diario» è stato tradotto in varie lingue, tra cui inglese, francese, italiano, tedesco, spagnolo, portoghese, russo, ceco, slovacco e arabo.

Suor Maria Faustina, distrutta dalla malattia e dalle varie sofferenze che sopportava volentieri come sacrificio per i peccatori, nella pienezza della maturità spirituale e misticamente unita a Dio, morì a Cracovia il 5 ottobre 1938 all’età di appena 33 anni. La fama della santità della sua vita crebbe insieme alla diffusione del culto alla Divina Misericordia sulla scia delle grazie ottenute tramite la sua intercessione. Negli anni 1965-67 si svolse a Cracovia il processo informativo relativo alla sua vita e alle sue virtù e nel 1968 iniziòa Roma il processo di beatificazione che si concluse nel dicembredel 1992. Fu beatificata da Giovanni Paolo II in piazza San Pietro a Roma, il 18 aprile 1993. Le reliquie di Suor Faustina si trovano nel santuario della Divina Misericordia a Cracovia-agiewniki.

“Prima di venire come Giudice giusto, vengo come Re di misericordia.

“…ad un tratto vidi la Madonna che mi disse… tu devi parlare al mondo
della Sua grande misericordia e preparare il mondo alla Sua seconda venuta.
Egli verrà non come Salvatore misericordioso ma come Giudice Giusto. Oh quel giorno sarà tremendo! E’ stato stabilito il giorno della giustizia, il
giorno dell’ira di Dio davanti al quale tremano gli angeli.” (Quaderno N. 2,
91)

“Preparerai il mondo alla mia ultima venuta”. (Quaderno N. 5, 179)

“Una volta che pregavo per la Polonia, udii queste parole: – Amo la Polonia
in modo particolare e, se ubbidirà al Mio volere, l’innalzerò in potenza e
santità. Da essa uscirà la scintilla che preparerà il mondo alla Mia ultima
venuta”. (Quaderno N. 6, 93)

Ad una mistica contemporanea Gesù rivelerebbe scenari molto simili e
suggestivi per le concordanze; eccone alcuni stralci da messaggi del 30
giugno 2002:

“È ormai assai vicino il Giorno nel quale ogni stella si spegnerà, il sole
perderà la sua luce ed apparirà nel Cielo la grande Croce, dai fori delle
Mie Piaghe usciranno Raggi luminosissimi. Essa comparirà pochi giorni prima
della fine. Nessuno attenda quel momento per cambiare vita perché ti dico,
sarà assai, assai doloroso. Sappia il mondo che Babilonia sta per cadere
perché deve sorgere la Nuova Gerusalemme felice, bella come una sposa che va
incontro al suo sposo…

Ogni giorno che passa si avvicina quello grande ed unico nel quale tutto
accadrà: Cielo e terra comunicheranno intensamente fra di loro, la terra
godrà le Delizie del Paradiso ed il Paradiso scenderà sulla terra. Amati, in
tale giorno tutto cambierà, il sole fermerà il suo corso e vi saranno nuove
cose mai viste…

Biografia di suor Fauistina , dal sito del Vaticano

 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
7 gennaio 2012 6 07 /01 /gennaio /2012 13:05

 

Importanti rivelazioni sono state rilasciate dalla  principessa del Giappone Nakamaru:a cosa stiamo andando incontro per questa data?Certamente non alla fine del mondo,mettiamolo in chiaro con tutti quelli che continuano a ridire come un disco rotto queste bugie:la fine del mondo sul come la vogliono interpretare le persone che ignorano le vere notizie,non arrivera' come un film....se vogliono vedere la fine del mondo,i film per loro sono la risposta giusta:finito il film,finita la storia.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
1 gennaio 2012 7 01 /01 /gennaio /2012 10:19

SatelliteGli hacker informatici hanno intenzione di portare internet oltre la portata della censura: come fare? Portando i propri satelliti di comunicazione in orbita. Per quanto impegnativo possa sembrare, esiste già un progetto concreto.

IL PROGETTO - Lo schema è stato tracciato al Chaos Communication Congress di Berlino. Gli organizzatori del progetto Hackerspace Global Grid si impegnano a sviluppare una rete di stazioni a terra per rintracciare e comunicare con i satelliti. Sul lungo termine, questi hacker sperano di contribuire a portare un astronauta “amatoriale” sulla Luna.

Gli appassionati hanno già messo un paio di piccoli satelliti in orbita – di solito solo per brevi periodi di tempo -, ma il monitoraggio dei dispositivi si è dimostrato difficile per i progetti a budget molto contenuto. L’hacker attivista Nick Farr chiama a sé gli appassionati, perché possano contribuire al progetto a partire dal mese di agosto. A motivare il progetto, secondo Farr, è la minaccia crescente di censura su Internet. “Il primo obiettivo è ottenere un web non censurabile nello spazio. Portiamo internet fuori dal controllo delle entità terrestri”.

I PERICOLI - Ferr ha citato la proposta di legge negli Stati Uniti per bloccare le pirateria online, chiamata (Sopa), come un esempio del tipo di minaccia verso la libertà del web. Se approvato, l’atto permetterebbe di bloccare alcuni siti per motivi di copyright. Mentre le missioni spaziali del passato sono state quasi tutte appannaggio di agenzie nazionali e grandi aziende, gli appassionati dilettanti hanno iniziato a muoversi negli ultimi anni, inviando un paio di carichi in orbita. Questi carichi sono stati per lo più inviati utilizzando appositi palloni e sono difficili da individuare con precisione da terra. Secondo Armin Bauer, un appassionato 26enne di Stoccarda che sta lavorando al progetto Hackerspace Global Grid, ciò avviene in gran parte a causa della mancanza di fondi.

LE DIFFERENZE - “I professionisti in grado di monitorare i satelliti da stazioni terresti, ma di solito non ce n’è bisogno perché, pagando un’enorme cifra [per l'invio del satellite tramite un razzo], vengono messi in un posto preciso”, ha affermato Bauer. Nel lungo periodo, un più ampio progetto aerospaziale degli hacker mira a portare un astronauta amatoriale sulla Luna, almeno entro i prossimi 23 anni. “È un progetto molto ambizioso, così ci siamo detti di provare qualcosa di più piccolo prima”, ha aggiunto Bauer.

LA RETE A TERRA - La conferenza di Berlino è stata l’ultima riunione tenuta dal Chaos Computer Club, un vecchio gruppo di hacker tedeschi che si è dimostrato influente non solo per coloro che sono interessati a migliorare la sicurezza dei computer, ma anche per chi ama armeggiare con hardware e software. Quando il signor Farr ha chiesto contributi al progetto Hackerspace, Bauer e altri hanno deciso di concentrarsi sulle infrastrutture di comunicazione. Lui e i suoi compagni di squadra stanno lavorando su una parte del progetto insieme con Constellation, un’iniziativa tedesca di ricerca aerospaziale che consiste principalmente nell’interconnessione tra progetti degli studenti. Grazie allo spirito open-source di Hackerspace, Bauer e alcuni amici hanno avuto l’idea di una rete distribuita da stazioni a terra di costo contenuto, acquistabili o realizzabili da privati. Utilizzate tutte insieme a costituire una rete globale, queste stazioni sarebbero in grado di individuare i satelliti in un dato momento, ma anche di rendere più facile e più affidabile l’invio di dati a terra da parte di satelliti dal movimento veloce. Una sorta di sistema GPS al contrario. I primi prototipi arriveranno nel 2012.

LE COMPLICAZIONI - Gli esperti sostengono che progetto satellitare sia fattibile, ma potrebbe essere ostacolato da limitazioni tecniche. I satelliti bassi nell’orbita terrestre, come quelli lanciati sino ad ora dai dilettanti, non rimangono fermi, ma orbitano in genere ogni 90 minuti”, spiega il professor Alan Woodward del dipartimento informatico presso l’Università del Surrey. “Questo non vuol dire che non possano essere utilizzati per le comunicazioni, ma ovviamente solo per i periodi relativamente brevi in cui sono in vista. È difficile capire come tali satelliti possano essere utilizzati come griglia vitale di un sistema di comunicazione diversa”. Questo problema potrebbe essere superato se gli hacker riuscissero a mettere i propri satelliti in orbita geostazionaria sopra l’equatore. Questo permetterebbe loro di ottenere un movimento corrispondente a quello della Terra e sembrano immobili, visti da quaggiù. A questo punto si pone un nuovo ostacolo: “Ciò significa che sono così lontani dalla terra che si verificherà un ritardo apprezzabile su qualsiasi segnale, il che potrebbe interferire con determinate applicazioni Internet”, ha spiegato il prof Woodward. Sussiste poi il problema legale: nessuno ha legislazione sullo spazio, ma i Paesi su cui i satelliti “galleggiano” potrebbero cambiare la situazione legale e spegnerli.

NECESSITÀ DI SCOPRIRE - Sono tanti gli ostacoli da superare, anche a livello pratico. È necessario lo sviluppo di nuova elettronica che possa sopravvivere nello spazio e la creazione di sistemi di lancio adeguati. Secondo quanto Farr ha dichiarato alla BBC, è tutta questione di conoscenza. Molti partecipanti al progetto sono frustrati all’idea che nessuno abbia superato l’orbita terrestre dopo la missione dell’Apollo 17 nel 1972. In ogni caso, gli hacker credono che la comunicazione sia un diritto umano inalienabile e non censurabile.

Fonte: giornalettismo.com

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
1 dicembre 2011 4 01 /12 /dicembre /2011 23:15

Una nuova tavoletta maya che fa riferimento al 2012 è stata scoperta nelle rovine del tempio Maya di Comalcalco in Messico (FONTE)

Messico, rovine Maya di Comalcalco Photo Maesmander
Comalcalco (Photo Maesmander)

L’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia (INAH) del Messico ha annunciato di aver scoperto nelle rovine del sito Maya di Comalcalco nel sud del Messico, un’altra iscrizione che fa riferimento al 2012, ma secondo gli esperti dell’Istituto, le voci di fine del mondo sono solo un interpretazione errata.
La maggior parte degli esperti aveva citato un solo riferimento a questa data nei glifi maya, in una tavoletta di pietra del sito Tortuguero, nella costa del Golfo di Tabasco.

La tavoletta in pietra di Tortuguero si riferisce ad un evento che avrebbe dovuto verificarsi nel 2012, ma una crepa nella pietra rende il passaggio finale quasi illeggibile.

Ma lo scorso Giovedi, l’Istituto ha rilasciato una dichiarazione indicando che la data del 2012, era stata scolpita o stampata sulla superficie di un mattone nelle rovine di Comalcalco, nel sud del paese.
Arturo Mendez, un portavoce dell’istituto, ha detto che il frammento di mattone con l’ iscrizione era stato scoperto anni fa ed è stato oggetto di uno studio approfondito. Attualmente non è in mostra ma conservato presso l’istituto.

La tavoletta in pietra di Tortuguero

Entrambe le iscrizioni di Tortuguero e Comalcalco sono state scolpite probabilmente circa 1300 anni fa.

L’Istituto messicano ha dichiarato che “il pensiero occidentale messianico ha stravolto la visione del mondo delle antiche civiltà come quella dei Maya” e gli esperti sostengono che i Maya non hanno mai annunciato la fine del mondo, semplicemente vedevano il tempo come una serie di cicli che iniziavano e terminavano con regolarità, ma nulla di apocalittico segnava la fine di ogni ciclo.

David Stuart, uno specialista di epigrafia maya presso l’Università del Texas, ha detto in un messaggio a The Associated Press: “Alcuni lo hanno proposto come un altro riferimento al 2012, io ma non ne sono convinto” .
Stuart ha detto che la data incisa sul mattone “è un calendario ciclico”, una combinazione della posizione di un giorno e di un mese che si ripete ogni 52 anni.

Considerato l’insistenza delle voci su Internet di un disastro imminente nel 2012, l’istituto ha organizzato una tavola rotonda speciale con 60 esperti della cultura Maya, la prossima settimana presso il sito archeologico di Palenque, nel Messico meridionale, con l’obiettivo di dissipare “alcuni dei dubbi sulla fine di un’era e l’inizio di un altra, nel calendario Maya del Lungo Computo.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento
28 novembre 2011 1 28 /11 /novembre /2011 23:17

 

 

Messico: tra le rovine del tempio Maya di Comalcalco
scoperto un mattone con inquietanti riferimenti al 2012

tratto da: http://www.cosmogenesis.it
fonte: http://www.examiner.com

L’istituto Nazionale di Antropologia e Storia ha recentemente rivelato di aver ritrovato nel tempio Maya di Comalcalco in Messico, un mattone con un chiaro riferimento alla data del fatidico 2012 proprio com’era accaduto per le famose tavolette di Tortuguero, da cui erano nate tutte le speculazioni riguardo il 21 dicembre 2012. I lati del mattone intagliati sono rivolti verso l’interno e non sono visibili, come se qualcuno volesse ometterle agli occhi degli osservatori.Il mattone attualmente non si trova più nel tempio poichè in deposito presso l’istituto stesso per gli approfondimenti del caso.

 

Arturo Mendez portavoce dell’istituto afferma che le incisioni riportate sul misterioso manufatto coincidono con la fine del Baktun, ossia la conclusione del calendario Maya,il 21 dicembre 2012. Il termine b’ak’tun, che rispecchia il sistema vigesimale utilizzato dai maya, è di creazione moderna; si compone delle parole maya b’ak (quattrocento) e tun (anno), quindi pari a un periodo di 144.000 giorni (ossia circa 400 anni). Ogni b’ak’tun è formato da venti k’atun (periodi di circa 20 anni).

Il messaggio nascosto riportato sul mattone scolpito circa 1300 anni fa,riporterebbe alcune indicazioni su ciò che dovrebbe accadere nel 2012, più precisamente la venuta o la discesa di un Dio chiamato Bolon Yokte, divinità misteriosa Maya,collegata alla creazione e alla guerra.Sul mattone  sembra essere riportata un inquietante promessa: ” che accadrà”,  “egli scenderà” riferito alla fatidica data del 21 dicembre 2012.Cosa ci aspetta dunque?La visione profetica dei Maya descrive la fine dei tempi o ci prospetta un cambiamento già in atto che vedrà il suo culmine proprio in tal periodo? C’è ancora poco da aspettare, il 2012 è alle porte.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in profetiche
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg