Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
4 agosto 2012 6 04 /08 /agosto /2012 08:11


quadrato Carpignano Sesia Sotto le Stelle        

        dal 03/08/2012 al 05/08/2012 - novi ligure (AL)
quadrato Fiera d'agosto e notte bianca

il 05/08/2012 - Cesana Torinese (TO)
quadrato Mercatino per la festa patronale di Bousson

il 10/08/2012 - Cortanze (AT)
quadrato A cena sotto le stelle al Castello di Cortanze

il 10/08/2012 - Camino - Fraz. Rocca delle donne (AL)
quadrato A cena sotto le stelle

dal 04/08/2012 al 10/08/2012 - Rocca Canavese (TO)
quadrato 12a Sagra della pesca ripiena - San Luigi 2012

dal 03/08/2012 al 12/08/2012 - PRAGELATO (TO)
quadrato XXX Festa della Ghironda

dal 03/08/2012 al 12/08/2012 - Pragelato (TO)
quadrato Festa della ghironda

il 12/08/2012 - Cesana Torinese (TO)
quadrato Mercatino per la festa patronale di Mollieres

dal 10/08/2012 al 13/08/2012 - Envie (CN)
quadrato Festa Patronale S. Marcellino        
               
quadrato Mercatino per la coppa del mondo di sci d'erba

dal 08/08/2012 al 15/08/2012 - Mantovana (AL)
quadrato 37ª Sagra del Bollito Misto

dal 14/08/2012 al 16/08/2012 - San Giuliano Vecchio (AL)
quadrato Festa Patronale e Sagra del Pesce

dal 15/08/2012 al 16/08/2012 - Frabosa Soprana (CN)
quadrato Sagra della Raschera e del Bruss

il 18/08/2012 - Cesana Torinese (TO)
quadrato Mercatino antiquariato, antichità e vintage

dal 14/08/2012 al 18/08/2012 - Monforte d'Alba, localita Bussia (CN)
quadrato Festa di Ferragosto

dal 16/08/2012 al 23/08/2012 - castelferro (AL)
quadrato Sagra dei Salamini d'asino

dal 23/08/2012 al 26/08/2012 - Massazza (BI)
quadrato RisoIncontro

dal 23/08/2012 al 26/08/2012 - CASAL CERMELLI (AL)
quadrato Sagra della Porchetta

dal 24/08/2012 al 27/08/2012 - Montecrestese (VB)
quadrato Sagra della Patata
                il 04/08/2012 - Carpignano Sesia (NO)
quadrato Carpignano Sesia Sotto le Stelle        

        dal 03/08/2012 al 05/08/2012 - novi ligure (AL)
quadrato Fiera d'agosto e notte bianca

il 05/08/2012 - Cesana Torinese (TO)
quadrato Mercatino per la festa patronale di Bousson

il 10/08/2012 - Cortanze (AT)
quadrato A cena sotto le stelle al Castello di Cortanze

il 10/08/2012 - Camino - Fraz. Rocca delle donne (AL)
quadrato A cena sotto le stelle

dal 04/08/2012 al 10/08/2012 - Rocca Canavese (TO)
quadrato 12a Sagra della pesca ripiena - San Luigi 2012        

        dal 03/08/2012 al 12/08/2012 - PRAGELATO (TO)
quadrato XXX Festa della Ghironda        
        dal 03/08/2012 al 12/08/2012 - Pragelato (TO)
quadrato Festa della ghirond        

        il 12/08/2012 - Cesana Torinese (TO)
quadrato Mercatino per la festa patronale di Mollieres        
dal 10/08/2012 al 13/08/2012 - Envie (CN)

quadrato 25 Sagra del Mirtillo        

  dal 01/09/2012 al 02/09/2012 - Sauze d'Oulx (TO)
quadrato Sauze StayBin - benessere e sport in montagna

dal 30/08/2012 al 02/09/2012 - Vercelli (VC) 
        



       

Repost 0
Published by il conte rovescio - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
29 luglio 2012 7 29 /07 /luglio /2012 08:05

Apro questa categoria legata alla natura e alla fauna, sul  come passare in allegria e spensieratezza dei fine settimana molto diversi dal solito: parlerò di luoghi e posti in tutta Italia, citando fondi e mettendo in risalto parecchie cose che saranno di vostro interesse.Iniziero' con diversi parchi oppure oasi, oppure....

 Vuoi fare qualcosa di diverso ed innovativo?Ami l' avventura? Ecco, come potrai vivere l' avventura all' Indiana iones! Puoi andare a CHABERTON, li troverai il parco avventura: IN COSA CONSISTE?

 

 

ll Parco è stato costruito adottando metodi non invasivi per gli alberi: nulla penetra nei loro corpi che anzi vengono protetti, ed una verifica agroforestale con le relative regolazioni tecniche svolte annualmente ne permettono la normale crescita. Tutte le strutture artificiali, piattaforme, cavi e giochi vengono periodicamente collaudate, monitorate e certificate al fine di garantire al massimo la Vostra sicurezza.Lo staff del Parco, costituito da maestri di sci e guide alpine, è formato appositamente per dare durante il briefing di istruzione, le necessarie nozioni che permetteranno agli utenti, piccoli e grandi, il miglior utilizzo dei giochi aerei.

 

 

 

 

 

  • - escursioni naturalistiche alla scoperta della flora e della fauna delle nostre montagne
  • “the mountain english school” giornate per ragazzi o adulti volte a migliorare il proprio inglese, svolgendo divertenti attività sportive o didattiche legate alla montagna
  • escursioni di tutte le difficoltà alla scoperta delle più belle montagne della Valle di Susa

- corsi di arrampicata per ragazzi e adulti

- corsi e classiche salite di alpinismo lungo storici itinerari di grande fascinoqualcosa di incredibile la potrai vivere: la localita' è Parco Zoo Punta Verde s.r.l. - Via G. Scerbanenco, 19/1 - I-33054 Lignano Sabbiadoro

- escursioni su ghiacciaio in grandiosi ambienti
-battesimo dei 4000! salita ai giganti delle Alpi (Barre des Ecrins, Meije, Monte Bianco, Gran Paradiso, Monte Rosa...)

WI-FI GRATIS AL PARCO

WI-FI GRATIS AL PARCO

Per migliorare e fornire sempre maggiori servizi il Parco Avventura Chaberton mette a disposizione una rete WI-FI che permette a tutti di poter navigare su internet GRATIS.

dal 9 giugno al 2 settembre: tutti i giorni dalle 10:00 alle ore 18:00

 qualcosa di incredibile la potrai vivere: la localita' è MOLLIERES- frazione di Cesana Torinese(TORINO)

 

- PARCO ZOO PUNTA VERDE

Il Parco Zoo Punta Verde è un giardino zoologico gestito da una società privata, pertanto non gode di alcun finanziamento pubblico e le entrate provengono unicamente dal biglietto di ingresso.

Il 1979 è la data ufficiale di inizio attività per il Parco Zoo. I 20 anni successivi, che ci portano al presente, vedono aumentare in maniera esponenziale gli ospiti del Parco impegnando la società proprietaria in questo progetto di protezione e salvaguardia ecologica.
Il parco viene migliorato costantemente: si ricostruiscono gli habitat caratteristici delle specie accolte, curando in particolare la flora. Alle piante autoctone si accompagnano altre specie tropicali che vivono grazie a laghetti alimentati da pozzi termali a 30° C. Si creano così dei microclimi che favoriscono il benessere anche degli animali più esotici. Attualmente vi sono oltre 70 dimore per accogliere le varie specie animali, tutte costruite con materiali naturali quali il legno e la pietra.

Oggi il parco si estende su 100.000 mq tra i due argini del fiume Tagliamento, nel nord ovest della penisola di Lignano ed ospita oltre 1000 animali appartenenti a 200 specie circa tra Mammiferi, Uccelli e Rettili.

 

Il Parco Zoo è socio ordinario dell'UIZA (Unione Italiana Zoo e Acquari).

 




E' membro dell'EAZA (European Association of Zoos and Aquaria) che fa parte dello IUCN (International Union for the Conservation of Nature and Natural Resources).


Partecipa agli EEP (European Endangered Programme), una struttura che unisce gli sforzi degli zoo europei nella conservazione di specie a forte rischio di estinzione: al fine di gestire al meglio questi progetti il nostro parco utilizza un software di gestione internazionale delle specie animali ISIS (International Species Information System); tale software fornisce in tempo reale la situazione di tutte le specie animali ospitate nella maggior parte degli zoo mondiali.

Offre supporto logistico e scientifico al nucleo operativo CITES (Convention of International Trade in Endangered Species of Flora and Fauna) del Corpo Forestale dello Stato.

Da Agosto 2002 il lavoro svolto dal nostro Parco è stato riconosciuto anche dall'Organizzazione Mondiale degli Zoo ed Acquari (WAZA-World Association of Zoos and Aquaria) che guida, incoraggia e supporta gli zoo e gli acquari affinché contribuiscano ad educare e sensibilizzare il pubblico sul tema della conservazione delle specie animali e dell'ambiente.

 

 

 

 

 

 

 

 

per ulteriori iinformazioni: http://www.parcozoopuntaverde.it/index.php?op=39

 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
27 luglio 2012 5 27 /07 /luglio /2012 08:36


Dal 27 luglio fino al 9 novembre si potrà visitare la mostra “Fabergé alla Venaria - Il gioielliere degli ultimi Zar”.
Giovedì 26 luglio, presso la Reggia di Venaria, si è svolta la conferenza stampa, in presenza di una delegazione russa con la partecipazione di Tatjana Muntyan, esperta e studiosa delle opere di Carl Fabergé e Roman Thaker, organizzatore generale della mostra.
"E' la seconda mostra che allestiamo in Italia, ma questa, allestita nella meravigliosa Reggia di Venaria è la più grande in assoluto - ha spiegato Roman Thaker - in questa collezione ci sono delle nuove opere d'arte del gioielliere degli Zar che la nostra fondazione “The Link of Time” ha recuperato in giro per il mondo e riportato in patria, ed ora sono esposti di questa mostra"
Oro, gemme, diamanti, Uova imperiali, danno una luce straordinaria al percorso allestito presso le Sale delle Arti della Reggia.
 
"Questa è la mostra dell'estate, da non perdere. Non è soltanto la presentazione della collezione della raffinata arte di Carl Fabergé - dice l'assessore Michele Coppola ma è anche una unione, un'apertura verso il mondo culturale e in particolare quello della Russia. La mostra, di grande valore artistico e storico, rappresenta anche l'amicizia culturale che è senza confini"
E' una mostra preziosa ed imperdibile che permette di poter vedere ed ammirare i capolavori della più importante collezione al mondo di questo genere, i gioielli del celebre orafo Carl Fabergé e di altri rari monili dell'epoca imperiale russa.
"La Reggia di Venaria ha il destino di presentare la bellezza della cultura, della conversazione, dell' enogastronomia - ha detto il direttore Alberto Vanelli - in questo caso siamo onorati di presentare questa straordinaria mostra formata da più di trecentocinquanta oggetti preziosi e storici dal valore inestimabile"
Una mostra che pone la sua attenzione ai bellissimi Uova imperiali del Rinascimento, all'Uovo imperiale dell'Ordine di San Giorgio ma anche, alle tabacchiere d'oro, alle icone sacre, agli orologi e molto altro. La mostra aiuta a ricordare anche, i rapporti tra la corte dei Romanov e la corte dei Savoia.
"Fabergé è la formula magica della bellezza e dello sfarzo. Il nucleo, il cuore pulsante delle sue opere si materializzano in ogni oggetto prezioso esposto in questa mostra - spiega Tatjana Muntyan - la collezione esposta, delle Uova-gioiello, sono appartenute ad aristocratici russi ed alla famiglia della Zar"
La tradizione delle Uova Imperiali e la testimonianza di Vittorio Emanuele III
Ogni anno, nel giorno di Pasqua, seguendo la tradizione ortodossa, lo Zar regalava alla Zarina e all'Imperatrice madre un “Uovo” unico e prezioso. All'interno era contenuta una lussuosa sorpresa, simbolica, celebrativa di avvenimenti particolari legati alla storia del regno e della famiglia imperiale. A realizzarli con i materiali più preziosi il grande gioielliere russo, Carl Fabergé, detto “il Cellini del Nord”, che creò così uno dei miti di ricchezza e sfarzo della Russia imperiale. Era lo stesso Fabergé a presentare a corte il prezioso Uovo a cui lavorava per tutto l'anno per stupire lo Zar con l'originalità delle composizioni e la maestria delle creazioni.
La tradizione prese avvio dal 1885, quando Alessandro III regalò l'Uovo con Gallina all'imperatrice Maria Feodorovna e venne proseguita da Nicola II che dal 1894 fino al 1917 commissionò ogni anno due Uova, una per la moglie, la Zarina Alessandra Feodorovna, e l'altra per l'Imperatrice madre.
                  
L'Uovo più spettacolare venne realizzato nel 1896, nell'anno della solenne Incoronazione di Nicola II come “Zar di tutte le Russie”. Per l'occasione la sorpresa dell'Uovo, realizzato in smalto giallo e decorato con aquile bicefale, fu il modello della carrozza dei sovrani (in oro, platino, smalto rosso, diamanti, rubini e cristallo di rocca) sovrastata dalla corona imperiale. Alle feste ricchissime organizzate per l'evento, ultime esibizioni pubbliche dell'antico sfarzo dei Romanov, partecipò anche, tra i re e i principi europei, il giovane Vittorio Emanuele III di Savoia, all'epoca principe ereditario di casa Savoia, che ne lasciò una bella testimonianza:

Tredici esemplari unici delle famose Uova pasquali di Fabergé, eccellenza di una produzione artistica che raggiunse l'apice nel passaggio tra Otto e Novecento, sono presenti in mostra, tra queste, si trovano ben nove Uova-gioiello imperiali, ormai entrate nel mito, realizzate in oro, pietre preziose e materiali pregiati, oltre alla romantica sorpresa a forma di cuore dell'Uovo del 1897. La mostra è dedicata appunto alle opere di alta oreficeria realizzate dal celebre Carl Fabergé, conosciuto anche come Karl Gustavovič Faberže (1846-1920), Maestro gioielliere della corte imperiale dei Romanov. Sono esposti anche 350 preziosissimi capolavori prodotti dalla fabbrica orafa di San Pietroburgo, oggi appartenenti alla collezione della Link of Times Foundation di Mosca. Le opere svelano con la loro bellezza i segreti dei maestri orafi della Maison Fabergé nella lavorazione dei metalli e pietre preziose, oro, argento, cristallo di rocca, diamanti e perle, e soprattutto degli smalti trattati con procedimenti particolari tali da conferire sfumature di colori meravigliosi e cangianti. La mostra illustra il vasto repertorio di oggetti decorativi e accessori di rappresentanza prodotti dalla bottega orafa: dalle cornici per le sacre icone agli orologi, dai set da scrivania alle scatole da sigarette, alle fibbie, borsette e gioielli per signora.
L'evento espositivo della Venaria è anche l'occasione per rievocare i rapporti tra la corte dei Romanov e la corte dei Savoia, dalla visita del figlio e della nuora di Caterina la Grande, i cosiddetti “Conti del Nord” che nell'aprile del 1782 frequentarono proprio la Reggia di Venaria durante il loro famoso Gran Tour, fino al soggiorno dell'ultimo Zar Nicola II in Piemonte, nell'aprile del 1910, quando venne ricevuto al Castello di Racconigi dalla corte e dai rappresentanti del Governo italiano. Sono presentati, attraverso immagini fotografiche e apparati scenografici, i protagonisti del tempo e l'immenso territorio della grande madre Russia.
Il percorso di visita si articola in tre sezioni:
Sezione I
Lo splendore della corte dei Romanov Incentrata sulla spettacolare incoronazione di Nicola II del 1896 alla quale partecipò anche Vittorio Emanuele III di Savoia, all'epoca principe ereditario. Seguono oggetti preziosi, come scatole ornate di perle e pietre preziose, tabacchiere con i ritratti della famiglia imperiale e con il monogramma dei Romanov. A contorno sono presentate in grande formato fotografie storiche di Nicola II, della moglie Alessandra e dei loro figli.
Sezione II
La Fabbrica di Fabergé. Due sale presentano alcune delle tipologie più significative della produzione artistica e artigianale realizzate da Carl Fabergé nella sua grande bottega. Aperta nel 1842 a San Pietroburgo, l'azienda si ingrandì fino a contare quattro sedi in Russia e una a Londra con oltre 500 dipendenti per rispondere alle raffinate e altolocate committenze di tutta Europa. Con la Rivoluzione d'Ottobre, la famiglia Fabergé lasciò la Russia e Carl, ultimo dirigente della fabbrica di famiglia, morì a Losanna nel 1920. Oggi l'originaria Maison Fabergé di San Pietroburgo, dopo alterne vicende e passaggi di proprietà, ha ripreso la produzione delle Uova sui disegni originali trovati negli archivi di Stato. Tra i preziosi manufatti, sono presenti in mostra anche alcune icone sacre, create per la devozione privata, la cui decorazione in oro, argento e smalti incastonati raggiunse vette di puro virtuosismo artistico.
Sezione III
Le Uova imperiali. In esposizione sono presentate tredici Uova pasquali di Fabergé, delle quali ben nove commissionate dagli Zar e cinque da committenti privati, quali la duchessa di Marlborought, l'americana Consuelo Vanderbilt e la famiglia di industriali russi Kelch. Ad esse si aggiunge la sorpresa di un Uovo imperiale oggi disperso: uno splendido cuore rosso smaltato e ornato di diamanti, al cui interno si cela un trifoglio verde con le miniature imperiali. Sono esposti, inoltre, il primo Uovo imperiale ad essere realizzato, l'Uovo con Gallina del 1885, ma anche il penultimo, l'Uovo con la Croce di San Giorgio del 1916. Le Uova del 1917 non giunsero mai a corte per le note tragiche vicende storiche e lo sterminio dell'intera famiglia imperiale. Tra gli altri, il prezioso primo Uovo donato alla nuova Zarina Alexandra, il Bocciolo di rosa del 1895, e poi quelli del 1911, il romantico Uovo con l'Albero di lauro che racchiude un usignolo, e il celebrativo dei 15 anni del regno dello Zar, dove sono riprodotti i ritratti della famiglia imperiale e i principali episodi della loro vita.
Chiude il percorso espositivo la curiosa storia delle 54 Uova imperiali: dalla Rivoluzione del 1917 alla musealizzazione di parte di esse a Mosca, fino al collezionismo mondiale di oggi e al loro mito nel cinema e nella letteratura.
Realizzazione
Consorzio La Venaria Reale e The Link of Times Cultural and Historical Foundation di Mosca (creata dal grande magnate russo Viktor Vekselberg nel 2004 all'indomani dell'acquisto della collezione Fabergé, prima di allora proprietà di Malcom S. Forbes).
La Link of Times, con oltre 3.500 straordinari capolavori di Fabergé, è attualmente la più grande raccolta al mondo di Uova Fabergé: sta svolgendo un ampio programma di recupero di oggetti d'arte e storia che costituiscono l'identità russa, per riportarli in patria e renderli disponibili al grande pubblico in ogni parte del mondo La mostra nasce nell'ambito dalle celebrazioni culturali italo-russe organizzate nel 2011, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio italiano e il coordinamento del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. È realizzata con il supporto di MondoMostre.

Repost 0
Published by il conte rovescio - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
15 luglio 2012 7 15 /07 /luglio /2012 07:49


 
Sagra Del Salamino 
il: 28/07/2012 dalle 20.00
Piemonte Toleto - Ponzone (AL)
6^ Sagra del Salamino Sabato 28 luglio 2012 Toleto di Ponzone (AL) Sulla bella piazza del paese, dalle ore 20:00, sarà possibile gustare i famosi salamini messicani cucinati ad arte dalle cuoche 

 
Rinfraschettiamoci! 
II Sagra della pasta fresca
dal 20/07/2012 al 22/07/2012
Piemonte Spinetta Marengo - Alessandria (AL)
RINFRASCHETTIAMOCI! II Sagra della pasta fresca Dal 20 al 22 luglio 2012 SPINETTA MARENGO (AL) Seconda sagra della pasta fresca RINFRASCHETTIAMOCI! la sagra più inn dell'estate 2012! 20-21-22 

 
Sagra del Miele di Locana 
dal 18/07/2012 ore 20.30 al 22/07/2012
Piemonte Pratolungo - Locana (TO)
5a Sagra del Miele Si svolgera' dal 18 al 22 Luglio 2012 la Sesta Sagra del Miele a Pratolungo, frazione di Locana Canavese (TO) 
 
Sagra della Tagliatella e del Ginghiale 
dal 14/07/2012 al 22/07/2012
Piemonte Basaluzzo (AL)
SAGRA DELLA TAGLIATELLA E DEL CINGHIALE BASALUZZO AL PIEMONTE sabato 14 - domenica 15 luglio e sabato 21 - domenica 22 luglio 2012 Le cene si svolgono nello sferisterio comunale 


Sagra Del Mirtillo 
Mirtilli dei Laghi e della Montagna
dal 14/07/2012 ore 19.30 al 15/07/2012 ore 22.00
Piemonte Nebbiuno (NO)
La Sagra del Mirtillo Mirtilli dei Laghi e della Montagna dal 14 Luglio 2012 al 15 Luglio 2012 Nebbiuno - Piazza Caduti di Nassyria Nebbiuno (NO) A Nebbiuno è stagione di mirtilli 


 
Sagra dello Stoccafisso 
dal 13/07/2012 al 28/07/2012
Piemonte Vignole Borbera (AL)
12^ SAGRA DELLO STOCCAFISSO 13-14 E 27-28 Luglio 2012 LA 12° SAGRA DELLO STOCCAFISSSO A VIGNOLE BORBERA PRESSO AREA SAGRE IN VIALE TORINO (TENSOSTRUTTRA ANCHE IN CASO DI MALTEMPO LA ... 


Sagra Helix Pomatia 
15° edizione
dal 13/07/2012 ore 19.30 al 16/08/2012
Piemonte Tricerro (VC)
Festa Patronale 15° sagra dell' Helix Pomatia 13-14-15-16 Luglio 2012 Non solo lumache, fritto di pesce, arrosti, agnolotti, salame sotto grasso, lingua in salsa, patatine, ecc... 

 
Sagra dello spiedino 
dal 13/07/2012 ore 19.00 al 16/07/2012
Piemonte Feletto Canavese - Feletto (TO)
SAGRA DELLO SPIEDINO 13-16 Luglio 2012 18° edizione Ecco il programma della manifestazione! VENERDI 13 LUGLIO ore 19,00 Apertura della 18° Edizione della Sagra : nel padiglione ... 
Si svolge a Asigliano Vercellese, Vercelli (Piemonte)
Da venerdì 27 luglio 2012  a lunedì 30 luglio 2012 
Il calendario delle manifestazioni presenta serate danzanti, spettacoli musicali, gare di bocce e, naturalmente, tutte le sere, grande cucina tipica vercellese.
    
 
Si svolge a Gambasca, Cuneo (Piemonte)
Da sabato 28 luglio 2012 a domenica 29 luglio 2012
Festa patronale di San Giacomo
 
Si svolge a Pamparato, Cuneo (Piemonte)
Da sabato 28 luglio 2012 a martedì 31 luglio 2012
Un grande scenario che coniugherà le tradizioni piemontesi e liguri, tra cultura, artigianato, curiosità e spettacoli di ogni genere.
 
Si svolge a Dronero, Cuneo (Piemonte)
Da domenica 29 luglio 2012 a domenica 29 luglio 2012
Repost 0
Published by il conte rovescio - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 18:13

http://www.eventiesagre.it/images/upload/image/2012/feste/sicilia/giugno/festa_tosatura_350x490.jpgL’iniziativa dell’Associazione è quella di promuovere e pubblicizzare le tradizioni della nostra terra, gli “antichi mestieri” sono un patrimonio di esperienze, di professionalità e di cultura del territorio che oggi Rischiano di sparire . Perché sono sempre più numerosi i lavori che, incalzati dalle moderne tecnologie, devono cedere il passo ad altre attività produttive. L’abbandono di queste antiche attività lavorative sta provocando un danno culturale incalcolabile, oltre a quello economico, compromettendo l’economia dei piccoli centri come il Nostro. Per la tutela degli antichi mestieri, e per offrire occasioni di lavoro alle nuove generazioni è fondamentale sostenere queste attività.
Proprio per questi motivi l’associazione, con questa iniziativa della Festa della Tosatura vuole sostenere e diffondere una tradizione che ogni anno si ripete in primavera nelle aziende zootecniche locali.
In concreto vuole rappresentare nella Piazza centrale della frazione San Marco, i momenti principali della giornata della Tosatura, con la dimostrazione pratica della Tosatura tradizionale degli ovini, con la dimostrazione del procedimento per preparazione della ricotta, della tuma e del maiorchino, e a seguire i momenti in cui si assaporano le pietanze preparate in questa ricorrenza, la “ Pasta alla curatta” preparata con sugo di carne di pecora e condita con ricotta grattugiata, la pecora arrosto accompagnata da un buon vino locale, per poi continuare a festeggiare con balli locali intrattenuti da alcuni componenti del gruppo folkloristico.

L'economia Novarese in larga parte, è ancora fondata sulla pastorizia: gli ovini grazie ai pascoli di alta qualità delle nostre campagne producono un latte di alto livello che, successivamente, viene lavorato dai pastori. Tutto ciò che ruota attorno alla pecora è ricco di valenze e significati culturali, tipici della tradizione pastorale Siciliana.
In primavera, quando i primi caldi iniziano a opprimere le pecore, è tempo di alleggerirle dell'oramai ingombrante manto lanoso: è il momento della tosatura, è un vero e proprio rito che ha i suoi luoghi e i suoi cerimoniali.
Le varie fasi della giornata della tosatura sono così suddivise:

http://cdn.livenetwork.it/news/188284/gallery/333417_634738003614790225_IMG_1220_400x409.JPGI Preparativi
La famiglia del pastore si prepara all'evento: Gli uomini preparano i sacchi di orbace (oggi si usano soprattutto quelli in canapa e plastica) per riporci la lana, oliano le forbici e preparano il vino mentre le donne cominciano a preparare i succulenti cibi per il banchetto. I Pastori dopo aver raggruppato i loro greggi dalle montagne li conducono all’interno delle “mandrie” (recinto chiuso in rete metallica o pietra o frasche).
Dopo l'adunata delle pecore all'interno della “mandria”, ad una ad una le pecore vengono catturate, sdraiate sul dorso e, legate insieme le 4 zampe con una “pastura” (cordicella), la pecora è immobilizzata e pronta ad essere tosata.

Le forbici per tosare
sono forbici di ferro brunito, appuntite, grandi, lunghe circa 35 cm, con lame triangolari affilatissime forgiate in unico pezzo di ferro. Hanno un aspetto arcaico, ricordano le armi nuragiche e micenee, le armi delle millenarie culture pastorali del Mediterraneo. Nel corso della tosatura le forbici vengono bagnate e affilate con la “mola tradizionale” di continuo: diventano veri e propri rasoi che, insieme all'abilità del pastore, permettono un tosatura perfetta.
Con l’avvento della tecnologia, oggi si usano per tosare le tosatrici elettriche simili a quelle del barbiere ma più grandi in dimensioni e con denti più lunghi.

Il taglio
http://www.valbrembanaweb.org/varie/ornica/pecore/Tosatura-Pecore-2012-3.jpgDurante le operazioni di taglio le forbici o le tosatrici elettriche sono maneggiate con destrezza ma anche con accortezza per non ferire la pecora. Il pastore sta chino sull'animale legato che talvolta tenta comunque di divincolarsi.
Bisogna tosare la pecora in tutte le parti del corpo, dalla testa fino alla coda e bisogna tosare in modo tale che il vello venga via come una pelliccia composto e uniforme. Finite le operazioni di taglio, la pecora è libera e ritorna nella mandria.
La tosatura è una pratica necessaria per il benessere degli ovini, ma anche perché la lunghezza del vello può essere un impedimento per l'animale, sopratutto nella stagione estiva, infatti, impigliandosi nei cespugli, potrebbe riempirsi di spine, ferendosi. In passato, grazie all'elevato valore della lana, la pratica era sicuramente remunerativa; oggi invece la lana è considerata pressoché uno scarto.

Il banchetto
Il banchetto, immancabile, rappresenta una vera e propria consumazione cerimoniale.
La base del pasto è la pecora, la ricotta e il formaggio.
Dopo il banchetto s’inizia a cantare e ballare accompagnati da alcuni suonatori, che rievocano le tradizioni siciliane.

 

Organizzatore:
ASSICIAZIONE CULTURALE

Sito Web: Vai al sito...
Email: davy80@hotmail.it

Telefono: 3384512337
Manifestazione all'aperto

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
18 giugno 2012 1 18 /06 /giugno /2012 18:05

http://www.girasicilia.it/wp-content/uploads/2011/06/muzzuni-giugno.jpgUna delle Feste Popolari più antiche d'Italia il 24 Giugno 2012
Per risalire alle origini della festa della festa del "MUZZUNI", che ogni anno si svolge ad Alcara li Fusi il 24 Giugno, in occasione del solstizio d'estate, è necessario tornare indietro nel tempo, al periodo in cui alcuni greci sfuggiti alla distruzione di Troia, trovarono rifugio dove sorge attualmente il paese. Ancora oggi riecheggia l'anima di questo popolo ed il Muzzuni è la prova tangibile di ciò, rivelandosi come la prosecuzione delle celebrazioni elleniche dei misteri propiziatori dedicati alle divinità Adone, Demetra e Afrodite, divinità della terra, della vegetazione, della fertilità e dell'amore.

I riti legati all'esperienza della morte e della rinascita della natura, della capacità degli esseri viventi di fecondare e procreare divennero feste agricole di valore propiziatorio e purificatorio, arrivando fino ai nostri giorni con tutto il loro fascino ed i loro significati profondi.

http://2.bp.blogspot.com/-uuVzIsipMRk/TfMt6WY_bdI/AAAAAAAAYG8/wyDTODYYirQ/s1600/muzzuni.jpgLa sera del 24 giugno si respira un'incantevole atmosfera tra le viuzze di Alcara. Negli angoli più caratteristici vengono allestiti dei veri e propri altari, il cui protagonista principale è proprio il Muzzuni. Ogni piccolo dettaglio cela un significato intrinseco, a cominciare dalla brocca: infatti nell'idioma siciliano "muzzuni" significa proprio brocca dal collo mozzo. I contadini dell'antica tradizione solevano sotterrare la brocca nei campi seminati, affinchè la Madre Terra favorisse un raccolto abbondante. La semente germogliata nella brocca di terracotta rappresenta i campi seminati in autunno ed in inverno che vengono alla luce germogliando in primavera. Le spighe di grano rappresentano il rinnovarsi della fertilità della terra nel corso delle stagioni, mentre i rametti di rosmarino sembrano essere un richiamo al fiume Rosmarino, e quindi alla potenza rigenerante dell'acqua.

La festa si svolge subito dopo il crepuscolo, negli antichi quartieri dove le donne decorano, con ori e spighe, una brocca dalla testa mozzata, posta sopra un altarino sistemato tra le "pizzare", tappeti colorati tessuti al telaio. Attorno all'altare si festeggia con danze e canti d'amore fino alle prime ore del mattino.

Le strade si animano di un via vai di gente, di canti polifonici che inneggiano all’amore ed al lavoro nei campi, dei colori accesi delle pizzare tessute dalle donne alcaresi. Tutto crea sintonia tra gli uomini, si sciolgono le inimicizie e si intreccia il comparatico. La tradizione popolare, infatti, vuole che in questo giorno si stringano i cosiddetti "cumparanzi", promesse di amicizia fraterna tra due persone, attraverso il rito dell'intreccio del dito mignolo e la recita di una breve filastrocca:

 

"Iriteddu fàcitini amari,
chi 'nni ficimu cumpari;
'zoccu avemu nni spartemu
e mai 'nni sciarriamu,
Cumpari semu e cumpari ristamu quannu veni 'a morti 'nni spartemu"
Piccolo dito facci amare,
perchè ci siamo fatti compari quello che abbiamo ci dividiamo
e giammai litighiamo
compari siamo e compari restiamo Quando viene la morte ci separiamo.


Durante la festa si possono conoscere i prodotti artigianali tipici della zona e gustare le specialità gastronomiche locali. Nella stessa giornata, ma nel pomeriggio, si festeggia S. Giovanni Battista, anch'egli con la testa mozza, con una particolare processione a cui partecipano le antiche confraternite tuttora presenti nel paese.

 

Organizzatore:
Comune di alcara li fusi

Telefono: 3472927684
Manifestazione all'aperto

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento
16 giugno 2012 6 16 /06 /giugno /2012 20:42
Pare dunque che l' estate sia entrata nella fase crescente del caldo e della voglia di quasi tutte le persone di  evadere da un fine settimana alquanto noioso.... posso suggerire diverse localita', nel mese di giugno che potranno essere di aiuto a chi, magari, non ha organizzato un giorno del fine settimana da passare in solitaria o, in allegra compagnia, oppure... in famiglia: si apre una sezione dedicata al fine settimana  di sagre, feste che riguardano il Piemonte. Non metto il resto dell' Italia in quanto con cosi' numerose sagre e feste, diverrebbe difficle seguirle tutte. Per chi avesse comunque richieste da fare, resto a disposizione.
 Festa di San Vito
Si svolge a Nole, Torino (Piemonte)
Da mercoledì 6 giugno 2012  a mercoledì 20 giugno 2012 
Il giorno della festa liturgica del Santo “da tempo immemorabile” vengono portati al Santuario i bambini per invocare su di loro la benedizione del Signore e la protezione di San Vito.
mercatini dell' antiquariato del 17 giugno 2012:
RIVOLI,
PIAZZA DELLA  GRAN MADRE A TORINO,
PINEROLO,
BACONATA DI VIA S. DONATO,
BIBIANA,
PIANEZZA,
VENARIA,
VILLAFRANCA PIEMONTE,
BORGO D' ALE
BORGO S. DALMAZZO,
ENTRACQ ,
SALUZZO E SCARNAFIGI

 IN OCCASIONE SPECIALE,GIOVEDI' 21 GIUGNO MERCATINO DI SERA AL BALOON, DALLE 17 ALLE 22

Palio dei Rioni
Si svolge a Maggiora, Novara (Piemonte)
Da giovedì 14 giugno 2012  a domenica 17 giugno 2012 
Oltre 100 figuranti, in costumi d’epoca del 1300 fanno a gara per rievocare emozioni del passato, rese ancor più vivide dalle singolar tenzoni che vedono i vari rioni affrontarsi con spirito ardito e sano campanilismo.
      
 
L'Assedio di Canelli
Si svolge a Canelli, Asti (Piemonte)
Da sabato 16 giugno 2012  a domenica 17 giugno 2012
Più di duemila figuranti in costume si incontrano per far rivivere lo storico assedio subito nel 1613.
Fiera medioevale di San Rocco
Si svolge a Magnano, Biella (Piemonte)
Da venerdì 10 agosto 2012 a domenica 12 agosto 2012
La fiera si svolge nel suggestivo Ricetto di Magnano animato da giocolieri, giullari, accompagnamenti musicali e banchetti tipici medievali.
Alla corte dei Rivalba
Si svolge a Castelnuovo Don Bosco, Asti (Piemonte)
Da sabato 16 giugno 2012 a domenica 17 giugno 2012
Rievocazione storica della vendita della proprietà dei Rivalba agli astesi.
Palio Storico alla Corte del Conte Rosso
Si svolge a Avigliana, Torino (Piemonte)
Da lunedì 18 giugno 2012 a martedì 19 giugno 2012
Origine del Palio è il passaggio in Avigliana nel 1383 di Valentina Visconti che andava sposa a Luigi, fratello del Re di Francia.
Giostra de l'Oca e Palio dei borghi
Si svolge a Fossano, Cuneo (Piemonte)
Da sabato 23 giugno 2012 a sabato 23 giugno 2012
La Città di Fossano rinnova il tradizionale appuntamento con la Giostra de l’Oca – Palio dei Borghi, rievocazione in costume delle celebrazioni con cui, nel 1585, i fossanesi salutarono il passaggio del Duca Carlo Emanuele I di Savoia.
Sabato 23 e Domenica 24 Giugno 2012 la seconda edizione della Festa del Maggiociondolo che tanto successo ha riscosso nella sua prima edizione con migliaia di visitatori. In occasione di tale ricorrenza si terrà, nelle vie e piazze di Cesana (To), la mostra mercato di fiori, erbe e piante di montagna con la presenza di stand a tema floreale di professionisti e hobbysti. Animazione e spettacoli gratuiti per grandi e bambini.
dal 22/06/2012 al 24/06/2012 - Moriondo Torinese (TO) 
         Terza Festa della Musica di Moriondo Torinese        

dal 23/06/2012 al 24/06/2012 - Nebbiuno (NO) 
         Sagra di Scires

dal 02/06/2012 al 30/06/2012 - Cavaglià (BI) 
         Le aromatiche della cascine        

dal 22/06/2012 al 01/07/2012 - Villanova Canavese (TO) 
      21 Villexpo
  sabato 23 giugno, notte bianca a Orbassano e Rivoli , con negozi aperti fino a mezzanotte   
Repost 0
Published by il conte rovescio - in SAGRE E FESTE IMPORTANTI
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg