Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
8 novembre 2013 5 08 /11 /novembre /2013 23:10

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AVIANO. Gli americani di Aviano si esercitano con le atomiche. E non soltanto loro: anche gli italiani (con i cacciabombardieri Tornado Ids della base di Ghedi), i tedeschi, i turchi... Ovvero i Paesi nei quali è presente, come evidenziato da tempo e da più analisti internazionali del settore militare-strategico, il residuo armamento atomico di provenienza statunitense, retaggio della Guerra fredda. I tagli Usa alle basi in Europa, avvenuti negli ultimi anni, hanno comportato un dimagrimento delle testate. In Italia, tra Aviano e Ghedi Torre (Brescia), ne rimarrebbero una settantina, la maggior parte stoccate nell’aeroporto pedemontano.

L’esercitazione. Negli ambienti militari della Nato è conosciuta come “Steadfast Noon”. Ha cadenza annuale e viene effettuata a rotazione nelle basi aeree europee per addestrare i reparti abilitati all’uso degli ordigni nucleari, le atomiche del modello B-61. Nel 2001 venne ospitata nella base olandese di Volkel, l’anno scorso, dal 15 al 26 ottobre, nella base tedesca di Büchel.

 

Quest’anno è toccato ad Aviano (dal 22 al 31 ottobre), come già avvenuto nel maggio del 2010. I protagonisti sono sempre gli stessi: olandesi, tedeschi, belgi, turchi e italiani. Unificate le procedure per “manipolare” correttamente questi delicati ordigni, stoccati in bunker sotterranei a pezzi, con le testate staccate dall’involucro della bomba – quello che viene agganciato all’aereo – per questioni di sicurezza. Il tutto sotto la supervisione di uno speciale reparto statunitense, il quale ha la gestione vera e propria degli ordigni, garantendone la manutenzione ordinaria e non.

Si è sempre mantenuto un basso profilo nel divulgare questo genere di attività, e non soltanto in Italia (l’anno scorso le proteste dei pacifisti all’estero anticiparono addirittura l’avvio dell’esercitazione). Ma le informazioni viaggiano su internet con la velocità della luce. E così, recentemente, in alcuni siti specializzati sono emerse le prime indiscrezioni sull’edizione 2013. In uno dei siti è comparso anche un dettagliato schema degli spazi aerei italiani utilizzati dai jet e dagli Awacs che garantiranno la copertura radar dal cielo.

L’igloo gelato. A destare curiosità è soprattutto un dettaglio di “Steadfast Noon 2013” ad Aviano. Un’esercitazione nell’esercitazione, sempre in ambito Nato. Va sotto il nome di Cold Igloo, più o meno igloo gelato. A prima vista non significa nulla, se non fosse che nel gergo militare Usa con “igloo” vengono indicati genericamente i ricoveri corazzati nei quali sono stoccate le atomiche. La Federation Of American Scientist (Fas), da tempo va indicando ad Aviano la presenza di 18 caveau corazzati sotterranei, all’interno di altrettanti hangar. Si tratterebbe di speciali rastrelliere, a scomparsa nel sottosuolo – anche di queste vi sono dettagliate informazioni nel web – in grado di contenere complessivamente 72 ordigni.

Annotava nel 2001 l’analista Hans M. Kristensen, direttore del Progetto di informazione atomica del Fas: «Sono tutte bombe B-61 adatte agli F-16, gli aerei del 31° Fighter Wing. Le bombe sono funzionanti e di due versioni: B61-3 e B61-4. A partire dal 2018, circa, gli Usa prevedono di sostituirle con una nuova versione, la B61-12». Con buona pace di chi ancora non crede nella deterrenza nucleare della Nato. Anche ad Aviano.

 

 

 

 

http://messaggeroveneto.gelocal.it

di Dario Bortolin - 20 ottobre 2013

Repost 0
Published by il conte rovescio - in notizie brevi
scrivi un commento
14 aprile 2013 7 14 /04 /aprile /2013 21:20

Truffe Paypal

Può capitare di cadere in una truffa su Paypal, solitamente questi problemi implicano il “furto” della propria combinazione di nome utente e password con relativo prosciugamento del conto i cui fondi vengono trasferiti su conti correnti ovviamente esterni. La prassi è questa: si viene informati del cambio di password, del cambio della domanda di sicurezza, poi vengono tolti i riferimenti a conti correnti e carte di credito personali e vengono aggiunti conti correnti dove poi vengono trasferiti i fondi sul conto, spesso un po’ alla volta. Può succedere e non sempre dipende da phishing o da scam nei quali si cade (ad esempio accedendo dalla propria mail a un finto Paypal che deruba delle informazioni ufficiali). Come muoversi se si è vittime di truffe per chiedere il rimborso?

La prima mossa è quella di non perdere la calma: Paypal ha una divisione appositamente creata per venire incontro a segnalazioni di problemi. Dal sito ufficiale si deve cliccare su Contatti in basso alla pagina, poi ci sono due vie, la prima è quella di navigare nelle risposte pre-confezionate, oppure si può scrivere una mail. Ma in ogni caso è sempre bene telefonare per un contatto diretto con l’assistenza. Cliccando su questo link si arriverà immediatamente nella pagina di assistenza telefonica. Sarà visualizzato un numero che sarà un codice identificativo per sbrigare meglio e più velocemente la pratica.

La voce guidata proporrà un po’ di soluzioni già pronte, basta perseverare un po’ addentrandosi nei veri “menu” per poter finalmente parlare con un operatore. Questa è l’unica soluzione nel caso in cui non si riesca più a entrare nell’utenza personale e dunque si sia impossibilitati a percorrere altre vie. Si dovrà dimostrare la propria identità dunque si dovranno riportare: email utilizzata per il conto, nome e cognome, numero di telefono e indirizzo personale. Facilmente si verrà passati a chi di dovere a seconda del problema in cui si è incappati. Una volta confermata l’identità e individuato il problema si passa all’ultima fase.

La password verrà nuovamente cambiata, ma la si riceverà per posta tradizionale. Una volta ricevuta la lettera con la chiave alfanumerica, si dovrà tornare su Paypal e accedere. Già, ma se le domande di sicurezza necessarie a ripristinare l’utenza sono state cambiate dal truffatore? Sarà necessario chiamare ancora una volta l’assistenza e richiedere lo sblocco. Successivamente, tutto si ristabilirà. E’ una via certo un po’ lunga e macchinosa, ma è l’unico modo per rimettere mano ai propri dati e soprattutto ai propri soldi.

fonte

Repost 0
Published by il conte rovescio - in notizie brevi
scrivi un commento
30 dicembre 2012 7 30 /12 /dicembre /2012 22:31

http://www.liberoquotidiano.it/resizer.jsp?img=UpkPfA5XLjjMfJj9Gr4x9cVXToivN7L8sZDCyqXkpTY%3D&w=470&h=-1&maximize=true

Premio Nobel nel 1986 e' andata via una delle donne che ho sempre stimato nell'ultimo secolo trascorso! Donna che merita grande stima e dalla immensa bonta', mi piace ricordarla cosi'!

E' morta a 103 anni la scienziata e senatrice a vita Rita Levi Montalcini. Il premio Nobel per la medicina è morta a Roma intorno alle 14 nella sua casa in via di Villa Massimo, in una zona residenziale a due passi da Villa Torlonia. La camera ardente sarà domani dalle 15,30 alle 21.00 al Senato. Parteciperanno Napolitano e Schifani. Le esequie, in forma privata e con rito ebraico, saranno invece celebrate il 2 gennaio a Torino, sua citta' natale, dove sara' sepolta accanto alla sorella gemella Paola.

Quando e' morta la scienziata era con alcune persone care che, accortesi del peggioramento delle sue condizioni, in un primo momento hanno chiamato un'ambulanza. Ma il quadro clinico è andato rapidamente peggiorando e il premio Nobel si è spenta nella sua abitazione. Nel palazzo della Montalcini, al quarto piano dello stabile, vige il più assoluto riserbo. "Sono alcuni mesi che la senatrice non si vede più qui in giro - dice un conoscente - fino a qualche mese fa la si vedeva abbastanza frequentemente fare passeggiate per queste stradine".

LA NIPOTE: 'CONTINUAVA SEMPRE A LAVORARE' - "Ci siamo sentite per telefono per il Natale, ricordo ancora le sue parole, mi chiamava sempre 'tesoro'; ero venuta a Roma una decina di giorni fa e stava benissimo: continuava a lavorare ed era sempre gioiosa". A ricordarlo è la nipote di Rita Levi Montalcini, Piera, appena arrivata nella casa romana. Accompagnata dal presidente della Comunità ebraica di Roma Riccardo Pacifici, Piera Montalcini ha voluto ricordare la zia come una "donna con un carisma enorme", ora ha ripetuto più volte "è un momento molto difficile". "Si è spenta come si spegne un faro. Per fortuna non ha sofferto", ha detto ancora Piera Levi-Montalcini, consigliere comunale a Torino nel gruppo dei Moderati.

LE SUE FRASI SIMBOLO - Tra le frasi simbolo della scienziata: "Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo. Io sono la mente". E poi: "Le donne che hanno cambiato ilmondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non laloro intelligenza". "Rare sono le persone che usano la mente, poche coloro che usano il cuore, uniche coloro che le usano entrambe". Ancora: "Nella vita non bisogna mai rassegnarsi,arrendersi alla mediocrità, bisogna coltivare il coraggio di ribellarsi". "Meglio aggiungere vita ai giorni che giorni alla vita". E poi i suoi appelli a non cancellare il futuro dei giovani e dei ricercatori.

NAPOLITANO COMMOSSO, CORDOGLIO DEL PAESE - Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha appreso della scomparsa di Rita Levi Montalcini, si apprende, direttamente dalla nipote Piera alla quale ha espresso commossa partecipazione e il cordoglio del paese.

MONTI,GRANDE ESEMPIO DONNA CARISMATICA E TENACE - "Voglio ricordare la ricercatrice che con il Premio Nobel del 1986 ha dato lustro al nostro Paese e alla ricerca scientifica. Ma soprattutto voglio ricordare l'esempio di una donna carismatica e tenace, che ha dato battaglia per tutta la vita per difendere i valori in cui credeva". Lo dice il presidente del Consiglio Mario Monti ricordando Rita Levi Montalcini. Il Presidente del Consiglio Mario Monti - si legge in una nota - appresa la notizia della scomparsa della neurologa e senatrice a vita Rita Levi Montalcini, ha espresso profondo dolore e cordoglio. "Voglio ricordare - ha detto il presidente - la ricercatrice che con il Premio Nobel del 1986 ha dato lustro al nostro Paese e alla ricerca scientifica. Ma soprattutto voglio ricordare l'esempio di una donna carismatica e tenace, che ha dato battaglia per tutta la vita per difendere i valori in cui credeva". Il Presidente ha rievocato gli anni all'estero della senatrice, l'impegno di medico a fianco dei militari e l'attività della Fondazione da lei creata per dare ai giovani, soprattutto di sesso femminile, l'opportunità di formarsi e dare vita a una classe di donne in grado di svolgere un ruolo centrale nella vita scientifica e sociale del proprio Paese. "L'umanità è fatta di uomini e donne e deve essere rappresentata da entrambi i sessi": riportando alla memoria le parole celebri di Rita Levi Montalcini il Presidente ha auspicato che l'esempio di questa donna coraggiosa resti vivo nella memoria di tutti gli italiani

 

 

FONTE 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
13 dicembre 2012 4 13 /12 /dicembre /2012 22:46
       

              http://a1.ec-images.myspacecdn.com/images02/129/fb1cb20288b54a75afbab5ebb52a5fbf/l.jpg

I Karbonica sono una band Catanese nata il 12 Dicembre 2008 dall'unione di cinque appassionati di musica rock e suoi derivati. La band suona rock italiano inedito ed il 16 Aprile 2012 ha pubblicato il suo primo lavoro autoprodotto, intitolato "Live in studio", contenente 7 tracce. Il sound dei Karbonica affonda le sue radici nel rock internazionale degli anni '70, '80 e '90 con non indifferenti influenze pop/rock. I Karbonica sono: Riccardo Trovato (voice) Enrico Trovato (drum) Giuseppe Puglisi (bass) Giuseppe Pecci (guitar) Giancarlo Sancio (guitar)

 

Qui' potete ascoltare alcuni brani del gruppo:

 

 

 

 

 

 


 
Il sito ufficiale del gruppo e' questo!

 

 

 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
5 dicembre 2012 3 05 /12 /dicembre /2012 21:36

Ufo. Missione Europa 

 

 

 Appuntamento ufologico con documentario basato sul 1936, su avvistamenti inspiegabili e nascosti sotto ordine di Mussolini.

Giugno 1933: un "aeromobile sconosciuto" precipita sulla metropoli lombarda. Il duce ordina: "Silenzio assoluto".

Inizia così la prima delle 4 puntate puntate sugli UFO, mettendo in gioco ciò che sappiamo adesso, con quello che succedeva 80 anni fa riguardo alla sfera ufologica. Lo scopo delle puntate che tratteranno testimonianze e ricostruzioni, è quella di mostrare allo spettatore il mistero che ancora oggi, riecheggia attraverso la storia.

Gli appuntamenti su national geographic:

  1. Gio 06/12
    21:55

    Ufo. Missione Europa

  2. Sab 08/12
    01:45

    Ufo. Missione Europa

  3. Sab 08/12
    20:55

    Ufo. Missione Europa

  4. Dom 09/12
    23:55

    Ufo. Missione Europa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Repost 0
Published by il conte rovescio - in notizie brevi
scrivi un commento
23 novembre 2012 5 23 /11 /novembre /2012 12:10

Intestino, polmoni, cuore, lingua, occhi, scarti di macelleria, ossa, sale e grasso animale. Non, no è la ricetta della zuppa di una strega ma gli ingredienti della “carne” di un Doner Kebab. 

                             

Una moda spopolata in tutta Europa, il kebab è diventato il fast food più diffuso, da Londra a Barcellona, Roma, Berlino, Parigi, milioni di persone lo mangiano ogni giorno, senza sapere che cos’è e quanto pericoloso è per la salute.

Mahmut Aygun, emigrato in Germania dalla Turchia negli anni Settanta è stato uno dei primi fautori della diffusione di questo alimento nel nostro continente. Pare che, originariamente, nei paesi arabi dove è nato, il kebab fosse un piatto artigianale e rustico di carne, anche abbastanza fresco e nutriente, servito con verdure e salse speziate. Il Doner Kebab (ovvero la versione “da passeggio”, diffusa dalla Germania in tutta Europa, ndr), invece, non ha niente di nutriente, né di buono, purtroppo.

Quel sapore anche “non male” e a volte appetitoso, che chiunque abbia mangiato un kebab conosce, non è nient’altro il risultato della lavorazione della carne con quantità spropositate di grasso animale e spezie: questo è quello che inganna il palato.

Chi è abituato a mangiare hamburger da McDonald od altre schifezze del genere, sa bene che il panino sembra buono: questo è solo un sapore indotto dal grasso utilizzato nel processo di lavorazione della carne.


Vi propongo i risultati di un’analisi condotta in Inghilterra da un equipe di scienziati e nutrizionisti (il testo integrale della ricerca è pubblicato di seguito in formato .pdf, ndr) e spero che vi facciano cambiare idea al momento di decidere se entrare in un “ristorante” che offre kebab.
più del 50% dei Doner Kebab contiene carne diversa da pollo o vitello, la maggioranza dei kebab sono un miscuglio di carni diverse, tra cui quella di pecora e di maiale;
a parte nei kebab realizzati con un’amalgama di carni di vitello, pollo, tacchino, pecora, maiale, in circa il 9% dei casi non si è potuta individuare con chiarezza la natura della carne utilizzata nel processo di triturazione;
un kebab contiene tra il 98% (nel migliore dei casi analizzati) ed il 277% della quantità giornaliera di sale accettabile, oltre la quale la salute di un essere umano è a rischio;
un singolo kebab contiene tra le 1.000 e le 1.990 calorie (senza considerare le verdure e le salse, ndr);
un altro dato scandaloso è che ogni kebab contiene tra il 148% ed il 346% della quantità di grassi saturi assimilabili giornalmente da un essere umano (sempre considerando solo la carne, ndr);

La totalità dei kebab diffusi dalla Germania in tutta Europa, contengono una quantità elevatissima di conservanti ed additivi chimici, necessari per poter assicurare la conservazione del prodotto per mesi. Inoltre, durante il loro trasporto ed all’interno degli stessi stabilimenti dove sono venduti al pubblico, questi rotoloni di “carne” sono soggetti a gravi interruzioni della catena del freddo, in seguito a continui e ripetuti congelamenti e descongelamenti.

Buon appetito.  
 

 

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
22 settembre 2012 6 22 /09 /settembre /2012 09:48

Dall’inizio del 2012 i clienti dei Compro in Italia sono aumentati del 20% rispetto allo scorso anno e nell’arco del 2011 i che lo acquistano sono cresciuti del 15%. Chi sono questi clienti?

Sono famiglie, ma anche pensionati, dipendenti, padri di famiglia, studenti, persone in diffocltà, magari respinte dalle banche, che hanno bisogno di contanti subito. Secondo una ricerca dell’Adoc, sono circa 350mila euro per esercizio con un totale nazionale di quasi 2 miliardi di euro. In pratica si ricorre ai “gioielli di famiglia” pur di racimolare denaro per far fronte a qualsiasi tipo di spesa, dal pagare la bolletta a comprare generi di prima necessità al supermercato. Chi vende è quasi sempre in forte difficoltà economica e ha ben poco da contrattare per alzare il prezzo, quindi finisce per accettare prezzi molto bassi. Inoltre l’oro comprato dovrebbe essere fuso per legge  ma in realtà non avviene sempre. Spesso, invece, gli oggetti di maggior pregio sono reimmessi in commercio, con margini di guadagno maggiori.

Il boom dei ” “, è generato soprattutto da una normativa che è piena di buchi, non si paga l’, perché l’attività è considerata “di rottamazione”. Resta solo un registro a dimostrazione del passaggio di proprietà di un’ oggetto, l’unico obbligo è la registrazione dei dati del venditore, che spesso viene ignorato.

 

Cinque regole “d’oro” per evitare le fregature, su consiglio dell’ ADOC:

 

1.  Aggiornatevi costantemente sulle quotazioni dell’oro per evitare che i venditori, nel determinare il prezzo, partano da un valore diverso dal reale.

2.  Fate attenzione alla purezza dell’oro, cioè se è a 18K (composto al 75% da oro e al 25% da altre leghe) o a 24K (oro puro). Spesso il prezzo pubblicizzato si riferisce a quest’ultimo, ma se vendete oro a 18K il prezzo verrà ridotto del 25%. E non tutti i Compro oro accettano di acquistare oro puro.

3.  Prima di portarlo in negozio pesate l’oro su una bilancia digitale o, se non l’avete, presso un gioielliere di fiducia. Non è raro che nei Compro oro la bilancia segni un peso inferiore a quello reale.

4.  Accettate solo pagamenti in contanti e non uno scambio di preziosi, di cui non conoscete nature e provenienza.

5.  Diffidate dei negozi che non richiedono documenti di identità per la compravendita, tutte le transazioni di oro devono essere registrate per legge.

 

 

 

Fonte

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
28 agosto 2012 2 28 /08 /agosto /2012 21:02

http://3.bp.blogspot.com/-duQMzUywFYo/T2qGCccVb0I/AAAAAAAAAm0/QfC3KsIcoyc/s1600/Caccia.jpgVia libera dal calendario venatorio siciliano 2012-2013. In Sicilia si potrà cacciare dall´1 settembre ma fino al 15 settembre sarà consentito solo in regime di preapertura ai cacciatori residenti nell´isola, nel rispetto delle limitazioni poste dall´Ispra (Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca ambientale) per la caccia al coniglio selvatico, alla tortora e al colombaccio, e per un massimo di quattro giornate a scelta del cacciatore.

Nel nuovo calendario sono state introdotte alcune novita´: sara´ consentita la caccia in appostamento al colombaccio dall´1 al 10 febbraio, sempre nel rispetto delle norme e del parere positivo dell´Ispra; sara´ possibile cacciare anche nella aree Sic e Zps, ma nell´assoluto rispetto di quanto prevede il decreto Pecoraro Scanio del 17 ottobre 2007.

"Lo sforzo compiuto in questa fase – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura Francesco Aiello - e´ stato quello di procedere alla definizione del calendario attraverso un confronto che ha portato a percorsi condivisi con il Comitato faunistico venatorio e le associazioni di categoria. Le difficolta´ comunque rimangono e potranno essere completamente superate quando sara´ finalmente e definitivamente approvato il Piano. Eventuali emergenze, a tutela di nuove aree sottoposte a vincoli naturalistici, saranno immediatamente rilevate e introdotte nelle prescrizioni del calendario".

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
20 agosto 2012 1 20 /08 /agosto /2012 21:25
Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento
24 luglio 2012 2 24 /07 /luglio /2012 06:29

Misterioso ritrovamento di due mummie realizzate con i resti di sei persone diverse: un macabro scherzo dal passato o un'antica prassi amministrativa?
 http://www.focus.it/Allegati/2012/7/frankensteinmummy2_709512.jpg

              Una delle mummie Frankestein scoperte in Scozia (Mike Parker Pearson/University of Sheffield)

La notizia è di quelle che fanno venire la pelle d'oca: un team di ricercatori dell' Università di Mancherster ha recentemente scoperto in Scozia due corpi mummificati vecchi di 3000 anni, che sono in realtà composti dai resti di sei persone diverse. Si tratta insomma di due mummie Frankenstein.
I misteriosi reperti sono stati trovati a Cladh Hallan, un sito archeologico che si trova su un'isola a Sud Est delle coste scozzesi, e si tratta delle prime mummie mai rinvenute nel Regno Unito.

Horror preistorico
Le analisi condotte sul DNA delle ossa e la loro datazione con il metodo degli isotopi hanno permesso di scoprire che le mummie sono state assemblate e tumulate 600 anni dopo la morte delle diverse persone. Ma qual è il significato di questi macabri manufatti?
Secondo Terry Brown, il ricercatore responsabile del progetto, la risposta potrebbe essere semplice: le ossa “nuove” sono state utilizzate per sostituire alcune parti mancanti o deteriorate dei cadaveri originali.
Un suo collega, Mike Parker Pearson dell' Università di Sheffield, si spinge invece oltre, ipotizzando che l'unione di più antenati in un unico corpo fosse un modo per rappresentare il legame tra due o più famiglie. E visto che all'epoca le terre si tramandavano per linea di sangue, queste strane mummie potevano essere l'equivalente di un moderno certificato di proprietà, insomma un rogito in chiave noir.
«Unire i resti di defunti diversi poteva essere visto come la rappresentazione dell'unione tra due o più famiglie e della loro progenie» spiega Pearson, «e poteva essere il gesto che precedeva passi molto più pratici come la costruzione di grandi case dove due o più gruppi avrebbero vissuto insieme».
Gli archeologi si aspettano di trovare sull'isola altre mummie Frankenstein: in realtà sono già stati scoperti numerosi corpi mummificati, ma solo l'analisi del DNA potrà dire se i resti appartengono una o più persone.

Repost 0
Published by DUCA CONTROVERSO - in notizie brevi
scrivi un commento

 FORUM

Cerca

VIDEO IN EVIDENZA

http://www.loguardoconte.info/video/esperimenti-umani-condotti-da-alieni-154833/

Testo Libero

statistiche accessi

IL CONTE E IL DUCA

 

      thumbnail

 http://i.imgur.com/53qQJ.jpg